Benetton Treviso, voci da un post-ko che fa davvero male

Dopo la pesantissima sconfitta in casa degli Scarlets Antonio Pavanello e Marius Goosen non si nascondono

COMMENTI DEI LETTORI
  1. gsp 22 Settembre 2014, 10:29

    forza ragazzi. e’ dura, ma l’ambiente e’ dalla vostra parte.

  2. try 22 Settembre 2014, 10:30

    Forza ragazzi, non bisogna mai mollare.
    Noi tifosi siamo amareggiai quando leggiamo certi risultati, ma capiamo che questa squadra ha bisogno di tempo.
    L’importante è che voi dovete essere tutti uniti. Questo è il momento più difficile e lavorando sodo dovete superarlo.
    Forza LEONI!!

  3. tux 22 Settembre 2014, 11:13

    …I primi cambiamenti secondo me li vedremo con i rientri di Zanni Minto e Favaro, un motore fuoriclasse per il Benetton, i novi arrivi sono tutti diamanti ma allo stato grezzo, ossia sono i migliori giocatori di eccellenza, adesso devono diventare giocatori di celtic….

    • Giovanni 22 Settembre 2014, 14:11

      Anche Gori serve come il pane!

      • San Isidro 23 Settembre 2014, 00:52

        e tanti continuano a dimenticarsi dell’ottimo Derbyshire, anche lui infortunato…e se non erro anche Budd è acciaccato…

        • tux 24 Settembre 2014, 17:58

          Non dimentico Derbyshire, parlo dei rientri prossimi venturi (forse), in quanto a Budd , mi chiedo se quest’anno vedremo il ragazzo prodigio di due anni fa’ o la sua versione Lachlustre vista il campionato scorso ? ..

  4. Gigi da Dolo – Ve 22 Settembre 2014, 11:26

    Per com’è adesso Treviso può solo crescere, bisogna avere fiducia.
    Da ricordare che dopo la tempesta viene sempre il sereno.
    Chi semina reccoglie, ma bisogna seminare e fare fatica, tanta fatica (non che adesso non la facciano, anzi, si deve fare fatica in maniera “diversa).
    Si devono conoscere di più, diventare amici.

  5. conan 22 Settembre 2014, 11:54

    Diamo fiducia a Casellato e soci

  6. tonibaruchel 22 Settembre 2014, 11:59

    Cari leoni ci vuole umiltà , non come l’addetto stampa che fa dire proclami
    e che poi vengono rilanciati dai media come , vedrete che sorprese con gli
    Scarlets !!!!!
    Queste sono le sorprese : 43 a ZERO .
    Silenzio e lavorare , no ciacoear !!!!!!
    Questo vale per Amerino e Casellato soprattutto .

    • try 22 Settembre 2014, 12:03

      qui stiamo parlando della squadra non dei media, di quello la squadra deve starne fuori!
      E Zatta e Casellato non mi sembrano per niente poco umili.

  7. marcoV 22 Settembre 2014, 12:01

    però, a vedere la prima meta, vien da pensare che forse non è semplicemente che sul 19-0 si è mollato… forse si è mollato al 19° secondo!
    Dai Leoni, noi tifosi ci crediamo, però c’è da cominciare ad ingranare nelle cose di base, difesa in primis… lottare lottare e non mollare!
    Ora a Newport con tanta voglia di fargliela sudare e di scoprirsi più forti di quello che tutti pensano, squadra compresa. Bisogna muovere lo “0” dalla casella dei punti al più presto e cominciare a lottare fino in fondo, punto su punto.

  8. tonibaruchel 22 Settembre 2014, 12:15

    Caro @try , questi ultimi acquisti sono l’ultimo regalo che il ” nano ” ha fatto
    a Treviso .
    Si dice da tempo che oltre ad essere General Manager della Società, fosse anche procuratore in proprio , cosa eticamente abbastanza incompatibile .
    Questi figiani , samoani e c. , li ga comprai in maceleria parchè i costava poco. I costa de più a darghe da magnar .

    • giomarch 22 Settembre 2014, 12:30

      commento veramente imbarazzante se posso permettermi…
      Munari procuratore di harden, manu, carlisle ecc.
      Ora le ho sentite TUTTE, posso affrontare una settimana di concime biologico con la giusta dose di fatalita’ ed una nuova consapevolezza..

      • mezeena10 22 Settembre 2014, 17:53

        quoto..
        imbarazzante e gratuito, da vera comare..soprattutto senza lo straccio di una misera prova..”si dice..”..puah!!!

    • Spinoza 23 Settembre 2014, 08:00

      Se devi scrivere queste cazzate almeno scrivile in italiano!

  9. giomarch 22 Settembre 2014, 12:26

    Forza Leoni,
    DURI AI BANCHI…

  10. Katmandu 22 Settembre 2014, 12:48

    Una sconfitta a Zero è sempre difficile se non impossibile da giustificare, se pensiamo che han vinto a Llanelli in 13… Detto questo vedere certe cose da atleti di super rugby e internazionali è da far suonare più di un campanaccio d’allarme, la prima meta è di una gravità assurda! Soprattutto al minuto 1 nom si può dimenticarsi la guardia!

  11. tonibaruchel 22 Settembre 2014, 12:50

    Quanti chierichietti buonisti .
    LEONI se ora de tirar fora i cojoni .
    Se succedeva un periodo così , 40 o 50 anni fa non avevano neanche il
    coraggio di presentarsi in Piazza dei Signori .

    • try 22 Settembre 2014, 12:56

      Io dopo 3 giornate faccio il chierichetto.

      • giomarch 22 Settembre 2014, 13:05

        Mi associo a try..
        Io dopo tre giornate faccio il tifoso..
        .. di una squadra di rugby..

  12. tonibaruchel 22 Settembre 2014, 13:01

    @try si caro , ma te ciavitu l’ acqua o el vin ???

    • try 22 Settembre 2014, 14:01

      l’acqua…santa e dopo benediso tutti i sogadori 🙂

  13. edopardo 22 Settembre 2014, 14:01

    al di là delle critiche più o meno sensate credo che nelle nostre 2 celtiche,”lo scrivo qui ma anche in altri posto come proclama”servono subito e immediatamente come nell’era Mallet tecnici specifici per ogni reparto ,dal piede ,ai punti d’incontro alla difesa,alla gestione delle risorse fisiche tutto e tutto perchè noi non siamo come le altre squadre dove i giocatori sono già di livello bisogna farli andare ancora a scuola e farli crescere imparare purtroppo ma è cosi ci siamo involuti da quando non abbiamo più specialisti nelle skill.

    • HumptyDumpty 22 Settembre 2014, 14:24

      Ti do pienamente ragione Edopardo!

    • Sergio Martin 23 Settembre 2014, 00:17

      Quoto. Pure io lo penso da parecchio… Organizzazione. Non si può lasciare niente al caso. Gli altri curano tutto alla perfezione, e continuano a crescere. È il professionismo.

  14. tonibaruchel 22 Settembre 2014, 14:42

    Edopardo , sottoscrivo .

    • vedonero 22 Settembre 2014, 16:37

      Ma chi ve la fatto fare andare in celtic!? Se restavate in campionato a quest’ora eravate vicini alla seconda stella! Ritorni il super 10 con le sue coppe europee, in quanto alla nazionale, se farà passi in avanti, bene! Altrimenti pazienza! Non sarà la celtic a farci diventare come gli inglesi, o francesi ecc ecc.

  15. Katmandu 22 Settembre 2014, 18:16

    bom ho aspettato e finalmente ho potuto vedere pure le statistiche delle 6 gare delle Celtiche (manca ancora Munster Zebre ma penso cambi poco), dire che TV ha pescato una giornata NO è forse anche riduttivo, 28 placcaggi sbagliati, anche se come percentuale non han fatto troppo male, quasi 3 volte i metri concessi palla in mano, il doppio in tutto Difensori battuti, buchi presi, 2 mischie bvinte e 3 perse su propria introduzione, Sgarbi sbaglia placcaggi a a nastro, ma tutti i 3/4 da Campagnaro a Trevisan, solo pratichetti pare abbia giocato ma è veramente un’inezia rispetto al marasma generale, comunque tolta sta piaga d’egitto, è emersa una cosa interessante negli incontri precedenti, sia di TV che delle Zebre, i mediani avversari e terze corrono un “fracco” più di noi, e non importa se dentro c’è haimona, Padovani, Leonard Gori o chi per essi, il primo uomo fuori fa strada, questo è un’indice preoccupante della pressione che portiamo sui raggruppamenti, inoltre hanniamo dei centri che chiudono la partita con 0 metri guadagnati e molti placcaggi sbagliati, estremi che non riescono a correre palla in mano, anche ragusi fa fatica
    ps tanto per dire che razza di sciagura han preso a Llanelli i bianco verdi, han concesso più metri palla in mano in quella singola partita che nelle due precedenti, 606 contro 772…. bene direi….

    • Sergio Martin 22 Settembre 2014, 19:10

      Dati molto interessanti.
      Tu quali pensi possano esserne le cause? Deficit di preparazione, o, al contrario, gambe imballate per eccessivo carico ancora da smaltire? Mancanza di motivazione? Carenze nella preparazione degli schemi e automatismi difensivi? Vari (o nessuno di questi) motivi, o altri?
      Continuo a pensare che, anche se gli altri sono più forti, i nostri non sono più imbelli o fessi…e che sulla carta tutta questa differenza non ci possa essere. Sulla carta, le nostre franchigie dovrebbero potersela giocare – se non con tutte le altre – almeno con buona parte. Bisogna rimuovere le cause del “colabrodo difensivo”… e, in generale, dare un gioco a ‘ste due squadre. Non mi permetto di criticare i tecnici, perché io sono un osservatore da Bar Sport, ma penso che se la macchina perde olio, bisogna smontarla pezzo per pezzo e vedere dov’è il guasto. I numeri che hai citato sono un ottimo spunto.

      • Katmandu 22 Settembre 2014, 19:24

        segio sul serio non saprei, a leggere le statistiche nude a crude si evince che i nostri sono
        1 sotto costante pressione
        2 non riescono a imporsi
        io non sono dentro lo spogliatoio ma penso che ci sia la paura di fare quazzate, anche se certe cose non son minimamente giustificabili, tipo la prima meta Llanelli o la meta del bonus dell’Ulster a Ravenhill, La paura che hanno li porta a prendersi anche la responsabilità del compagno e quindi non han il focus sul proprio lavoro, poi comunque credo che non facciano esercizi mirati ed efficaci per le corse e per i sostegni, sia in attacco che in difesa, ma resta una mia opinione per quel poco che abbiamo visto

        • Sergio Martin 22 Settembre 2014, 22:22

          Sono d’accordo con te: paura, assenza di fiducia, necessitá di analizzare gli errori ed esercizi per rendere automatici i meccanismi difensivi. Ma è anche poco tempo che giocano insieme. C’è da lavorare. Speriamo bene, perchè questi ragazzi meritano di più…

  16. hyperion 22 Settembre 2014, 18:57

    Per quel poco che ho potuto vedere dalle clip video delle highlights sia Zebre che TV a parte il non placcare ed essere inefficaci nei punti di incontro è stato imbarazzante vedere che in attacco gli altri erano sempre numericamente superiori,non è possibile a questi livelli difendere così da cani.

  17. San Isidro 23 Settembre 2014, 01:48

    Queste dichiarazioni significano che comunque c’è una presa di coscienza…come dicevo in questi giorni, naturalmente tre sconfitte su tre con 0 punti in classifica non sono un bel segnale, tuttavia proprio perchè siamo alla terza giornata non dobbiamo allarmarci, d’altronde le squadre che sono immediatamente sopra non è che abbiano fatto così meglio, come i Dragons con soli 2 punti…non mi aspetto chissà quali risultati, ma qualcosa di buono sono sicuro che arriverà…di certo una serie così negativa non è da giustificare, ma la Benetton paga l’assenza di un’amalgama che ancora si deve costituire vista la rivoluzione estiva (e anche nella campagna-acquisti del Treviso ci sono state alcune scelte scellerate)…una cosa però davvero preoccupante (stando anche agli highlights di Scarlets-Treviso) è la difesa biancoverde, mi chiedo perchè non ci sia un tecnico che curi solo difesa (questo vale anche per le Zebre), d’altronde i nostri team celtici hanno uno staff tecnico meno profondo rispetto a quello delle altre franchigie di Pro 12 e questa è un’altra cosa che non si capisce…vediamo che succede a Newport per la squadra di Casellato, se contenessero il passivo e agguantassero il punto di bonus difensivo sarebbe già tanto…
    Tornando agli highlights di Llanelli, almeno stando a quello che si è visto, si è notato, oltre ad errori grossolani in difesa, proprio una scarsa motivazione nei singoli, una negligenza al placcaggio sconcertante, Trevisan e Sgarbi totalmente assenti, ma ho anche visto placcaggi lisciati da parte di Muccignat, Campagnaro ed Esposito, ma sono solo alcuni nomi sennò la lista sarebbe lunga…ok, archiviamo tutto e ripartiamo, ma in campo ragazzi si deve andare con carattere…che poi, quanto alla motivazione, spero davvero che con gli Scarlets sia un episodio perchè a Swansea contro gli Ospreys, seppure il passivo rimediato e l’assensa di un gioco offensivo strutturato, ho visto comunque impegno, tenacia e aggressività da parte di molti…comunque, oltre alla difesa, anche vedendo le Zebre, in queste partite abbiamo sofferto il ritmo e l’intensità degli avversari in modo più evidente rispetto alla stagione scorsa, tuttavia, proprio perchè siamo solo alla terza giornata, pazientiamo…

    • conan 23 Settembre 2014, 09:04

      Come fai a giudicare le prestazione dei singoli vedendo un minuto e mezzo di highlights? Cioè se vogliamo scrivere a tutti i costi perchè abbiamo l’obbiettivo di scrivere 100.000 parole al giorno ok, ma se vogliamo parlare della partita facciamolo quando la vediamo.
      E poi quali sarebbero state le scelte “scellerate” della campagna acquisti dei trevigiani? Magari discutibili,anzi sicuramente discutibili, ma scellerate non ne vedo.

      • Katmandu 23 Settembre 2014, 13:00

        Conan stendiamo un velo pietoso sulla partita di Llanelli, normalmente avresti ragione ma non si può giustificare certe cose viste, detto questo fatti un giretto a vedere le statistiche, placcaggi sbagliati dai 3/4, buchi presi, insomma non han giocato!

      • San Isidro 23 Settembre 2014, 13:39

        @conan, mah…non voglio scrivere a tutti i costi 100.000 parole al giorno (e comunque non devo chiedere il permesso a te per esprimere una mia opinione), mi pare che la riflessione del mio commento sia incentrata sull’andamento generale della squadra…sulla partita ho scritto soltanto 4 righe in base a ciò che ho visto dagli highlights sulle azioni da meta, per giunta ho marcato “almeno stando a quello che si è visto”…chiunque vedendo quegli spezzoni vedrebbe che in quei frangenti la difesa di Treviso è stata orrenda, e Sgarbi e Trevisan non c’erano proprio, e puoi notare anche tutti gli altri che sono stati negligenti sui placcaggi…ovvio che poi è un giudizio parziale sugli highlights…
        Quanto agli acquisti del Treviso, è fin da quest’estate che dico che alcune scelte sono state molto discutibili (so che “scellerate” è un termine forte, ma l’ho usato appositamente, poi ovvio che si può pure non condividere con la mia espressione)…ho sempre detto che almeno un paio di stranieri si potevano evitare per portare su un altro paio di validi giocatori dell’Eccellenza da far crescere (almeno le Zebre hanno preso Padovani, un giovane 10 da far maturare, mentre il Treviso è andata a prendere tre stranieri – Carisle, Christie e Hayward – forti per carità e possono anche ricoprire più ruoli, ma almeno uno non si poteva lasciare in patria per investire su un’apertura di formazione italiana?)…perchè poi, invece di far crescere un giovane mediano italiano di qualità (penso a Violi per es.) sono andati a prendersi un fijano, che per quanto promettente, è alla sua prima esperienza pro? Cioè ma deve essere la Benetton a crescere gli stranieri al posto di giocatori italiani? Perchè poi rilasciare gente come Filippucci e Semenzato che il livello ancora lo valevano? Solo mie modeste opinioni naturalmente…

        • conan 23 Settembre 2014, 14:17

          Guarda che non serve scrivere tante righe per convincermi.
          Lo ripeto, non si può dire che “Sgarbi e Trevisan non c’erano proprio” dopo aver visto si è no 50 secondi di partita.
          Come giudicare scellerate certe scelte in campagna acquisti quando non si conoscono bene le situazioni e i momenti.
          Questo senza voler difendere minimamente Treviso (non ne ho la minima intenzione) perchè prendere 43 punti a zero vuol dire non aver giocato, tutti indistintamente.

          • San Isidro 23 Settembre 2014, 15:55

            non devo convincere nessuno, ho solo replicato ad un tuo commento…ripeto anch’io: non ho dato un giudizio complessivo, ho dato un giudizio in base a ciò che si è visto in azioni salienti della partita e, di nuovo, solo in quelle fasi, è evidente che “Sgarbi e Trevisan non c’erano proprio” e tra l’altro non sono nemmeno un detrattore di Trevisan, come molti altri in questo blog…nessuno conosce bene le situazioni di ogni campagna acquisti di qualsiasi club, a meno che non sia all’interno della società, ma, se permetti, ognuno si fa le sue opinioni in base a quello che succede e alcune scelte dei biancoverdi non le condivido per niente…poi alla Benetton auguro ogni bene in Pro 12…

  18. San Isidro 23 Settembre 2014, 01:51

    E pensare che due stagioni fa a Llanelli la Benetton fece il colpo storico annientando gli Scarlets di fronte al suo pubblico, mi pare 41-17, ve la ricordate?

  19. borghy 23 Settembre 2014, 14:30

    Caro Tonibaruchel, acquista te i migliori giocatori dopo il 5 di Maggio 2013, a parlar davanti un spritz tutti bravi
    Valter Borghetto

  20. tonibaruchel 24 Settembre 2014, 00:38

    Caro borghy ,Valter Borghetto sono d’ accordo con Te non per questo devi acquistare giocatori
    che pesano ma non di peso , perchè Ti costano a pranzo ed a cena oltre che
    costarti le partite .
    Per quanto riguarda gli spriss ( aea trevisana ) presumo ritenendoti tale , sono
    un ‘appassionato delle bollicine francesi , al massimo dell’ area della Franciacorta ,
    pertanto quando dovessi trovarti dalle parti della Vineria ( vicino ai Vigili del fuoco ) o da Michele del Vero Vino a San Paè ( San Pelagio ) chiedi di Toni Baruchel ( pseudonimo, mi farò riconoscere ) e sarai mio ospite e faremo
    quattro ciacoe sul baeon de reby .

Lascia un commento

item-thumbnail

Benetton Rugby: un giovane prospetto azzurro rinnova in biancoverde

Resta nutrita e di qualità la batteria dei centri a disposizione di coach Bortolami per la prossima stagione

item-thumbnail

Benetton Rugby, Riccardo Favretto: “Su di noi crescono le aspettative, ma abbiamo dimostrato di saperle reggere”

Il seconda/terza linea dei biancoverdi punta ad un 2024/25 da protagonista, per riprendersi anche la Nazionale

item-thumbnail

Benetton, Marco Bortolami: “La componente psicologica nel mio lavoro vale un buon 50%”

L'Head Coach dei Leoni ha spiegato il suo ruolo di tecnico e di comunicatore

item-thumbnail

Un altro Puma per il Benetton: ecco Lautaro Bazan Velez

Il mediano di mischia argentino rinforza la rosa dei Leoni

item-thumbnail

Benetton Rugby, Tommaso Menoncello: “La fiducia che il club ripone nei miei confronti è gratificante”

La stella dei biancoverdi e della nazionale vuole alzare l'asticella degli obiettivi di squadra

item-thumbnail

Benetton Rugby: Tommaso Menoncello rinnova il suo contratto con i Leoni

Il trequarti continuerà a fare parte del roster biancoverde