Calvisano e Rovigo, il filo delle polemiche corre sul “no contest”

Anche la gara di ritorno dei barrage europei si porta dietro una coda tra le due squadre

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Katmandu 3 Maggio 2015, 10:22

    Son sempre un po contrastato rispetto alle no contest, una volta ci han “ciavato” una partita per una partita interamente giocata con il no contest, ma dall’altra giocare davanti é un problema e se non si é preparati fisicamente son problemi grossi per la salute del giocatore

    • Basettoman 3 Maggio 2015, 10:30

      concordo sulle no contest, pero’ purtroppo capita di essere a corto di giocatori, non si dovrebbe sopratutto a certi livelli, ma oramai la massima serie italiana e’ poco piu’ che un campionato per dilettanti con le conseguenze del caso… la regola andrebbe rivista… pero’ non credo ci sia interesse a farlo…

  2. Capitan Fracassa 3 Maggio 2015, 10:28

    Ma poi non capisco… Calvisano ha riportato una vittoria di prestigio e si è qualificata per la Challenge Cup nella quale potrà confrontarsi con le grandi squadre europee… tutto ok

  3. Alberto da Giussano 3 Maggio 2015, 10:31

    I commenti giornalistici non sono responsabilità della società ospitante.
    I commenti di Guidi e di altri dirigenti sono stati di rispetto per le decisioni altrui.
    Solo un’osservazione, nè col Prato nè con L’Aquila si è mai giocata una mischia no contest.

    • Paolo 3 Maggio 2015, 10:39

      Ciao AdG
      abbiamo infatti sottolineato la differenza tra società e parte della stampa. Vero è che alcune cronache raccontano di un ex presidente del Calvisano che avrebbe tenuto un comportamento, come dire, poco sportivo. Ma il condizionale è d’obbligo, visto che si tratta di cronache di parte

      • Alberto da Giussano 3 Maggio 2015, 10:46

        Fortunatamente per tutti è un ex presidente senza alcuna carica societaria. Un tifoso, nulla più.

        • Tomas 3 Maggio 2015, 10:58

          Quando un “tifoso” (e da ex Presidente e dirigente si tratta di un tifoso speciale che stimola il seguito di chi gli sta intorno) arriva ad essere offensivo e aizzare la folla, è un fatto grave (e ripetitivo) ed andrebbe isolato, intimandogli a non entrare più allo stadio. Perchè arriverà un giorno che l’offeso reagirà con un stramusone e la sportività rugbystica andrà a farsi menedire …..

          • Alberto da Giussano 3 Maggio 2015, 11:07

            Credimi, non ha molto seguito e nessuna leadership. Se poi stesse a casa non credo che nessuno ne avrebbe a male.

    • Katmandu 3 Maggio 2015, 10:40

      Ok ma non può essere “sfiga” ? Cioé capisco che prato e Laquila non avessero giocato no contest, magari la palla l’aveva sempre calvisano e non faceva errori banali, mentre l’usura di Calvisano Rovigo porta a giocate al limite col rischio di errore
      Comunque ricordo pure un Francia AB a Parigi con no contest e polemiche relative

      • jock 3 Maggio 2015, 15:04

        Me lo ricordo anche io, un novembre gelido di test match, forse ancora al Parc, parecchi anni fa. La Francia aveva “finito” i piloni, dopo, una striscia di polemiche che non finiva più.

    • Tomas 3 Maggio 2015, 10:53

      Purtroppo si è giocata una partita (anzi due) inutili in un momento particolare della stagione: se barrage dev’essere lo devi giocare a inizio stagione come è successo quest’anno a settembre contro georgiani e rumeni. Mettiamoci anche la decisione federale di assegnare uguale contributo alle prime quattro indipendentemente o meno che giochino la Challange, e la frittata è servita.
      A Rovigo non interessava questo match perchè il suo obiettivo è lo scudetto. Ha tanti giocatori infortunati, soprattutto in prima linea, e non li va certo a rischiare, forzandone il recupero, per una partita insignificante.
      Non prendiamoci in giro: giocare la Challange darà anche prestigio, misurarsi con i più forti è sempre istruttivo, ma devi mettere in conto figuracce (perchè il divario tecnico con francesi e anglossassoni è enorme), infortuni (perchè là si gioca duro a ritmi vertiginosi ai quali non siamo abituati ed allenati) e costi con trasferte impegnative.
      Detto questo poi realmente Rovigo aveva giocatori in prima linea out. Ravalle stesso si era già fatto male 8 gg. fa a Roma, Gajion anche lui non era al 100% e 80 minuti non li reggeva, Manghi idem rientrando da un lungo stop: i giocatori poi erano finiti.
      Chi ci mettavamo?

      • Alberto da Giussano 3 Maggio 2015, 11:02

        Nella tua disanima fai due valutazioni: “andare in coppa non ci interessa” e comunque “non abbiamo rincalzi”.
        Con tutto il rispetto, sia l’una che l’altra dovrebbero rappresentare un problema per una squadra che ambisce ad essere la più forte in Italia. O mi sbaglio?

        • Capitan Fracassa 3 Maggio 2015, 12:46

          Hai vinto e il tuo pubblico ha pure offeso gli avversari… cosa vuoi di più?

        • Tomas 3 Maggio 2015, 16:18

          Ciao Alberto.
          La rosa del Rovigo è formata da 33 giocatori. E’ un dato di fatto che attualmente tra infortunati (per Lorenzo Lubian e Marco Frati ad esempio si parla di stagione finita), acciaccati e reduci da infortunio appena rientrati nel gruppo ma non ancora pronti a giocare, 12 – 14 sono out.
          Io credo che la rosa sia adeguata, anche perchè abbastanza omogenea, per il livello dell’eccellenza. Poi il destino vuole che si siano fatti male tutti in questo periodo, anche perchè siamo a fine stagione.
          Il pensiero non è: andare in coppa non ci interessa. Bensì: vale la pena rischiare conseguenze più gravi e irreparabili per una partita di barrage?
          Nei panni di Pippo Frati, quanti di noi avrebbero forzato dei recuperi o rischiato su situazioni al limite per giocare il barrage correndo il rischio poi di non avere uno o più di questi giocatori nei playoff? Certo, fosse stata una semifinale o la finale scudetto, si sarebbe fatto l’impossibile per schierare la migliore formazione e i giocatori, pur non stando bene, avrebbero chiesto loro al tecnico di poter giocare, ma l’obiettivo è sempre stato lo scudetto, e quindi il compito degli staff tecnici e medici è quello di arrivare ai play off nella migliore condizione, perchè in quelle 3 partite ci si giocherà tutta la stagione …..
          Intendiamoci: chi ha giocato ha dato il massimo e comunque lo spirito di chi è partito per Calvisano era quello di tornare con la vittoria. Tutti noi vorremmo vincere sempre, ma a volte bisogna fare delle scelte. Pensi che la Juventus, che ha già messo in bacheca lo scudetto, giocherà le prossime sfide di campionato in prossimità della Champions con la migliore squadra? Pogba se lo devono rischiare, lo faranno con il Real o con il Cagliari?
          Non è antisportività, ma semplicemente buon senso …..

          • Alberto da Giussano 3 Maggio 2015, 17:03

            Speriamo che per il prossimo incontro tutto sia risolto!

      • malpensante 3 Maggio 2015, 14:45

        Cosa si era fatto Manghi?

        • Cuco23 3 Maggio 2015, 16:14

          Se non ricordo male rottura del crociato

          • malpensante 3 Maggio 2015, 17:43

            Bene che si stia rimettendo, stagione sfortunata.

  4. Skarafaz 3 Maggio 2015, 10:37

    Di farsa si trattava anche prima del fischio d’inizio

    • Alberto da Giussano 3 Maggio 2015, 10:49

      Non direi proprio che fare il barrage per accedere o meno alla Challenge Cup possa essere rubricato come una “farsa”. Se così fosse, la finale scudetto cos’è?

      • Skarafaz 3 Maggio 2015, 10:54

        Il barrage, quello vero, avrebbero dovuto giocarlo le due finaliste del campionato italiano d’eccellenza a settembre. Queste due partite sono solo il parto di una mente malata

        • Paolo 3 Maggio 2015, 11:12

          Ciao Skarafa.
          secondo me AdG ha ragione. Vorrei ricordare che la struttura un po’ cervellotica di questa coppa di qualificazione è figlia di una situazione improvvisa – la “morte” dell’ERC – venutasi a creare senza che la FIR potesse far nulla e con i contributi già distribuiti.
          Il vero problema sono questi ultimi. Ovvero: se non faccio una coppa perché dare contributi solo alle prime quattro e non, per esempio, a Fiamme Oro, Lazio e San Donà?
          Di qui l’invenzione di questo torneo. A mio parere la FIR ha fatto il meglio, o quasi, che si potesse fare.
          Questo vale però solo per quest’anno, per quanto riguarda da questa estate in poi il discorso cambia completamente.

  5. delipe 3 Maggio 2015, 10:48

    Buongiorno.
    Bravi continuiamo così, cavalchiamo ogni sorta di polemica, piccola o grande che sia….
    Prepariamoci ad una finale piena di cavolate su tutti giornali, siti specialistici…
    Io spero invece, caro Onrugby, mi auguro che non se ne parli piu…
    A questo punto, provocatoriamente e con tutto il rispetto che porto a due grandi squadre e loro appassionati veri come Calvisano e Rovigo, bisognerebbe augurarsi che in finale vadano Mogliano e la quarta classificata ?
    Cosi togliamo il “giochino” ai media che si ricordano del rugby solo quando ci sono polemiche, in particolare i quotidiani calcistici (es Gazzetta dello Calcio e Corriere dello Calcio).
    Onore a Calvisano che ha vinto e rappresenterà l Italia in Challenge, mi auguro piu che egregiamente e seriamente come ha fatto sempre.
    Onore a Rovigo che sta facendo un ottimo campionato nazionale con un rugby a tratti spettacolare.
    Poche ciance….
    Buona domenica

    • Alberto da Giussano 3 Maggio 2015, 10:57

      Egregio @Delipe, polemizzare, come metodo di confronto, non è di per se stesso negativo. La polemica, anch’essa può essere costruttiva se fatta con questo intento.
      Converrai, del resto, che una partita che determina l’accesso ad una Coppa europea e , ciò nonostante, non suscita grandi entusiasmi, merita qualche approfondimento.

      • delipe 3 Maggio 2015, 11:06

        Buongiorno Alberto,
        Spiacente ma non condivido la ricerca della notizia-polemica che diventa un tormentone.
        In quest ottica mi auguro che si approfondiscano argomenti meno pretestuosi e piu costruttivi.
        Cordialità

        • solorovigo 3 Maggio 2015, 11:26

          pienamente d’accordo. Calvisano ha vinto meritatamente e merita di andare in coppa il prossimo anno! Speriamo tutti che il prossimo anno possa fare qualche buon risultato. Io non capisco perchè si voglia creare un dibattito su questa partita.

          • Camoto 3 Maggio 2015, 14:04

            Quoto. Sicuramente non sei antisportivo 🙂
            Per la mischia no contest problema futile, per quanto cervellotiche siano le regole del rugby vengono continuamente aggiornate per evitare comportamenti scorretti premeditati. Se giochi no contest rinunci ad un giocatore, mica da nulla. Semmai dispiace che sei costretto a farlo se l’infortunio deriva da scorrettezze altrui. Non so se sia questo il caso.

  6. Capitan Fracassa 3 Maggio 2015, 11:44

    Calvisano ha vinto meritatamente. Non posso credere che un dirigente del Calvisano, peraltro noto per la sua signorilità, si sia lasciato andare a inutili offese.

  7. parega 3 Maggio 2015, 11:52

    una cosa mi chiedo…e’ mai possibile che da 5 ANNI IL ROVIGO SOFFRE IN MISCHIA CHIUSA CONTRO LE PIU’ FORTI ? ma non hanno pensato a rinforzare questo reparto invece di tenersi quaglio che non tiene neanche l’aria pur con tutto l’impegno che ci mette ? non capisco…aspetto info da tifosi rodigini perche’ lo considero un ERRORE MADORNALE della dirigenza non saper porre rimedio a questa debolezza che rischia di non fargli vincere mai nessun trofeo !!!
    per quanto riguarda questa partita dico solo che e’ la giusta consacrazione di come e’ arrivato in fondo il nostro livello….tutto qua’ …e di questo bisogna in primis ringraziare i presidenti di societa’ e poi dell’attuale federales ….forse troppo impegnato a preparare la sua futura reggia in quel di roma

    • ghigo 3 Maggio 2015, 12:24

      Su dai, Parega, come pensi che abbia fatto il Rovigo, nelle ultime sette partite, a vincerle tutte con il bonus giocando con tutte le più forti se non disponendo di una mischia come si deve? Il rugby spettacolare dimostrato in questi 3/4 mesi, è senz’altro frutto di una buona mischia, che tranquillizza i trequarti e fornisce loro palloni di qualità, e si vedono partite con 13 mete come quella con il Mogliano, e non certamente con squadre deboli. Certamente in questo periodo l’infermeria è troppo piena di giocatori importanti, che hanno contribuito a quei risultati. Speriamo che il buon Boldrini li rimetta tutti in forma per i playoff.

    • Capitan Fracassa 3 Maggio 2015, 12:38

      Caro Pareva questa partita non fa testo

      • parega 3 Maggio 2015, 17:54

        mah…negl’ultimi anni mi sembra che abbiano sofferto troppo nei playoff
        non l’ho mai vista bene come reparto di prima linea…
        speriam bene

  8. giomarch 3 Maggio 2015, 14:17

    C’e’ una regola sulle no contest..
    Introdotte a tutela della salute dei giocatori. .
    Nessuno si ricorda che fine ha fatto muccignat spostato a dx per necessita’?
    I moralisti che si lavano la bocca con l’acqua santa sarebbero pronti a mettere un 19enne contro la prima linea calvina?
    Mettessero allora loro figlio contro gli stinchi di santo che ha in prima calvisano. .
    due piloni rotti => no contest ..
    Da dove tutto questo livore quando per la concussion c’e’ tanta attenzione..
    Moralismo ad orologeria, gli stessi che avrebbero sanzionato con un buffetto ogni incontro pugilistico di Ferraro..
    Che i piloni di rovigo non siano come costanzo e’risaputo..
    Nb:non tifo per i cugini..

    • malpensante 3 Maggio 2015, 14:51

      Tolto il contorno polemico, hai ragione al 100%. In mischia ci si fa male e il rischio di farsi malissimo è molto, molto alto. Comunque Pippo dice una verità lapalissiana: con una rosa di 33, coppe e coppette, sei sotto il minimo sindacale.

    • Alberto da Giussano 3 Maggio 2015, 15:05

      Vedi non credo sia un problema di moralismo, se gli avanti non ce li hai devi giocare per forza no contest. E fino a qui niente da dire, ognuno ha i suoi, di problemi. Il fatto che tu non consideri è un’altro, una squadra che si pone nell’ottica di vincere lo scudetto, può farlo senza avanti? Oppure, è credibile che la squadra che oggi è in testa al campionato di eccellenza sia senza prima linea?

      • Capitan Fracassa 3 Maggio 2015, 15:20

        Non è un problema di campionato. Il problema si è presentato solo in questa partita. Non farla più grande di quella che è. Avete vinto, siete in Challenge. Non offendete e non fate moralismi fuori luogo. O considerazioni pseudo-tecniche che lasciano il tempo che trovano.

      • Appassionato_ma_ignorante 3 Maggio 2015, 20:30

        @AdG, a volte dici cose condivisibili. A volte no, ma ci sta (si può essere mica sempre tutti d’accordo). Ma a volte la fai fuori dal vaso, come in questo caso. Il tuo commento è una frecciatina gratuita e mal si addice a uno che ama riempirsi la bocca una volta sì e l’altra pure con parole tipo “sportività”.

      • giomarch 3 Maggio 2015, 20:57

        Provo a spiegarmi meglio.
        Al netto della politica di risparmio della rosa che rovigo puo o meno aver fatto in questa partita. .
        Rovigo ha portato a referto le prime linee previste?
        Una volta rotti due piloni sostenete che doveva spostato a dx un pilone sx o un tallonatore?
        A quale pro?
        Volevate sentire piu’ vera la vittoria?
        Odore del sangue?
        Il risultato e’ sempre quello del campo, Alberto, lo dici sempre. Alcuni che postano dovrebbero ricordarlo. .
        Poi Ci sta. . Ricordo un petrarca fuori dai play off per aver schierato una squadra b all’ultima di campionato contro una retrocessa. .
        pochi o tanti rovigo ha messo a referto 23..
        Scientemente o meno forse una formazione a risparmio. .
        A volte una persona, specie in prima puo’ cambiare gli equilibri. .ricordiamoci la mischia calvina nei finali dello scorso anno quando usciva costanzo. .
        il pilone dx e’ quello che da equilibri alla chiusa. .se ne sono rotti 2..
        Della scelta di quei 2 piloni l’allenatore deve renderne conto alla squadra, al presidente, ai propri tifosi, agli appassionati..
        33 possono esser migliori di 21+l’allenatore come alcuni hanno fatto in questa stagione. Insufficienti per una celtica che non ha un accademia. Sufficienti se ha una giovanile decente e I ragazzi non sono sequestrati in accademia federal o Insufficienti. .
        non tutte le squadre hanno il budget calvino, ma il petrarca 2011 pescandosi i vari barbini e chillon dalle giovanili uno scudetto lo ha portato a casa. .

  9. Alberto da Giussano 4 Maggio 2015, 04:54

    Direi che non è un problema di budget, visto che Prato, questo anno, no mi risulta abbia giocato in situazioni di no contest.

  10. Alberto da Giussano 4 Maggio 2015, 08:07

    Solo due cose per evitare malintesi.
    Una squadr ha tutto il diritto di giocare come gli pare; il regolamento prevede il no contest e un allenatore decide.
    Che il no contest venga fatto passare cone una opzione “normale” e che, in fin dei conti, ” anche quello è rugby” , questo proprio no.
    Frati avrà le sue pressioni, avrà gli uomini contati ma che si voglia far passare sotto traccia che una società con le pretese (sportive) del Rovigo, la presunzione che deriva da una tradizione importante come quella di Rovigo affronti uno spareggio per l’accesso alla Champion cup decidendo di giocare un tempo intero senza mischia è semplicemente vergognoso.
    Avrei voluto vedere, visto che è tanto normale, se ciò fosse capitato alle Zebre ( o a Treviso) il finimondo che sarebbe successo.
    Mi spiace, ma non è dimostrazione nè di serietà nè di professionalità giocare una partita di questo genere portando i giocatori insufficienti a disputarla.
    Mi ripeto, il tanto vituperato Prato, quest’anno, non mi risulta l’abbia mai fatto.
    Caro “@appassionanto ma ignorante” io non so perchè tu vai allo stadio, io ci vado per vedere dua squadre che si affrontano per vincere mettendo in campo tutto quello che hanno. “vincere facile” perchè una delle due decide di ritirarsi non mi piace proprio e trovo la cosa di pessimo gusto.

    • insidecenter 4 Maggio 2015, 08:30

      e seguitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!! e bastaaaa!!!! sempre lo stesso tasto, hai espresso la tua opinione adesso e tu c’hai bell e divertito!! maremma impestaha che zibidei!!!

      • Alberto da Giussano 4 Maggio 2015, 09:20

        Non hai nessun obbligo di leggere. Vedo che la cosa ti disturba. Sappi comunque che scrivo ciò che voglio, quando voglio e tutte le volte che voglio.

    • soa 4 Maggio 2015, 10:56

      @AdG, che la rosa sia adatta o meno lo decide il campo e, al momento, pare proprio che lo sia visto che siamo in testa al campionato.
      Guarda la distinta e dicci, per cortesia, chi dovesse far giocare avendo sia Gajion che Ravalle infortunati e tenendo conto che la priorità – mai nascosta – della società è la conquista dello scudetto.
      Perché, alla luce di quanto sopra, potrà non piacere, ma non può essere definito vergognoso.

  11. insidecenter 4 Maggio 2015, 10:08

    OBBRAVO VAI!!!

  12. Mario 4 Maggio 2015, 10:20

    Rovigo si trova ad avere una lista di infortunati rilevante. E questo è un problema di Rovigo.

    Sabato ha tenuto prudenzialmente a riposo un paio di titolari che a causa di infortuni di altri hanno fatto minutaggi molto pesanti. E questa è una scelta legittima.

    Chi è entrato in campo per Rovigo (in gran parte non titolari e due U18) nel primo tempo ha comunque onorato l’impegno tant’è che il risultato dopo 40 minuti era 6-0. Cioè i CAMPIONI D’ITALIA IN CARICA contro una squadra “di riserve” ha fatto solo 6 – 0 in 40 minuti. Per vincere 35 – 7 Calvisano ha dovuto giocare un tempo in 15 contro 14.

    Dopo che abbiamo visto il presidente (o ex) del Calvisano fare da capo clak a cori offensivi verso il pubblico e gli avversari (offese che ormai siamo abituati a ricevere in quel di Calvisano) , dopo che sono stati sentiti i tifosi calvini a Rovigo bestemmiare in faccia ai bambini, mi venite a parlare di serietà e vergogna ?

    Siate contenti di andare (meritatamente) in Challenge ma abbiate il pudore di non parlare di serietà e senso di vergogna: finora non avete mai dimostrato che facciano parte del vostro dna.

    • Alberto da Giussano 4 Maggio 2015, 11:34

      Non sei molto convincente. Se tu c’eri e hai visto la partita, avrai anche notato che non c’è mai stata partita, primo o secondo tempo che fosse. E questo per una scelta tecnica, tattica e strategica precisa. Rovigo ha rinunciato a giocarsela. Punto. A te sta evidendentemente bene così. A me no.

      • Capitan Fracassa 4 Maggio 2015, 13:14

        Cosa dici se ci facciamo un pianto tutti assieme e poi la smetti?

  13. Mario 4 Maggio 2015, 11:50

    Proprio perché c’ero dico che nel primo tempo Calvisano non è riuscita a fare niente e avrebbe potuto e dovuto fate molto di più. Non so se è stata una sua scelta tecnica ma è sicuramente un dato di fatto. Prima di criticare Rovigo dovresti obiettivamente guardare in casa tua. E sono convinto che non ti stia bene perché al contrario di Rovigo non avete scusanti.

    • Alberto da Giussano 4 Maggio 2015, 12:04

      Ma il Calvisano in Challenge c’è andato, che scusanti deve cercare?

      • Capitan Fracassa 4 Maggio 2015, 13:12

        Appunto…. quindi di cosa stai parlando caro AlbertoDaGiussano? Hai alimentato una polemica a dir poco inutile… Calvisano va in Challenge con merito

  14. Mario 4 Maggio 2015, 12:21

    Nessuna. E infatti nessuno gliele chiede. Siete voi che rompete le balle. Avete vinto. Basta. Sei tu che hai detto che non ti sta bene come abbiamo perso. Adesso bisogna perdere ma anche come fa comodo a voi. Pensa a come giocate voi e andate a divertirvi in Challenge…

Lascia un commento

item-thumbnail

Challenge Cup 2024/25: le date, gli orari e le partite della fase a gironi

Primo impegno esterno per le Zebre Parma, inserite in un girone non facile

12 Luglio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup 2024/2025: la composizione dei gironi

Effettuato il sorteggio della coppa cadetta. Appuntamento a dicembre per la prima giornata

2 Luglio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

La preview della finale di Challenge Cup tra Gloucester e Sharks

I sudafricani per fare la storia, gli inglesi per tornare ad alti livelli dopo tante stagioni difficili: a Londra sarà una grande sfida

24 Maggio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: la formazione degli Sharks che affronta il Gloucester

Il XV sudafricano per la finale di Londra sarà capitanato da Eben Etzebeth

23 Maggio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: la formazione di Gloucester per la finale di Londra

Il XV iniziale degli inglesi che affronteranno gli Sharks al Tottenham Hotspur Stadium

23 Maggio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Champions e Challenge Cup: sede, calendario, orari e arbitri delle finali europee

Tutto il programma delle finali Gloucester-Sharks e, soprattutto, Leinster-Tolosa

21 Maggio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup