Pro12, arriva l’ultimtum alla FIR: o estingue il debito o siamo fuori

Per Rugby Paper i tempi sono brevissimi. Welsh e Scottish pronti a subentrare, con tutti i vantaggi per loro e per il torneo

AA2Y8828- sebastiano pessina

ph. Sebastiano Pessina

Domenica scorsa vi avevamo parlato del milione di sterline circa che la Federazione deve pagare al board del Pro12 come tassa di ingresso, su cui il Presidente Gavazzi aveva ottenuto una riduzione prima e una sospensione poi, chiedendo i soldi all’ex IRB e giustificando il finanziamento come “sviluppo del rugby”, cosa che aveva fatto infuriore le Unions dell’Emisfero Sud, isolane in testa. Poi, sempre Rugby Paper, aveva parlato delle trattative per l’ingresso di London Welsh e London Scottish nel torneo celtico, citando in chiusura di articolo il debito che la FIR deve al Board del torneo. Una citazione che oggi è molto più chiara e che collega in modo logico i due aspetti.

 

Sull’edizione odierna del settimanale si legge infatti che la Federazione avrebbe ricevuto un ultimatum: o si paga il milione di sterline entro fine mese, oppure siamo fuori. L’espressione è di quelle forti: “immediate expulsion”. E qui entrano in gioco le due squadre Exiles, che entrerebbero di prepotenza e dalla prossima stagione nel torneo al posto di Zebre e Treviso. Sulla bilancia, il paragone certo non regge: “Le italiane non portano granché sul tavolo, giocare là ci costa circa 40.000 sterline quindi 80.000 per squadra a stagione. Già questo sarebbe un bel risparmio”, ha dichiarato una fonte al settimanale inglese. Se in più aggiungiamo i diritti televisivi che due squadre inglesi possono garantire, il fatto che le Exiles sono legate a doppio filo con la RFU e con la propria Union madre, che forse la Premiership bloccherà per cinque anni promozioni e retrocessioni, e mettiamoci pure che lo stadio degli Scottish soddisfa i requisiti del Pro12 ma non quelli della Premiership, ecco che tutto, ma proprio tutto, pende per un ingresso di Welsh e Scottish nel torneo celtico. 

 

Da parte loro le due squadre si dicono pronte. Rod Lynch, Presidente degli Scottish, ha dichiarato: ” È ancora presto per parlare, ma teniamo d’occhio la situazione. Se le due italiane dovessero uscire, potrebbe verificarsi il nostro ingresso”.

Il Presidente Gavazzi, scrive Rugby Paper in chiusura, un anno fa aveva minaccuato di uscire dal Pro12 perché troppo costoso. Ora, bisognerà risedersi al tavolo e trattare…

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

URC: le parole di Lamaro, Bortolami, Padovani e Roselli dopo il derby vinto dai Leoni

Alla soddisfazione dell'ambiente biancoverde fa da contraltare l'amarezza del coach dei ducali, insoddisfatto dell'approccio dei suoi

15 Maggio 2022 United Rugby Championship
item-thumbnail

URC: a Monigo, il Benetton batte le Zebre 39-17

Determinanti i primi minuti di entrambe le frazioni, in cui i leoni fanno il vuoto

14 Maggio 2022 United Rugby Championship
item-thumbnail

URC: la preview del derby Benetton-Zebre

Si gioca alle 17:30 a Monigo, diretta TV su canale 20

item-thumbnail

Da Viadana un mediano di mischia per le Zebre?

I ducali sono vicinissimi a un nuovo innesto in vista del 2022-2023

item-thumbnail

URC, Benetton: ecco i Leoni che sfidano le Zebre, guidati da capitan Lamaro

I biancoverdi sono pronti per il secondo derby stagionale, e lo affrontano con una squadra rivista rispetto a quella scesa in campo in Sudafrica

item-thumbnail

URC, Zebre: sei cambi e tanti azzurri nel XV di partenza che sfida il Benetton

I ducali cercano la seconda vittoria stagionale, e lo fanno con una squadra ricca di esperienza per la sfida di Monigo