Colorno, il punto durante la pausa estiva

Michele Slawitz convocato dal responsabile tecnico dell’Italia U20 Alessandro Troncon

La Fondazione Cariparma e la famiglia di Sebastian Vitaloni, tragicamente scomparso lo scorso maggio, hanno erogato due importanti contributi a sostegno dell’Associazione Sostegno Ovale, impegnata nel progetto Bufali Rossi.
Sostegno Ovale è un’associazione Onlus, legata al Rugby Colorno, nata nel 2013. Si pone l’obiettivo di diffondere i sani valori del rugby ponendoli come modello di condivisione per la società civile attraverso iniziative formative e solidali. Tra i progetti più importanti spicca la squadra dei Bufali Rossi, un XV davvero speciale, che conta tra le proprie fila ragazzi tra i 18 e i 30 anni con problematiche di natura psicologica. Sono giovani che nel corso della loro crescita hanno subito un break-down psicologico o psichiatrico e che necessitano di essere reinseriti nel contesto sociale tradizionale. La palla ovale, oltre che strumento per il risveglio muscolare e motorio, diviene mezzo di socializzazione e comunicazione, sinonimo di spirito di gruppo e amicizia.
Sebastian Vitaloni, “Felix” per gli amici, se n’è andato a soli 28 anni. Ha giocato nel Lunigiana Rugby, nel Rugby Garfagnana e nel Rugby Spezia. Avrebbe dovuto iniziare la sua avventura nel Rugby Colorno. La sorella Arianna spiega il motivo che ha portato alla scelta di donare un contributo all’associazione parmense: “Quando mio fratello venne a Colorno per i primissimi allenamenti, la nostra famiglia conobbe Sostegno Ovale. Al momento della sua scomparsa volevamo fare qualcosa d’importante che unisse il mondo del rugby alla solidarietà. Questa associazione rispecchia in pieno i nostri intenti”.
Maria Teresa Gaggiotti, presidente di Sostegno Ovale, esprime il proprio gradimento per l’attenzione ricevuta: “Un grazie speciale ai famigliari di “Felix”; il nome del ragazzo sarà impresso sulla maglia ufficiale dei Bufali Rossi. Siamo inoltre felici del fatto che una realtà importante come la Fondazione Cariparma abbia accolto con generosità la nostra richiesta di contributo. L’obiettivo di formare una squadra che utilizza il rugby come strumento di riabilitazione per giovani che hanno avuto momenti difficili nella loro crescita sta andando a buon fine.”.
Rugby Colorno e Lunigiana Rugby Asd si sono incontrati nel pomeriggio di ieri anche per istituire un torneo dedicato agli under 18 che si terrà il 13 o il 14 settembre a Groppoli di Mulazzo (MS). L’evento sarà intitolato a Sebastian Vitaloni e nel corso delle premiazioni verrà consegnato il premio speciale “Solidarietà”, intitolato alla memoria del colornese Filippo Cantoni. Il torneo sarà l’occasione per vedere sul campo i Bufali Rossi. Si sta lavorando per poter creare un momento di incontro con una formazione di Prato che segue gli stessi intenti dei Bufali.

Il Consigio Federale della Fir ha ufficializzato la composizione e la formula dei campionati per la stagione 2014 – 2015. La Serie A, categoria in cui milita l’HBS Colorno, è suddivisa in quattro gironi da sei squadre ciascuno, individuati secondo aree geografiche. Si partirà il 5 ottobre 2014.
Il Rugby Colorno è inserito nel Girone 2 con Rugby Brescia, Patarò Lumezzane, ASR Milano, RC Valpolicella, Franklin&Marshall Cus Verona.
Il coach biancorosso Michele Mordacci commenta la composizione del girone: “È un girone impegnativo che conta quattro squadre della A 1 della scorsa stagione e due neopromosse. Con la buona campagna acquisti che sta portando avanti, l’ASR Milano è diventato competitivo, non sarà facile affrontarli. Il Brescia può essere la sorpresa del girone, nella seconda parte dello scorso campionato hanno vinto diverse partite. Nel Lumezzane giocano molti ex giocatori del Brescia che potranno dare alla rosa un contributo importante. Il Verona ha cambiato tecnico, sulla loro panchina adesso siede Antonio Zanichelli, ha un curriculum importante maturato tra Viadana e Aironi, saprà portare la sua esperienza a un gruppo che è sulla buona strada”. Con Brescia e Verona, la passata stagione c’è stato grande equilibrio. Discorso a parte per il Valpolicella: “Stiamo parlando della nostra bestia nera, due sconfitte su due nello scorso campionato. Ci teniamo a fare bella figura, lo dobbiamo anche ai nostri sostenitori”.
Il coach Mordacci, che troverà ufficialmente i suoi ragazzi il 19 agosto, giorno in cui comincerà ufficialmente la nuova stagione di allenamenti collettivi, fissa i primi obiettivi: “La pool promozione è l’obiettivo che ci poniamo adesso. L’anno scorso siamo partiti forte, poi abbiamo avuto un calo. È necessario capire al meglio come affrontare ogni partita non solo dal punto di vista tattico, ma anche da quello fisico. L’augurio è quello di essere un poco più fortunati rispetto alla passata stagione. Gli infortuni ci hanno penalizzato, Contini e Pace, per esempio, non hanno potuto dare pienamente il loro contributo”.
Di seguito il comunicato della Federazione riguardo la formula del Campionato di Serie A 2014 – 2015:
Campionato Italiano di Serie A 2014/2015 (Campione in carica: L’Aquila Rugby)
Il Consiglio Federale ha deliberato composizione e formula del Campionato Italiano di Serie A 2014/2015, al via il 5 ottobre 2014 e valido per l’assegnazione del titolo di Campione d’Italia di Serie A e per la promozione nel Campionato Italiano d’Eccellenza 2015/2016.
Confermate le ventiquattro squadre al via ma nuova formula per il campionato cadetto che si articolerà su due fasi.
La nuova composizione prevede la suddivisione delle ventiquattro squadre partecipanti in quattro Gironi da sei squadre ciascuno, su base territoriale, con formula all’italiana con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascuno dei gironi sottostanti:
Girone 1: Cus Genova, Pro Recco, Rugby Lyons, Piacenza Rugby, Rugby Reggio, Cus Torino
Girone 2: Rugby Brescia, Patarò Lumezzane, Rugby Colorno, ASR Milano, RC Valpolicella, Franklin&Marshall Cus Verona
Girone 3: Rugby Udine, Valsugana Padova, Rubano Rugby, Ruggers Tarvisium, Rangers Vicenza, Zhermack Badia
Girone 4: Gran Sasso Rugby, Accademia FIR, UR Capitolina, Firenze 1931, UR PratoSesto, Cus Perugia
Al termine della prima fase, le prime tre classificate di ciascun girone parteciperanno a due ulteriori gironi (Pool Promozione) da sei squadre ciascuno, con gare di andata e ritorno e qualificazione alla semifinali per la prima e la seconda classificata di ciascun girone secondo il seguente schema:
Pool Promozione 1: 1°, 2° e 3° classificata dei Gironi 1 e 4 della prima fase
Pool Promozione 2: 1°, 2° e 3° classificata dei Gironi 2 e 3 della prima fase
Le semifinali avranno luogo, con gare di andata e ritorno (10/17 maggio), secondo il seguente schema:
1° classificata Pool Promozione 1 v 2° classificata Pool Promozione 2
1° classificata Pool Promozione 2 v 2° classificata Pool Promozione 1
Le vincenti del doppio turno di semifinale si affronteranno, in gara unica in campo neutro, nella Finale-promozione del 24 maggio che conferirà alla vincente il titolo di Campione d’Italia di Serie A ed il diritto a partecipare al Campionato Italiano d’Eccellenza 2015/2016.
Le peggiori tre classificate di ciascun girone parteciperanno a due ulteriori gironi (Pool Salvezza) da sei squadre ciascuno, con gare di andata e ritorno, secondo il seguente schema:
Pool Retrocessione 1: 4°, 5° e 6° classificata dei Gironi 1 e 4 della prima fase
Pool Retrocessione 2: 4°, 5° e 6° classificata dei Gironi 2 e 3 della prima fase
Retrocederanno direttamente in Serie B le ultime due classificate di ciascun girone.

Colorno, 01 Agosto 2014 – Grande soddisfazione per il Rugby Colorno; Michele Slawitz, nei giorni scorsi, ha ricevuto la convocazione dal responsabile tecnico dell’Italia U20 Alessandro Troncon. Il nome del colornese figura tra i 30 atleti che faranno parte della Selezione Sperimentale in partenza per l’Irlanda. Slawitz, che frequenterà l’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” di Parma per la stagione sportiva 2014/2015, ha risposto con entusiasmo alla convocazione, senza nascondere la sua emozione: “Sinceramente per quest’anno non mi aspettavo di essere convocato, è stata una bellissima sorpresa. Partire per un Paese rugbisticamente così prestigioso con Troncon e l’intero staff, per me è un grande onore”.

Michele ha Colorno nel cuore: “Un grazie alla società che mi ha visto crescere, ho indossato quella maglia a cinque anni e me la sento ancora addosso. Andare via è stato triste – ha detto il giovane trequarti – anche se sono consapevole dell’opportunità che mi aspetta. Vorrei tornare a giocare a Colorno prima o poi”. Il giovane atleta si è inoltre aggiudicato, lo scorso 2 giugno, la borsa di studio “Filippo Cantoni”, dedicata al Rugby Colorno under 18. La Selezione Sperimentale Under 20 affronterà il Munster Under 20 l’8 agosto, il Connacht Under 20 il 13, l’Ulster Under 20 il 18 e il Leinster Under 20 il 23.

Colorno, 5 Agosto 2014 – Benvenuti nell’antica terra dei Dragoni, dove il rugby è cultura, prestigio e storia. Il coach del Colorno Michele Mordacci e l’assistente Paolo Bettati sono stati ospiti, nei giorni scorsi, dell’accademia gallese Eirias Park Rugby Club che ha sede nella città di Colwin Bay. La bella località, affacciata sulla baia di Liverpool, appartiene alla contea di Conwy, di cui rappresenta uno dei centri principali. È noto che le fresche estati e gli inverni miti siano scossi da improvvise folate di Foehn Winds che giunge da sud portando con sé la passione viscerale per il gioco del rugby.

La concezione che i gallesi hanno della palla ovale è profonda, radicata a tutti i livelli del tessuto sociale. A guidare i tecnici c’era Alex Schwarz, al Colorno nella stagione 2011 – ’12. I biancorossi sono stati invitati ad assistere alle sedute di allenamento della prima squadra, che milita nella Championship, seconda divisione gallese, e dell’Under 18. Sono diversi gli aspetti che hanno lasciato il coach Mordacci senza fiato:

“A primo impatto, la cosa che impressiona maggiormente è il centro sportivo, un’eccellenza assoluta sotto tutti i punti di vista. Poi c’è il comportamento degli atleti che, ci tengo a sottolinearlo, non sono professionisti, ma molto professionali. Arrivano al campo prima che inizi l’allenamento e partono in autonomia con un pre riscaldamento. Si autogestiscono, sono disciplinati, hanno un’impostazione e una filosofia estremamente efficace. Alla fine della seduta l’allenatore non ha bisogno di dire ai ragazzi di raccogliere il materiale utilizzato e portarlo nel ripostiglio: fanno tutto in automatico”.

L’obiettivo è quello di portare in valigia un poco delle loro abitudini e metterle in pratica sui campi di via Ferrari.

“In Galles hanno attrezzature e mezzi che noi non abbiamo, quindi mi accontenterei di esportare solamente il loro modello mentale, di approccio”.

Lo staff dell’Eirias si è messo a disposizione dei colornesi che hanno assistito anche al briefing di fine seduta. Il soggiorno in Galles è stata l’occasione per conoscere il pilone gallese Oliver Hughes, che giocherà a Colorno per la stagione 2014/2015.

“Lo abbiamo visionato con immenso piacere. Si allena già da 5 settimane, è in ottima forma. Abbiamo fatto un acquisto di spessore, non vedo l’ora di averlo a disposizione sul campo il 19 di agosto”.

Anche Paolo Bettati è apparso entusiasta della “trasferta”:

“Mi è piaciuto il fatto che in prima squadra giochino tanti giovani. Chi non apprende una parte dell’allenamento è seguito, incitato, fino a che l’obiettivo non è raggiunto. Ci si sprona tra compagni, c’è uno spirito di gruppo sensazionale”.

Colorno, 30 Luglio 2014 – Cosetta Falavigna è il nuovo presidente del Rugby Colorno. L’annuncio è stato ufficializzato nel corso dell’assemblea dei soci tenutasi ieri sera. Subentra al posto di Mario Padovani, storico dirigente biancorosso che ha ricoperto l’importante carica dal ’94 a oggi. Padovani lascia per impegni di lavoro, ma continuerà ad orbitare intorno all’amato club dando il proprio contributo.

“Siamo partiti dalla Serie C ottenendo, nel corso degli anni, ottimi risultati sia in campo che fuori. Lascio per motivi di lavoro e anche per dare un segnale, lanciare un invito a trovare forze nuove che possano dare il proprio contributo ad una realtà importante sotto tutti gli aspetti”. Cosetta Falavigna sarà presidente pro tempore: “Cosetta ha accettato l’input del consiglio e per questo le siamo tutti grati. Se però ci fosse qualcuno pronto a candidarsi si andrà alle elezioni, altrimenti si procederà in questa direzione. Ringrazio tutti coloro che in questi anni ci sono stati vicini, chi ha speso il proprio tempo libero per questa società. Senza queste persone non saremmo arrivati dove siamo ora”. Le prime parole del nuovo presidente Cosetta Falavigna: “Grazie a tutti per la fiducia. Mario per fortuna non sparirà, ci sarà come appoggio e metterà a disposizione la sua esperienza. Da parte mia ce la metterò tutta per non deludere le aspettative anche se sono consapevole che l’operato di Mario e la sua presenza nella società, in tutti questi anni, sono stati molto importanti”.

Chiunque volesse avere maggiori informazioni su come fare parte del consiglio, sulle modalità di candidatura a presidente può inviare una mail a info@rugbycolorno.it.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Una giovane atleta della Partenope Rugby scelta come mascotte di Land Rover Italia alla RWC 2015

Giusy Ambrosio il prossimo 4 ottobre volerà a Londra per assistere a Italia-Irlanda

6 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

A scuola di rugby e di valori con un maestro d’eccezione: Diego Dominguez

Concluso il Gruppo Mediobanca Rugby Camp, lunedì inizia il Diego Dominguez Rugby Camp

4 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: Domenica 21 a Roma seconda tappa del torneo Under 12

Dopo il successo di Padova nuovo appuntamento sul campo della Capitolina

16 Giugno 2015 Club
item-thumbnail

ASD Rugby Sambuceto 2008 cerca tecnici per la stagione 2015/2016

La società abruzzese attende candidature

28 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: domenica a Padova in campo le under-12 venete

Si replica domenica 21 giugno a Roma alla Capitolina

27 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Torneo old Maledetti Toscani: scendono in campo agonismo e goliardia

Appuntamento sabato 16 allo stadio Chersoni di Iolo

12 Maggio 2015 Club

Lascia un commento