Serie A femminile: Monza e Valsugana ipotecano la finalissima

Le biancorosse vanno a vincere a Treviso nella semifinale di andata, le padovane travolgono la Red & blu

serie femminile 3

Si sono disputati le gare di andata delle Semifinali Scudetto del campionato Nazionale di Serie A femminile. Questi i risultati.

Serie A Femminile – Semifinali andata

Benetton Group Rugby Treviso – Rugby Monza 1949, 12 – 27  (0-5)

Classifica: Rugby Monza punti 5; Benetton Group Rugby Treviso punti 0.

 

Valsugana Rugby Padova – Artena Rugby Red Blu, 46 – 00  (5-0)

Classifica: Valsugana Rugby Padova punti 5;  Artena Rugby Red Blu punti 0.

 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Serie A femminile: le dichiarazioni dopo la quinta giornata

Michela Sillari riflette sull'inizio del Valsugana e sui prossimi impegni azzurri. Soddisfazione per i coach di Colorno e CUS Torino

12 Novembre 2019 Campionati Italiani / Rugby Femminile
item-thumbnail

La classifica marcatrici del girone 1 di Serie A femminile (in aggiornamento)

Dopo cinque turni, la battaglia in vetta si fa sempre più serrata

11 Novembre 2019 Campionati Italiani / Rugby Femminile
item-thumbnail

Serie A femminile: il Valsugana raggiunge il Villorba, bene Colorno e CUS Torino

Le padovane vincono contro la Capitolina, subendo i primi punti dell'anno. Tutti i risultati e le classifiche dopo la quinta giornata

10 Novembre 2019 Campionati Italiani / Rugby Femminile
item-thumbnail

Serie A femminile: formazioni e programma del quinto turno

Il Valsugana (ancora a zero punti subiti) va a casa della Capitolina. Nel girone 1 anche Colorno-Red Panthers e Cus Torino-Cus Ferrara

10 Novembre 2019 Campionati Italiani / Rugby Femminile
item-thumbnail

L’importanza del World Rugby Ranking femminile per l’Italia, in ottica qualificazione alla RWC 2021

Per le azzurre, attualmente brillanti seste, sarà importante restare davanti a Irlanda, Spagna e Scozia sino a luglio

7 Novembre 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Serie A femminile: le dichiarazioni delle protagoniste dopo la quarta giornata

Abbiamo parlato, tra le altre, con Laura Gurioli, terza linea del Villorba, e Federica Renosto, capitana delle Red Panthers Benetton Rugby

6 Novembre 2019 Campionati Italiani / Rugby Femminile
  1. albybona 3 Maggio 2015, 20:58

    Forza ringhio,forza Monza…e andiamo!

  2. Katmandu 3 Maggio 2015, 21:08

    Posso fare il vecchio spaccaballe?
    Io un campionato in cui la differenza tra i due gironin, che dovrebbero essere a lo stesso livello, finiscono così mi fa inquazzare a livelli stratosferici
    Facciamo l’esempio dei barrage in 160 minuti il computo complessivo dice 156 a 15, non solo la vincente del girone 2 che si può dire che ha dominato il proprio girone, che segna oltre 21 punti di media ma soprattutto ne subisce meno di 5 di media in tutto un campionato si ritrova con le ossa rotte dopo una partita nemmeno contro la migliore dell’altro girone….
    Pare normale sta cosa? Non lo merita un movimento che trattato male dai vertici federali che ci ricordiamo di loro soloper le vittorie (meritate) al sei nazioni di categorie
    Faccio un esempio pratico quando aiutavo l’allenatore in giovanile nel mio club avevamo un paio di ragazze (mediamente eran meglio dei ragazzi almeno a placcare) poi arrivate ad una certa età noi non avevamo la possibilità di avere una squadra femminile ma se la federazione obbliga le squadre di eccellenza e serie a ad avere una prima squadra femminile, vedrete che non leggeremo di barrage scudetto (perché é di questo che parliamo) con una differenza tra i due gironi così grande

    • Federico Barbarossa 3 Maggio 2015, 21:13

      Penso che i gironi territoriali servano innanzi tutto per una questione economica.

      • Katmandu 3 Maggio 2015, 21:37

        Barbarossa, la mia idea, un girone d’elitte (10) con rimborsi spese (con fatture) per le trasferte
        Tre gironi territoriali con le altre 24, pare una cosa brutta? Poi fare una trasferta treviso Torino non so quanto contieni i costi rispetto a una Treviso Laquila

        • Federico Barbarossa 3 Maggio 2015, 22:10

          Non so… Forse hai ragione. Il rischio è che al sud abbiano sempre trasferte proibitive. Certo con un po’ di aiuto (che si meriterebbero) dalla federazione.,,

        • Hullalla 4 Maggio 2015, 01:20

          “Le altre 24”??? Forse si arriva a 24 squadre in tutto, al momento, mentre la tua proposta ne prevederebbe ben 34!

          Considera che, oltre al peso economico delle trasferte, le ragazze non sono professioniste, per cui il venerdi’ e il lunedi’ devono andare a lavorare… piu’ si limitano le trasferte meglio e’.

          • Hullalla 5 Maggio 2015, 00:26

            Mi correggo: in questo finale di campionato le squadre femminili seniores sono 14.
            Certo ogni anno che passa ce n’e’ qualcuna in piu’ (anche se a volte qualche squadra seniores ha cominciato il campionato ma non e’ riuscita a portarlo a termine… sono i disturbi di crescita…), ma prima di poter avere architetture complesse dei campionati…

    • Hullalla 4 Maggio 2015, 01:17

      Non e’ una sorpresa che le quattro migliori squadre d’Italia (in questo momento) sono nel girone nord.
      D’altra parte questa struttura del campionato riduce le spese di trasferta e i tempi di trasferta.

  3. albybona 3 Maggio 2015, 21:47

    Concordo pienamente Kat. Un movimento quello femminile (l’unico direi) che ultimamente ci ha dato parecchie soddisfazioni merita un’organizzazione migliore. Da rivedere!

  4. vedonero 3 Maggio 2015, 22:45

    Valsu valsu

  5. Hullalla 4 Maggio 2015, 01:21

    Se la cosa procedera’ cosi’, andranno in finale due squadre che non fanno parte del duopolio storico Riviera-Treviso… piu’ concorrenza c’e’, meglio e’.

Lascia un commento