Sei Nazioni: il Galles cancella i sogni di Grande Slam, Irlanda ko 23-16

Bellissima gara a Cardiff con un Galles determinato che ferma con merito la squadra di Joe Schmidt

ph. Rebecca Naden/Action Images

ph. Rebecca Naden/Action Images

Irlanda poco tranquilla e un po’ casinista ma sempre pericolosa, Galles che gioca per 80 minuti con una furia controllata e determinata. Il risultato è una partita tesa e bellissima (passateci la battuta: noiosa per qualcuno? Non possiamo crederlo) con due squadre che giocano e sbagliano tanto, ma dove il XV in maglia verde mantiene meno di quando non si potesse pensare alla vigilia.
Primo tempo in cui parte meglio il Galles che con il piede di Halfpenny si porta sul 9 a 0. Gallesi che  rubano due touche importanti e che alla fine rintuzzano i piazzati di Sexton andando al riposo sul 15 a 9 grazie anche a un drop di Biggar.

 

Secondo tempo che diventa subito grande battaglia: lunghissimo attacco irlandese (una quarantina di fasi) che si conclude in un nulla di fatto, ariva così la bella meta gallese con Scott Williams che trova l’angolo di corsa giusto per tagliare le retrovie irlandesi,.
Gara finita? Nemmeno per sogno, veemente reazione irlandese che nonostante la poca lucidità trova una meta tecnica che riporta gli uomini di Schmidt a -4. Al 74′ è Halfpenny che riporta a distanza il Galles. Gli ospiti si gettano i avavnti alla ricerca della meta che significherebbe pareggio ma getta via una touche importantissima a 5 metri dalla linea di meta.
Vincono gli uomini in maglia rossa: corsa al titolo più apertissima che mai e Grande Slam tolto dalle mani dell’Irlanda.

 

Galles: 15 Leigh Halfpenny, 14 George North, 13 Jonathan Davies, 12 Jamie Roberts, 11 Liam Williams, 10 Dan Biggar, 9 Rhys Webb, 8 Taulupe Faletau, 7 Sam Warburton (c), 6 Dan Lydiate, 5 Alun-Wyn Jones, 4 Luke Charteris, 3 Samson Lee, 2 Scott Baldwin, 1 Gethin Jenkins.
Riserve: 16 Richard Hibbard, 17 Rob Evans, 18 Aaron Jarvis, 19 Jake Ball, 20 Justin Tipuric, 21 Mike Phillips, 22 Rhys Priestland, 23 Scott Williams.

 

Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Tommy Bowe, 13 Jared Payne, 12 Robbie Henshaw, 11 Simon Zebo, 10 Jonathan Sexton, 9 Conor Murray, 8 Jamie Heaslip, 7 Sean O’Brien, 6 Peter O’Mahony, 5 Paul O’Connell (c), 4 Devin Toner, 3 Mike Ross, 2 Rory Best, 1 Jack McGrath
Riserve: 16 Sean Cronin, 17 Cian Healy, 18 Martin Moore, 19 Iain Henderson, 20 Jordi Murphy, 21 Eoin Reddan, 22 Ian Madigan, 23 Felix Jones

 

Marcatori per il Galles
Mete: MS Williams (61)
Conversioni:
Punizioni: Halfpenny (2, 7, 11, 13, 74)
Drop: Biggar (33)

 

Marcatori per il’Irlanda
Mete: Penalty try (68)
Conversioni: Sexton (69)
Punizioni: Sexteon (17, 29, 36)

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

L’inglese Henry Pollock eletto Miglior giocatore del Sei Nazioni U20

Il terza linea inglese è un giovane di grande prospettiva

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra

item-thumbnail

Scozia: fiducia in Gregor Townsend, nonostante tutto

Il capo allenatore rimane al suo posto, ma la federazione ha fatto intendere di non essere troppo soddisfatta dell'ultimo Sei Nazioni