Rugby e strutture: la palla ovale esce sconfitta dalla partita sul Vigorelli

Vincono ciclisti e Consiglio di Stato, il Comune di Milano deve alzare bandiera bianca: “Niente gare ufficiali di rugby nel Velodromo milanese”

“Il Vigorelli non potrà essere utilizzato per competizioni ufficiali di rugby. Qualche squadra potrebbe allenarsi e prepararsi ma le dimensioni del prato non potranno consentire lo svolgimento di partite e gare di tornei nazionali e internazionali”. Così l’assessore allo Sport e al Tempo Libero del comune milanese Chiara Bisconti ha annunciato questa mattina in un intervento telefonico a Radio Popolare la conclusione della vicenda legata alla ristrutturazione del Vigorelli. Una conclusione che certo non sorride al rugby e che l’Amministrazione Comunale ha dovuto far sua di buon grado dopo l’intervento del Consiglio di Stato.
Ricordiamo che il Comune voleva trasformare il Velodromo in un moderno impianto polifunzionale in grado di autostenersi economicamente in cui era prevista la rimozione della pista di velocità per il ciclismo, sostituendola con una removibile. Scelta contestata dalle associazioni ciclistiche – nonostante quella pista sia inutilizzata ormai da davvero tanti anni – che hanno portato la questione a Roma al Ministero dei Beni Culturali dove la struttura è stata vincolata dalla dicitura “patrimonio storico” facendola diventare quasi intoccabile.
Ora, oltre al ciclismo (si spera…), potranno tenersi manifestazioni sportive di football americano o hockey su prato. Sport che richiedono un campo regolamentare più piccolo di quello di rugby.
Ricordiamo infine che anche il presidente FIR Gavazzi aveva balenato l’ipotesi di portare a Milano, proprio al Vigorelli, le Zebre.
“Per noi è un piano B – ha detto a Radio Popolare la Bisconti – La nostra prima opzione, uscita sconfitta, continuo a considerarla migliore e dotata di una sostenibilità con più ampie ma la scelta del Consiglio di Stato ci obbliga a dirigerci verso una soluzione più conservativa. Spero ovviamente per la città che si riveli fruttuosa”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia: Tommaso Menoncello fuori per le prime due partite del Sei Nazioni

Lo ha annunciato Kieran Crowley, che ha anche detto che i giocatori più giovani potrebbero essere rilasciati alla under 20

28 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Crowley: “Al Sei Nazioni sempre in campo con il miglior XV”

Il tecnico neozelandese ha detto che non farà turnover per puntare ad una partita in particolare

28 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2022: il calendario delle partite del Galles

Tre trasferte molto impegnative per i Dragoni campioni in carica

28 Gennaio 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

E infine accadde: gli Exeter Chiefs cambiano logo

Il club mantiene il nome, ma cambia il simbolo del pellerossa con uno di più appropriata appartenenza culturale

27 Gennaio 2022 Foto e video
item-thumbnail

Sei Nazioni: TikTok sarà il title sponsor del Torneo femminile

Accordo di partnership con la piattaforma social che comprenderà anche le altre categorie della competizione e i test autunnali

27 Gennaio 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Benetton: tre esordienti nella formazione che sfiderà i Dragons

Giacomo Da Re e Matteo Meggiato in campo. Tommy Bell in panchina. Insieme a loro tanti giovani per una sfida fondamentale