Premi azzurri e una protesta che non ti aspetti. Ma ora è il momento di trattare

Un tweet che fa discutere, il gruppo ora deve fare attenzione al rischio-boomerang. E se in prospettiva RWC non fosse un male?

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Alberto da Giussano 15 Aprile 2015, 08:13

    A mio avviso dopo la partita con la Francia, non poteva non succedere.
    Al netto della scarsa urbanità e ortodossia dell’intervento di Gavazzi, rimane da un lato il problema di modulare i premi in base ai risultati e dall’altro i giocatori devono assumersi in toto le loro responsabilità.
    In fin dei conti la FIR i contratti e gli accordi economici con i giocatori li ha sempre rispettati.
    Superare lo “standard” della partita con la Francia, va superato ed è necessario andare oltre. Per farlo servono discussioni forti e prese di coscienza collettive. Il buonismo e le lisciate di pelo servono a poco.

    • Stefo 15 Aprile 2015, 08:18

      @AdG concordo in linea di massica il concetto che vuoi dire pero’ perdonami ma: “In fin dei conti la FIR i contratti e gli accordi economici con i giocatori li ha sempre rispettati.”?E ci mancherebbe anche che non li avesse sempre rispettati mi viene da dire.

      • Alberto da Giussano 15 Aprile 2015, 09:08

        Certo, intendevo solo sottolineare che come contraente la FIR non è inadempiente e quindi, al di là delle forma usata, la richiesta di “chiarimenti” è legittima.

        • giomarch 15 Aprile 2015, 12:58

          Come garante invece sulla situazione aironi dove nazionali attendono ancora mensilita’ al netto dell’inadempienza li trovi efficienti?

          • mezeena10 15 Aprile 2015, 14:18

            bravo, bene ricordarlo..
            e non solo i nazionali, anche altri giocatori e dipendenti vari..

    • mauguerri 15 Aprile 2015, 11:36

      Scusa AdG ma “al netto della scarsa urbanità…di Gavazzi” significa che è stato messo messo l’individuo sbagliato al posto sbagliato. Mentre nel merito delle “discussioni forti e prese di coscienza” solo un demente può pensare di farle sulla pubblica piazza.
      Per un presidente che si possa definire tale la forma è sostanza e in questo caso la sostanza è il nulla. Se non lo cambiano subito, in Italia presto ci vergogneremo tutti di dichiararci amanti del rugby

  2. GianMariaDAspromonte 15 Aprile 2015, 08:16

    Egregi,
    io sono dalla parte dei giocatori. Ai miei tempi il Presidente o il superiore in genere, quand’anche avesse voluto criticare l’operato dei propri sottoposti lo avrebbe fatto guardandoli negli occhi e non per il tramite della stampa. Questo è il tipo di atteggiamento delle femminucce (non delle donne) che spettegolano ad ogni colpo di vento. Il signor Gavazzi è evidentemente una persona poco raffinata da questo punto di vista. Tant’è.
    Tuttavia – e mi rivolgo al signor Grillotalpa, ma parlando un po’ a tutti – non riesco ancora ad abituarmi alle critiche per i compensi. Mi spiego: ciascuno di noi ha lavorato (nel mio caso) o lavora per guadagnarsi da vivere. Se riesce a percepire degli emolumenti esageratamente corposi la colpa non può essere sua, ma di chi li elargisce, se gli stessi non fossero la controparte per una prestazione altrettanto significativa. Se i giocatori italiani ponessero la questione anche sui soldi io non credo che alcuno potrebbe dir loro nulla, fatto salvo il caso dei moderni San Francesco che vivono senza denaro e non pretendono alcunché per prestare i loro servigi. E’ un riflesso tipico dei Paesi a maggioranza o di cultura cattolica, e pur essendolo io stesso e sostenendo la meravigliosa lista capitanata da San Isidro, mi domando perché vi sia così tanto livore per chi, sacrificandosi, riesce a guadagnare molto. Forse sarà l’invidia.
    Cordialità
    GMdA

    • Paolo 15 Aprile 2015, 08:18

      Ciao. O devo dire “buona gionata a lei”? 🙂
      Sui soldi sono totalmente d’accordo

    • Stefo 15 Aprile 2015, 08:31

      Buongiorno GMdA, hai ragione pero’ se la Fir volesse rivedere gettone-premi avrebbe a sua stessa maniera diritto, se volesse provare a dare 50-50 tra le due parti invece che 80-20 (percentuali da esempio per il fine della discussione) ne avrebeb il diritto…al di la’ del discorso sui compensi che fai che condivido.

      • GianMariaDAspromonte 15 Aprile 2015, 09:41

        Difatti nulla osta che in fase di contrattazione si riesca a spuntare una condizione favorevole. Per dirla come voi giovani, non necessariamente si chiude una trattativa con il “Win-Win”. Ma non ne farei una questione ideologica, nè una questione di rispetto di chi guadagna 900 euro al mese, giacché le due situazioni non sono interconnesse.
        Una domanda: a chi devo rivolgermi per iscrivermi al movimento di San Isidro?

    • mezeena10 15 Aprile 2015, 09:01

      per la prima volta concordo pienamente con te, oh nobile feudatario! 🙂

      • GianMariaDAspromonte 15 Aprile 2015, 09:41

        Lei è del movimento di San Isidro?

        • berton gianni 15 Aprile 2015, 10:02

          Ciao GianMaria
          ( sempre che tu non sia un…new troll )
          Pero’ il tuo e’ un…controsenso intellettuale !
          Ok, la nobilta’ nera e’ sempre stata legata alle oscure trame pontificie, ma come tale, non dovresti propendere per i giocatori, bensi’ per chi li comanda. Cioe’ la Fir.
          Fir che, anche in questo caso, si dimostra tetra, proprio come il guelfo che sostieni.
          Liberati dalle ragnatele ideologiche che ottenebrano la tua fulgida mente.
          Aderisci, con il tuo nobile istinto, alla lista il Rugby & le Tette !
          Potrai bere al capezz, pardon, alla fonte del sommo, aulico, etereo sapere !

          • GianMariaDAspromonte 15 Aprile 2015, 10:11

            Mio caro,
            per quanto la sua proposta tettuta non può che attirare le mie brame, non posso tradire la tradizione di famiglia che conta diversi “Gentiluomini di sua Santità”.
            Sono dalla parte dei giocatori in questo caso specifico perchè detesto chi non ha il contegno di rivolgere le proprie critiche al chiuso di una sala o all’aperto di un campo, ma lontano dalle orecchie di chi non deve sentire. Ho trovato poco corretto che il signor Gavazzi si sia lasciato andare davanti alla stampa, non che abbia criticato i giocatori.
            Detto questo mi candido per essere il ponte tra il movimento di San Isidro e il suo.
            Cordialità

          • malpensante 15 Aprile 2015, 10:11

            Avrei un nobile estinto che vuole iscriversi alla LOV. Ha provato a telefonare a San ma non riesce mai a trovarlo: per ragioni bioritmiche gli telefona sempre dopo mezzanotte.

          • GianMariaDAspromonte 15 Aprile 2015, 10:12

            Malpensante perchè estinto? Sono vivo e vegeto, almeno credo.

          • malpensante 15 Aprile 2015, 10:30

            Infatti lei è un nobile diurno.

          • Giovanni 15 Aprile 2015, 12:59

            @Malpensante: su questo forum non ci facciamo proprio mancare nulla…e nessuno! 😀

          • Sergio Martin 15 Aprile 2015, 19:04

            “La notizia della mia morte è fortemente esagerata” – Mark Twain

        • mezeena10 15 Aprile 2015, 10:11

          assolutamente no esimio..
          R&L todavia!!!

          • Giovanni 15 Aprile 2015, 12:27

            #OccupyTorDiQuinto 🙂

          • mezeena10 15 Aprile 2015, 13:09

            🙂

    • zappinbo 15 Aprile 2015, 10:13

      Gentile Sig. GMDA, commento elegante ma gliela voglio porre in un altro modo:
      se io datore di lavoro non voglio/posso piú pagare a fondo perduto, ma ragiono su come investire i soldi e penso che fruttano meglio se li pago a risultato raggiunto (pensiero meritocratico) lei ha diverse opzioni:
      1- va alla concorrenza.
      2- si licenzia.
      in entrabi questi casi é compito mio abile timoniere di capire quali conseguenze per la mia azienda
      3- accetta e fa buon viso a cattivo gioco
      4- accetta ed é completamente d’accordo pensando giá da ora come sfasciare la derelitta francia, sicuro di farcela (situazione ideale, purtroppo posizione minoritaria in italia, sarebbe maggioritaria negli Usa)
      5- accetta ma va dal sindacato, iscrivendosi per l’occasione, aizzandola a sollevare un polverone e paralizzare tutto (situazione maggioritaria in italia, e se capace, con buone possibilitá di essere il prossimo presidente, perché l’unico capace di sbloccare la situazione)
      6- protesta su twitter (conseguenza in un paese/societá in cui non c’é piú ordine, non c’é geriarchia, non ci si sente tutelati ma non si sa a chi rivolgersi, insomma come nel 1871 )
      7- pensa di essere furbo e ricatta si twitter (situazione analoghe hanno certificato l’idiozia totale di tale iniziativa, miope e diretta conseguenza della 6-)
      Saluti p

      • GianMariaDAspromonte 15 Aprile 2015, 10:24

        Egregio,
        dunque credo di essermi espresso male. Non parteggio nè per i giocatori, nè per il Presidente sulla questione dei soldi. Di fatto sono problemi che non mi riguardano. Mi sono permesso di sottolineare che se i giocatori ne facessero ANCHE o INNANZITUTTO una questione di soldi nessuno potrebbe giudicarli moralmente per questo, dato che ciascuno di noi ha lavorato o lavora per guadagnare dei soldi. Precisato quanto fin qui sostenuto continuo a ribadire che la Fir e Gira dovranno contrattare e quel che ne verrà fuori a me andrà più che bene.
        Cordialità

        • Stefo 15 Aprile 2015, 10:33

          GMdA non ha capito una cosa, per qualcuno il fatto che i giocatori siano dei professionisti e che il giocare sia il loro lavoro non lo capiscono/accettano…si infervorano contro i giocatori dicendo che dovrebbero andare ai Mondiali gratis e ringraziare…

          • GianMariaDAspromonte 15 Aprile 2015, 10:45

            Egregio,
            difatti questo è l’aspetto che meno riesco a comprendere della reazione dei tifosi e di chi pretende tale dedizione, salvo poi lamentarsi del proprio di stipendio.
            Cordialità

          • Stefo 15 Aprile 2015, 11:00

            Per me e semplice il motivo, mix di invidia per quelli che son riusciti a trasformare il rugby nel loro mestiere e “mentalita’ ultras”….leggevo in settimana degli ultras dell’atalanta che hanno “tenuto a rapporto” la squadra per un’ora o giu’ di li’…questo e’ quello che alcuni “ultras” (e continuo ad usare questa parola di proposito) qua sul sito vorrebbero.

          • zappinbo 15 Aprile 2015, 11:45

            Gentilissimo, Lei si sbaglia alla grande (come spesso del resto a quanto leggo).
            1 – é ovvio che si tratta solo di soldi e questo fa parte della contrattazione
            2 – invidia per un professionista di sport mai potrei averne, conoscendo l’ambiente. Consiglio a riguardo “Questa pazza fede” di Tim Parks, una stagione con L’Hellas Verona, molto istruttivo, e qualcuno incomincierá a capire che fare gli sportivi professionisti alle nostre latitudini sia una cosa quasi da biasimare
            3 – mi interessa l’ordine delle cose, la struttura decisionale, il rispetto dei ruoli, una parvenza di serietá e professionale da parte della federazione, una struttura a cui il giovane puó guardare, orientarsi e CRESCERE.
            E questo, mi scusi, al piú tardi quando ci si intromettono a disquisirne pure i piloni, non puó piú essere data:-)

          • zappinbo 15 Aprile 2015, 12:10

            Caro Stefo, l’ultima, poi mi taccio che ho giá perso molto tempo: gli ultras siete proprio voi, popol(in)o di cani sciolti, che sostenete i giocatori nel loro “ricatto” verso la federazione e il suo presidente, salvo poi chiamarli a rapporto a loro volta quando perderanno di 30 con la Romania.

            Come pensi com’é iniziato nel calcio?
            E tutto intorno anarchia, senza regole, ne di rango ne di comportamento.

            Ti sei mai chiesto perché lo sport italiano non produce piú niente da 10 anni a questa parte?
            Ieri la Juventus ha giocato con italiani gli ultimi italiani buoni ultra-30enni, il resto sono stranieri. Fino alla Serie B.

            Ti sei mai chiesto perché a Napoli e tutto il Sud che vive di calcio non riescono a tirare fuori mezzo calciatore di livello internazionale. Perché mangiano pesante? O perché manca una struttura seria intorno, costruita e rispettata da tutti, con regole certe che il popolino piccona alla prima occasione utile?

            È ovvio che a voi la crescita personale e comportamentale di questi bestioni non importa una sega. “Gavazzi dagli i soldi sennó al mondiali ci vanno controvoglia”
            Probabilmente sarete proprio voi che ci godete quando con i soldini del mondiale dovranno comprarsi un carretto da spingere in spiaggia:-)
            Ma attenzione a non farvi rubare il lavoro, sono grossi.
            Saluti e buon lavoro a tutti

          • Stefo 15 Aprile 2015, 12:14

            Evidentemente tu non hai letto quello che ho scritto sopra e sotto e negli ultimi giorni sulla questione premi-gettone e sulla questione modo e luogo in cui la si e’ tirata fuori…quindi spari a casaccio, fai un bel minestrone e via…

          • Giovanni 15 Aprile 2015, 12:24

            #PopolinoDiCaniSciolti 🙂

          • zappinbo 15 Aprile 2015, 13:24

            ah, un minestrone eh?
            Se non te ne fosti accorto, la notizia é il tweet idiota di Parisse, di un giocatore, impensabile in qualsiasi altra federazione oltralpe, pena la cacciata.
            Basta aspettare, da questa storia perdono tutti.
            La federazione ha una sola opzione:
            O costringe Parisse a genuflettersi e baciare l’anello o deve cacciarlo a calci in culo, per educare gli altri. O perde la faccia e a questo punto deve dare le dimissioni Gavazzi.

            3° e soluzione piú probabile, perché tipicamente italiana: finta di niente, meglio passarci sopra, volemose bene = lento suicidio di un istituzione non piú rispettata

            Risultato: fra 2 anni 10 pti di divario in piú con gli altri Tier1, Tier 2 inevitabile

            Mi segui nel minestrone o vado troppo veloce?

          • Stefo 15 Aprile 2015, 13:33

            No la notizia zappinbo e’ il fatto che Gavazzi pur partendo facendo un discorso con dei principi corretti (do 8 milioni alle franchigie, vediamo di dare piu’ peso al merito) ha deciso di mettere in piazza una trattativa che non serviva rendere pubblica ed aggravante terribile l’ha fatto in maniera rozza ed offensiva…il tweet della squadra intera non di Parisse e basta e’ una risposa alle offese di Gavazzi…azione-reazione.
            E sottolineo ocme fatto nel pezzo che il tweet riguarda la parte offensiva delle esternazioni di Gavazzi mentre per i contenuti della proposta la rispota e’ quella della Gira.

          • mezeena10 15 Aprile 2015, 13:42

            Sturaro 21 anni, Bonucci 27, Marchisio 28..
            ma tant’ è, oltre a leggere male e interpretare peggio il pensiero altrui dici cose non vere..
            zappiboo

          • Stefo 15 Aprile 2015, 13:45

            Ad essere onesti la prima persona che ha mancato di rispetto all’istituzione che rappresenta ed ai ruoli e’ stato Gavazzi insultando pubblicamente i giocatori ed a creare coi suoi mdi questo vespaio…perche’ una cosa sarebbe stato dire “vorrei rivedere il sistema in maniera meritocratica con amggior peso al rpemio piuttosto che al gettone, e vorrei mettere in ordine nel sistema dei finanziamenti alle celtiche affinche’ copra parte della spesa per i Nazionali” altra cosa e’ invece esprimersi come ha fatto.
            Forma e’ sostanza in questo caso zappinbo ed i giocatori rispondono compatti ad una forma inaccettabile da parte di chi governa il rugby in Italia…e visto che discuti del rispetto delle istituzioni forse dovresti prendere anche questo in considerazione

      • giomarch 15 Aprile 2015, 10:39

        Se non puo’ piu’ pagare chi mette in gioco la cervicale perche’ impegnato con l’acquisto delle mattonelle di viale dei giardini/parco della vittoria dove sorgera’ la nuova sede io mi risparmierei qualche frase populista per aver un minimo di credibilita’..
        Il resto e’ aria fritta e mancanza di rispetto, non prendendosi peraltro le sue responsabilita’.. fossi il capitano o gente che ha giocato sola e scarsamente tutelata, In alcuni casi senza copertura
        Bel datore di lavoro..

    • zappinbo 15 Aprile 2015, 10:32

      Cito con permesso:
      “Ai miei tempi il Presidente o il superiore in genere, quand’anche avesse voluto criticare l’operato dei propri sottoposti lo avrebbe fatto guardandoli negli occhi e non per il tramite della stampa.”

      Ma lei vive/ha vissuto all’estero o ha 90anni, o dove questo nel mondo dello sport negli ultimi 30anni?? Roller-hockey? E in politica? Anche comunale?

      E ai suoi tempi il capitano facendo stupidamente scudo ai ragazzi e ai loro interessi avrebbe sbandierato ció per mezzo stampa – twitter – youtubo??

      Ai suoi tempi i presidenti delle federazioni, enti ecc. era gente preparata, seria, eletta come ora che credeva nei valori del collettivo ed era espressione di esso? E lo erano anche i giocatori che prima di venire al campo si fermavano al cancello per il saluto a braccio teso ma avevano 0 = ZERO voce in capitolo?

      Scusi l’ironia, in simpatia eh?

      • GianMariaDAspromonte 15 Aprile 2015, 10:42

        Egregio,
        glisso sulla sua (presunta) simpatia. Non ho mai fatto sport. Parlando di “Ai miei tempi il Presidente o il superiore in genere, quand’anche avesse voluto criticare l’operato dei propri sottoposti lo avrebbe fatto guardandoli negli occhi e non per il tramite della stampa.” mi riferivo alla mia vita. Qualora mio padre (presidente Fir in questo caso), così sgombero il campo da riferimenti sportivi che non mi competono, avesse avuto qualcosa da rimproverarmi, non avrebbe chiamato mia madre (stampa) perchè me lo riferisse, ma mi avrebbe convocato nel suo studio. Io (giocatore) e lui a risolvere una questione che riguardava solo noi due. Allo stesso modo dopo aver ricevuto una critica da mio padre non sarei corso da mia zia (social network) o da mia madre (stampa) a lamentarmi per quanto dettomi. Sarebbe rimasta una questione riservata e in quanto tale non ne avrei parlato con nessuno. Ma questa è l’epoca delle confidenze e degli sfoghi pubblici e dunque non mi stupisce il voler mettere in piazza le proprie insoddisfazioni.
        Mi auguro di aver chiarito, simpaticamente, la mia posizione in merito.
        Cordialità
        GMdA

        • zappinbo 15 Aprile 2015, 10:52

          Gentilissimo, ho capito perfettamente quello che voleva dire, ma volevo sottolineare che richiamarsi a tempi e modi che non torneranno non serva a nessuno. O lei vuol tornare a vivere senza Smartphone, leggere i Buddenbrock di Thomas Mann invece di Onrugby e cosí via?

          La mia riflessione é questa: nella suo racconto é decisivo soltanto quello e come lo fa suo padre/FIR in quanto delegato/delegatario di responsabilitá collettive. Come reagisce il figlio non é determinante se non per lui stesso.

          Bisogna ripristinare un pó di ordine. Qui si mette in discussione tutto, segno della dissoluzione di semplici valori repubblicani e democratici.
          C’é tale confusione che nessuno rimane piú al suo
          posto.

          Quale miglior situazione per un lupo che irrompe in un pollaio?

          Cordialitá, Paolo

          • GianMariaDAspromonte 15 Aprile 2015, 10:59

            Mio caro, giacchè sono su un blog davanti al computer dovrebbe essere chiara la mia posizione in merito alla tecnologia.
            Non mi abituerò mai ai modi un po’ codardi di comportarsi dei giorni nostri.
            Concordo con lei sulla necessità di ripistinare un po’ di “ordine” e di gerarchie, ma se me lo concede, simpaticamente, le dico che la colpa di quanto succede sono esattamente i “semplici valori repubblicani e democratici”. Viva la monarchia.
            Cordialità
            GMdA

          • zappinbo 15 Aprile 2015, 11:24

            Proprio vero. Eppure con tutte le universitá che si fanno, sembra che prendersi una responsabilitá, e sia anche solo come dice Lei, reggere ad un discorso a 4-occhi, é sempre meno frequente.

            La monarchia a vostro dire c’é giá. Anche se é stata votata:-)

  3. Stefo 15 Aprile 2015, 08:24

    Concordo con molte cose scritte da Paolo, si il problema pricniplae sono stati i modi rozzi ed offensivi con cui si e’ aperta la discussione pubblicamente…sui giocatori, direi pero’ Paolo che il comunicato Gira dell’altro giorno chiarisce bene la posizione dei giocatori quindi chi non vuole fermarsi ad un tweet per capire i giocatori ne ha per capire.
    Sulla chiosa finale ed il parallelo con la Francia 2011…in questi casi la linea tra il gruppo che trova extramotivazioni e performa e quello che sbraca e’ molto sottile…

  4. Sergio Martin 15 Aprile 2015, 08:38

    Concordo anch’io con Paolo sul fatto che questa protesta riguardi la forma utilizzata dal Presidente nelle sue recenti esternazioni, perchè la trattativa sui soldi è affidata al GIRA.
    Ah, poi sono sicuro che Parisse e gli altri giocatori sosterranno R&L. 🙂 #tetriguelfiportatecirispetto

    • mezeena10 15 Aprile 2015, 08:58

      mi ha telefonato il capitano, conferma al 100% il suo sostegno a R&L..
      ha detto inoltre che quelli della lov sono in combutta col presidente federale, stanno organizzando il “progetto peagra e freschin numero 2” da affiancare al “progetto lucianos titolare fisso” onde propinarci al mondiale inglese questo ludibrio..
      fermiamoli pria che sia troppo tardi!

      • berton gianni 15 Aprile 2015, 10:41

        Non so di Parisse, ma di sicuro so che ai giocatori piace…toccare con mano, quindi son certo che tutti aderiscono a Rugby & le Tette !
        Siamo gli unici che garantiamo delle profonde percussioni, dei celestiali body check, dei b.d. da sballo, degli 1on1 eterei.
        E non mi dilungo sulle mischie…

        • xnebiax 15 Aprile 2015, 12:16

          Il suo programma mi pare molto pieno di slogan e poca… poca politica.
          Brigata Allan, R&L !

  5. Mr Ian 15 Aprile 2015, 08:44

    Questo non è iil momento di trattare, i contratti sono già firmati e tutto è abbastanza stabilito. Questo è il momento di chiedere in massa le dimissioni dell attuale classe dirigente in blocco!
    Cercare di salvare il salvabile in vista della RWC, convocare gli stati generali del rugby e mettersi giù a lavorare per il mondiale che verrà. Dietro tutto questo non c’è solo una cattiva gestione della federazione, c’è ben altro che meriterebbe indagini da parte di qualche procura della repubblica.

    • xnebiax 15 Aprile 2015, 12:19

      Ma i contratti nazionali – fir non sono per niente firmati. Sono scaduti e devono essere raggiunti nuovi accordi prima del ritiro pre-mondiale.

  6. Maxwell 15 Aprile 2015, 08:47

    Io credo che una volta all’anno la frustata vada bene……ma UNA.
    I giocatori per la prima volta non si sono sentiti dire ”poverini….il nostro livello è quello…..” ma ”tirate fuori i ciglioni ( 🙂 )””
    Masi l’ha capito ( articolo di OR di pochi giorni fa )….. Parisse ha fatto GIUSTAMENTE il capitano, la squadra gli è giustamente andata dietro.
    Ora poche seghe da tutti che c’è’ un Mondiale.

    • Stefo 15 Aprile 2015, 08:51

      Ci sono modi e luoghi fove fare le cose Maxwell…il luogo ed il modo di Gavazzi sono stati osceni!
      Masi…l’altro giorno avra’ capito ma ieri il tweet l’ha fatto

  7. mezeena10 15 Aprile 2015, 08:51

    sempre coi ragazzi, sono i giocatori i veri protagonisti del gioco, meglio che quelle zucche vuote di dirigenti parrucconi miopi se lo ficchino in testa!
    #portacirispetto

    • zappinbo 15 Aprile 2015, 10:44

      cattivo cattivo cattivo il presidente!
      non ci da neanche il panino della merenda. Ma chi lo ha votato?
      Ora lo scriviamo su twitter, tutti devono sapere.
      Basta ora facciamo da noi, tutti in vespa a Twickenham con i ragazzi autoresponsabili (certo come paraculo meglio portare almeno un codino fidschiano e venderlo come mago merlino)
      Ma caro mezeena, lo sai che poi ne prendiamo 100 da la Francia?
      135 dall’Irlanda?
      lo sai che il biglietto per Ita-Fra Cat B costa 275€?
      Non hai invocato tu l’aiuto dello psicologo per i fringuelli che poveretti li tremano le mani, e ora chiedi l’autogestione? ti immagini come si presentano in campo i giocatori?
      Parisse fa un grande autogol, lui forse puó sopportare, gli altri no.

      Alcuni commenti qui dentro sono surreali.
      Certo che con questa cultura fra non molto si perde anche con il Luxemburg, non ho dubbio alcuno

      • zappinbo 15 Aprile 2015, 10:59

        Prima che mi insulti, aggiungo:
        mi é parso di capire da interventi precendenti che te (tu hai iniziato a darmi del tu, allora va bene cosí?) sei attivo nel campo dell’ educazione. Ti prego in ginocchio di non fare mai discorsi del genere a ragazzi. Per il loro bene.
        Abbiamo giá il problema della mamma italiana del “mio figlio é il piú bello, intelligente, fenomenale”.
        difficile che questo atteggiamento aiuti i giovani.

      • mezeena10 15 Aprile 2015, 13:46

        lo psicologo non l’ ho mai invocato, ma lo faccio ora per te, a patto che sia uno bravo veramente!
        e se proprio devi rispondere, ma ricorda non sei obbligato, almeno non rigirare le cose..
        mai dette certe fesserie..

        • mezeena10 15 Aprile 2015, 13:47

          e chi insulta sei tu, contro tutto e tutti da stamani e ogni volta che ti intrometti in qualche discussione..

        • mezeena10 15 Aprile 2015, 14:13

          ed evidentemente non hai la minima idea di come funzioni un club, un settore giovanile, l’ educare prima che avviare allo sport..
          certamente non ho bisogno dei consigli di un anonimo “picconatore” controcorrente a prescindere..

          • mezeena10 15 Aprile 2015, 14:14

            una curiosita bo sta per bologna? ci ho vissuto e giocato primi anni novanta..
            magari chiedi in giro..

  8. bangkok 15 Aprile 2015, 08:53

    Penso che il problema sollevato dai giocatori non sia stato semplicisticamente sulla questione di denaro.Se si vuole intavolare una discussione costruttiva che porti a dei risultati non puoi partire dando mazzate col cric. Questo è ciò che ha fatto Gavazzi. Siamo tutti concordi che l’ggetto del contendere è corretto, ma secondo me è stato affrontato con tempi e modI scorrettissimi. Senza dimenticarci la parzialità terribile. Ha parlato dei demeriti altrui ma neanche una parola dei suoi e di quelli dei suoi fedelissimi E soprattutto nesdun accenno ad un possibile ridimensionamento del LORO trattamento economico.
    QUINDI PIENO APPOGGIO AI GIOCATORI.

  9. pulici 15 Aprile 2015, 09:15

    meglio giocatori da 15° posto che ha fine 6 nazioni chiedono scusa e ci mettono la faccia che un Presidente che disconosce tutto e non fa nulla per migliorare la situazione… campionato Eccellenza ridicolo, gestione Accademie che scontenta tutti e non forma giocatori, gestione/rapporto franchigie celtiche imbarazzante, futuro tecnico Nazionale in attesa di elemosina da parte di qualche straniero…

    Una discesa costante del mondo rugby nonostante un impegno senza eguali da parte di volontari e appassionati di rugby in mille piccole società.

  10. geo 15 Aprile 2015, 09:19

    1- sul denaro dei giocatori tratta la gira
    2- se leggete bene il tweet la protesta è sulla frase offensiva di pensionati e sullo scarica barile del 15 posto. Come a dire se vinciamo merito mio se perdiamo demerito vostro.
    E’ proprio un signore…

  11. malpensante 15 Aprile 2015, 09:19

    E’ ora di andarci in fondo, il GIRA tratti quel che c’è da trattare e sono veramente affari loro, ma su questa cosa si vada fino in fondo. I due rappresentanti dei giocatori nel Coniglio federale rappresentano i giocatori o la corte dei miracoli? Lo sfacelo complessivo dopo due anni e mezzo è di una evidenza plastica: c’è nessuno a cui interessi mettere un punto per fermare il disastro? Prima che ci si impegoli mani e piedi nell’edilizia e non se ne possa più venir fuori. Anche se, come probabilmente succederà, dovesse arrivare la Finanza.

    • xnebiax 15 Aprile 2015, 12:21

      Il rischio che Gav venga rieletto è altissimo.

      • mezeena10 15 Aprile 2015, 21:09

        fortunatamente ogni giorno che passa diventa sempre piu indifendibile..
        son rimasti solo in due, il suo avvocato e il suo alterego..

  12. Alberto da Giussano 15 Aprile 2015, 09:24

    Io credo che strumentalizzare la posizione dei giocatori come una posizione anti FIR sia sbagliato e abbastanza infantile.
    Il presidente FIR e il consiglio FIR si cambiano con le elezioni e in quella sede i giocatori possono esprimere i loro rappresentati in Consiglio federale.
    Oggi sul piatto c’è una richiesta ( mal posta e mal formulata) di legare i premi al rendimento. E questa è una discussione positiva , non negativa.
    Andrebbe a mio avviso la questione andrebbe allargata anche ai dirigenti a contratto, non minimizzata.

    • malpensante 15 Aprile 2015, 09:32

      Il presidente strumentalizza la questione premi alla disperata ricerca di qualcosa che copra il disastro e sposti l’attenzione del popolo bue. L’unico pensionato ha cercato di farlo lui, e si chiama Minto. Ma di cosa stiamo parlando, meritocrazia in un pantano in cui gli unici attori che portano soldi sono i nazionali e tutti gli altri ci campano?

      • Alberto da Giussano 15 Aprile 2015, 09:53

        Ti ringrazio per la catalogazione, ma anche noi del popolo bue abbiamo le ns. necessità. Per la questione Minto dovresti essere più prudente e parlare con Minto stesso.

        • malpensante 15 Aprile 2015, 10:16

          Che le questioni relative alle tariffe del bordello ti possano distrarre non ci crede nemmeno la più campagnola delle praticanti. A me sembri invece molto concentrato a tenere accesi i fumogeni.

          • Alberto da Giussano 15 Aprile 2015, 10:26

            Le tariffe del bordello non mi interessano molto e nemmeno la tenutaria . Le prestazioni tariffate, un po’ di più.

    • bangkok 15 Aprile 2015, 09:47

      Nessuno, mi pare, stia strumentalizzando la posizione dei giocatori. C’è chi, come il sottoscritto, appoggia il loro punto di vista e critica i tempi, ed i modi usati dal presidente federale e chi la pensa diversamente.
      Tutto molto semplice

    • mezeena10 15 Aprile 2015, 10:17

      come no, positivissima!
      “non voglio pensionati in nazionale” e la sparata sul 15° posto..rispetto zero, eppure, che gli piaccia o no, sarà ricordato come il peggior presidente di sempre, risultati sportivi (quelli che contano in assoluto di più) alla mano..

      • zappinbo 15 Aprile 2015, 11:04

        lo penso anch’io. peggior presidente di sempre (ne ho conosciuti solo 2 tramite stampa).
        Ma i giocatori non saranno proprio ricordati a meno che non entrano in sede con la giovanna che sventola la bandiera.
        O forse sí: quelli che li serviva lo psicologo

        • mezeena10 15 Aprile 2015, 14:27

          al limite “non entrino” e “che gli serviva”..
          sempre arduo il congiuntivo!

        • giomarch 15 Aprile 2015, 15:46

          Parisse, votato da tecnici e giocatori tra i migliori di sempre non sara’ ricordato?
          recordman di presenze non saranno ricordati?
          La formazione che ha battuto per la prima volta al 6nazioni francia ed irlanda non sara’ ricordata al pari di quella di grenoble?
          al di la del fatto che sudafrica, francia e nazioni ben piu’ quotate di noi lo utilizzano, ma siamo sicuri che lo psicologo serva solo ai giocatori?

          • mezeena10 15 Aprile 2015, 17:13

            Parisse è l’ unico giocatore che ci invidiano nel resto del mondo, fuoriclasse assoluto!
            #iostocoiragazzi

    • PedemontanaRugby 15 Aprile 2015, 11:20

      Ovvio, oltre che scontato.
      Se la richiesta fosse onesta, dovrebbe valere per tutti quelli che stanno sul carrozzone, quindi le prebende dei consiglieri, dirigenti ed altri dipendenti FIR dovrebbero da subito essere legate al risultato, ma purtroppo Gavazzi si è dimenticato di inserirli nel mazzo.
      Ovvio che se lo stipendio di Brunel, Checchinato, Ascione e compagnia cantante fosse legato ai risultati, questi non beccherebbero un quattrino da anni.
      Potrebbe essere che tutti questi gli servano per le prossime elezioni, mentre dei giocatori se ne frega.
      Possiamo dire che è solo una dimenticanza, oppure una conclamata mancanza di onestà?
      Ci accorgiamo solo oggi che è arrivato Ali Babà con i quaranta arraffoni?
      Ma mi faccia il piacere.

  13. lear 15 Aprile 2015, 09:27

    Vedo che i contrasti su entrambi i fronti sono molto accesi, a torto o ragione, queste discussioni emanano un odore di campagna elettorale, che secondo me non dovrebbero trattarsi in questo momento mischiandole con problemi che non c’entrano con la squadra. Io questo problema della mancanza di risultati legato alle performances lo stò sollevando da parecchi anni, quindi non mi meraviglio più di tanto che la FIR prenda delle posizioni, anzi mi preoccuperei del contrario, quindi non fate gli ipocriti davanti alla maggioranza di prestazioni scadenti e scandalose come abbiamo visto fino ad ora. Chiaramente, se qualcuno volesse la gestione della squadra nazionale da parte del presidente, come il “Borgorosso Football Club” lo dica apertamente.
    Ultimo punto: i contratti vanno onorati da entrambe la parti, e penso che nessun giocatore nazionale non ha avuto quello che gli era stato dichiarato. Inoltre, se qualcuno vuole fare campagna elettorale la faccia nei modi e tempi adeguati, presentando programmi, idee, etc, altro che polemiche sterili da buon italiota.

  14. Meridion 15 Aprile 2015, 09:28

    ”Vippaggine”..’ migliore risposta la dai sul campo alla RWC asfaltate Romania e Canada e giocatevela coi Franchi!! allora si tutti zitti

    • lear 15 Aprile 2015, 09:40

      Concordo pienamente. Finalmente qualcuno che si adegua ai risultati, anche perchè, qui si parla di risultati sportivi non di produzioni industriali.

  15. aug61 15 Aprile 2015, 09:35

    I giocatori, perlomeno Parisse, ha perfettamente ragione e non capisco le perplessità che pur lascia trapelare, con un certo cerchiobottismo, il nostro pur amato Grillotalpa.
    AL di là di ogni questione di forma (per quanto gravi: queste cose vanno discusse in privato coi i giocatori e si comunica la decisione: non si lancia la provocazione e poi si dice troveremo una soluzione ..), la posizione del Presidente federale è insostenibile e le sue dichiarazioni confuse e contraddittorie. Accavalla questioni diverse per confondere, dato che nessuna argomentazione è pertinente e decisiva.
    Inizia con il dire che non vuole risparmiare – excusatio non pentita – ma poi dice che la FIR non ha mai speso così tento per le franchigie. E questi carrozzoni chi li ha messi su dopo aver fatto di tutto per cacciare i veri privati interessati che ci mettono il denaro? Poi l’argomento non torna, ci sono giocatori e tanti che si guadagnano la pagnotta all’estero.
    Ci mette poi dentro con la ben nota classe l’inciso “non sono io che sono sceso al 15° posto”: solito scarica barile, scarica responsabilità, è colpa degli altri, ecc. ecc.. E allora di chi è la responsabilità, non è forse degli uomini che agiscono nei vari ruoli, a cominciare dal Presidente e dalla corte dei miracoli che lo circonda?
    Da ultimo la chicca segno del bon ton: Non vuole dei pensionati..
    Scelga altri giocatori, se li ha, mandi in campo il calvisano se vuole (ormai ci manca poco…) vedremo cosa succede..
    E’ tutto un discorso che non regge senza capo ne coda, senza prospettive..La reazione dei giocatori mi sembra anche troppo cortese..

    • gsp 15 Aprile 2015, 10:58

      perche’, dire che siamo 15′ per colpa di gavazzi, non e’ scaricabarile?

      come al solito, e per tante ragioni comprensibili, non riusciamo mai a dare responsabilita’ individuali e tutti si nascondono dietro quelle degli altri.

      gavazzi e’ ora che se ne vada, perche’ e’ impresentabile e gli manca tutto.

      ma non sarebbe il caso che la squadra si sieda in spogliatoio con Brunel per capire come si e’ arrivato al 15′ posto? o meglio, perche’ personalmente il posto nel ranking conta poco per me, ma contano le partite perse e buttate via.

      • malpensante 15 Aprile 2015, 11:27

        gsp, l’ultima responsabilità è dei giocatori. Prima ci sono tutti gli altri: se ci fossero baby pensionati non li chiami, se giocano male li tieni fuori. La responsabilità del 15° posto per me è prima di tutto di Brunel, ma che con questa presidenza la situazione delle celtiche sia precipitata e che ci sia un rapporto di causa effetto tra le loro prestazioni e quelle della nazionale non mi pare che sia discutibile. E su quello, difficile che si possa chiamare fuori visto che ha fatto tutto lui. Un grande successo lo ha portato a casa con la visibilità in tv (il più grande insuccesso di Dondi) e non è poco, ma in quasi tre anni il disastro generale è evidente. Subisce perciò una evidente crisi da rigetto, e ormai tutto quel che poteva spendere e anche di più l’ha speso: questa sparata grottesca come arma di distrazione di massa può funzionare sui tifosi da Olimpico, ma funziona proprio zero su chi il rugby in qualsiasi ruolo lo fa. E si vede da quello che sta succedendo nemmeno troppo sotto traccia. Il 25 luglio non l’hanno fatto i partiti antifascisti. Prova disperatamente ad attaccarsi a Malagò, che in commedia sarebbe il re nanetto, e allo zero appeal dei veneti, vedremo se basterà.

        • Alberto da Giussano 15 Aprile 2015, 12:00

          La nota sul 25 luglio è di un’intelligenza senza pari.

          • berton gianni 15 Aprile 2015, 12:23

            Minchia, Mal,
            25 luglio ’43…
            Sublime !

      • bangkok 15 Aprile 2015, 11:30

        Stiamo perdendo di vista il fulcro della discussione. Nessuno ha mai detto che la colpa del 15mo posto è SOLO colpa di Gavazzi. Penso si sia tutti d’accordo che le responsabilità siano da dividersi tra tutti gli attori della scena nelle corrette proporzioni e che i giocatori non stiano eludendo le loro “colpe”. La polemica tra Fir e giocatori e’ nata -lo ripeto- per le parole, le argomentazioni, i modi ed i tempi a dir poco inopportuni usati da Gavazzi.
        Gavazzi che e’ il solo ad aver attuato lo scaricabarile x svariati argomenti.

      • PedemontanaRugby 15 Aprile 2015, 11:30

        Non è scaricabarile, perché al 15° posto non c’è la squadra di rugby, ma la federazione.
        E le responsabilità degli scarsi risultati ricade sempre su chi comanda, non su chi esegue, almeno nelle famiglie oneste.
        Ma la FIR non è una famiglia onesta, quindi le colpe ricadono sempre su chi sta sotto.
        In qualsiasi azienda normale, in assenza di risultati, l’amministratore prende su i suoi quattro stracci e se ne va, ma qui no, il bel soggetto si prende pure la libertà di fare le pulci a chi lavora.
        In questi casi al paesello mio si dice che chi comanda è un uomo di merda. Punto!

        • gsp 15 Aprile 2015, 11:51

          ma quando mai, al 15′ posto c’e’ la squadra, non certo la federazione. forse la federazione sarebbe al 17, 18′ posto, forse 20′.

      • gsp 15 Aprile 2015, 11:44

        ovviamente Brunel, e’ il primo indiziato del 15′ posto, e l’ho scritto ieri.

        l’hashtag lo quoto alla lettera, quando i giocatori dicono #portacirispetto, hanno piu’ che ragione.

        per il resto caro Mal, concordo su Gavazzi, sul poco appeal dei veneti e sul re nanetto.

        qui c’e’ da andare al mondiale. io spero che la squadra prendendo atto dei problemi in campo si chiude in spogliatoio con brunel e magari si prenda a pesci in faccia. e magari si trovi una via per andare avanti per migliorare.

        sul momento delle celtiche, c’e’ poco da aggiungere, ma e’ anche vero che forse 25 giocatori del gruppo giocano all’estero. si faceva molto meglio quando si giocava in eccellenza e scoppiavano i polmoni.

        poi il disastro fuori dal campo e’ quello che e’, spero anche che G si stanchi e magari non si ripresenti alle elezioni, perche’ fare il presidente e’ un onore ed un rogna, non ha la liberta’ di azione che ha nella sua azienda, e pure per fortuna, se sbaglia ci sono migliaia di persone che te ne chiedono conto. e lui non c’e’ per niente tagliato.

      • gsp 15 Aprile 2015, 11:51

        ragazzi al 15′ posto c’e’ la squadra e Brunel per le partite che hanno perso. che si mettano sotto a lavoro. questo voler strumentalizzare il 15′ posto per mandare a casa gavazzi non ha nessun valore logico.

        gavazzi anche a casa, ma per le cose che fa.

  16. mistral 15 Aprile 2015, 09:43

    tutto parte da un tweet… premetto: ho la fortuna di lavorare in un ambiente molto vegetalizzato… sull’acero davanti al mio ufficio un merlo canterino mi tiene compagnia, con garbo e insistenza, dalle prime luci dell’alba (eh si, arrivo presto) a mattino inoltrato (quando mi stufo e comincio a cazzeggiare sul web)… ogni tanto, al suo fischiettare, si assomma il cinguettio meno gradevole di altri volatili, e comincia la cacofonia… e allora interviene la coppia di gazze che normalmente sorvegliano il territorio dall’alto di un tiglio monumentale, e con quattro gracchiate fanno smettere tutti, merlo compreso… dopodichè, se le gazze cominciano a loro volta ad impossessarsi dell’etere (e le gazze sono veramente sgradevoli!) ecco che quatto quatto il gatto si avvicina e comincia ad arrampicarsi sull’albero… e tutto tace! …peccato, il trillo del merlo è molto gradevole…

  17. berton gianni 15 Aprile 2015, 10:03

    Ciao GianMariadAspromonte.
    ( sempre che tu non sia un…new troll )
    Pero’ il tuo e’ un…controsenso intellettuale !
    Ok, la nobilta’ nera e’ sempre stata legata alle oscure trame pontificie, ma come tale, non dovresti propendere per i giocatori, bensi’ per chi li comanda. Cioe’ la Fir.
    Fir che, anche in questo caso, si dimostra tetra, proprio come il guelfo che sostieni.
    Liberati dalle ragnatele ideologiche che ottenebrano la tua fulgida mente.
    Aderisci, con il tuo nobile istinto, alla lista il Rugby & le Tette !
    Potrai bere al capezz, pardon, alla fonte del sommo, aulico, etereo sapere !

  18. boh 15 Aprile 2015, 10:13

    Io penso, che sul tavolo, oltre che mettere la questione economica, vengano messe o meglio, chiarite le competenze a cui ogni funzione si debba attenere e soprattutto rispondere. Da quel che ho potuto vedere qualche anno fa, avendo frequentato da esterno per un periodo l’ambiente delle nazionali (giovanili), tutti i personaggi che ruotano intorno alla squadra, scaricano sui ragazzi anche le loro di responsabilità. Nel senso che tutto si riduce al “se si vince” ne abbiamo tutti i meriti, “se si perde” siete una valanga di brocchi.
    NB: leggere l’ intervista a sir Wilkinson sul ruolo dello staff e della federazione per raggiungere determinati risultati. Applicare questo, non mi sembra difficile…Ah, forse per farlo, bisogna lavorare, non andare in giro con infradito e bermuda.

  19. pesopiuma 15 Aprile 2015, 10:33

    Indubbiamente la trattativa è da intendere fuori dalle polemiche tra presidente e squadra.
    Per il resto, io trovo normale essere dalla parte dei giocatori. Seppur con tutti i loro limiti in campo ci vanno loro: le botte, il sudore e la fatica la mettono loro. E quando si perde o si vince (poco), la faccia in pubblico, con l’allenatore, la mettono comunque loro, esponendosi a spettatori, stampa e detrattori. Gavazzi sta in poltrona dietro le quinte, ma con tutto il potere in mano. A dirla tutta, credo che il grande pubblico nemmeno ne conosca il nome; insomma, mi sembra uno di quelli che parla parla, ma alla fine dice “armatevi e partite”.
    In più, dopo tre anni di presidenza, può ogni problema essere solo colpa degli altri?

  20. trilussa 15 Aprile 2015, 11:03

    Mah! La campagna elettorale è già partita e qualsiasi cosa viene detta o fatta da Gavazzi partono in automatico le critiche e le offese nei suoi confronti. Dopo le prestazioni con la Francia qualcosa andava fatto e non credo che parlare con i giocatori avrebbe risolto il problema delle prestazioni in campo. Allo stato attuale un giocatore, se dovesse perdere una partita, ha comunque lo “pensione”, se invece dovesse vincerla ha sempre la pensione e in aggiunta un premio minimo. Aumentare questo premio minimo e ridurre invece la “pensione sicura”, in caso di vittoria, non mi sembra poi una proposta cosa oscena…..Si parla sempre di meritocrazia ma se la proposta in questa direzione la dovesse lanciare Gavazzi, allora è una proposta di m….. Sono d’accordo sul fatto che Gavazzi non è stato tenero con i ragazzi, ma la proposta la vedo “assai” bene!!!!!!! Comunque Gavazzi ha lanciato una proposta e voi la state criticando, adesso vi chiedo, invece di limitarvi alla sola critica, quale potrebbe essere, in vista di un mondiale la proposta alternativa per costringere i “ragazzi” a dare il meglio di loro?

    • PedemontanaRugby 15 Aprile 2015, 11:43

      Costringere i ragazzi a dare il meglio di loro?
      Affermi forse che i giocatori siano andati in campo per prendere il gettone di presenza?
      L’unica domanda che mi viene è se ci sei o ci fai.
      Nessun giocatore va in campo per perdere, e la vittoria è sempre il risultato del lavoro di giocatori, allenatori e dirigenti.
      Vorrei quindi sapere quale è la proposta di Gavazzi per costringere presidente, consiglieri, dirigenti e allenatori a dare il meglio di loro.
      Aspetto senza fiducia.

      • Francesco.Strano 15 Aprile 2015, 12:06

        Almeno per perdere dignitosamente…….

        Questo pare da tanti risultati….. Come non si possono permettere 40punti in 30 minuti….. Dove sta il rispetto?

        • Capitan Fracassa 15 Aprile 2015, 15:37

          Credo che i giocatori facciano quello che è nelle loro possibilità.
          Il sig. Gavazzi dovrebbe chiedersi invece perchè, nonostante 15 anni di 6 Nazioni, con due squadre in Pro12 (e conseguente gran giro di soldi), il movimento rugbistico italiano continui a fare magre figure in giro per il mondo…

      • trilussa 15 Aprile 2015, 15:37

        Aspetto senza fiducia……e sbagli!!!! Per quanto riguarda il tuo commento che nessun giocatore va in campo per perdere, mi trovi pienamente d’accordo, però sono anche del parere, e ripeto che è un mio parere, ho avuto la sensazione, in quest’ultimo sei Nazioni, che qualcuno non ha dato il 100%. Ripeto, è una mia sensazione, forse mi sbaglio, ma è difficile che tu riesca a farmi cambiare idea. Per quanto riguarda la proposta di Gavazzi per costringersi e costringere a dare il meglio di loro ai Consiglieri, Dirigenti e Allenatori, purtroppo non ho questa confidenza e non devi far altro che telefonargli. Invece alla tua domanda, se ci faccio oppure ci sono al contrario di te, la risposta è che ci sono!

  21. dagniele 15 Aprile 2015, 11:03

    …il giorno che usciranno le cifre elargite ne riparliamo….

    • mezeena10 15 Aprile 2015, 14:32

      a dagniè e se le sai diccele no?!

    • gsp 15 Aprile 2015, 16:09

      dai dagnie’.

      • dagniele 17 Aprile 2015, 10:52

        …cercate che in giro si trovano magari che so un sito de rugby internazionale a caso con la notizia a caso… moltiplicate per convocazione (non per partita) e poi moltiplicate per 30/31…

  22. M. 15 Aprile 2015, 11:24

    Comunque io condivido il voler essere ottimisti del Grillotalpa, sono così anche io.
    Ma se stiamo a guardare un sei nazioni chiuso pessimamente con sbracate alla maniera antica, un età media avanzata, la perdurante assenza di un 10 credibile, la perdurante assenza di un piazzatore con buone percentuali ecco, insomma, forse almeno questa ennesima, ed evitabilissima, “lotta interna” era meglio risparmiarsela.

    • Alberto da Giussano 15 Aprile 2015, 12:51

      Io credo, invece, che di discussione non è mai morto nessuno. Del resto qualcosa sul gozzo i giocatori ce l’hanno ( vedi intervista di Parisse post Scotland) e quindi meglio svuotare il sacco adesso. Tra qui e il mondiale ci sono ancora i test di agosto.

      • boh 15 Aprile 2015, 14:33

        Beh Alberto di discussioni, c’è chi campa bene, e tira fino alla (corposa) pensione.

  23. fracassosandona 15 Aprile 2015, 11:46

    Purtroppo la nostra nazionale sta alle altre squadre del tier 1 come il prato sta all’eccellenza.
    Nessuno si è mai sognato di mancare di rispetto ai poveracci che scendono in campo.
    La colpa in entrambi i casi è della dirigenza.

  24. Giovanni 15 Aprile 2015, 11:54

    Minchia, sta uscendo fuori di tutto da questo post: dal popolo bue, ai valori repubblicani e democratici, alle nostalgie monarchiche, all’antifascismo. 🙂
    Mi sa che la questione è ancora (molto) aperta e nei prossimi giorni non mancheranno le novità.
    http://www.popolobue.it 🙂

  25. HumptyDumpty 15 Aprile 2015, 11:57

    Il mio pensiero, molto velocemente perche’ devo uscire: il titolo scritto dalla redazione e’ semplicemente fuorviante dal messaggio dato ieri sera dai giocatori.
    I giocatori con il tweet chiedevano rispetto, non i soldi. Meglio creare polemica o far capire cos’e’ la buona educazione? piu’ facile la prima.#iostoconigiocatori

    • Capitan Fracassa 15 Aprile 2015, 12:28

      I giocatori chiedono rispetto e lo meritano.
      L’uscita del presidente Gavazzi è stata sbagliata perchè ha sbagliato obiettivo, che doveva essere la stessa FIR e non i giocatori.

  26. Alberto da Giussano 15 Aprile 2015, 12:47

    E il giorno che si scoprisse che i gettoni di presenza dei nazionali italiani sono , pressoché uguali a quelli degli A.B. e comunque inferiori a quelli dell’Argentina?
    Il rispetto è dovuto, da parte di una persona civile, a tutti e ogni lavoro, se fatto con passione e abnegazione , merita rispetto. Dall’operatore ecologico al chirurgo plastico e in mezzo ci sta anche il giocatore di rugby.
    I giocatori, è vero, sono gli attori principali di questo circo. Pari responsabilità le ha l’allenatore, ma più saliamo e più aumenteranno le responsabilità “politiche” non quelle tecnico-sportive.

    • berton gianni 15 Aprile 2015, 13:49

      Ciao Alberto.
      Qui la pensiamo in modo diverso : le responsabilita’ dei “piu’ saliamo” sono anche quelle tecniche.
      Non potrebbe essere diversamente, in quanto il CT/Coach lo hanno scelto loro.
      Ovvio che a “pagare” siano il CT e, sopra a lui, il DT-DG-GM ( chiamalo come vuoi ).
      Del resto un bravo presidente si vede dai collaboratori che si sceglie.
      In tutti i casi, un presidente veramente di spessore, non si concede esternazioni come quelle ( reiterate ) da Ben Gavazzi nfsc.
      Un presidente bravo-furbo-intelligente, non si “abbassa” mai, intromettendosi, per giunta pubblicamente, su questioni che non gli competono direttamente : lascia la castagna a chi ha gia’ delegato, cioe’ DT-DG-GM e/o Coach.

      • Alberto da Giussano 15 Aprile 2015, 14:45

        Basta intendersi sui termini. La responsabilità “politica” raccoglie tutto il resto che non è tecnico. Il presidente ha la responsabilità politica della scelta di chi fa le operazioni tecniche ( DS, Allenatore ecc.), lui dovrebbe stare lontano dalle stesse. Un buon politico, come tu dici giustamente, non scvalca mai chi ha scelto, salvo per licenziarlo.
        Questo argomento doveva essere materia per Troiani e Checchinato ed essere presentata ad accordo raggiunto.
        Ha preferito usare se stesso e la clava. De gustibus….

    • bangkok 15 Aprile 2015, 16:54

      Il giorno che scoprissimoche il gettoni presenza sono a livello AB e superiori a quelli di altre Nazionali sarebbe comunque da condannare in primis la Federazione. Ma che manager sono se distribuiscono soldi senza nessuna coerenza?? Si critica la FIR x i 4 milioni dati alla Benetton senza garanzie, ancor di piu se pagasse i giocatori con retribuzioni superiori al loro livello.
      E poi a sorprenderci magari del come mai i conti iniziano ad essere in rosso.

  27. parega 15 Aprile 2015, 13:06

    con i modi offensivi si possono rovinare/distruggere sul nascere buone intenzioni
    in questo e’ un maestro gavassi

  28. vichingo 15 Aprile 2015, 13:37

    perché una trattativa dovrebbe essere ” a porte chiuse”? La trasparenza farebbe bene a tutti: ai giocatori in primis, e poi a tutto il movimento.

    • boh 15 Aprile 2015, 15:54

      Avanti con lo streaming…Naturalmente con la possibilità di dire la nostra, e con un bel voto del popolo del web finale….E san isidro, che fa da moderatore con una commissione di bianco/giallo vestita..stemma tiara e chiavi di S. Pietro incrociate sul petto …tanto per essere imparziali.

      • vichingo 15 Aprile 2015, 23:27

        Mah, lascerei da parte lo/gli streaming (specialmente se politicamente connotati). Dico solo che sarebbe nell’interesse di tutti che la discussione sia trasparente. Qualche considerazione: 1. I soldi spesi per la nazionale (e l’elite in generale) non vanno verso la base: ogni tesserato FIR che paga la propria quota potrebbe voler sapere come si spendono i soldi. 2. I giocatori sarebbero piu’ tutelati in quanto professionisti. 3. Forse irrilevante, ma sarebbe un modo importante per applicare i valori fondanti del rugby fuori dal campo.

  29. zappinbo 15 Aprile 2015, 14:03

    Gavazzi é un espressione del movimento e pertanto lo specchio dello stesso (grezzo, impresentabile, a dire di alcuni addirittura corrotto, lo sanno loro a chi il loro club ha venduto il voto per un sacco di palloni).
    Alle prossime elezioni si vedrá cosa il movimento ha da offrire.
    Una sua parte – il popolino – sul blog addirittura disconosce di farne parte / si dissocia da qualcosa di cui é parte. Che geni!!
    Vediamo cosa c’é per il dopo Gavazzi!

    Parisse invece é solo un giocatore della Nazionale. Per quanto conosciuto e meritevole non piú di un tesserato. Da persona non furba pensa di criticare in pubblico la sua federazione. Probabilmente pensa anche di fare un gesto nobile, tant’é. Ora lui in pubblico é contro il suo presidente e il movimento, ha alzato la cresta, bisogna andare alla conta. Penso che lui non abbia consenso, ma qualcuno potrebbe usare lui come veicolo per insidiare Gavazzi. Allora per dio, avanti!
    Ma intanto deve far marcia indietro, o uscire dal movimento. Capitano non puó piú essere ufficialmente. Vediamo cosa succede.

    • zappinbo 15 Aprile 2015, 14:06

      di certo c’é solo che se una federazione, con i suoi attori, non é capace di imporre le proprie regole e i suoi programmi, con le buone o con le cattive, o da le dimissioni e si rinnova o cessa il motivo stesso per cui é stata formata

    • mezeena10 15 Aprile 2015, 14:38

      no vedo perche non dovrebbe piu essere capitano..
      anche in questo caso, come sempre, si è preso la responsabilità di rispondere a delle affermazioni grossolane, imprudenti, di bassa lega di quello che dovrebbe essere il garante di tutto il movimento, il presidente federale..
      non mi fa specie infatti si stia sprofondando ogni giorno che passa..
      mentre gli altri preparano già il mondiale qui si litiga su tutto..
      #iostocolcapitano

    • boh 15 Aprile 2015, 14:50

      Il nulla zapp…il nulla E se per caso ci fosse una parvenza di vita, gli facciamo un bel sputtanamento pubblico e lo portiamo in tribunale.

    • trilussa 15 Aprile 2015, 15:50

      Zappinbo, non so di quale movimento fai parte, quello che conosco io è completamente diverso dal Tuo ed è composto da gente perbene che lavora gratuitamente per reclutare e formare ragazzi che altrimenti starebbero per strada, come la maggior parte di loro coetanei, a sfondarsi di canne e alcool. Fino a prova contraria io mi levo il cappello davanti a quei presidenti di società che tirano fuori soldi di tasca propria e tolgono intere giornate alla famiglia per dedicarle al rugby. A me sembra di capire che a te interessano più le prossime elezioni e di far fuori Gavazzi, quindi continua a parlare di elezioni ma fammi la cortesia di non parlarci del tuo mondo perchè il mio è completamente diverso!!!!!!!

      • boh 15 Aprile 2015, 16:01

        trilussa, detto questo, il problema di qualcosa di meglio da mettere sul piatto per le prossime elezioni rimane. per zap, ma soprattutto per quelli che lavorano gratis alla base, perché non si sentano delle nullità e che il loro oscuro lavoro porti dei miglioramenti non solo all’ olimpico una volta l’anno

      • zappinbo 15 Aprile 2015, 16:02

        Trilussa, apprezzo, ma leggi tutto da stamattina, si sta ragionando per assurdo, per provocare.

  30. M. 15 Aprile 2015, 14:14

    Ma poi gli dà dei “pensionati” quando questi non avranno diritto ad alcuna tutela previdenziale, è paradossale. Fanno parte di società “dilettantistiche” pur essendo professionisti. Se non li pagano non avranno mai i soldi (vedasi Aironi). Dovrebbero fare 3 mesi di lavoro gratis se non passano il turno.
    Insomma, la discussione è veramente assurda.

    • mezeena10 15 Aprile 2015, 14:42

      ecco fai bene a ricordarlo..

      • Mr Ian 15 Aprile 2015, 15:31

        Ancora c’è in ballo il caso Sbaraglini…mica dobbiamo dimenticarlo?

        • Stefo 15 Aprile 2015, 15:40

          Nel caso Sbaraglini Gavazzi centra un fico secco pero’.

          • Mr Ian 15 Aprile 2015, 16:03

            Ovvio, mi riferivo al discorsi giocatori/contributi ed al discorso professionismo in Italia

  31. electrocase 15 Aprile 2015, 15:49

    Mah
    io devo proprio essere fuori dalla grazia di Dio
    Comprendo tutto
    anche la necessità di affrontare la discussione facendo intendere una posizione di partenza (vale per entrambi dopo la replica del Capitano).
    Mi chiedo però se le massime espressioni del livello amministrativo e tecnico del nostro rugby si debbano esprimere con queste modalità e termini.
    Il primo con un’intervista davanti ad una birra e gassosa ed il secondo con un hastag
    e che cazzo !

    • trilussa 15 Aprile 2015, 15:51

      concordo pienamente!!!!!!

    • boh 15 Aprile 2015, 15:56

      electro…birra e gassosa? infamiaaaaa spergiuroooo sacrilegioooo

      • gsp 15 Aprile 2015, 16:08

        e birra e cocktail (anche noto come coccte’l)?

      • electrocase 15 Aprile 2015, 18:35

        @boh
        ah ah secondo te uno che rilascia un’intervista del genere che si merita…..

  32. zappinbo 15 Aprile 2015, 15:55

    ultimissima cosa:
    sembra diventato gergo accettabile il “portare rispetto”. per me é un bruttissimo modo di esprimersi, un pó da “Gomorra”, bisogna dire “mostrare rispetto”.
    Anche queste cose contano…

    • Stefo 15 Aprile 2015, 16:01

      Faccio il tachente: veramente la Treccani “portare rispetto” lo prevede:
      “trattare qualcuno con r., e avere r., portare r. a qualcuno, comportarsi verso di lui con la dovuta educazione”

      • zappinbo 15 Aprile 2015, 16:04

        portare r. a qlc non é portar-si r, sbaglio? riflessivo transitivo o come min$$ si dice?

        • Stefo 15 Aprile 2015, 16:05

          “ultimissima cosa:
          sembra diventato gergo accettabile il “portare rispetto””

          • zappinbo 15 Aprile 2015, 16:08

            ok ok
            ci siamo capiti

          • Stefo 15 Aprile 2015, 17:13

            zappinbo come detto sopra volevo fare il tachente e romperti un po’ cosi’ per buttarla sul leggero…spero non te la sia presa 😉

    • gsp 15 Aprile 2015, 16:03

      stai senza pensieri!

  33. davo 15 Aprile 2015, 16:47

    bah, per me ha sbagliato Gavazzi a non “lavare i panni sporchi in casa” e hanno sbagliato i giocatori con quel twitter. Ma scusate, in campo la pochezza del secondo tempo contro il Galles l’ha fatta il presidente o i giocatori?

    • Francesco.Strano 15 Aprile 2015, 23:58

      I giocatori…. Attaccando una persona indifendibile come G., fanno leva sul fatto che ci si dimentichi chi è andato in campo e anzi si scarica tutta la colpa su di lui…. Ma è sbagliato

      • davo 16 Aprile 2015, 01:26

        infatti i giocatori avrebbero dovuto far silenzio in questo caso, almeno pubblicamente. Poi in privato magari si poteva fare un incontro con G. e mettere tutte le carte in tavola. Con questa uscita sono indifendibili. Insomma, certe partite (e il tour di Giugno) le hanno giocate loro, facendomi vergonare non poco

  34. lupo 15 Aprile 2015, 18:17

    tra #lupamariodemoplutocratico e #popolinodicanisciolti scopro finalmente un’alternativa alla noia della vita moderna
    io aggiungerei #imbavagliatefernet
    vota R&L

  35. delipe 15 Aprile 2015, 18:21

    Buonasera.
    Caro Grillotalpa,
    Apprezzo che tu voglia trovare un elemento ottimistico nella parte finale dell articolo.
    Ma non sono per nulla convinto che per cementare servano quesyi passaggi.
    In realtà non soltanto da ieri che si dice che non e la situazione migliore per preparare un mondiale.
    Io (che non sono nessuno) l ho evidenziato gia prima.
    Psicologi, arbitri bravi arbitro cattivi, calvisano contro rovigo in ogni polemica, tutti i presidenti sono in mala fede vecchi e nuovi, dondi contro gavazzi, anzi no….io ho fatto meglio, tu hao fatto peggio, l allenatore Brunel va ai mondiali sapendo che non allenera piu, ora giocatori contro Presidenza.
    Domani cos altro racconteremo ? Della dieta sbagliata o delle fidanzate ?
    Ma scrivere di rugby giocato o di tecnica??
    Non si tratta di censurare le notizie, ma anche i mass media caricano un po troppo queste notizie.
    A questo punto Onrugby compreso, con il massimo rispetto.
    Questa e la mia opinione.
    Spero di sbagliarmi e che hai ragione tu Grillo talpa….ma non cambio la mia convinzione che per cementare occorre lavoro, passione, impegno, credere nei propri compagni, allenatori e presidenti e fare un gruppo che abbia l obiettivo principale di dare tutto in campo e di onorare un mondiale.
    Qui di protagonisti non ci sono solo i giocatori in campo… ma soprattutto in questa fase anche tutta la federazione, stampa e nel nostro piccolo tutti noi che amiamo questo sport !
    Cordialità

    • fracassosandona 15 Aprile 2015, 18:53

      il giornalismo racconta i fatti, non li crea…
      non è nascondendo la polvere sotto il tappeto che si fa pulizia…

      sarebbe come rimproverare Saviano perché “parla male” di Scampia o dire che la magistratura fa politica quando arresta corrotti e corruttori…

      concordo che sarebbe bello parlare di rugby giocato tutti i giorni, porta pazienza che l’anno prossimo avremo il proD2 francese il giovedì ed il venerdì…

  36. il carogna 15 Aprile 2015, 18:56

    Maaa…. Brunel, che dice ?
    I pensionati Li ha mandati in campo lui.
    Consigliato da chi , non so.
    Brutta storia quando finiscono i soldi e si deve risparmiare.
    Ma non potevamo comprarla dopo la nuova sede Fir ?
    Se scivoliamo ancora piú giù nel ranking, magari bastava una sede piú piccola.

  37. poros 15 Aprile 2015, 19:36

    Spero non mi sia sfuggita una distinzione che mi pare essenziale in questa discussione negli interventi che mi hanno precedeuto:
    i giocatori chiedono rispetto e a mio pare va dato incondizionatamente per la dignità con cui hanno portato la maglia, lo stile mai sopra tono e fuori luogo delle interviste, per l’equilibrio mostrato nelle numerose e talora pesanti avversità.

    Chi ricopre una carica pubblica il rispetto deve guadagnarselo. L’elettore porta rispetto all’istituzione e alla funzione, non alla persona che ricopre il ruolo. Costui ha ottenuto la fiducia di una maggioranza e il rispetto deve guadagnarlo “andando a sua volta in campo”, quello che gli compete.

    Ecco, mi pare che il (mi viene da scrivere il Signor G, ma sarebbe una profanazione immeritata di Giorgio Gaber) ns. Presidente non abbia ancora iniziato a guadagnarsi il rispetto. Ormai sono 3 (tre) i casi eclattanti in cui ha mancato clamorosamente.

  38. il carogna 15 Aprile 2015, 20:36

    Tre ?
    quali ?

  39. Legionario 15 Aprile 2015, 23:16

    Buonasera, dalle reazioni dei giocatori e da alcuni commenti ho l’impressione che il mondo del rugby sia popolato da persone molto sensibili. Mi sembra che non si abbia molto l’idea della gentilezza della comprensione e della delicatezza usate da un AD nei confronti di dirigenti e venditori quando i non ci sono le vendite e le linee dei grafici e il ranking dell’azienda vanno a picco. Mi sembra anche poco realistica l’idea di un AD che va via per gli scarsi risultati. Nel mondo reale succede, certo, ma solo dopo aver tagliato i venditori che non vendono ed i dirigenti non performanti. Probabilmente vista la sensibilità dei ragazzi si sarebbe dovuto parlare loro con le dovute cautele introducendo il concetto barbarico del bonus legato al risultato. Sarebbe però anche opportuno ricordare che il rispetto dell’avversario (e del pubblico) si guadagna innanzitutto sul campo. Nessuno chiede di vincere ma francamente dopo partite come quelle che abbiamo visto eviterei di inalberarmi, anche di fronte a esternazioni che possono ferire un’animo sensibile.

  40. zattozatto 15 Aprile 2015, 23:49

    L’unico modo che ha Gavazzi per far parlare di se è questo.
    Colpi di testa che possono anche essere condivisibili, ma fatti in maniera, secondo me voluta, per finire sui giornali “pallonari” e rendersi paladino della giustizia di fronte a chi guarda solo il risultato non capendo che nel rugby vince il più forte.
    E in quanti in FIR prendono il “gettone” grazie alla nazionale? Se lo meritano tutti?

  41. andrease 16 Aprile 2015, 00:03

    Personale opinione e non voglio polemizzare con nessuno.
    Per certe discussioni che andrebbero fatte in privato, uno usa le interviste e l’altro/gli altri twitter.
    Calci nel culo a tutti. Quei discorsi ve li fate in privato, vi prendete a mazzate se necessario. Ma in privato!
    Siccome ultimamente fate abbastanza schifo e siete 15° (anche la FIR, Gavazzi, fattene una ragione), dovreste giocare gratis e solo per l’onore (e l’onere) di RIportare la squadra un pò più su nel ranking dove eravamo qualche tempo fa.
    Sergione, in momenti come questo anch’io comincio ad essere stanco dei pensionati… e non sto parlando solo di Gavazzi che manderei via prima di tutti. e sottolineo TUTTI.

  42. punakiki 16 Aprile 2015, 07:21

    Delusione, dal presidente ai giocatori fino ai tifosi.
    Non era meglio dirsi queste cose in faccia? da una parte e dall’altra.
    L’unica cosa giusta che ho letto sono le dichiarazioni del capitano che portava ad esempio la complicata situazione francese del 2011 poi arrivati secondi.
    Bando alle ciance, il presidente tira l’acqua al suo mulino, i giocatori al loro.
    Noi dobbiamo fare il tifo per tutta la squadra, non per i giocatori o il presidente, per godere di un quarto di finale mai così vicino (Irlanda e Francia non le vedo irresistibili, una delle 2 la battiamo).
    Forza ragazzi, forza azzurri!

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia: missione compiuta a Tonga, ora la prova più difficile

Il successo di Nuku'alofa lancia gli Azzurri verso la sfida contro il Giappone, la più dura del trittico estivo

13 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Le reazioni della stampa estera alla vittoria dell’Italia con Tonga. E i giornali “sbagliano” i fratelli Garbisi

Nonostante la copertura mediatica ridotta, i commenti sulla prestazione degli Azzurri sono positivi, con un piccolo particolare: in molti hanno confus...

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Gonzalo Quesada: “Soddisfatto della partita. Contro il Giappone ci aspetta una grande sfida”

Il capo allenatore analizza la prestazione azzurra contro Tonga e guarda già avanti alla sfida contro i nipponici. Problema fisico per Federico Ruzza

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Come cambia il World Rugby Ranking dell’Italia dopo la vittoria su Tonga

Gli Azzurri ottengono un salto nella classifica per nazionali grazie al successo di Nuku'alofa

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Summer Series 2024: le pagelle di Tonga-Italia

Azzurri non brillantissimi e penalizzati da tanti errori di handling, ma dominanti in mischia e nel punto d'incontro: ne viene fuori comunque una vitt...

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

A Tonga l’Italia non brilla, ma vince senza patemi: finisce 36-14

Ikale Tahi battute dagli Azzurri grazie a una partita dominata nel possesso e nel territorio

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale