Premi azzurri: la strada per la RWC parte nel peggiore dei modi

Qualche riflessione su quanto avvenuto nelle ultime ore, un fatto che finora non si era ancora mai visto

COMMENTI DEI LETTORI
  1. jazztrain 16 Giugno 2015, 08:10

    Un capolavoro tafazziano, pardon gavazziano!

    🙂

  2. Alberto da Giussano 16 Giugno 2015, 08:14

    Ribadisco che è una trattativa sindacale a tutti gli effetti. Chi vuole , e qui ce ne sono molti, prenda posizione, sul niente.
    Trattativa sindacale strana, ma nè più ne meno uguale di quella che hanno fatto i dipendenti della Scala o in altri settori dello spettacolo.
    Credo che il rispetto sia dovuto, in ogni caso, a tutti.
    Se alla fine si giungesse ad una soluzione in cui i premi della nazionale saranno dati in funzione dei risultati raggiunti sarei, personalmente contento.
    Del resto chi arriva 4° ai mondiali di scherma, non becca una lira dal Coni, anche se si è allenato come una bestia per tutto un anno. I premi scattano dal 3° posto in su.

    • ginomonza 16 Giugno 2015, 08:16

      Uhmmmuhmmuhmmm qui cilecchi un po’ 🙂 🙂

      • Alberto da Giussano 16 Giugno 2015, 08:26

        Cosa non ti piace?

        • ginomonza 16 Giugno 2015, 08:33

          Nella scherma sono praticamente poliziotti e simili stipendiati dallo stato per farla !
          Che poi siano quelli che vincono le medaglie è un discorso diverso.

          • faduc 16 Giugno 2015, 16:18

            Non tutti, anzi…non credo, per esempio, che Aspromonte sia “militare”

    • mezeena10 16 Giugno 2015, 08:38

      se è una trattativa sindacale come dici da ieri allora è necessario vedere e accettare questa situazione come uno sciopero!
      ergo ne hanno tutti i diritti!!!
      e non è vero che chi sta fuori dal podio non becca nulla! non prende il premio per il risultato (150 mila oro, 100 argento, 50 bronzo a olimpiadi e mondiali, che molti ancora non hanno visto!), ma il “gettone” di qualificazione (e partecipazione) eccome lo prendono!!!

      • mezeena10 16 Giugno 2015, 08:43

        ad esempio per una campagna velica olimpica l’ atleta o gli atleti hanno un fondo (da federazione di appartenenza e in parte da sponsor) per preparare il quadriennio, aggiornare la barca, e tutto quel che riguarda la preparazione in acqua e fuori..(puoi confrontare le “campagne” di Alessandra Sensini ad esempio, o uno qualsiasi degli altri atleti meno famosi)..
        funziona in maniera simile per le altre discipline..

        • mezeena10 16 Giugno 2015, 08:44

          oltre e giustamente allo stipendio percepito per appartenenza a gruppo sportivo o gruppo armato..

          • Alberto da Giussano 16 Giugno 2015, 09:14

            Io credo tu non sappia di cosa tu stia parlando. I Militari hanno lo stipendio e stop.

          • malpensante 16 Giugno 2015, 09:29

            Infatti Tomba la Ferrari se l’è comprata con la tredicesima.

          • Giovanni 16 Giugno 2015, 10:02

            @mal: che io ricordi, Tomba aveva dei suoi sponsor personali che gli altri atleti della squadra di sci dell’epoca non avevano. Oltretutto, dopo alcuni anni lasciò il gruppo sportivo Carabinieri.

          • mezeena10 16 Giugno 2015, 10:11

            a me invece pare che tu non sappia il minimo necessario..
            ripeto ci sono i dati in rete, con un po di pazienza e buona volonta vedrai chi ha ragione..

          • mezeena10 16 Giugno 2015, 10:13

            no venne buttato fuori gio!

          • mezeena10 16 Giugno 2015, 10:15

            e come al solito chi sa tutto e da lezione di vita sulla qualunque sei solo tu AdG!
            #sommofacceuntweet

          • malpensante 16 Giugno 2015, 11:18

            Cacciato dall’Arma a calci in culo. Ma che poliziotti, forestali, finanzieri e chi più ne ha iù ne metta non predano extra per partecipare a manifestazioni internazionali è una palla colossale.

          • mezeena10 16 Giugno 2015, 11:44

            infatti mal, con lo stipendio da “agente” col piffero che prepari una campagna olimpica, in qualsiasi disciplina!

          • Rabbidaniel 16 Giugno 2015, 14:10
          • mezeena10 16 Giugno 2015, 15:19

            la russa non c’ aveva proprio un cazzo da fare evidentemente!
            a parte andare allo stadio a veder perdere la sua squadra!

  3. ginomonza 16 Giugno 2015, 08:14

    Letteralmente un idiota.
    Ma Albertazzi era più bravo!

  4. GianMariaDAspromonte 16 Giugno 2015, 08:16

    Egregi,
    Molto brevemente:
    mi trovo completamente d’accordo sulle pretese economiche dei giocatori, per diversi motivi, il primo dei quali la FIR guadagna molti denari vendendo le immagini delle nazionali nelle pubblicità e proponendo il modello rugby con il nome e l’appeal di Castrogiovanni. Ragion per la quale: se si fanno soldi sfruttando il nome è giusto che gli venga riconosciuto qualcosa. In secondo luogo questi signori sono dei professionisti e guadagnano grazie alle loro prestazioni sportive. Se la Fir vuole avere degli amanti della maglia in nome di un ideale che l’Italia non ha mai conosciuto, che chiami i militari dei corpi speciali.
    Male, malissimo la FIR che predica (in via di principio) bene quando pretende di legare i premi ai risultati. Razzola male quando innanzitutto lede l’immagine dei giocatori dando alla stampa un comunicato così volgare e gretto come quello di ieri; ma soprattutto razzola male quando ha una struttura elefantiaca e costosissima e spende e spande in tutti i campi senza rendicontare alcunchè. Non una sconfitta, nè una scelta sbagliata ha prodotto una sola presa di posizione della FIR. Mai una volta che il signor Gavazzi (che sarà anche una brava persona, non lo conosco e non saprei esprimermi, ma gode di cattiva stampa) abbia chiesto scusa per le sue scelte per le nazionali giovanili o minori, o per come ha scelto gli uomini e le donne che devono guidare la federazione. Mai una volta che si sia mostrato limpido nelle sue scelte e nelle sue punizioni. Mai una volta che abbia tentato di fugare il dubbio ai tifosi che qualcosa di buono lo abbia fatto anche lui.
    Dunque da quale pulpito il signor Gavazzi pretende qualcosa che lui non dà?
    Cordialità
    GMdA

    • Gigi da Dolo – Ve 16 Giugno 2015, 08:51

      GianMaria, ti do ragione su tutto!

    • Stefo 16 Giugno 2015, 09:22

      GMdA bell’intervento….

    • andreac 16 Giugno 2015, 10:54

      quotissimo…

    • trilussa 16 Giugno 2015, 11:30

      Egregio GianMaria, lungi da me l’idea di difendere Gavazzi ma se gli vengono attribuite colpe ingiuste mi sento in dovere d’intervenire! Non credo debba essere Gavazzi a dover chiedere scusa per le nazionali giovanili perchè prima di lui c’è stato qualcun altro che con una sola accademia U.19 aveva la presunzione di poter competere con macchine da guerra come Inghilterra. Irlanda ecc.ecc. dove con le accademie sono arrivati addirittura a farle nei club. Se non sbaglio sono 3 anni che è partito il Progetto tecnico della FIR, e con questo sono partiti i Centri di formazione, (in pratica da quando è stato eletto), e correggetemi se sbaglio, con questo progetto tecnico si sta concentrando la formazione partendo dagli U.14!….per poi proseguire con le accademie zonali e l’accademia nazionale. Quindi le colpe a Gavazzi per i risultati tecnici puoi darglieli tra 2 anni se la Nazionale U.20 avrà i risultati dell’attuale, ma visto come sta andando con la U.17 e la U.18 io non sarei così pessimista. Per il resto ognuno di noi ha le proprie idea di come dovrebbe essere portata avanti una federazione e non sto a giudicare le tue anche se mi trovano completamente in disaccordo.Per quanto riguarda il comunicato della FIr dato alla stampa ieri, che tu definisci “volgare e Gretto”, personalmente non lo ritengo tale, anzi! Sono convinto che devi aver scambiando il comunicato dell’ufficio stampa della FIR con un vecchio comunicato di Tomas Miliam! 🙂 un saluto

      • GianMariaDAspromonte 16 Giugno 2015, 14:54

        Mio caro,
        la favola delle colpe altrui è vecchia almeno quanto me. Quando anche fosse come dice lei: ovvero che il signor Gavazzi si è trovato sulle proprie spalle un sistema che non andava bene, avrebbe dovuto correggere la rotta. Non solo creando qualcosa che potrà essere giudicabile tra qualche anno (e mi trova d’accordo), ma anche correggendo quel che nel presente bene non va. Nella nostra nazionale U20 non so quanti giochino con continuità nei rispettivi club, ma se fossero anche una decina lui avrebbe dovuto lavorare per farli diventare 20.
        Poi mio caro, la prego, non offenda la nostra intelligenza. Nessuno insegna al nostro amatissimo Presidente come dirigere una federazione, ma se anche i sudditi pretendono rispetto se rispetto vuole il Sire, figurarsi noi che siamo semplici tifosi e vincolo alcuno abbiamo con il RE. Legare i premi ai risultati va benissimo se prima di ogni altra cosa il Nostro rendesse pubbliche molte delle spese della FIR. Giacchè questo non è avvenuto e giacchè il nostro agisce utilizzando anche fondi pubblici, e giacchè dirige un organo federativo, deve rendicontare anche i 10 centesimi spesi per una fotocopia. Altrimenti non faccia il puro e non giochi di forza con i nostri giocatori della Nazionale.
        Cordialità
        GMdA

        • trilussa 16 Giugno 2015, 16:08

          Egregio, Ti chiedo scusa ma credo proprio che Gavazzi, con queste prese di posizioni, stia cercando di , come dice Lei, “correggere la rotta”. Tutti sanno che anche la Nazionale dei Dominguez, Giovannelli, Checchinato, Cuttitta ecc.ecc. sono scese in sciopero per il vil denaro, l’unica differenza era che loro riuscivano ad ottenere ciò che chiedevano perchè era una Nazionale che vinceva…manca questo piccolo particolare a quella di adesso. Io ho il massimo rispetto per i ns giocatori della Nazionale ma questa volta, a mio avviso, l’hanno fatta fuori dal pitale!!! Ho letto da qualche parte che Gavazzi avrebbe tranquillamente accettato un aumento sulla vittoria con la Francia e/o con l’Irlanda, invece la controposta del GIRA è stata quella di abbassare la cifra per la preparazione estiva e di aumentare il premio con Canada e Romania. Sono io invece che la prego di non offendere la mia d’intelligenza giustificando tali richieste a accusando Gavazzi di non voler cambiare rotta!!!1 Poi per quanto riguarda le spese che vorrebbe fossero rese pubbliche basta che vada sul sito della Federugby e può tranquillamente scaricarsi i bilanci. Se poi anche questo non le basta e vuole il dettaglio delle spese, basta che Lei sia un “Socio” e non un semplice tifoso, e può chiedere tranquillamente la distinta di ogni singola voce…diciamo un po come avviene in tutte le società. Guardi, le ribadisco, Gavazzi non mi sta affatto simpatico e sinceramente non me ne frega nulla dal difenderlo, ha a sua disposizione un ufficio stampa, un responsabile della comunicazione e una struttura che sono più bravi di me nel farlo, ma non mi va giù il fatto che il “vecchio saggio” ( oramai il sig.Dondi nel veneto così viene osannato….prima delle elezioni gli sputavano addosso e adesso lo ascoltano per ore applaudendolo quando afferma “ve lo potrei dire io come la Lombardia aumentava i tesserati sotto la mia presidenza”) passi per quello che ha fatto del bene al rugby italiano quando invece ci sono stati Presidenti come Invernici e Mondelli, finiti nel dimenticatoio, che invece hanno messo le basi per il futuro e hanno scritto la storia del rugby italiano.
          un saluto

          • malpensante 16 Giugno 2015, 19:14

            E’ assolutamente Falso “..che anche la Nazionale dei Dominguez, Giovannelli, Checchinato, Cuttitta ecc.ecc. sono scese in sciopero per il vil denaro,..”. Una situazione aberrante come questa non si è mai, MAI, verificata perché non c’è stata MAI una presidenza come questa.
            Basta raccontare balle senza vergogna.
            Sono tre anni che questo signore fa il Presidente, grazie alla “continuità” che contro, o anche solo senza Dondi col cavolo che sarebbe stato eletto. E’ in FIR dal ’96, vicepresidente già nel 2000, è stato vice di Dondi per 12 anni, ha provato in ogni modo a diventare presidente senza riuscirci, che adesso scarichi sul passato le responsabilità di un disastro che sono solo e soltanto sue, dice tutto.

          • Hullalla 16 Giugno 2015, 21:07

            C’e’ stata gran maretta ad un tour in Sudafrica (vergognoso, piu’ che disastroso), dopo il quale Coste e’ stato sfiduciato dai senatori, e’ stato trovato un accordo tardivo (ma non cosi’ tardivo come questa volta) sui premi, e’ stato catapultato in nazionale, proprio in occasione della coppa del mondo 1999 (in Inghilterra, guarda caso) un nuovo allenatore della nazionale, assieme ad un gruppetto di oriundi dell’ultimo secondo, e poi il mondiale 1999 e’ stato giocato in modo vergognoso: una cosa indicibile!
            L’unico aspetto positivo di quel mondiale e’ stato l’inserimento del giovanissimo Mauro Bergamasco, che ha giocato bene in terza linea.

          • malpensante 16 Giugno 2015, 23:45

            Qui non ci sono questioni di spogliatoio e di rottura dei rapporti sportivi, c’è solo e soltanto una gestione inqualificabile della Federazione e gli unici che hanno saputo mettere un punto, con chiarezza e determinazione sono stati i giocatori. Tutti. Cosa MAI successa. MAI.

          • trilussa 17 Giugno 2015, 12:30

            Mal, purtroppo non è falso quello che affermo. Lo sciopero per il vil denaro l’hanno fatto eccome Gionnelli, Dominguez e compagni e, se non ricordo male, fu proprio in concomitanza con un’altra preparazione al Mondiale.Ti chiedo scusa ma non mi ricordo l’anno. La Federazione aveva organizzato un primo periodo di preparazione estiva a Borgue Les Orgues con 3 partite in programma. Il pullman che doveva portarli in Francia partiva da Roma con i ragazzi del centro/sud, per poi fare sosta a Milano per prendere i ragazzi del nord. Da Roma è partito vuoto e a Milano non c’era nessuno! Il Pullamn è ripartito per la Francia solo dopo due giorni, dopo aver raggiunto l’accordo economico con Dondi. Purtroppo sono vecchio e questa cosa mi impressionò talmente tanto che mi rimase impressa nella memoria. …..e poi non dico mai il falso!!!

    • fabiogenova 16 Giugno 2015, 15:26

      Assolutamente d’accordo con l’aspromontino

    • andrease 16 Giugno 2015, 18:37

      Complimenti perchè la penso come te e complimenti per come l’hai scritto!

  5. Plume 16 Giugno 2015, 08:18

    Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire! Questo è l’unico risultato a cui si potesse arrivare dopo la politica di “non vedo, non sento” adottata dalla FIR.

  6. ginomonza 16 Giugno 2015, 08:19

    OT : San GMdA non può votare a meno che non scriva tutti i giorni sul blog 🙂 😉

    • GianMariaDAspromonte 16 Giugno 2015, 08:31

      Gentilissimo,
      io controllo quotidianamente il sito. Le dirò di più: il mio voto vale doppio rispetto al suo perchè io sono di famiglia nobile.
      Tuttavia chiedo al presidente SAN di contattarmi in privato perchè prima di impegnarmi voglio conoscere il programma politico del partito.
      Cordialità
      GMdA

      • ginomonza 16 Giugno 2015, 08:34

        😉 🙂 eh ma lei,carissimo, non sa chi sono io !

        • mezeena10 16 Giugno 2015, 08:39
        • GianMariaDAspromonte 16 Giugno 2015, 09:35

          Signor Gino da Monza,
          lei che lista sostiene?
          E’ per caso giacobina?

          • mezeena10 16 Giugno 2015, 10:09

            R&L, palesemente!!!

          • berton gianni 16 Giugno 2015, 11:43

            Mez, ti avevo gia’ preparato un letto di tettone !!
            😀
            Cmq, GMdA, che il voto di un nobile valga per due…neanche nei film porno !!

          • mezeena10 16 Giugno 2015, 11:47

            no infatti dicevo di zio gino, io quest’ anno sempre nella coalizione di R&L votero per il Rugby & le Tette per palesi meriti acquisiti sul campo dal suo fondatore, cioe tu mitico Gianni!!! 🙂 😉

          • ginomonza 16 Giugno 2015, 11:48

            Gentile GMdA
            La mia lista è quella della parte avversa però se dovessi dire a quali tagliatori di teste apparterrebbe credo che quelli del ISISbsono più bravi !
            Tuttavia entrambi non farebbero per me ! 😉
            Con ossequi
            Gino da Monza

          • ginomonza 16 Giugno 2015, 11:50

            Mi scusò per l’italiano ma stotablet

          • berton gianni 16 Giugno 2015, 11:53

            Mez : Spezzeremo le reni alla Corsica. !! 🙂
            Troppo forti !
            E vinceremo il tricolor, pure !!

          • mezeena10 16 Giugno 2015, 12:14

            fuk yeah bro! 🙂

          • GianMariaDAspromonte 16 Giugno 2015, 12:15

            @GianniBerton
            Mio caro se lei non fosse così sfacciatamente giacobino io voterei per lei e per la sua lista tettuta. In quel caso ci batteremmo perchè il voto di un nobile valga doppio.
            Cordialità
            GMdA

          • berton gianni 16 Giugno 2015, 12:24

            GMdA,
            sono tutto tranne che giacobino.
            Scusa, ma come può un nobile non essere, proprio per la sua intrinseca natura, un convinto amante della leggiadra gnocca ?
            Il nostro motto è. Free the nipple, per l’appunto.
            Se no, che cavaliere sei ??
            Aderisci e vota, anche se vale solo un voto… 😀

          • faduc 16 Giugno 2015, 16:25

            La Corsica sta in Francia…una buona selezione di Fed1 e ci fermano sul bagnasciuga

  7. fr78it 16 Giugno 2015, 08:20

    devo dire che non c’ho capito molto, la mia idea è che ci sia puzza di bruciato, che non sia solo economica la questione e che in un ambiente che fa della disciplina e del rispetto la propria religione uno come gavazzi che da esterno mi sembra uno che dice una cosa e ne fa un’altra( oggi sono di moda) possa aver acceso una reazione d’orgoglio di questi giocatori dei quali si può dire tutto ma non che non abbiano voglia e coraggio

  8. jacoponitti 16 Giugno 2015, 08:20

    Tutto questo casino avrà, secondo me, anche una conseguenza positiva: quest’anno arriveremo ai quarti. Succede sempre così quando siamo in difficoltà.La squadra si unirà contro il nemico Gavazzi (e contro tutti quelli che sono d’accordo con lui) e ci farà un bel regalo!

  9. dengra 16 Giugno 2015, 08:24

    Trattativa o meno una cosa è certa, GAVAZZI non può gestire un movimento come fosse il suo club ne tanto meno può trattare e ricattare i giocatori come semplici giocattoli ne i giocatori possono ricattare la federazione se non dimostrano il loro valore in campo. Comunque bella mega galattica figura di……nei confronti del mondo ovale. Sarei curioso di sapere i premi o gli stipendi che le altre federazioni danno ai propri giocatori, dalla SCOZIA in giù, così uno si rende conto realmente delle realtà mondiale giusto per fare un paragone.

  10. pepe carvalho 16 Giugno 2015, 08:25

    Perdonami ma non condivido l’atteggiamento un po curiale dell’articolo.
    Mi spiego: è una trattativa e come in tutte le trattative ogni parte cerca di posizionarsi nel punto più favorevole. l’oggetto del contendere è nullo in realtà, quello che conta è cosa si fa e si dice e a cosa serve quello che fai e dici.
    Se si analizza il metodo diventa chiaro che qualcuno non vuole trattare… come accadeva negli anni 50 nelle fabbriche
    1) La Fir dice pago solo i risultati, non la presenza, con grandi cadute di stile, dimenticandosi che poi comunque con questi devi fare i conti e in campo ci vanno loro.
    2) I giocatori rispondono che non si allenano (non mettono il materiale tecnico…) fino a che non si fa un accordo che preveda il pagamento della presenza, equivale ad un sciopero.
    3) La Fir li mette in libertà. equivale alla serrata

    E’ evidente che messa così c’è qualcuno che vuole trattare e qualcun altro che vuole imporre la decisione, risultato è che tutti tenteranno di tenere duro, solo che qualcuno lo fa per trattare e qualcuno per comandare….
    L’oggetto del contendere si sposta dalla sostanza all’esercizio del potere. Nelle trattative di solito perde chi si ostina a perseguire fini che in realtà non sono l’oggetto della trattativa stessa. Se si parla di soldi, questi sono il mezzo più duttile per fare un accordo, se si parla del potere è difficile dividerlo….
    Per queste ragioni io, senza conoscere le quantità di soldi in ballo, sto con i giocatori, perchè sono gli unici che dichiarano l’obbiettivo e lo rendono espicito mentre la Fir dichiara una una cosa ma in realtà ha in testa altro.

    • Paolo 16 Giugno 2015, 08:47

      Beh, circolano indiscrezioni su una cifra importante messa sul tavolo dalla FIR, ma sono appunto solo indiscrezioni quindi lasciano sul tempo che trovano…

      • pepe carvalho 16 Giugno 2015, 08:52

        per quanto importante la cifra, la questione sembra più legata al “potere”…mi ricorda altre vicende.

        • Paolo 16 Giugno 2015, 09:07

          concordo, a volte la forma è sostanza. Però ogni ambiente ha le sue specificità

  11. stefano nicoletti 16 Giugno 2015, 08:30

    Potrebbe essere quello che serve.
    E’ ovvio che una soluzione si troverà, quindi per la squadra combattere questa battaglia fuori dal campo potrebbe essere quel collante, quella carica di fiducia, quel treno di motivazioni capace di portarci ai quarti del mondiale.
    Questo, insieme al Top 14 vinto da Parisse, forse ancora più importante per la nostra testa.

    • fr78it 16 Giugno 2015, 09:03

      Arrivare ai quarti vuol dire battere o l’irlanda o la francia, direi che sulla carta oggi non possa essere più di una lecita speranza che un miracolo accada.
      Gli Irlandesi sono su un altro pianeta e secondo me partono per andare lontano, i Francesi non andranno a Londra in vacanza!
      Io ritengo che dal punto di vista del carattere questa squadra non è mai stata seconda a nessuno anzi è quello che più ci invidiano gli altri forse!
      I veri limiti sono tecnici, di profondità, di fondamentali, di tenuta atletica, e non si risolvono da qui all’autunno.
      E quei limiti sopracitati vanno risolti con delle politiche federali a medio-lungo termine.
      Se Gavazzi fosse pagato in base ai risultati mi sa che dovrebbe vendersi anche le mutande per rimborsare la fir!

      • stefano nicoletti 16 Giugno 2015, 09:22

        Un coach americano diceva che “Provarci con tutte le forze è il modo migliore per non riuscire”.
        E’ qualcosa di dimostrato scientificamente che il “flow”, la massima efficienza, non si raggiunga con il “carattere”, la “grinta”, etc.
        Il nostro problema è sempre stato questo, ma nessuno l’ha mai spiegato alla squadra. Del resto, come dimostra il tuo commento, anche la stragrande maggior parte delle persone la pensa così e crede che il segreto sia “tirar fuori gli attributi”.

      • Francesco.Strano 16 Giugno 2015, 10:28

        quel carattere che ci invidiano e che ci fa prendere 50 punti nei secondi tempi………….?

  12. TommyHowlett 16 Giugno 2015, 08:38

    Sul perché la FIR si sia arroccata sulle sue posizioni mi viene difficile capirlo, ma una spiegazione, per quanto vaga, la si può trovare nell’appoggio dato a Gavazzi dal presidente del CONI Malagò, che in sostanza ritiene corretto pagare in base ai risultati ottenuti: soldi, mancano i soldi e qualsiasi cosa possa far risparmiare è ben accetta. Fossimo la Francia o l’Australia si potrebbe anche comprendere, visto che sono nazionali che ai mondiali hanno sempre l’obiettivo minimo (e la potenzialità) di arrivare alle semifinali. Ma l’Italia? Arrivare ai quarti visto come si è giocato il recente 6N e visti gli avversari del girone, è quasi utopistico, quindi mosse del genere anziché servire da pungolo sortiscono l’effetto contrario, ovvero quello di destabilizzare ulteriormente l’ambiente. Forse a qualcuno sfugge quanto è successo nel 1999, prima dei mondiali; una mancanza di serenità molto simile a quella attuale, con i risultati che poi si sono ahimè visti.

    • oliver63 16 Giugno 2015, 17:15

      l’articolazione dei premi è spiegata bene nell’articolo pubblicato oggi dalla gazzetta:
      – 3.000 per 3 mesi di preparazione + 3 test match precedenti al mondiale
      – 7.000 vittoria su canada
      – 7.000 vittoria su romania
      – 12.000 vittoria su francia
      – 18.000 vittoria su irlanda
      la controproposta gira (ma sono fonti fir) sarebbe 25.000 per le prime tre voci, più altri aspetti legati ad assicurazione, diritti immagine. ecc.

  13. M. 16 Giugno 2015, 08:49

    Ma permettetemi di capire: i giocatori hanno comunicato che non avrebbero indossato il materiale tecnico “per allenarsi”. Dunque nessun giocatore ha annunciato che non si allenava? Semplicemente non si sarebbero messi la maglia azzurra? Una cosa simbolica insomma?
    Perché se le cose stanno così allora anche i commenti conseguenti vanno totalmente ritarati, in favore dei giocatori si intende.

    • M. 16 Giugno 2015, 08:55

      Nel comunicato Fir si parla del fatto che i giocatori hanno comunicato anche di non volersi allenare, lo si dice chiaramente, dal commento di qui sopra dell’articolo pare invece che semplicemente non volessero indossare il materiale tecnico. Le cose cambiano parecchio. O sono obbligati per ragioni di sponsor et al. a indossare il materiale tecnico e quindi de facto non indossarlo significa non potersi allenare?

      Grazie delle risposte.

      • Paolo 16 Giugno 2015, 09:09

        Non mettersi il “materiale tecnico” equivale a non allenarsi. Credo che allenarsi in jeans non sia comodissimo

        • M. 16 Giugno 2015, 09:15

          Scusa Paolo:
          – non mettere il materiale tecnico significa che hanno detto che si sarebbero allenati ma non con maglia e resto del materiale della nazionale, quindi senza materiale griffato dai vari sponsor cariparma, edison ecc. ma che a causa di questo per doveri contrattuali, de facto, non potevano allenarsi?
          – significa che i giocatori hanno detto, semplicemente, “non mi cambio”, cioè non entro in campo?
          – significa che hanno detto: entro in campo con la mia maglia con Winnie de Pooh o la maglia Benetton o quella di Calvisano o quella delle Zebre e non con quella azzurra per dare un segno simbolico. Perché ti puoi allenare anche in pantaloncini e maglietta…

          Ognuna delle tre ha un senso diverso. E la formula “nessuno dei giocatori avrebbe indossato il materiale tecnico per allenarsi” è ambigua, fa pensare non al fatto che si rifiutassero di fare sciopero, cioè di allenarsi, ma banalmente di indossare il materiale tecnico “ufficiale”.
          Grazie.

          • Paolo 16 Giugno 2015, 09:39

            Il concreto è che non si sono allenati. Anche perché in ritiro sono obbligati a indossare il materiale tecnico della federazione

  14. papavero 16 Giugno 2015, 08:50

    La maggior parte degl’atleti fa parte di gruppi sportivi e ricevono uno stipendio per potersi allenare.
    Ma ADG scusa vorrei una tua opinione: al dì là del rispetto che si deve a tutti che è sacrosanto, la gestione personale del presidente che non puoi negare conoscendolo bene ha un carattere un pò così, ( finchè son presidente io Minto non giocherà mai più a rugby) non è un pò sbagliata? dato il suo carattere non sarebbe meglio far trattare una persona un pò più diplomatica?
    Domanda senza ironia

    • Alberto da Giussano 16 Giugno 2015, 09:17

      Io posso solo dirti che, personalmente, avrei agito in maniera diversa. Vedremo il risultato.

  15. ale.rugby 16 Giugno 2015, 08:57

    Gavazzi, non sei il padrone di nessuno. Devi imparare a trattare la gente con rispetto. I giocatori meritano rispetto, soprattutto chi ha contribuito più di te a portare l’Italia dove è oggi. Se non arrivano i risultati non è colpa dei vecchi ma della Federazione che non è stata in grado di creare alternative e soprattutto di creare, con le sue meravigliose accademie, giocatori più forti di questi vecchietti che sono ancora oggi la colonna portante di questa Nazionale.
    VERGOGNA!!!

  16. Giovanni 16 Giugno 2015, 09:07

    “E se son pallida,
    come una strassa,
    a Villabassa,
    vinassa vinassa e fiaschi de vin….”

    • mauro 16 Giugno 2015, 09:34

      siete già arrivati?
      o è Gianni che vi ha passato il fiasco?
      Ancora tanti auguri, siamo sempre più con voi…

      • Giovanni 16 Giugno 2015, 10:17

        @mauro: grazie a te che ci segui con interesse.
        Allora, stamane al risveglio clamorosa novità: il presidente non c’è più! Sparito, e con lui si son perse le tracce anche di Lillo (mi dispiace, mi ci stavo affezionando). @San ci ha svegliati alle 7 per darci la notizia, ci siamo precipitati tutti nella tenda presidenziale ed effettivamente era vuota. Vicino al sacco a pelo, ancora srotolato per terra, un biglietto ripiegato in quattro: “Cari ragazzi, improvvisi et inderogabili impegni mi hanno costretto precipitosamente a rientrare nelle mie funzioni istituzionali. Proseguite pure il vostro viaggio verso la destinazione stabilita ed anticipate cortesemente le spese che vi verranno poi rimborsate. Conto di raggiungervi nel giro di pochi giorni. Tenete alto lo spirito, fiero lo sguardo, pugnaci le membra. Vostro affezionatissimo, Mr.President”.
        Ora, la situazione è la seguente: il presidente non c’è, i cinesi hanno occupato le nostre stanze, il Transit non ha carburante a sufficienza per coprire i 18 km.che ci separano da Pordenone ed il campo nudisti comincia a popolarsi. Abbiamo messo assieme i nostri averi: disponiamo di 3.68 euro. Compriamo due biglietti del bus e cerchiamo di passarceli tra noi senza farcene accorgere, nel caso salga il controllore. Poi dalla stazione di Pordenone proveremo a telefonare a casa per farci aiutare. A dopo.

        • mauro 16 Giugno 2015, 10:58

          ma è il tomtom di Burroughs che vi ha portati dalle parti di Pordenone o è una scelta del Presidente che vistosi con il culo scoperto ha scelto (giustamente direi) di portarsi in un campo nudisti per non dare troppo nell’occhio.
          C’è del salace in questa vicenda…

          • Giovanni 16 Giugno 2015, 12:15

            Tom Tom non s’è visto: pare non sia arrivato il nulla osta all’equiparazione. Su Pordenone c’è uno scambio d’accuse: @San dice che @Sergio ha sbagliato ad interpretare la rotta che lui aveva tracciato col sestante, lui ribatte che è @San ad aver deragliato dal chiaro percorso, in prossimità di una svolta prima di Belluno. Intanto abbiamo provato a chiamare il presidente sul cellulare, ma risulta sempre irraggiungibile. Nel frattempo, dopo oltre un’ora alla fermata, ci si è avvicinati un membro (ehm…) della comunità nudista che ci ha gentilmente informati che pare ci sia in corso uno sciopero delle autotramvie provinciali. La situazione si sta vieppiù complicando…

          • mauro 16 Giugno 2015, 12:31

            coraggio, avete tutto il nostro supposto (ehm) volevo dire supporto…

        • Sergio Martin 16 Giugno 2015, 22:08

          @Giovanni, nun so’ cinesi! So’ Giapponesi! E io stanotte c’ho avuto gli incubi. Me so’ sognato che giocavamo er mondiale U20 de sesta fascia contro la Finlandia e il Burundi…

  17. davide p. 16 Giugno 2015, 09:26

    eh si…pagami e ti porterò i risultati….business rules.
    considerando che l’ultimo risultato utile si è avuto con la scozia, acclamato da tutto il mondo del rugby, suggerisco vivamente alla FIR di pagare i premi laddove si ha un minimo di sicurezza di un risultato….il che mi porta a pensare per l’imminente mondiale alle porte di dare il benefit a prescindere contro canada e romania, non tanto per la mission quarti di finale, quanto per evitare le solite figure di arlecchino.
    meglio mantenere i piedi per terra.

  18. tony 16 Giugno 2015, 09:36

    Ho letto un po’ di cifre e dati su gazzetta e Tribuna a parte il fatto che non coincidono… sono d’accordo con la Gazzetta dove si commenta che la vicenda è stata gestita male prima con l’uscia di Gavazzi…inopportuna e pi con il comunicato Gira inopportuno ….. Sui numeri non ci sono differenze abissali La cosa principale che noto è che mentre la Fir tende ad allargare il più possibile i compensi sia fissi che a premi a tutti, la Gira per rientrare nel Budget tende a premiare di più chi va in campo ES fir fisso 3.000 per i 30 e 500 per i 10 premi 8.000 Romania ,8.000 Canada,12.000 Francia,18.000 irlanda * se si passa il turno si paga anche l’eventuale partita persa quindi 46.000 per 30 giocatori. La Gira 9.000 fissi premi solo per i 23 in campo 10.000 Romania,10.000 Canada, 12.000 Francia,12.000 Irlanda sembra siano gli stessi compensi che danno agli Scozzesi.

    • Hullalla 16 Giugno 2015, 17:39

      Io l’avrei fatta piu’ semplice: tot per la preparazione (40 giocatori), tot per la partecipazione (30 giocatori) e tot per il passaggio ai quarti (e, teoicamente, tot per il passaggio alle semifinali, finale, coppa del mondo).
      Il premio per vincere la singola partita serve a gran poco, se poi non si passa ai quarti.

  19. Hullalla 16 Giugno 2015, 09:46

    Per quanto riguarda l’aspetto puramente economico, io la vedo pero’ da due diversi lati:
    1) il giocatore e’ un professionista, per tre mesi se ne sta lontano da casa e dalla squadra, e quindi e’ giusto corrispondergli il giusto
    2) Il giocatore che gioca in nazionale “acquista” piu’ valore sul mercato (vedi dichiarazioni di Mirco qualche tempo fa) e la nazionale gli fa da “vetrina” per ingaggi piu’ remunerativi all’estero

    Certo che piu’ e’ affermato un giocatore, piu’ la bilancia pende dalla sua parte (un giocatore affermato se puo’ giocare di piu’ con il suo club, ovvero se rinuncia alla nazionale, viene pagato meglio dal club e si allunga la carriera, e poi non ha certo bisogno di “vetrine”) e viceversa (un giocatore che deve ancora affermarsi ha moltissimo da guadagnare se gioca in nazionale).

    • mezeena10 16 Giugno 2015, 10:27

      spiegalo a quel fenomeno che ieri diceva dovrebbero andarci a gratis!

      • Hullalla 16 Giugno 2015, 11:04

        Sicuramente i piu’ giovani e meno affermati ci andrebbero gratis (e farebbero bene a loro stessi facendolo…), mentre per i piu’ affermati e’ controproducente.

        • parega 16 Giugno 2015, 13:22

          non si vive di sola gloria o aria

          • Hullalla 16 Giugno 2015, 17:41

            Diciamo che giocare al mondiale costituisce una vetrina che aumenta significativamente la tua possibilita’ di avere dei begli ingaggi, cosi’ non devi vivere di gloria ed aria.
            pero’ un giocatore affermato non ha bisogno di vetrine (e qualcuno in Italia ce lo abbiamo).

  20. malpensante 16 Giugno 2015, 09:47

    Caro Paolo, giusto per averne un’idea chiara di cosa abbia sempre significato “andare in nazionale”, fai un giro di sondaggio tra gli ex. E’ assolutamente FALSO che “ai tempi del rugby pane e salame queste cose non succedevano”, la pagnotta si doveva sgranocchiare anche a quei tempi, tanto più se uno doveva lavorare come un normale pisquano e non come rugbista. Succedevano allora, e la Federazione aveva le pezze al culo, sono successe con quelli di Grenoble, succedevano regolarmente nel ventennio Dondiano. E non sto parlando del mondiale, sto parlando delle “normali” attività, una volta la Coppa Europa e le tournèe, poi il 6N e i test match. La differenza sta nel fatto che ora ci sia il GIRA ma soprattutto che non si sia mai vista una presidenza ed un consiglio così disastrosamente al di sotto di ogni possibile peggiore previsione. Ma sono i tempi, che sono grami, diceva Flaiano: “L’evo moderno è finito. Comincia il medio-evo degli specialisti. Oggi anche il cretino è specializzato.”

  21. pesopiuma 16 Giugno 2015, 10:00

    Così a naso e viste le cifre (se sono vere), i problemi sono molteplici.
    Il primo, è evidente, sono le parole di Gavazzi post sei nazioni. Una roba secondo me scorretta, perché se anche le pensi e hai da dire qualcosa hai giocatori ci parli faccia a faccia, magari chiamando prima il capitano e il ct, non passi dai giornali.
    Il secondo è evidentemente legato alle cifre. Il gettone fisso è basso, c’è poco da fare, 3.000 euro per 4 mesi di lavoro sono pochi (lo sarebbero per qualunque lavoro). Per assurdo era meglio non mettere premi su Canada e Romania e alzare il fisso. Bisognerebbe capire se la GIRA ha già formulato controproposte. In generale i soldini ci sono, ma mi sembrano distribuiti ad minchiam.
    Il terzo, ma perchè in ‘sto paese la spending review, in qualunque ambito, comincia sempre dal basso e mai dall’alto? Voglio dire, in questi mesi si è sentito di tagli al minirugby, tagli ai giocatori, ma a chi sta seduto in poltrona? Alla nuova bellissima sede della Fir? Niente?

    • pesopiuma 16 Giugno 2015, 11:43

      Il quarto punto è che bisogna ricordarsi che il rugby è entrato si nel professionismo, ma gli azzurri che giocano in italia non ne hanno lo status. Formalmente non sono professionisti, con tutte le conseguenze che ne derivano: contributive, assicurative, etc…(il professionismo in Italia è riconosciuto solo dalle federazioni di Calcio, Pugilato, Basket e Golf, se non sbaglio).

  22. Enrico 16 Giugno 2015, 10:05

    Mi sembra giusto per poter giudicare (e l’articolo fa bene a ribadirlo) sentire tutte le campane….

    Una posizione cui ha risposto l’avvocato Federico d’Amelio, vicepresidente del G.I.R.A..

    “Va bene la meritocrazia, ma 3000 euro per un impegno di nove settimane con anche tre test-match non è un contributo equo. Infine, la nostra battaglia, va ben oltre questi aspetti. Sul piatto, dopo alcuni casi recenti
    (Minto, ndr) c’è la copertura assicurativa. Poi una regolamentazione per la chiusura e l’apertura delle franchigie,
    perché non si ripeta quanto successo nel passaggio Aironi-Zebre, un’altra per i diritti di immagine, un’altra ancora per i permit players e, infine, per il diritto al voto nelle elezioni federali dei giocatori del Pro 12”.

    e ancora non sappiamo tutto….

  23. mezeena10 16 Giugno 2015, 10:23

    sentita intervista di Ben a skysport 24, senza un briciolo di pudore, insiste sulla linea dello scontro sottolineando come i ragazzi debbano avere zero pretese visto che non vincono mai, succo del discorso..
    esponendoli per l’ ennesima volta al pubblico ludibrio!
    per non parlare del tono usato, di una strafottenza unica!

  24. gsp 16 Giugno 2015, 10:30

    basta adesso, c’e’ da mettersi daccordo ed iniziare la preparazione. ci vorrebbe qualcuno che tenti una mediazione, magari Griffen o Castro. perche’ questa situazione e’ da sistemare al piu’ presto.

    • malpensante 16 Giugno 2015, 11:11

      “Al più presto” era almeno un anno fa.

    • Stefo 16 Giugno 2015, 11:13

      Ecco Castro uno proprio tranquillo nelle esternazioni (vedi l’attacco via Twitter a Franco Smith o l’assolo post Leicester-Toulon) da ettere al tavolo con Gavazzi…e Innocenti a fare da telecronista a questo punto!
      Che poi come puo’ Castro che fa prte della Nazionale e quindi rappresenta una delle due parti in causa a far da mediatore?Qalche piccolo interesse di parte ce l’ha.

      • malpensante 16 Giugno 2015, 11:28

        C’è il GIRA, è inutile che si faccia finta di niente. I giocatori sono rappresentati e hanno delegato il GIRA. E’ finito il tempo del mi scelgo io la controparte. A proposito, leggo fiumi di dichiarazioni dei due rappresentanti dei giocatori nel Coniglio Federale. Eroici. Esemplari.

        • Stefo 16 Giugno 2015, 11:36

          Mal verisismo ma mi lasciava proprio perplesso tirare di mezzo Castro come idea…magari e’ il primo nome che gli e’ venuto in mente ma sarebbe dovuto passare al secondo pensandoci un attimo 🙂

          • malpensante 16 Giugno 2015, 12:04

            Tra l’altro credo che Castro e Parisse non fossero ancora arrivati al ritiro. Ma magari mi sbaglio.

          • mezeena10 16 Giugno 2015, 12:47

            esatto mal non ci sono, permesso extra per le fasi finali del top 14 piu un altro periodo di riposo per “anzianita di servizio”, in verita perche sono i due giocatori piu rappresentativi della squadra, come sottolineato persino dal NZ herald! cosa che qui è passata sotto traccia, come al solito..
            invece le polemiche…ci si sguazza alla grande!

    • gsp 16 Giugno 2015, 14:28

      Ed invece ho pensato a Castro perche’ ha un rapporto particolare con gavazzi, anche se sarebbe parte in causa. in questi casi il rapporto umano puo’ servire a smussare le differenze. poi siccome va chiarito tutto, Castro non va a mediare per se stesso, come si faceva in passato, ma per aprire un canale. ovviamente media e decide la GIRA, pero’ uno per facilitare.

      • Stefo 16 Giugno 2015, 15:29

        Secondo questo allora anche ogni altro giocatore passato per Calvisano che e’ nel gruppo andrebbe bene…

        • gsp 16 Giugno 2015, 17:24

          che abbia un po’ di carisma, storia e leadership nel gruppo, e che magari non deve prendere lo stipendio grazie a Gavazzi. capelli lunghi e ruolo in priam linea sono superflui.

          • malpensante 16 Giugno 2015, 19:24

            I giocatori sono dei professionisti e non una scolaresca. Quei tempi sono finiti, e nel modo peggiore perché la FIR è al livello più basso della sua storia e i giocatori non sono più disponibili farsi prender per il culo. Si sono resi conto di cosette che possono capitare a tutti, tipo che l’assicurazione non ti copre, o che tu sei un dilettante ma comprano il tuo cartellino, o che è “normale” che iscrivano la nuova società quando la vecchia non ti ha ancora pagato, o che le fidejussioni siano carta straccia, e altre amenità.

          • Stefo 16 Giugno 2015, 21:31

            “capelli lunghi e ruolo in priam linea sono superflui” questa aggiunta e’ tutta tua ed e’ superflua perche’ nessuno ha parlato di capelli lunghi e prima linea…io ci aggiungerei invece che non abbia uno storico di insulti ed offese ad allenatori piuttosto!

  25. pepe carvalho 16 Giugno 2015, 10:49

    Alfredo Gavazzi detto Ben

  26. Francesco.Strano 16 Giugno 2015, 11:59

    ragazzzi ma ho capito bene…..

    oppure è vero che hanno abbassato le pretese per le vittorie su Francia e Irlanda…………………..?

  27. berton gianni 16 Giugno 2015, 12:05

    …scusate se sono poche, ma settecentomila lire punto e virgola noi ci fanno, specie che quest’anno c’è stato una grande moria delle vacche, come voi ben sapreta…
    Eeh, altri tempi…

    • Francesco.Strano 16 Giugno 2015, 12:06

      ma hai letto berton…. vogliono piu soldi per romania e canada……………………..e meno per francia e irlanda……………………………………..

      • berton gianni 16 Giugno 2015, 12:35

        Francesco, hanno ragione : in Romania e Canada c’e’ molta piu’ bella gnocca che in Francia e Irlanda messe assieme…

        • mezeena10 16 Giugno 2015, 12:48

          vero! un saluto a Sabine, gnagna canadese! 🙂

        • Hullalla 16 Giugno 2015, 17:45

          In Canada e’ una specie di paradiso!

        • malpensante 16 Giugno 2015, 19:29

          Bene, intanto che voi andate per gnocche tra grizzly e giubbe rosse o a București, io mi dovrò accontentare di Parigi. Che sfiga.

          • berton gianni 16 Giugno 2015, 20:16

            Gran sfiga, Mal.
            A Parigi non si tambura, mi disse la Bellucci.
            Ed allora andiamo in Normandia, che ti sbarco sul bagnasciuga, le risposi…

          • malpensante 16 Giugno 2015, 23:36

            L’ho saputo da ginomonza, mi ha detto che era una bella e tranquilla mattina di giugno del’44, credo il 6.

  28. edopardo 16 Giugno 2015, 12:12

    A chi è più esperto posso chiedere come mai solo con la nazionale maggiore si è creato questo inghippo? Cioè i giocatori della emergenti che sono a tiblisi e la under 20 non fanno parte del g.i.r.a?

    • giomarch 16 Giugno 2015, 12:19

      gli under dell’accademia hanno firmato un contratto quasi di usucapione e dubito fortemente che potrebbero alzare un sopraciglio la emergenti non ha un nucleo di giocatori consolidato, un solo giocatore tra i convocati ha gia’ giocato in celtic e credo qui sia l’inghippo perche’ in gira notavo che anche bernabo’ allora non convocato da piu’ di un anno era coinvolto in quanto celtico, questa e’ la mia interpretazione ma gente meno ignorante di me puo’ darti una risposta piu’ precisa…

  29. Da 16 Giugno 2015, 12:23

    Se uno schifo simile serve a mandar via chi non è stato capace di sviluppare il Rugby Italiano ben venga. E’ l’unica cosa che mi sento di dire indipendentemente da chi ha o avrà ragione

  30. Marzio I. 16 Giugno 2015, 13:12

    Invito i gentili lettori di questa ed altre pagine ad informarsi prima di parlare di cose che in molti casi non si conoscono del tutto.
    Spero inoltre che tutta la questione venga risolta al più presto.
    cordialmente.

    • mezeena10 16 Giugno 2015, 15:20

      #iostocoiragazzi
      #maicongavazzi
      #frangiarumorosa 🙂

    • pepe carvalho 16 Giugno 2015, 15:34

      Mi perdoni ma dal nick si potrebbe intendere che lei è Marzio Innocenti, se cosi fosse sarebbe tanto gentile da spiegare quale è il suo punto di vista? Anche con un’intervista a questo sito.
      Grazie

    • fracassosandona 16 Giugno 2015, 15:50

      Gentilissimo Marzio I…nnocenti?
      Ben lieto di averla tra noi umili commentatori di Onrugby, Presidente, anche se non spetta certo a me fare gli onori di casa…
      Se fosse così cortese da fornirci Lei le informazioni che potremmo parlare della vicenda con cognizione di causa, invece siamo qui al bar dello sport virtuale a spettegolare innocentemente sulle congetture…
      I primi che vogliono che la cosa si risolva presto e per il meglio siamo proprio tutti noi appassionati, papà, accompagnatori ed allenatori del minirugby, spettatori paganti, giocatori più o meno old, più o meno ex, e più o meno amatoriali…

      viviamo in un paese strano in cui non si sa ancora chi abbia comprato le zebre, quanto costi effettivamente l’avventura in pro12, quanto costino le accademie, perché Rovigo non vinca le finali nemmeno in casa propria e tanti altri fenomeni paranormali degni di Focus TV anziché di un canale sportivo…

      noi veneti ci consoliamo con i nostri vivai sempre prolifici, con il Valsugana (quello che altri chiamano “miracolo” io la chiamo seria programmazione) e con i Dogi, formazione che vorremo vedere in campo al più presto…

      ps: condivido totalmente i contenuti ma non i toni ed il momento della Sua intervista odierna a Lucchese…
      vedrà che se contatta direttamente la severissima Redazione di onrugby potrà dire la Sua direttamente anche a noi…

      grazie

    • Hullalla 16 Giugno 2015, 21:15

      Pero’ ci vorrebbe anche che le informazioni venissero fornite, possibilmente in modo chiaro.

  31. 6nazioni 16 Giugno 2015, 13:59

    3.000 : 70 gg = euro 42,8572. (lorde)….
    come di berton andate …….

  32. carlo s 16 Giugno 2015, 14:12

    Domanda: ma ora si stanno parlando le parti..?

  33. faduc 16 Giugno 2015, 16:29

    Comunque, che noia, non succede mai niente…qui al Sud ci godiamo lo spettacolo, ma non sappiamo dove incasellarlo, forse starebbe bene tra farsa e realtà

  34. Federico Barbarossa 16 Giugno 2015, 16:40

    I danni di Gavazzi al rugby italiano sono sotto gli occhi di tutti. #gavazzidimettiti

  35. frank 16 Giugno 2015, 17:46

    Io vedrei bene Cabinato a mediare. Dopodiché entrano Bud Spencer e Terence Hill

    • malpensante 16 Giugno 2015, 19:32

      Ma quelli come Terminator sono fasulli. Prova con Manghi.

  36. tonibaruchel 16 Giugno 2015, 17:51

    GAVAZZI / BLATTER , FAI UN BEL GESTO….. FINALMENTE ! ! ! ! !

  37. ernesto 16 Giugno 2015, 19:32

    Legare la retribuzione ai risultati del futuro è secondo il mio parere sbagliatissimo. Ciò è figlio del più bieco capitalismo che sempre più impera nel mondo di oggi. Adesso la federazione sfrutta tali idee per un “tornaconto” personale a volte questa logica fa comodo agli “sportivi” di oggi. Al di là pero delle idee/ologie di ciascuno legare un bonus al passaggio ai quarti è come darmi lo stipendio se riesco a sposare Giulia Roberts.

    • Hullalla 16 Giugno 2015, 21:19

      Sarei anche d’accordo con te, pero’ le federazioni prendono dei premi che variano di moltissimo, a seconda dei piazzamenti ottenuti dalle squadre. Si parla di milionate di differenza come ridere, sia al Sei Nazioni che ai Mondiali.

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia: Luca Bigi e l’importanza del primo raduno dopo lo stop forzato

Il capitano azzurro racconta i primi giorni di lavoro della Nazionale al raduno di Parma dopo tanti mesi senza rugby

9 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: Monty Ioane, i primi passi in azzurro. Bisegni e Riccioni segnano la strada

Sta nascendo la "nuova" nazionale di Franco Smith

8 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Opportunità è responsabilità: inizia il nuovo ciclo degli Azzurri

A Parma incomincia il primo raduno della nuova stagione: un'Italia di giovani con l'occasione di prendere in mano il proprio futuro

6 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Dean Budd si è ritirato

Il seconda linea ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo, lo ha annunciato tramite i suoi profili social

4 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Nazionale italiana rugby: i convocati per il raduno di Parma

Franco Smith chiama 28 giocatori. Prima da invitati per Monty Ioane, Paolo Garbisi e Michele Lamaro

2 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Rugby e allenamento: la FIR propone sessioni virtuali in compagnia degli azzurri

Sedute di allenamento nella palestra all'aria aperta delle montagne del Trentino

22 Giugno 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale