Cittadini e McLean, dall’Inghilterra per ridare vigore all’azzurro

I due giocatori parlano della loro esperienza in Premiership e di come porterà benefici anche alla nazionale italiana

ph. Sebastiano Pessina

Il pilone sta trovando spazio negli Wasps, il trequarti è finora partito sempre titolare negli Sharks di Sale in tutte e quattro le giornate finora giocate nel massimo campionato inglese. Con loro una folta pattuglia di azzurri che questa estate hanno attraversato la Manica, da Ghiraldini a De Marchi, da Furno a Barbieri. senza contare chi come Masi e Festuccia già si trovavano in Inghilterra.
Negli ultimissimi giorni Cittadini e McLean hanno parlato con la stampa britannica di questi primi mesi della loro esperienza in Premiership e di quanto questa potrebbe portare benefici alla causa azzurra. Il primo ha parlato con The Rugby Paper, soprattutto di nazionale: “Dobbiamo fare un passo importante perché lo scorso anno non abbiamo fatto un buon lavoro. Abbiamo vinto due gare importanti contro Francia e Irlanda nel 2013 ma dobbiamo farlo sempre, non una volta ogni tanto. E dopo dobbiamo innalzare ancora il nostro livello. Ora molti giocatori azzurri sono qui in Inghilterra e penso sia un bene, la Premiership va affrontata dando il 100% ogni minuto. Nella Celtic League ci sono 5 o 6 squadre che sono di alto livello e che giocano con una grandissima intensità, qui lo fanno tutte”.
Dalle colonne del Manchester Evening News “risponde” Luke McLean: “A spingermi a decidere di venire a Sale sono stati vari aspetti: una nuova sfida, una snuova esperienza e un nuovo stile di vita. Tutti dicono che la Premiership è la competizione più dura di tutto l’emisfero nord e volevo provare a me stesso che ero in grado di giocare a quel livello

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Nicola Quaglio si ritira dal rugby giocato

Saluta la palla ovale il pilone che ha debuttato con l'Italia nella storica vittoria sul Sudafrica

29 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: svelata la sede del primo raduno degli Azzurri verso i Test Match estivi

La Nazionale torna ad allenarsi in un impianto simbolo del rugby italiano

28 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: brutto infortunio per Lorenzo Pani

Il trequarti non sarà a disposizione per i prossimi impegni degli Azzurri

26 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, la ricetta dell’allenatore della difesa Hodges: “Porto gli insegnamenti di Shaun Edwards”

Il nuovo membro dello staff degli Azzurri: "Ci sono pochi posti dove giocare più difficili di Samoa e Tonga. Abbiamo la fortuna di avere dietro atleti...

25 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Gonzalo Quesada dal polo alla palla ovale: “Mi piace tantissimo, ma lo sport della mia vita è il rugby”

Ospite di una manifestazione equestre, il CT della nazionale ha parlato di Italrugby e dei prossimi obiettivi tecnici

25 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Marzio Innocenti: “Voglio cambiare la storia del rugby italiano, ma sono preoccupato per il futuro”

Nel corso di una lunga intervista al Daily Mail (che fa i complimenti agli Azzurri) il presidente ha raccontato le sfide e gli investimenti che attend...

24 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale