Calvisano cade a Bucarest: i Wolves vincono 18-13

I padroni di casa segnano solo dalla piazzola, dei gialloneri l’unica meta

ph. Daniela Pasquetti

A Bucarest Calvisano è scesa in campo nel match di andata dello spareggio Challenge. I primi quaranta si sono chiusi sul 9-3 per i padroni di casa, avanti grazie ai calci di Florin Vlaicu. Nel secondo tempo è di nuovo la piazzola a muovere al tabellino (18-6), quando arriva una meta che può rivelarsi fondamentale per Calvisano e che vale il 18-13 finale. Il ritorno tra una settimana.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Challenge Cup: programma e formazioni del secondo venerdì

Il probabile esordio di Sergio Parisse, la seconda uscita del Calvisano e molto altro nel venerdì della seconda coppa

22 Novembre 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: la formazione del Calvisano per la trasferta a Pau

Sette Under 21 in distinta gara per Massimo Brunello

22 Novembre 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: il punto sulla coppa cadetta

Cosa è successo nel primo turno, cosa succederà nel secondo e dove vedere le partite delle italiane

21 Novembre 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Dopo Calvisano-Cardiff: l’orgoglio e la sorpresa di Massimo Brunello

L'esordio in Challenge Cup è andato oltre le aspettative per i bresciani, nonostante la sconfitta per 16-38

17 Novembre 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: un Calvisano gagliardo cede solamente nel finale contro Cardiff

I gallesi si impongono per 16-38 riuscendo a risolvere la gara nell'ultimo quarto d'ora

16 Novembre 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: il primo Calvisano europeo della stagione

Massimo Brunello ha scelto i 23 gialloneri per sfidare i Cardiff Blues

15 Novembre 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
  1. aristofane 20 Settembre 2014, 21:55

    Non troppo male, 5 punti sono recuperabili se scendono in campo al massimo della concentrazione.

  2. aristofane 20 Settembre 2014, 22:08

    Comunque, una cosa già detta, ridetta, stradetta: perché non portiamo due o tre formazioni dell’est a giocare in Eccellenza, stanno dimostrando che possono sicuramente dare qualcosa di più alla competizione, anzi, paiono di livello superiore. Il problema sarebbe, probabilmente, che non vorrebbero loro entrare, hanno già un campionato più competitivo del nostro, e senza “mercato” in giro per il globo…

    • aristofane 20 Settembre 2014, 22:08

      Dopo Eccellenza ci va un “?”…

      • Katmandu 20 Settembre 2014, 22:31

        Con o senza il punto interrogativo 😉 ricordati che queste son selezioni dei campionati tolti quelli che giocan fuori dai confini ma più gli stranieri, insomma non son selezioni a tempo perso,come voglion fare in italia, per cui una nazionale fatica contro le due squadre di vertice in Italia, sicuro rispetto ad anni fa son cresciuti ma lo scalino che devon fare è bello alto

        • aristofane 20 Settembre 2014, 22:39

          Non sono poi così sicuro che una selezione faccia meglio di un club per assioma, secondo me conta molto l’amalgama e l’abitudine a giocare assieme, questo per dire che le squadre di vertice rumene potrebbero benissimo reggere il ritmo dell’Eccellenza, anzi…

        • fabrio13H 21 Settembre 2014, 13:11

          Ho letto anche i post che hai scritto più sotto e la penso in modo non molto diverso da te. Teniamo però anche presente che tra i georgiani non ho visto nessun nome che possa far pensare a uno straniero, salvo uno che di nome fa Sandro ma che non penso l’abbiano “rubato” a noi, visto che di cognome fa Koiava 😉 Ho poi trovato l’elenco dei 28 convocati per i RM dell’autunno 2013: solo 8 giocavano in Georgia oltre a uno in Russia che era presente a Rovigo ma, in compenso, mancavano alcuni di quegli 8. Gli avanti della nazionale poi, giocano quasi tutti all’estero e non erano a Rovigo. In definitiva forse 5-6 elementi del giro della nazionale erano nei Caucasians, panchina compresa, anche se va considerato che rispetto a 10 mesi fa alcune novità possono ben esservi. Per quel che riguarda i Lupii Bucuresti, mi pare che vi fossero tre stranieri in formazione, panchinari compresi, oltre al tallonatore Otar Turashvili che è però nazionale rumeno, equiparato od oriundo che sia. Sul resto direi che i 3/4 corrispondono quasi completamente a quelli della nazionale, mentre per gli avanti vi è qualche differenza in più anche perchè diversi giocano all’estero. Quindi qui direi 3 stranieri e, degli altri, circa 2/3 nel giro della nazionale.

    • Maury7 20 Settembre 2014, 22:28

      Come già detto qualche giorno fa,un allenatore inglese disse che c’era una squadra russa che voleva entrare nelle competizioni italiane,quanto sia vera e fattibile la cosa non saprei

      • Katmandu 20 Settembre 2014, 22:35

        Credo sia fantascenza insomma andare e tornare da Roma a S Donà è una cosa andare fino al confine è molto diverso e penso ci vorrebbero soldi che i russi non son intenzionati a spendere senza avere ritorni, e il rugby non muove come il calcio

        • Stefo 20 Settembre 2014, 22:46

          Kat stando la situazione attuale penso che i soldi nel caso siano piu’ un problema dei club di Eccellenza che dei russi…

          • Katmandu 20 Settembre 2014, 22:58

            appunto ma se vogliono i russi devono investire era questo il discorso, ma mi sa che non han molta intenzione nel rugby

          • Stefo 20 Settembre 2014, 23:01

            Kat per me loro possono anche essere interessati non si parlerebbe di budget da 20 milioni per entrare in Eccellenza, poi possono sempre coinvolgere sti qua: http://www.rprl.ru/clubs/club-vva-podmoskove

            Il problema e’ che le Eccellenti non sarebbero mai e poi mai in grado a parte forse (e sottolineo forse) 3-4 squadre.

        • Maury7 20 Settembre 2014, 22:58

          Infatti,certi club si lamentano di fare fatica a muoversi in Italia,figuriamoci ad andare fino in Russia

          • gattonero 21 Settembre 2014, 09:20

            ma se pagassero loro i trasferimenti?
            non c’era lo stesso problema con le celtiche nel venire in Italia? non pagavamo l’obolo da 3mln, in parte,anche per questo?

          • Maury7 21 Settembre 2014, 11:24

            Le celtiche sono squadre professioniste,quelle russe no e quindi tutti i soldi che hanno le celtiche i russi non li hanno,sta li la differenza

  3. Katmandu 20 Settembre 2014, 22:27

    Stesso discorso per Rovigo a campi imvertiti, per il ritorno si parte da 0-0 e 50% di probabilità di passaggio del turno

  4. Rabbidaniel 20 Settembre 2014, 22:38

    La meta finale può essere fondamentale.

  5. Alberto da Giussano 20 Settembre 2014, 22:51

    Sicuramente un bel pomeriggio di rugby , sabato prox, al panoce stadium. Come tutte le partite da “dentro o fuori” e il primo tempo si è chiuso sotto break.

  6. ginomonza 20 Settembre 2014, 22:56

    Kat scusa se te lo dico ma tu sei quello che:
    1) Argentina non ha futuro
    2) il Giappone è buono per far svernare i neozelandesi:
    Il loro campionato e’ inesistente.
    3) rumeni e georgiani devono fare tanta strada.
    Io sono convinto che o georgiani se la giocano anche con le nostre celtiche pensa te 🙂

    • Katmandu 20 Settembre 2014, 23:02

      le celtiche di oggi sicuro, ma il salto che devono fare è lo stesso che dobbiamo fare noi e gli argentini, ma il problema è competere coi migliori, la nazionale loro è più forte del nostro campionato? lo si sa han vinto il torneo estivo che fanno con gli emergenti

  7. Alberto da Giussano 20 Settembre 2014, 22:58

    Brevi dal sito del Calvisano:
    Meta giallonera al 75″ segnata da Di Giulio trasformata da Seymour.
    La partita è finita con 4 cartellini gialli per il Calvisano: Steyn,Cavalieri, Violi, Mbandà

    • Alberto da Giussano 21 Settembre 2014, 07:17

      I cartellini gialli , tutti nel secondo tempo, con 10 m di doppia inferiorità numerica. Tutti dovuti a falli di reazione.

      • fantasyste 21 Settembre 2014, 10:29

        Sono sicuro che Guidi li abbia caricati a dovere dopo la partita ,sicuramente sa di essere rimasto vicino col punteggio che è una buona cosa. e saranno anche motivati a fare meglio al ritorno. Solo Steyn l ho visto un po’ male,forse con il rientro di belardo ,Mbanda giocherà 8.

      • mezeena10 21 Settembre 2014, 12:33

        AdG si sapeva sarebbero stati provocatori..peccato per i cartellini, peccato esser caduti nella loro trappola, ma per il ritorno non ci saranno problemi penso..
        Calvisano puo ribaltare risultato e rumeni! in bocca al lupo!

        • balin 21 Settembre 2014, 21:13

          spetta all’arbitro evitare che certe trappole vengano tese , due tre volte eviti poi ad un certo punto capita di sbottare

  8. fantasyste 21 Settembre 2014, 02:01

    Ciao a tutti. Ero uno dei tre i tifosi presenti alla partita oggi.
    Farò un breve commento:

    Partita che inizia con una supremazia in mischia chiusa con Costanzo e Scarsini (numerosi falli ripetuti non sanciti adeguatamente dall’arbitro irlandese un po’ parziale per i romeni),che non si concretizza soprattutto per troppi falli in campo aperto nonché con un Seymour(2/3e 1/1 ), che sbaglia un calcio in touche che finirà a bordo campo ,poco ispirato..da quell’episodio in 10 minuti Bucarest segnerà 6 punti.

    A parte questo,troppa indisciplina dei Calvini,vittime a dire il vero da un arbitro poco attento a punire i romeni che da parte loro giocano solo con gli avanti e non concretizzano mai a pochi centimetri dalla meta. Il loro 7 (tongano mi sembra)molto buono.

    Lampante la giocata al largo verso Di Giulio che si beve tre avversari e va in meta. Trequarti Calvini buoni ,con rokobaro abbastanza ispirato. Meno quelli rumeni che hanno avuto solo in Vlaicu la vena realizzativa.

    Per il ritorno evitando gli errori commessi qui(molti anche gli in-avanti),sono molto ottimista.

    • malpensante 21 Settembre 2014, 08:20

      Tre tifosi, tre birre e tre coppe.

      • Tanito Tikaram 21 Settembre 2014, 09:39

        “Ero uno dei tre i tifosi presenti alla partita oggi.”
        Non molto incoraggiante per la possibile, futura terza coppa europea

        • fantasyste 21 Settembre 2014, 12:23

          Tre tifosi italiani,il resto dei tifosi saranno stati intorno ai 1200-1300 massimo

Lascia un commento