Haimona sì, Haimona no, Haimona 12. Quali le scelte di Brunel per i Pumas?

In mischia pochi dubbi, ma nella linea veloce le opzioni a disposizione del ct sono diverse. Alcune davvero stuzzicanti…

ph. Sebastiano Pessina

Squadra che vince non si cambia, dicono. Ma i Mondiali sono dietro l’angolo ed è bene capire quali siano i migliori interpreti da mandare in campo a seconda della condizione dei singoli, certo, ma anche dell’avversario che si va ad affrontare.
Innanzitutto, che partita ci aspetta a Genova? Certamente un match più difficile rispetto a quello vinto contro Samoa. L’Argentina è una squadra ben più organizzata, meglio messa in campo e soprattutto può contare su quella che probabilmente è al momento la migliore mischia di tutta Ovalia. Nonostante due assenze importanti, ovvero il tallonatore e capitano Augustìn Creevy e il centro dei Saracens Marcelo Bosch, quella che arriva a Genova è una squadra che negli ultimi mesi ha affrontato due volte ciascuna le tre regine dell’Emisfero Sud, battendone una, l’Australia, e mettendo in difficoltà le altre due. E difficilmente i Pumas replicheranno la partita persa contro la Scozia, approcciata male dal punto di vista mentale e non recuperata su quello del gioco.
Quali scelte farà Brunel per tentare il due su due azzurro? Darà continuità o rivoluzionerà la squadra provando qualcosa di completamente diverso?

 

In prima linea torna Martin Castrogiovanni che potrebbe andare in campo dal primo minuto al posto di Chistolini, che contro Samoa non ha assolutamente demeritato, anzi. In ogni caso, se dovesse piovere si giocheranno molte mischie, i pack saranno messi a dura prova e i due potrebbero benissimo fare un tempo a testa, indipendentemente da chi sarà in campo da subito. Tanto più che Castro ha molti meno minuti sulle gambe.
Seconda e terza linea, salvo problemi dell’ultimo, potrebbero essere riconfermate in blocco. Geldenhuys e Furno hanno garantito quantità e lavoro sporco, portando poco la palla ma placcando e facendosi sentire in touche e breakdown. Parisse si è confermato leader e trascinatore, Favaro ha conquistato un meritato Man of the Match, e Zanni è uno di quelli di cui ti accorgi quando manca. Con Samoa c’era, ma si è visto lo stesso. Chi potrebbe guadagnare il posto almeno in panchina sono Minto e Vunisa, tenuti fuori dai 23 ad Ascoli. Entrambi sono stati chiamati, e verosimilmente a Genova vedranno il campo, almeno nel quarto finale. Anche perché c’è da giocare contro il Sudafrica dopo una settimana, e la partita con l’Argentina come già detto darà da lavorare ai pack.

 

A numero nove poca incertezza e Gori scelta quasi scontata, cosa che non si può dire per lo spot a numero 10. Haimona, per quanto non agile come Allan, non ha mai dato l’impressione di non avere in mano il gioco. Vero che quando la mischia gira per la cerniera in regia è tutto più facile, ma per essere il primo cap con gli Azzurri si è comportato molto bene. Palla in mano ha trasmesso, ha cercato l’intervallo ma senza isolarsi e strafare, ma soprattutto ha calciato bene, a gioco fermo e non. E mettere dentro i calci è un modo per dare e farsi tributare sicurezza. Ciò premesso, vorrà Brunel continuare con lui o è il momento di provare Allan? Al di là delle idee e degli esperimenti, un allenatore a volte deve semplicemente seguire l’onda di un giocatore. Se Haimona ha giocato bene, perché non continuare con lui? Ma che ne sarebbe di Allan, che durante l’anno pochi vedono? E se Brunel li mandasse in campo entrambi, con Haimona a numero dodici? Si avrebbero due opzioni al piede, e a Genova il piede verrà usato parecchio.

 

In mezzo al campo ad Ascoli non è andata male, ma nemmeno in modo entusiasmante. Una possibile soluzione potrebbe essere spostare Masi a centro, liberare lo spot di estremo a McLean e muovere Campagnaro all’ala, dove già sta giocando a Treviso. Col terreno pesante e la necessità di far muovere la mischia avversaria, dal fondo il piede tattico di McLean potrebbe essere più efficacie delle risalite alla mano di Masi. All’ala potrebbe esserci spazio anche per  Toniolatti, che sta disputando un’ottima stagione. Un ultimo azzardo, stuzzicante ma poco probabile, è Allan in regia con Haimona e Masi in mezzo al campo.

Di Roberto Avesani

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Lorenzo Cannone: “L’Italia vuole vincere tutte le partite di luglio per arrivare al meglio a novembre”

Il terza linea non nasconde le sue intenzioni pensando anche alla stagione vissuta con il Benetton

18 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

I convocati dell’Italia per il tour estivo contro Samoa, Tonga e Giappone

Quesada taglia 6 giocatori, conferma 4 esordienti e inserisce un 34esimo uomo tra gli invitati

13 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: chi andrà al tour estivo? Il borsino dei pre-convocati

Il c.t. Quesada dovrà tagliare 6 giocatori prima della partenza per il Pacifico: ecco la situazione ruolo per ruolo

9 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, una lista che guarda avanti. Ma il futuro può essere adesso

Qualcuna delle facce nuove della lista allargata della nazionale potrebbe avere subito un'opportunità

8 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Chi è Loris Zarantonello, il nuovo tallonatore dell’Italia

Gonzalo Quesada ha convocato un nuovo numero 2, proveniente dalla Francia ma di origini italiane: gioca nel Castres, il suo idolo è Camille Chat ma di...

7 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, otto esordienti in lista: l’identikit dei nuovi Azzurri

Chi sono gli uncapped inclusi da Gonzalo Quesada nella prima lista di nomi in vista del tour estivo

7 Giugno 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale