Le Zebre battono ancora i Cardiff Blues? In Galles si arrabbiano…

Per il secondo ko contro i bianconeri nell’arco di una stagione la stampa gallese parla di “ignominia”. E poi c’è la meta annullata

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Pesso 3 Marzo 2014, 10:56

    In effetti…ma che ostruzione ha visto?
    Complimenti per l’inglese del TMO, comunque…

  2. ignorante2013 3 Marzo 2014, 10:58

    “the Blue player was back” mah

  3. berton gianni 3 Marzo 2014, 11:06

    Mi dispiace solo che non era contro una squadra inglese… 🙂

    • Full Back 3 Marzo 2014, 11:16

      ma guarda, sono Irlandese ma devo dire che non mi dispiace nemmeno un po’! Ho ancora legato al dito la meta che è stato concesso al Galles al millenium con il pallone sbagliato…meta che ha ribaltato il risultato a loro favore e senza la quale Irlanda poteva ancora contendere per la 6ns.
      “What goes around comes around” è la frase che mi viene in mente!

      • mezeena10 3 Marzo 2014, 11:25

        non è la stessa cosa, la fu una furbata dei giocatori gallesi, il tmo non venne neanche preso in considerazione..
        qui c’ è un “furto” perpetrato ai danni di una squadra da un tmo pessimo, oltre che per l’ inglese parlato, anche per la decisione presa!
        scommetto sarà l’ ultima apparizione di questo signore nel torneo celtico..
        la frase che ti viene in mente, scusami se te lo dico, è tipica di un altro sport, si chiama “compensazione”, semplicemente antisportiva!!!
        poi se piace vincere così..

        • Full Back 3 Marzo 2014, 12:08

          dunque, non è venuta nello stesso modo, ma è la stessa cosa nel senso che il risultato è stato determinato da una decisione sbagliato da parte del arbitro, che tra altro ha anche chiesto al guarda linea se era il pallone giusto.
          Proprio perchè era quello che tu chiama “una furbata” (io lo chiamo imbrogliare) io dico che li sta bene e dovrebbe lamentare poco.
          La frase che ho usato (permetti che sono madra lingua) è relativo al Karma e non c’entra un cazzo nè “compensazione” nè antisportività! Antisportiva per me è ciò che tu chiami “furbata”….poi se piace vincere così…

        • mezeena10 3 Marzo 2014, 12:13

          continui ad errare..la decisione sbagliata è del tmo non dell’ arbitro..
          che peraltro, all’ esordio, ha arbitrato benissimo..
          piu con un fluente italiano, al contrario del suddetto tmo..
          sono madrelingua anch’ io e so bene a cosa si riferisce la frase, contesto l’ uso in questo contesto! con molta semplicita e calma..

          • Full Back 3 Marzo 2014, 12:36

            l’Arbitro chiede il TMO se vede qualcosa che non va, mi puoi dire che cosa ha visto? Come ha preso la decisione ostruzione da “blue is back” sa solo lui.

            Sei madrelingua Inglese? Veramente credi che “what goes around comes around” sia una frase antisportiva??? Mi vengono molti dubbi!

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 13:05

            no NZ..inglese manco morto!

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 13:06

            e poi dove avrei scritto che è una frase antisportiva??? lo dici tu non io!!!
            ma poi sta un po calmino..
            e i dubbi vengono anche a me..

          • Full Back 3 Marzo 2014, 13:45

            dunque, “la frase che ti viene in mente, scusami se te lo dico, è tipica di un altro sport, si chiama “compensazione”, semplicemente antisportiva!!!”
            …qui lo dici.
            Non cè bisogno di dirmi di stare calmino, mica che mi agito, mi vedi mettere dei punti esclamativi tre alla volta da qualche parte? Semmai quelle da domande perchè rimango perplesso dal tuo intervento.
            “Madrelingua Inglese” doesn’t refer to your nationality fella, it means English is your first language. If you’re a Kiwi then you should know exactly what “what goes around comes around” means…that’s where my doubts lie. The phrase I’ve quoted above is the one you wrote and it implies that the common saying referring to Karma is unsportsmanlike, that doesn’t make any sense whatsoever.

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 14:38

            se scrivi “non centra un cazzo” per me ti agiti eccome!

          • Full Back 3 Marzo 2014, 14:41

            ma va là mezeena, vuoi fare pure il permaloso? Ti scandalizzi per la parola “cazzo”?
            Non c’entra un cazzo, vuol dire solo quello, con molto calma 😉

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 17:05

            rileggi i messaggi e risponditi! e vedi poi chi tra i due è permaloso! anzi!!!

          • Full Back 4 Marzo 2014, 12:33

            beh rileggendo confermo che ti trovo permaloso…poi?

          • Full Back 4 Marzo 2014, 12:47

            vedo dal poster che sei venuta dalla mia alla fine!

            Keep Calm and Let Karma screw You….exactly what happened the Welsh 😀 😉

          • mezeena10 5 Marzo 2014, 09:23

            ho riletto con piu attenzione quel che hai scritto in inglese, ribadisco, tu sei irlandese quanto io sono italiano! pinocchio!

          • Full Back 5 Marzo 2014, 13:08

            haha, good man yourself I’ve from a county called Westmeath in the midlands, otherwise known as “the lake county”. What did I write, pray tell, that lent doubt to that, and why I ask would I pretend to be Irish?
            I don’t know if you’re a dumb kiwi with a poor grasp of the english language or a dumb Italian who poses as a Kiwi to lend credibility to his opinions on rugby.
            Either way you’re a presumptuous ass in my opinion.
            (“are you mother-tongue english?” “no, NZ” haha, fucking genius you are)

          • mezeena10 5 Marzo 2014, 14:27

            go back to primary noog! u mofo!

          • Full Back 5 Marzo 2014, 14:37

            “go back to primary noog”? Come on now fella, you can do better than that surely.
            Do you know what Noog means? I didn’t myself, it’s not the sort of crap I’d use or am used to, but on looking it up I found the definition “someone who looks good and is buff”…why cheers! Not sure how you know what I look like but it sounds about right 😉

  4. tergestum 3 Marzo 2014, 11:09

    che goduria, anche loro provano cosa vuol dire essere….dall’altra parte.
    non sarà sportivo ma ripaga di tante secchiate di m….a prese dagl’arbitri di lassù

    • SAMU 3 Marzo 2014, 11:18

      eh vabè, ma mica puoi metterti a fare queste cosine da bambini di 3 elementare.Non si finisce piu.

    • Pesso 3 Marzo 2014, 11:59

      Non so, io sono dell’idea che due torti non fanno una ragione…

  5. M. 3 Marzo 2014, 11:12

    Hanno solo ragione, la meta era validissima.

  6. HumptyDumpty 3 Marzo 2014, 11:14

    Per me e’ avanti, non capisco “the blue player was back” e quindi non e’ try … Avanti mi sembrava anche la seconda meta della Scozia contro Italia ma vabbe’, noi sempre muti, gli altri hanno sempre diritto di lamentarsi. C’est la vie!

    • mezeena10 3 Marzo 2014, 11:28

      parlano di “obstruction”..e non è avanti..

      • HumptyDumpty 3 Marzo 2014, 11:37

        Ma dov’e’ l’obstruction? non se capisse gnente!!!! per me the blue player was(n’t) back 😉

        • mezeena10 3 Marzo 2014, 12:33

          lo dicono chiaramente..oddio chiaramente il tmo non tanto 😀

          • M. 3 Marzo 2014, 13:38

            la frase è riferita al fatto che l’arbitro gli aveva chiesto se aveva visto il numero del giocatore che aveva fatto ostruzione. E Dordolo ha detto: Blu player was back… 🙂

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 13:43

            😀

    • maxsavo 3 Marzo 2014, 11:59

      l’ostruzione a cui si riferisce il tmo è questa del n.20 (il numero si vedrà dopo) dei Blues su Ferraro:
      http://2.bp.blogspot.com/-HNBaK4nJHFk/UxJzUlpo20I/AAAAAAAAAto/AJj7FXLGZCQ/s1600/obs_zb.png
      Quando Ferraro si gira per spostarsi lateralmente a coprire il buco si trova il marcantonio che non lo fà passare, appena sufficiente per creare il gap e il 2 contro 1 su Trevisan e la meta.
      A scanso di equivoci non sto dicendo che fosse vera ostruzione perché è lieve e ce ne sono mille così in una partita, tuttavia l’intenzione del n.20 di bloccare c’è (anche se quello fa finta di niente) e sempre imho è abbastanza decisiva per creare la superiorità numerica al largo.

      • maxsavo 3 Marzo 2014, 12:02

        non si discute che sia più un’ingenuità della difesa che di fallo avversario..

      • Appassionato_ma_ignorante 3 Marzo 2014, 13:40

        GRAZIE MAXSAVO. Finalmente qualcuno che spiega e fa capire la pur discutibile decisione anche a un ignorantone come me che non ci aveva capito un ca§§o. L’avevo chiesto già sabato, ma tutto quello che si è letto è “ladrata sì/no” e discussioni più o meno sensate sulla legge del karma o del contrappasso.

      • Full Back 3 Marzo 2014, 14:06

        Perdonami, ma da quello che vedo, l’unico difensore che poteva essere bloccato dal giocatore di Cardiff è in posizione di fuori gioco, ovvero ben davanti al ultima piede dalla sua parte.
        Se è questo che guardava il TMO allora “Blue player is back” cioè il giocatore blue è indietro, può anche essere che stava dicendo che tornava indietro. In quel caso mi pare che la decisione è dovuto ad un equivico grazie alla lingua. Ma dico, al di là di tutto, non sarebbe neccessario che tutti gli arbitri(che devono lavorare insieme per una partita) parlano la stessa lingua???

        • maxsavo 3 Marzo 2014, 14:37

          Full Back ti ripeto il tmo dice “the blue player was back” per rispondere alla domanda dell’arbitro che gli chiede il numero di maglia del giocatore che ha fatto ostruzione

          • Full Back 3 Marzo 2014, 14:44

            “può anche essere”….è un opinione. Sei molto catagorico mezeena, ma potrebbe anche essere (sempre un opinione la mia) che quello che tu hai capito (da madrelingua Inglese) e quello che ha capito il TMO (tutt’altro) siano due cose diverse!
            Poi oh, magari tu c’eri lì assieme a lui nel terzo tempo e avrete anche parlato, chissà….

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 17:07

            oh ma anche quando non c’ entro una minchia mi ci tirate dentro??? full back che problemi hai?????

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 17:08

            e mettiti un paio d’ occhiali!

          • San Isidro 4 Marzo 2014, 03:08

            ahahaha…in effetti…
            il povero @mez è sempre tirato in mezzo….
            mez, attenzione a qualche ritorno…

          • mezeena10 4 Marzo 2014, 08:32

            ma dimmi tu san! e sto bazzicando appositamente meno in questo periodo (quando vedo scritte certe castronerie non mi trattengo!)!
            e non è che ogni nuovo babbeo che spunta fuori devo raccontare la storia della mia vita o allegare il c.v. per avere credibilita e stare tranquillo..leggi st’ altro minus habens piu su e dimmi se è normale relazionarsi cosi!!!
            questo come quell’ altro, quello che calcia d’ esterno i piazzati ahahahah

          • Full Back 4 Marzo 2014, 12:37

            perdonami Mez, vedendo il “ti ripeto” non ho prestato attenzione al nome. Non avendo scritto con Maxsavo non capisco il “ti ripeto”.
            Per quanto riguarda il cv, non dà nessuna credibilità, o uno si trova d’accordo con i commenti o non si trova d’accordo. Ci ne sono di Italiani che capiscono quanto se non di più di tanti neozelandesi o Irlandesi di Rugby, che la loro nazionale o altro non porta risultati è un altra paio di maniche.

            Cmq stai un po’ calmino eh….

  7. Hullalla 3 Marzo 2014, 11:17

    Questa (e gli altri commenti nei vari blog in rete) e’ per quelli che, quando qualcuno osa criticare gli arbitri sul blog, dicono: “le critiche agli arbitri sono solo per gli Italiani pallonari che non capiscono niente dello spirito del rugby… invece nelle altre nazioni evolute rugbysticamente…”.
    Questa e’ l’altra medaglia del professionismo: si sapeva fin dal momento in cui si e’ scelto il professionismo che prima o poi queste cose sarebbero arrivate anche nel rugby, che piaccia o no (e a me non piace, ma bisognava dire prima che non si voleva il professionismo, non adesso)

    • mezeena10 3 Marzo 2014, 11:30

      che c’ entra l’ arbitro? ha arbitrato molto bene, all’ esordio tra l’ altro..
      la furbata l’ ha fatta il tmo, dordolo, prima col suo pessimo inglese manco elementare, in seguito con quell’ assurda e molto controproducente decisione..
      ma questa è una mia opinione..
      se vi piace vincer cosi…

      • Hullalla 3 Marzo 2014, 13:08

        Io non sono mai entrato nel merito della questione.
        Sottolineavo che anche nel Galles patria del rugby duro e puro ci si lamenta degli arbitri (e/o dei TMO, se preferisci…).

  8. Mtt 3 Marzo 2014, 11:17

    “Stacce”, come di dice a Roma.

  9. Spinoza 3 Marzo 2014, 11:19

    Vedrete, questa la purghiamo presto. Non ci sono dubbi. Comunque il TMO inadeguato già dalla prima meta quando per il suo inglese fluente quasi ce la fa annullare.

    • Hullalla 3 Marzo 2014, 13:10

      Veramente oltre a crocifiggere il TMO che non parla Inglese io crocifiggerei anche l’arbitro che non parla in Italiano.
      E’ un professionista anche lui, o no?

      • mezeena10 3 Marzo 2014, 13:12

        sbagli..l’ irlandese parlava in italiano coi giocatori delle zebre..e bene pure!

        • Dagoberto 3 Marzo 2014, 13:27

          quindi l’arbitro parlava bene l’italiano e da cosa l’hai valutata questa competenza, dall’unica parola usata con continuità; l’ascia e qualche altra ancora? non ti sembra un po’ poca cosa per considerare una conoscenza sufficiente, anzi, a tuo giudizio pure buona ?

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 13:40

            ma l’ ascia di guerra?

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 13:42

            e mi baso anche sulla pronuncia..dordolo neanche quelle 4 parole in croce è riuscito a dire in inglese..ergo…

        • Hullalla 3 Marzo 2014, 14:02

          Se parlava cosi’ bene in Italiano, perche’ non ha chiesto al TMO di parlare in Italiano?

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 14:20

            per forma..la lingua ufficiale è l’ inglese! sai bene perche dai..non fare il puntiglioso 😉

          • Hullalla 4 Marzo 2014, 00:13

            la lingua ufficiale… de che?!?!/

          • mezeena10 4 Marzo 2014, 08:41

            si vabbe hulla, pensavo fossi una persona piu sveglia..o ci sei o ci fai..
            anche il mio cane sa che l’ inglese è la lingua ufficiale del rugby, ovunque tranne che in italia (paese dell’ autoreferenza spinta!)..
            anche i “dilettanti” argentini usano i termini inglesi insieme alla loro lingua (es. los forwards los backs el knock-on etc.)..
            qui è italianizzato tutto, a cominciare dalla mentalita! normale anche i risultati siano raffazzonati!

          • Full Back 4 Marzo 2014, 12:40

            Figa Mezeena, non è che ti puoi lamentare di come la gente scrivano se assumi questi toni.

            Te lo dico io visto che sono straniero anche io, se non ti piace l’Italia e la sua mentalità ci sono un sacco di aereoporti che ti possono portare altrove.
            😉

          • mezeena10 4 Marzo 2014, 19:08

            ma perche ti immischi dove non c’ entri un belino? qui chi si lamenta non son certo io, il whore moaning non lo faccio certo io..
            te sei straniero quanto io sono italiano (si dice ” what happened to the welsh” non “happened the welsh”..per la cronaca! e che inglese formale hai scritto su, sembri un libro stampato)..
            so keep calm noogy, you’re beating up the wrong guy cuz! so mr sour grapes leave me alone and piss off you and your smartass mouth, you’re a real wanker buddy! is that clear??? bye

          • Full Back 5 Marzo 2014, 13:14

            let me get this straight, if I don’t make grammatical errors that means I mustn’t be Irish? What sort of fucking twisted logic is that?
            I (and most people who speak english as a first language with an IQ above 80) would say “what happened to the Welsh”, when writing or speaking.
            “you’re beating up the wrong guy cuz” ??? Are you for real? Mr sour grapes? Do you know what sour grapes means? It’s completely irrelevant and out of context here (that phrase might be a bit complicated for you, but if you sit down and try hard you might get through it).
            “Is that clear?”…well no actually, not much of what you say is. Tell me, where in Italy do you live, I wouldn’t mind meeting at a Pro12 game sometime, face to face might make things a wee bit clearer don’t you think?

          • Full Back 5 Marzo 2014, 14:25

            “ma perche ti immischi dove non c’ entri un belino?”, penso che Hullalla potrebbe chiedere la stessa cosa a te.
            La risposta cmq è che è un forum.

          • mezeena10 5 Marzo 2014, 14:30

            ma tutti io li trovo??? mah!

  10. pippobrutto 3 Marzo 2014, 11:47

    secondo me il tmo ha sbagliato, e concordo sul fatto che non si può mandare un tmo che parla inglese in questo modo. detto questo, sia le zebre che il benetton hanno subito torti arbitrali che sono costati la vittoria (zebre-scarlets, ad esempio, o benetton-leinster).
    ora cos’è, contro di noi si può sbagliare, e a favore no? allora il tanto decantato spirito del rugby è a senso unico?

    • mezeena10 3 Marzo 2014, 12:14

      compensazione=calcio

      • Hullalla 3 Marzo 2014, 13:11

        Qui non si parla di compensazione, ma della necessita’ di accettare gli errori dell’arbitro (o del TMO) sia quando sono a favore che quando sono contro.

        • mezeena10 3 Marzo 2014, 13:46

          infatti! pienamente d’ accordo su quello!

          • Hullalla 3 Marzo 2014, 14:05

            Eh, ma dopo l’avvento del professionismo questo non avviene piu’, e non solo in Italia ma anche in tutti gli altri paesi ovali (che per qualcuno dovrebbero essere gli araldi di certi valori “storici” del rugby, ma invece no).

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 14:18

            cosa? accettare gli errori o pensare che ci sia malafede???

          • Hullalla 4 Marzo 2014, 00:15

            Non si accettano piu’ gli errori degli arbitri: anche ai livelli piu’ alti contestano sempre tutto – alla fine diventa una pratica accettata.
            Non mi paice ma e’ una cosa molto estesa e la IRB non ha preso nessuna iniziativa drastica per tempo.

          • mezeena10 4 Marzo 2014, 08:47

            quindi anche tu oensi ci sia un disegno dietro, se non accetti piu gli errori allora pensi si sbagli apposta per favorire questa o quella squadra?
            cioe fammi capire!
            tornando all’ esempio del quarto mondiale 2007, ci furono palesi errori da parte di arbitro e giudici di linea, ma solo per manifesta incompetenza, mancanza di personalita, inesperienza etc..ma non malafede! qua non è il calcio, non si vendono partite, non si comprano arbitri, non si manovra per favorire un team piuttosto che un altro, come qualche dirigente italiano ha affermato in piu di un’ occasione!
            urge cambio repentino di mentalita, a tutti i livelli, sociale e sportivo! rivoluzione culturale sportiva!!! ma pare siano in pochi ad essersene resi conto! buona giornata..

    • Rabbidaniel 3 Marzo 2014, 12:15

      No certe cose fanno schifo in entrambi i casi. Qui di clear and obvious c’è l’incompetenza del TMO

      • FURMAIER 3 Marzo 2014, 16:00

        Oltre la meta , validissima dei Gallesi , devo ricordare anche che la meta di Ferrarini e’ viziata da un avanti INCREDIBILE ( je cade ‘a palla ) e quando al TMO viene chiesto il parere , questo ( DORDOLO , ricordiamolo ) questo fa finta di non vedere la palla caduta in avanti al giocatore zebrato , “fregando ” l’arbitro . Meta valida non data , meta viziata concessa …. Errori umani ,si dira’ !! Forse …Pero’ pero’ pero’ … mi sovviene che il TMO si chiama DORDOLO Mauro ed e’ , ma solo casualmente , fratello di un ‘altro DORDOLO , Nereo , responsabile rapporti con gli arbitri delle Zebre . Casualita’ …. imbarazzante !!!!!
        http://www.zebrerugby.eu/nereo-dordolo/

        • Full Back 3 Marzo 2014, 16:33

          ah però! Si fa interessante!

          • M. 3 Marzo 2014, 19:31

            No dai nella meta di Leonard la palla andava indietro, era ben visibile.

  11. matt 3 Marzo 2014, 11:51

    meta gallese sacrosanta, TMO inadeguato (a questi livelli un buon inglese è assolutamente indispensabile), Zebre con troppi errori dalla piazzola (potevano chiudere la partita molto prima e non farsi trovare sotto break a poco dall’ 80esimo).

    • Hullalla 3 Marzo 2014, 13:14

      Anche gli arbitri di Pro12 potrebbero imparare un po’ di Italiano, pero’.

      • FURMAIER 3 Marzo 2014, 15:42

        Forse fai finta di non sapere che la lingua ufficiale del ERC e IRB e’ l’inglese , dai !!

        • Hullalla 4 Marzo 2014, 00:16

          La lingua UFFICIALE??? Ma per piacere…

        • Hullalla 4 Marzo 2014, 00:17

          Casomai, la lingua ufficiale in Italia e’ l’Italiano.

          • mezeena10 4 Marzo 2014, 20:43

            allora quando dal continente gli arbitri verranno a dirigere in Sardegna dovranno sapere il Sardo..
            anzi, visto che hai citato il dialetto gallese, dovranno sapere il Catalano quando vanno ad Alghero, il Campidanese quando vanno a Capoterra! ok??? 😉

  12. pippobrutto 3 Marzo 2014, 11:55

    cmq credo che l’unica ostruzione “possibile” sia a 0:09, in cui il nr venti e qualcosa di cardiff contrasta in piedi, senza fare parte del raggruppamento, il giocatore zebre che si sta tuffando nella mischia.

    • maxsavo 3 Marzo 2014, 12:16

      secondo me è quella a 0:13 quando la palla esce dalla ruck e il 10 passa all’ala

  13. jack13 3 Marzo 2014, 11:55

    Hanno ragione i gallesi a lamentarsi…comunque Dordolo era il Tmo anche della finale scudetto 2011

    • mezeena10 3 Marzo 2014, 12:14

      si parlava inglese in quella finale?

      • Hullalla 3 Marzo 2014, 14:10

        Qualcuno si qualcuno no.

        • mezeena10 3 Marzo 2014, 14:17

          ma lui si??? non ho capito questo accostamento..o forse per dire che c’ era stato casino anche li??? chiedo eh..

          • Hullalla 4 Marzo 2014, 00:18

            Come dire che non e’ la prima volta che ha preso decisioni controverse – e la lingua e’ un dettaglio.

    • Emy 3 Marzo 2014, 12:36

      Dordolo ha già fatto il TMO diverse volte in Pro12, e sempre con gli stessi problemi di inglese. Certo pagargli un corso da parte della FIR non sarebbe male se lo si vuole continuare a mandare a fare attività internazionale.
      Magari lui è sicuro di quel che ha visto (“there is obstruction but I don’t watch the number”), ma di sicuro non è riuscito a comunicarlo. Io mi immagino cosa avrà pensato l’arbitro mentre ascoltava la decisione e poi comunicava il da farsi in campo…

  14. megu65 3 Marzo 2014, 11:59

    Mi vergogno più per l’inglese di Dordolo che per la decisione.
    Dalle sue parole non si capisce il motivo.
    Effettivamente si potrebbe arguire che se dice “blue was back” intenda dire che il passatore fosse dietro rispetto a chi ha ricevuto il passaggio, cosa che peralrto le immagini non chiariscono, ma se vogliamo dirla tutta la palla ha lasciato le mani del passatore in modo corretto.
    Dalle immagini non si vedono ostruzioni, ne da quelle mostrate in slow motion e neppure da quelle in diretta.
    In ogni caso il mio principio è quello che quando il team arbitrale prende una decisione quella è, e non si torna indietro, sia che ti avvantaggi sia che ti sfavorisca: fa parte del gioco.
    A questo proposito mi piace citare l’allenatore di mio figlio (under 10) che sabato scorso gli ha detto “non protestare con l’arbitro, pensa a giocare e stai zitto”, lo avrei quasi baciato!

    • maxsavo 3 Marzo 2014, 12:08

      il tmo dice “blue was back” (cioè è girato di schiena e non si vede il suo numero) per rispondere all’arbitro che gli chiede che numero ha il giocatore blu che ha fatto l’ostruzione.

      • Emy 3 Marzo 2014, 12:37

        Esatto, è legato al “there is obstruction but I don’t watch the number”. Aiuto.

        • maxsavo 3 Marzo 2014, 12:54

          si alla fine si vede che è il n. 20

        • HumptyDumpty 3 Marzo 2014, 12:57

          Oh finalmente, adesso ho capito, ma dal video hanno tagliato qualche frase per capire cosa cavolo voleva dire the blue man was back. 🙂

  15. AleGialloNero 3 Marzo 2014, 12:01

    L’unica ignominia è la meta annullata. Dopodichè si può dire ai gallesi che in questo sport è anche possibile perdere e, udite udite, perfino contro gli italiani. Soprattutto quando il divario qualitativo è risicato. Quindi…chi è causa del proprio mal, pianga se stesso. Con ciò, l’ignominia per me è altro…

    • sandruzzo 3 Marzo 2014, 12:11
    • mezeena10 3 Marzo 2014, 12:16

      veramente le zebre avevan gia vinto coi blues e a casa loro, strameritando sul campo! non certo grazie ad un tmo compiacente!

      • AleGialloNero 3 Marzo 2014, 12:44

        Guarda che stiamo dicendo la stessa cosa. Credo che l’ignominia di cui parlano i gallesi (che essendo anglosassoni hanno il rispetto delle decisioni arbitrali, per quanto cervellotiche…) sia dovuto al fatto proprio di aver ri-perso contro il fanalino di coda. Quindi uno smacco più tecnico che arbitrale. Sull’aspetto squisitamente episodico della meta-non meta, lo stesso Davies l’ha semplicemente liquidato come “decisione orribile” quando fosse capitato a noi l’avremmo subito battezzato come “SCANDALO” paventando chissà quali complotti e favoritismi. Differenze culturali…

        • mezeena10 3 Marzo 2014, 13:49

          ok! mi riferivo alla seconda frase, ma hai ragione, diciamo sostanzialmente la stessa cosa sul piano tecnico!

      • gsp 3 Marzo 2014, 14:58

        Oh però mez, un attimo di equilibrio. A tmo ed arbitri non si può parlare di compiacenza sennò sei anntisportivo, nonostante le tante cappelle ripetute negli anni. A Dordolo si, per un fallo che ci poteva anche stare?

        Ognuno sceglie la posizione che gli pare, però con principio.

        • mezeena10 3 Marzo 2014, 17:44

          gsp io baso le mie analisi e i miei giudizi su quello che vedo..come ben ricorderai inoltre quando ho parlato di barnes e del quarto famoso del millennium 07 non mi pare di aver lesinato critiche..
          come in altre occasioni quando c’ era manifesta incompetenza!
          ma prova solo a pensare fosse successa una cosa del genere al contrario..prova solo ad immaginare la serie e il tenore dei commenti

          • gsp 4 Marzo 2014, 09:44

            Mez, io non metro in dubbio quello pensi. Io non ho alcun dubbio che sarebbe successo a parti inversi perchè è successo molto spesso negli ultimi 4 anni. meno interventi e decisamente meno recriminazioni di questa Volta. Aritmeticamente certificato.

          • mezeena10 4 Marzo 2014, 19:10

            citami un solo episodio con una cosi “controversa” decisione di un tmo contro una squadra italiana..
            non me ne vengono in mente di cosi eclatanti..

  16. pippobrutto 3 Marzo 2014, 12:01

    da qui a fine stagione zebre e benetton saranno arbitrati sempre dal pelato e dal rosso, così siamo sicuri che non porteremo a casa più niente

  17. Katmandu 3 Marzo 2014, 12:03

    Sapete io sotto sotto un po ci godo… Insomma ci mettiamo a contare tutta la m…a che si son dovuti sciroppare in quel di Parma e al Monigo? E non solo pure in trasferta se si trovavano decisioni 50/50 guardacaso veniva sempre punita la squadra italiana…
    Detto questo han ragione da vendere ma la cosa che mi lascia basito é la differente presa di posizione del TMO nell’arco della gara e entrambe le situazioni a favore dei bianconeri (o a sfavore dei blues)
    Mettiamo il caso che la meta Blues era irregolare (ma anche no…) allora spiegatemi Vunisa che in una ripartenza da mischia fa il periplo attorno a Leonard che incrocia la traiettoia del mm avversario cos’é? Se la meta blues era irregolare lo é a maggior ragione quella bianconera, insomma io le annullerei tutte quelle in cui l’otto parte incrociando il MM ma é una mia visione del gioco
    Detto questo godo come un riccio, mi sembra che i gallesi sian stati incaprettati con la vasellina al torrone… Ma con pezzi grossi e caramello caldo 🙂

  18. sandruzzo 3 Marzo 2014, 12:10

    Secondo me la meta è valida. (ma io sono l’ultimo degli scemi che non vede neanche gli “in avanti” piu facili… abituato alla “testa bassa e spingi” confesso non grandi capacità manuali o di visione di gioco) e non mi piace aver vinto per un errore del TMO.
    Però abbiamo vinto, gli errori fanno parte del gioco e quindi son contento di aver vinto.
    Il sig. al TMO probabilmente (almeno per questa stagione) non lo vedremo più. che la federazione inviasse gente che sappia l’inglese in modo fluido… perchè quella è un altra figura di m…. (più di tante altre)

    • Hullalla 3 Marzo 2014, 14:09

      Eh, ma allora in Italia devono mandare arbitri che parlano Italiano in modo fluido: non puo’ essere una cosa a senso unico!

      • sandruzzo 3 Marzo 2014, 15:51

        Ma si parla di un torneo internazionale. non un torneo solo italiano. L’abitro deve sapere la lingua più usata. di conseguenza l’arbitro del TMO che parla con l’arbitro in campo deve sapersi esprimere chiaramente.

        • sandruzzo 3 Marzo 2014, 15:52

          e anche con velocità secondo me…

        • Hullalla 4 Marzo 2014, 00:21

          E’ un torneo ANCHE Italiano, dove c’e’ in campo ANCHE una squadra Italiana.
          Perche’ bisogna parlare SOLO la lingua dell’altra squadra?

        • Hullalla 4 Marzo 2014, 00:22

          Visto che i TMO vengono messi a disposizione dalla squadra locale, perche’ non potrebbe adattarsi l’arbitro, tanto piu’ che sono Quattro anni che partecipiamo, ormai…

      • Stefo 3 Marzo 2014, 16:41

        No hullala essendo un torneo internazionale come tutti i tornei internazionali hanno una lingua ufficiale che e’ quella che viene usata, nel caso del rugby sia IRB che ERC che Pro12 e’ l’inglese…neanche i francesi arrivano a lamentarsi di una cosa del genere!

        • Hullalla 4 Marzo 2014, 00:24

          I Francesi si lamentano e molti arbitri internazionali (vedi ultima partita del Sei Nazioni), l’arbitro faceva le chiamate (“Giocala” ecc) in francese – ed e’ giusto.

          • Stefo 4 Marzo 2014, 00:48

            Trovami dove si lamentano i francesi?
            A Cardiff l’arbitro era Rolland che si sa parla il francese ma trovami altre situazioni analoghe.
            Gli arbitri francesi a livello internazionale arbitrano in inglese ed anche discreto…quella e’ la lingua ufficiale e quindi bisogna adattarsi senza tante storie.

          • Stefo 4 Marzo 2014, 00:56

            Secondo il tuo ragionamento quindi gli arbitri di Amlin dovrebbero comunicare anche in rumeno e spagnolo fino all’anno passato portoghese questa stagione?Ai mondiali dovrebbero essere in grado di comunicare in spagnolo, georgiano, rumeno, russo, giapponese, portoghese a seconda di chi si qualifica?O se arbitrano il 6NB comunque le lingue delle Nazioni che vi partecipano?Dai hullala e’ una posizione ridicola, c’e’ una lingua ufficiale decisa se vuoi arbitrare a quel livello sta a te adeguarti ed in caso alla federazione di cui fai parte pagarti un corso di lingua.

          • mezeena10 4 Marzo 2014, 08:50

            bravo Stefo, èè la stessa cosa che cerco inutilmente di spiegare da ieri!
            ti giuro ho pensato anche io “neanche i francesi arrivano a lamentarsi di una cosa del genere!” 🙂

          • Hullalla 4 Marzo 2014, 11:17

            Mostrami la regola dove si dice che la lingua ufficiale del rugby e’ l’Inglese.
            Infatti il sito ERC ha versioni nelle varie lingue.

            Nel Pro12 ci sono arbitri (professionisti?) e da quattro anni ci sono solo due lingue parlate (a meno che non vuoi aggiungere il Gaelico): l’Inglese e l’Italiano. Gli arbitri possono fare lo sforzo di imparare quattro parole anche in Italiano.
            Non e’ la fine del mondo.

          • Stefo 4 Marzo 2014, 11:46

            Hullala vai a chiedere alla union piu’ vicina e chiedi per essere arbitro internazionale se devi parlare inglese o meno…
            Non posso credere che tu stia facendo veramente questo discorso…senza offese ma mi sembri i ragazzini che vanno in gita scolastica all’estero e si lamentano che non c’e’ la pastasciutta per cena!
            Allora visto che rumeni e spagnoli ed ora portoghesi sono nella Amlin bisognerebbe anche imparare queste lingue…mamma mia cosa mi tocca leggere.

    • spisier 3 Marzo 2014, 16:51

      Sandruzzo , io eviterei , nei match delle Zebre , per stile e buon senso , di selezionare comuque , come TMO Mauro Dordolo : Il fratello Nereo e’ responsabile dei ” rapporti con gli arbitri ” della franchigia zebrata !!

  19. tergestum 3 Marzo 2014, 12:17

    forse ho sbagliato blog, ma forse no… ma i nick name sono quelli..o no, boh…vabeè…non so….

    ma che cazzo, siete gli stesi che stanno ancora rosicando delle decisioni di maccheminchia e di quell’altro babbeo pelato, che s’incazzavano con i giudici di linea italiani che non hanno cojones per intervenire con il referee ecc ecc ecc.

    insomma, un po’ di coerenza… ribadisco GODURIA PURA

  20. franzele 3 Marzo 2014, 12:29

    una volta tanto che ci va bene.
    Nel caso specifico non ho ancora capito perché la meta è stata annullata, there is an obstrucscion ha detto il tmo in inglese molto zoppicante (forse è per quello che si sono incazzati)

  21. Camoto 3 Marzo 2014, 12:31

    Secondo 13. Fermate l’immagine appena la telecamera da un’ immagine più lontana. Il numero 20 gallese è ingenuamente oltre la linea tracciata dal pallone ed impedisce l’intervento del pilone delle Zebre. C’è da da dire che il pilone non sarebbe mai arrivato sul portatore di palla ma comunque il 20 loro era in una posizione in cui sfavorisce tutto il riposizionamento delle Zebre.
    Purtroppo quando si ricorre al TMO ogni minima infrazione viene vista, a parer mio l’arbitro doveva solo dare la meta, per il resto decisione discutibile ma non furto.

    • Camoto 3 Marzo 2014, 12:35

      ps fatelo dal pc con lo smartphone non si vede un bel niente. E comunque era il minuto 79 non 74 come riporta il video.
      Ciao

      • mezeena10 3 Marzo 2014, 13:54

        si ma se noti dal raggruppamento prima quello che fa la presunta ostruzione era in terra, si rialza per tornare dal lato giusto e in quel momento aprono la palla! mica poteva scomparire!
        dai ragazzi, cerchiamo di essere un minimo obiettivi..
        è stata una chiamata casalinga e bon..inutile insistere, da un lato e dall’ altro!

        • gsp 3 Marzo 2014, 13:57

          Va be mez, ma quel principio si può applicare mille volte, quando cadi dal lato sbagliato della ruck, quando non puoi rotolare via…

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 14:15

            quello è piu “strumentale” gsp! rialzarti e riallinearti è normale (c’ è anche la chiamata per lazy running ad esempio!), cadere appositamente dall’ altro lato non lo paragonerei..magari di piu a rialzarti e farti il giretto attorno a raggruppamento e linea di passaggio del mediano..

          • gsp 3 Marzo 2014, 14:53

            Mez, si applica anche se tu cadi involontariamente e soprattutto se rimani sotterrato e non ti puoi muovere.ahi voglia a tirare su le mani.

    • maxsavo 3 Marzo 2014, 12:40

      l’ho scritto sopra questo è il fermo immagine che riposto

      http://2.bp.blogspot.com/-HNBaK4nJHFk/UxJzUlpo20I/AAAAAAAAAto/AJj7FXLGZCQ/s1600/obs_zb.png

      Quando Ferraro si gira per spostarsi lateralmente a coprire il buco si trova il marcantonio che non lo fà passare, appena sufficiente per creare il gap e il 2 contro 1 su Trevisan e la meta.

      L’ostruzione è lieve e ce ne sono mille così in una partita, tuttavia imho è volontaria (anche se quello fa finta di niente) e sempre imho anche decisiva.

      • Camoto 3 Marzo 2014, 12:44

        Ottimo fermo immagine, sono partito dal tuo allegato. Solo che non lo capivo senza vedere tutti i movimenti. Grazie….

      • gsp 3 Marzo 2014, 12:55

        Tattica Munster. Si è vista anche al 6n quest’anno. l’arbitro la becca solo se va al TMO. Ma se ci va, le vede… Sono movimenti anti-gioco, meglio spariscano il prima possibile.

        Detto questo si è visto di molto peggio, ma anche di molto meglio.

        • mezeena10 3 Marzo 2014, 13:57

          gsp si rialza dal raggruppamento precedente e tenta di riallinearsi..mica puo scomparire (guarda il video lungo non questo)..eddai..maddai!!!

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 14:02

            poi che qualcuno ci marci non lo metto certo in dubbio..ma credo non sia questo il caso!

          • gsp 3 Marzo 2014, 14:04

            …edddaiiiiii!!

        • GiorgioXT 3 Marzo 2014, 19:26

          Un pò esagerata però , ci sono 2 (DUE) giocatori Connacht dal lato sbagliato della ruck – schierati in pratica con i difensori delle Zebre con il pallone che il mediano ha già aperto !

          Quando iniziamo a permettere il lancio in avanti ed a mettere caschi rigidi e protezioni?! questi sono blocchi in pieno stile NFL, che è però un altro sport.

    • FURMAIER 3 Marzo 2014, 16:06

      Camoto , Tu dici che e’ solo una …” decisione discutibile ” ??? Oltre la meta , validissima dei Gallesi , devo ricordare anche che la meta di Ferrarini e’ viziata da un avanti INCREDIBILE ( je cade ‘a palla ) e quando al TMO viene chiesto il parere , questo ( DORDOLO , ricordiamolo ) fa finta di non vedere la palla caduta in avanti al giocatore zebrato , “fregando ” l’arbitro . Meta viziata concessa + Meta valida non data , …. Errori umani ,si dira’ !! Forse …Mi sovviene che il TMO si chiama DORDOLO Mauro ed e’ fratello di un ‘altro DORDOLO , Nereo , responsabile rapporti con gli arbitri delle Zebre . Casualita’ ….
      http://www.zebrerugby.eu/nereo-dordolo/

      • gsp 3 Marzo 2014, 16:14

        Gomblotttoooo!!!

        • spisier 3 Marzo 2014, 16:21

          Caro gsp , forse non e’ ” Gomblotttoooo!!!”
          ma sarebbe meglio …evitare , cosa dici ??

          • spisier 3 Marzo 2014, 16:23

            Forse FURMAIER e’ malizioso ma resto …PERPLESSO , molto …

          • Hullalla 4 Marzo 2014, 00:26

            Come hanno evitato di mandare e rimandare sempre MacEnemy, dopo tutte le vacate che ha fatto?

  22. Dagoberto 3 Marzo 2014, 12:59

    Molti l’hanno già detto nei commenti precedenti, ma mi permetto di togliermi il lusso di risottolinearlo; per i molti ancora convinti della radicata sportività della cultura british che tanto dobbiamo imparare, ecco la riprova di come sia garantita, come per chiunque altro, solo a pancia piena, ergo quando si vince. Quando si perde, invece, riescono ad esserlo un po’ meno bene anche nella terra dei lord ;-).
    Comunque il fallo c’è tutto e l’arbitro, decisamente uno dei migliori visti da un paio d’anni a questa parte, ha chiesto a ragion veduta al TMO un approfondimento. Al p. 0′ 59″ del filmato postato, anche se la successiva visuale da lontano non aiuta, si vede spuntare da sx del box la testa di Ferraro – a proposito, ottimo in questa collaborazione da PP con le Zebre – pronto a coprire la sua buona parte di linea difensiva, poi la ripresa cambia con un punto di visuale da lontano dal quale si può vedere, comunque, il tallonatore delle Zebre bloccato dal n. 20 dei Cardiff Blues in piedi di spalle è, casualmente, cementato per terra come una statua di sale del quale, con una lente, è possibile vedere anche il braccio sx leggermente aperto e non sembrerebbe proprio casualmente (?!). Il blocco è evidentissimo e l’arbitro, a non più di 10 metri, lo vede e ne chiede conferma al TMO; nessun scandolo per un modus operandi che è, tra l’altro, nelle corde in particolare proprio dei gallesi che del blocco ne fanno una tattica abusata per tradizione. Gli esempi recenti sia nel PRO12, ma anche nel 6N che si potrebbero fare sarebbero diversi di mete fatte con questo stratagemma. Per quanto riguarda l’inglese del nostro malgiudicato TMO che dire, sicuramente migliore dell’italiano medio conosciuto dalla maggior parte degli arbitri internazionali che ci arbitrano. Non solo siamo tenuti a conoscere 2 lingue, criterio per niente scontato (francesi docet), ma dovremmo pure conoscerlo con dimestichezza sufficiente e pronuncia adeguata, certo che si, ma mi chiedo, ci siamo, o ci facciamo, noi italiano intendo ………… . Della serie, facciamo male da soli :-I

    • M. 3 Marzo 2014, 13:41

      Ocio che non è propriamente così. L’arbitro ha chiamato il TMO solo dopo che Mitrea gli ha detto di farlo, lui aveva già fischietto in bocca per dare la meta.

      • gsp 3 Marzo 2014, 13:44

        Può essere. Ma alla fine l’ha vista o no?, ha avuto ragione mitrea?

      • Dagoberto 3 Marzo 2014, 14:46

        M., scusa per la domanda, ma eri sul campo per poter essere così puntiglioso. Comunque, anche fosse andata così (io ho elementi per affermare il contrario), ciò non giocherebbe a suo favore considerato che l’ostruzione è stata fatta a non più di 10 metri da dov’era, non credi. Inoltre, il regolamento estende l’arbitraggio anche ai giudici di linea proprio per affermare un loro ruolo e responsabilità nell’arbiraggio, quindi questa precisazione non toglie e non aggiunge nulla alla conferma che l’ostruzione c’era come il filmato, anche se con riprese poco generose in tal senso, conferma.

        • M. 3 Marzo 2014, 19:35

          L’ho vista in Tv. Stava fischiando meta, si tiene l’auricolare per sentire la comunicazione (prob. di Mitrea), va da lu, parlano, chiede il TMO. La sequenza è stata questa.

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 20:12

            eh ma sai lui ha “elementi” ahahah

          • Dagoberto 3 Marzo 2014, 20:15

            bene, è previsto dal regolamento, quindi dov’è il problema, non si devono usare arbitri della stessa nazione di una delle 2 formazioni, mi sta bene, ma dovrebbe valere per tutti.
            per inciso il fischio era comunque dobbligo visto che l’azione era finita

    • Stefo 3 Marzo 2014, 16:45

      Dagoberto ti annullavano alle Zebre una meta come quella col piffero che dicevi che era ostruzione ed aveva fatto bene saresti partito in quarta coi discorsi da dietrologia del calcio sugli arbitraggi…

      • mezeena10 3 Marzo 2014, 17:13
      • Dagoberto 3 Marzo 2014, 17:38

        Da come partecipi al blog non mi sembri uno poco avvezzo alle avventure/disanventure del rugby azzurrabile in campo internazionale, dunque avrai assisitito alle non poche valutazioni dubbie ai danni delle formazioni italiane alle quali si è assisitito negli anni, sottolineate alla fine persino da uno come Franco Smith che per sobrietà e onestà sportiva si è sempre distinto. Io le divido in due categorie principali:
        a) quelle degli arbitri spocchiosi o poco capaci che in barba alla più evidente imparzialità sanciscono sanzioni all’ultimo o ultimissimo minuto di gioco pur di fare pendere inevitabilmente lo score contro la formazione italiana;
        b) quelle degli arbitri più viscidi o più codardi o, magari, più capaci e conoscitori tecnicamente del gioco sul campo, che intervennendo si dall’inizio della competizione con piccole e impercettibili sanzioni a senso unico – qualche calcio piazzato per tenuti discutibili o presunte mani in ruck, piuttosto che dubbi cartellini gialli per presunte fallosità percepite solo sul versante italiano – condizionano l’inerzia dello score, ma anche del gioco (perchè se ogni volta che c’è una ruck, ad una formazione fischi il tenuto o le mani in ruck, ma non tieni analogo metro di misura per la formazione avversaria, condizionerai le percezione del cosa poter fare dell’una e dell’altra formazione e, quindi, le rispettive fasi di difesa e d’attacco ) pervenendo ad una strumentale fase compensativa solo a giochi fatti, a score ormai congelato (come dice il buon Munari, quando i buoi sono già scappati dalla stalla, per intenderci), quando incomincerai a dare qualche sanzione, qualche contentino anche all’italiana, proprio per uscirne puliti e statisticamente imparziali.
        Forse, non ci avrai fatto caso, forse penserai che sono prevenuto, sappi, però, che non è un pensiero così isolato il mio.
        Quindi, la decisione del buon arbitro irlandese non mi sconvolge, tra l’altro avrebbe potuto tranquillamente dare la meta; forse qualche dubbio, in fondo , l’aveva.

        P.S. A proposito di gioco irlandese che dovresti conoscere bene, il blocco in fase di avanzamento dei 3/4 nelle giovanili in terra del trifoglio lo insegnano gia da 10 anni; volendo essere eleganti, lo chiamano gestione dello spazio di gioco, ma di impiego del giocatore come palese ostacolo per l’avversario si tratta!

        • Stefo 3 Marzo 2014, 18:35

          @ dagoberto non hai capito il mio punto e sei partito con uno dei tuoi bussolotti…il punto e’ che a parti invertite non ti saresti speso minimamente a dire che la meta era da annullare anzi te l’avessero annullata probabilmente sarebbe partito il bussolotto sugli arbitri sempre contro le italiane.

          • Dagoberto 3 Marzo 2014, 20:12

            la sostanza rimane quella da me illustrata, puoi decidere di descriverla com meno colore, ma il succo è lo stesso.

          • Stefo 3 Marzo 2014, 20:29

            Dagoberto non c’e’ niente da fare non c’e’ peggior sordo di chi non vuol sentira…la sostanza e’ che se ti annullavano una meta cosi’ e perdevi per quella meta oggi saresti qua a frignare di una chiamata scandalosa del TMO…questa e’ la sostanza!

            Per fortuna c’e’ gente come malpensante (ma anche altri) che sportivamente ammette di aver beneficiato dell’errore a favore senza tanti problemi…gli errori capitano contro ed a favore ed e’ questo il succo della questione, ma se qualcuno ogni volta che capita contro frigna a fa dietrologia bisognerebbe che quando e’ a favore abbia il buon gusto di ammetterlo.

          • gsp 4 Marzo 2014, 01:00

            Stefo, ma qui in termine di sportivitá si va oltre. si fa più dietrologia sugli errori a favore. O che un errore a favore cancella I 10 contro (tipo italia francia). Ma non è cosí, sono tutti errori e rimangono tali. A molti sta sulle palle (certo non a tutti) la vittoria delle zebre.

          • mezeena10 4 Marzo 2014, 08:57

            a me no gsp, sarei stato felicissimo di una “vera” vittoria!
            cosi mi lascia l’ amaro in bocca, almeno a me, sembra/sembrerà che senza l ‘aiutino non si poteva portare a casa in nessun modo!
            gia ieri un amico gallese m’ ha fatto la battuta! io gli ho risposto piu per circostanza e farlo impazzire che solo la sua squadra ha perso coi peggiori 2 volte, pure in casa! ma in fondo ho pensato che un po avesse ragione (peggiori per risultati situazione etc)

          • mezeena10 4 Marzo 2014, 09:01

            l’ ultima cosa: solo una persona rileggendo i messaggi ha scritto forse la cosa piu corretta, cioe che son stati polli i zebrati, touche sbagliata di ferraro a 3 mijnuti dalla fine, 3/4 placcaggi sbagliati (trevisàn inguardabile in quella fase difensiva, forse era risentito per esser entrato all’ ala! aveva una faccia!) e meta beccata!
            pessima gestione degli ultimi minuti! riguardateli e risponditi 😉

          • Dagoberto 4 Marzo 2014, 09:44

            se nonostante i miei bussolotti, come dici tu, non sono riuscito a farmi capire evidentemente c’è un problema di comunicazione o, più semplicemente, Stefo, abbiamo opinioni diverse, io non ho certo l’esclusività sulla verità, ma lo stesso credo possa valere anche per te.
            In fondo l’arbitro ha sanzionato un’ostruzione che anche il filmato ha dimostrato esserci, che sia stata volontaria, involontaria, tanto condizionante o poco condizionante sul prosieguo dell’azione, che se ne verifichino tante di queste ostruzioni e non sempre siano sanzionate, che sia stata richiamata dal giudice di linea o meno, sono tutti aspetti che poco o nulla aggiungono al fatto che l’infrazione del regolamento c’è stata. L’arbitro poteva sanzionare il gesto, oppure no e ha deciso per farlo, punto. Tutto il resto è aria fritta. Per quanto concerne situazioni deprecabili che hanno visto penalizzate squadre italiane in PRO12 non posso credere che fingi di non sapere o di non ricordare quante volte sia capitato. Vogliamo parlare del fallo comminato alle ZEBRE all’ultimo minuto che ha determinato il pareggio con gli Scarlets nell’ottobre scorso negando una vittoria sicura, analoga situazione per il benetton treviso contro i Cardiff Blues in quel di novembre a Monigo, più svariate sanzioni applicate e/o non applicate a seconda degli umori dell’arbitro di turno. Perfino contro gli All Blacks conserviamo un ricordo poco piacevole in quel di SAN SIRO dove dopo quasi 10′ di mischie crollate a pochi centimetri dalla linea di meta l’arbitro decise di archiviare la partita piuttosto che sanzionare i neozelandesi con una punizione che avrebbe solo appagato di una soddisfazione morale gli azzurri, comunque battuti. Per te, evidentemente, tutte ricostruzioni fantasiose, poco male, solo questione di punti di vista diversi.

          • gsp 4 Marzo 2014, 09:46

            Tutto vero mez, ma questo che centra con la decisione arbitrale? I due piani sono totalmente slegati.

  23. ernesto 3 Marzo 2014, 13:44

    Grazie Dagoberto!
    Non tirerei in ballo la sportività anglosassone
    ma che noi siamo molto autolesionisti è verò.

    • Dagoberto 3 Marzo 2014, 15:09

      Ernesto, non si tratta di mistificare la sportività anglosassone, ma trovo fuori luogo eleggerla a modello o, ancor peggio, esserne in qualche modo condizionati pensando di non esserne all’altezza per accorgersi, poi, di essere molto simili a loro anzi, loro essere molto simili a noi! Il rugby è sport che ha saputo conservare in più di cento anni di pratica alti livelli di etica sportiva e rispetto dell’avversario, pur nella competizione più aspra, ma il fatto che abbia trovato luce nelle lontane terre britanniche non può considerarsi aspetto sufficiente per ritenere gli anglosassoni, come tu li chiami anche se irlandesi e scozzesi potrebbero averne a male, come i soli portatori di una sana sportività. Gli esempi sarebbero tanti da portare per evidenziare quanto anche da quelle parti sia complicato ed arduo gestire con distacco una sconfitta o, meglio, quanto siano capaci, pur mentendo anche a loro stessi, di salvaguardare i propri imprimatur, le proprie radici. Qualche esempio? Vogliamo parlare della guida a dx, delle misure in piedi, pollici o galloni, come consideri la cocciutagine con la quale perseguono e difendono scelte e decisioni fatte nel tempo, benchè nel tempo abbiano, spesso, perso il motivo di esistere? Dico solo che la sportività è un alto valore a cui si debba tendere indistintamente, ma a cui tutti si rapportano con le inevitabili difficoltà che la sete di primeggiare dell’uomo comportano, indistintamente dalla nazionalità di appartenenza.

  24. Fabruz 3 Marzo 2014, 13:52

    L’ignominia è la spocchia di questi anglosassoni che non accettano di poter perdere con gli italiani dando per scontato che siamo lì solo a fare da sparring partner.
    Il resto sono situazioni che possono starci in una partita peraltro ininfluente ai fini della classifica, visto che la stagione di Cardiff era già ampiamente compromessa

  25. San Isidro 3 Marzo 2014, 14:18

    Mah…
    Polemica sterile quella gallese…
    Le Zebre sono sempre state in vantaggio contro dei Blues quasi orrendi…fossi l’allenatore di Cardiff farei una bella lavata di testa su come i suoi hanno giocato e hanno approcciato la gara, per non parlare della disciplina e della marea di falli concessi…anch’io penso che l’ultima meta era regolare, però cari Blues avete fatto una partita da pianto, poi è facile attacarsi alla decisione arbitrale…
    Ah, direi di darci un taglio pure sull’inglese di Dordolo, vabbè basta…nessuno forse si ricorda che il friulano fino a qualche anno fa era uno dei migliori arbitri d’Italia assieme a De Santis e Damasco…

    • gsp 3 Marzo 2014, 14:44

      M’associo @san, e sul TMO se impara a dire le 4 frasi che serviranno non sarebbe male. E quoto @ernesto in pieno.

    • spisier 3 Marzo 2014, 16:18

      Sull’ inglese , tante chiacchiere inutili ! Ma eviterei , nei match delle Zebre , per stile e buon senso , di selezionare come TMO Mauro Dordolo : Il fratello Nereo e’ responsabile dei ” rapporti con gli arbitri ” della franchigia zebrata .

    • Emy 3 Marzo 2014, 17:53

      Un momento: un conto è parlare delle sue capacità da arbitro, un altro è sottolineare che se si fa attività internazionale di alto livello non esiste non sapere l’inglese. Il TMO poi per il suo specifico ruolo deve motivare a parole quello che sostiene: l’inglese non è cosa da poco, fosse anche il miglior arbitro del mondo.

      • San Isidro 3 Marzo 2014, 18:14

        si Emy hai ragione, ma mi pare che qualche utente abbia esagerato abbastanza con parole pesanti e abbia fatto dell’inglese di Dordolo una questione di Stato…anche a me ha lasciato perplesso quando ha parlato con l’arbitro, però la cosa finisce lì…e, a questo punto, se a questi livelli non sa l’inglese il problema è di chi ce lo ha messo, di chi fa le commissioni arbitrali…

        • GiorgioXT 3 Marzo 2014, 19:31

          Ridicolo , DEL TUTTO RIDICOLO IL DISCORSO SULL’INGLESE DI DORDOLO , e non perché sia PESSIMO, ma perché in OSPREYS-BENETTON Owens arbitro e TMO hanno SEMPRE parlato in GAELICO !
          Allora, anche troppa grazia che abbia TENTATO l’inglese!

          • mezeena10 4 Marzo 2014, 09:27

            non tutti negli ospreys parlano la lingua indigena, owens l’ ha fatto qualche volta con alcuni di loro..
            se si discute anche il miglior arbitro al mondo ora..
            chiaro siamo in italia, paese del GOMBLODDDOOO!!!
            graxia graxiella e graxie al caxxo!

  26. zanzali 3 Marzo 2014, 14:30

    Sono perplesso, quasi novanta messaggi prima che qualcuno arrivi a dire la cosa più ovvia.

    Le Zebre hanno dominato la partita e i Blues sono stati semplicemente inguardabili…Ci vuole del coraggio ( e una grande faccia tosta) a protestare dopo sì tanta pena…

    • M. 4 Marzo 2014, 11:31

      Le Zebre erano superiori nel primo tempo poi nel secondo sono calate e negli ultimi 15 minuti hanno sbaraccato. Non hanno vinto (i Blues) perché una meta già fatta non è entrata causa rotolamento assurdo del pallone e causa meta regolare annullata.

  27. IL GRANDE NELLO 3 Marzo 2014, 14:32

    non capisco da dove arrivi cotanto stupore per ciò che è accaduto sabato a parma.
    E’ palese che nessuno di voi si sia mai preso la briga di leggere le terzine di nostradamus e tantomeno i protocolli dei savi di sion.
    E allora amici miei stasera recatevi nella chiesa più vicina alla vostra dimora e accendete un cero in mio onore in quanto vi sto per illuminare:
    -Protocolli pag.85: ” I gallesi quando passeranno il Po alla volta di Parma ci lasceranno gli zebedei,proprio come il Dio Indù Visnù.”
    -Nostradamus (Vaticinia Michaelis): ” Un giorno festivo, i rozzi pescatori del walha verranno sodomizzati nella città ducale.”

  28. giocogio 3 Marzo 2014, 14:44

    Quel che è fatto, è fatto!!

  29. carlo s 3 Marzo 2014, 15:22

    Comunque ste Zebre alla fine mi sono sembrati dei polli.
    Come si fa a tempo scaduto, avanti di 5 punti, a non far fallo per interrompere l’azione e prendersi quel rischio?

    • Dagoberto 3 Marzo 2014, 15:31

      Condivido.
      non parliamo dei calci piazzati non trasformati, una percentuale improponibile che ha rischiato di compromettere decisamente la vittoria finale, tra l’altro con un Iannone in campo che al netto della prestazione proposta da Haimona si poteva, tranquillamente, rischiare nello spot all’apertura, ma questo che dici è sacrosanto e anche la panchina ha in parte le sue responsabilità. Un fallo a pochi secondi dalla fine della partita era la sola cosa da fare!!

      • mezeena10 3 Marzo 2014, 17:15

        perchè non hanno calciato d’ esterno come te! aahahahha

        • Dagoberto 3 Marzo 2014, 17:58

          in effetti è proprio un tipo di calcio che si adatta per ottenere maggiore potenza. infatti anche il buon Orqera che ha nella morbidezza del suo calciare l’elemento che gli permette l’elevata precisione che lo contradistingue, ne ha sbagliato uno da una posizione dalla quale, solitamente, non sbaglia. Con un terreno così fangoso è difficile ancorarsi bene con il piede d’appoggio e, quindi, scaricare la potenza necessaria senza perdere il controllo del gesto. Comunque, il principio di fondo è che la potenza è inversamente proporzionale alla sensibilità, quindi, in linea di massima, maggiore sarà la potenza con cui si calcerà è maggiore sara la difficoltà di essere precisi. Stammi bene Eolo 😉

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 18:33

            come no pisolo!
            anzi pippolo, attacchi il pippone anche per una battutina??? pesante!!!

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 19:28

            anzi bussolo ahahah

          • Dagoberto 3 Marzo 2014, 20:08

            Mi riferivo a Eolo, re dei venti, quello che riempiva le otri d’aria, tu in mancanza delle otri ti riempi la bocca …. a buon intenditore ……
            evidentemente la tua cultura si ferma ai 7 nani
            🙂

          • mezeena10 3 Marzo 2014, 20:16

            eh sapessi..di certo non la si dimostra con pipponi interminabili di una noia mortale con innumerevoli ripetizioni..
            dupalle! appena vedo il tuo nome scrollo rapido!

          • mezeena10 4 Marzo 2014, 19:29

            e so chi è eolo babbo! sono anche velista!

  30. Mr Ian 3 Marzo 2014, 16:36

    La vera botta di culo delle Zebre è stato quel calcetto con la palla che rotola indietro, lì il buon Dio del rugby gli ha strizzato l’occhio, per il resto ci ha pensato il tmo, truffa.
    Però da rosicone consumato gongolo perchè ogni tanto tocca anche a loro e capiscono come ci si sente, nell aria si percepisce che quando giochi contro un italiana, le decisioni 50 e 50 vengono date spesso a favore degli stranieri, ma non sto qua a piangere.
    La vera vergogna è aver perso in entrambe le occasioni contro le zebre, questo gli rode di più

    • malpensante 3 Marzo 2014, 19:14

      Quella è stata una roba da Harry Potter, ma bravo comunque Palazzani (credo) che ci ha creduto. Solo lui, per gli altri 29 in campo (compreso il gallese in arrivo) e i 300 e fischia presenti no, che era ormai meta fatta. Ecco, lì ho goduto che mi ricordo due Aironi – Blues che hanno avuto più culo che anima.

  31. greenleaf 3 Marzo 2014, 18:14

    Purtroppo non è la prima volta che TMO o guardalinee compiacenti fanno un “favore” alle Zebre, sempre a scapito dei Blues…

    http://www.youtube.com/watch?v=7Ww1jmlJKZA
    0:27
    Sarto “abbondantemente” fuori dal campo che sotto gli occhi del guardalinee effettua un assist.

    Vincere è bello quando lo meriti!

    • frank 3 Marzo 2014, 18:44

      GOMBLODDO !!!

    • GiorgioXT 3 Marzo 2014, 19:37

      Bello che nello stesso filmato si vede molto più chiaramente che nella meta dei Blues concessa senza TMO subito dopo c’è un “doppio movimento” dell’attaccante , che cerca di schiacciare, viene placcato e ricacciato indietro (è tenuto e dovrebbe lasciare il pallone) ….ma la meta viene data subito dall’arbitro che era sul lato opposto senza chiedere a GdL o TMO…

  32. frank 3 Marzo 2014, 18:33

    Gallesi: PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!

    ecco il mio contributo tecnico alla discussione.

    E non sono nemmeno un tifoso Zebre…..però tifo Tricolore!

  33. malpensante 3 Marzo 2014, 19:08

    Io c’ero, e c’è il post nel thread dopo partita. Allora:
    1) è il guardalinee che ha richiamato l’arbitro,
    2) l’ha richiamato dopo che Trevisan si scorda di stendere comunque il suo uomo (diostramaledica), non sulla “ostruzione”,
    3) se era fallo quello smettiamo di giocare a rugby.
    Non per questo penso siano delinquenti, come quando succede di rimetterci, ma oggettivamente questa cosa è enorme, e successa a partita praticamente finita. L’arbitraggio è stato uno dei migliori che abbia mai visto in tre anni di Celtic allo stadio (l’anno scorso, dal divano e mica sempre), tra l’altro un arbitro per nulla autoritario e spocchioso, autorevole il giusto, sempre vicino all’azione e chiaro nei comandi. Solo che se Totò sbandiera e Peppino farfuglia una cazzata, finisce per far la figura della malafemmena.

    • mezeena10 3 Marzo 2014, 19:27

      grazie per la lucida analisi mal!
      per quanto possa contare anch’ io la penso esttamente cosi!
      buona quella di Toto e Peppino!

  34. fracassosandona 3 Marzo 2014, 19:48

    …the Blues suffered the ignominy of becoming the first ever side to fall to a double-defeat to Zebre…

    e lo resterete pure per un pezzo… dato che le Zebre hanno vinto 3 gare in 50 partite ufficiali (una con Treviso e due con voi…): per quest’anno è matematico che non ci riusciranno con nessun altro a fare doppietta! E se fanno altre due vittorie eguagliano il record degli Aironi…

    Biarritz Munster Treviso Connacht ed Edimburgo sono le uniche squadre che hanno subito una sconfitta dagli Aironi e non se ne capacitano ancora…

    • mezeena10 3 Marzo 2014, 20:21

      quello brucia e bruciera piu della chiamata del tmo senza ombra di dubbio!

  35. Hullalla 4 Marzo 2014, 11:09

    Finalmente ho capito cosa era stato segnalato!
    http://rugby1823.blogosfere.it/2014/03/pro-12-le-zebre-i-blues-e-locchio-preciso-di-mitrea-video.html
    guardando in velocita’ non l’avevo notato…

    • Dagoberto 4 Marzo 2014, 11:37

      analizzando queste di immagini, mi piacerebbe sapere cosa possano commentare tutti coloro abbiano affermato l’inesistenza della sanzione. non solo Ferraro è chiaramente messo nella condizione di non poter intervenire sul 10 del Cardiff pareggiando la linea di difesa con quella d’attacco (2 contro 2, anzichè 1 contro 2 con cui si è trovato Trevisan) e questo basterebbe per essere sanzionato, ma la manina sx alzata all’altezza del collo del zebrato non sembra proprio molliccia e casuale tanto da ipotizzare l’involontarietà.
      ostruzione chiara e cercata dal 20 gallese, altro che furto. bravi i nostri 2 giudici e bravo l’arbitro a dargli fiducia.

      • M. 4 Marzo 2014, 11:40

        C’è anche un ingresso lateralissimo di Navidi, probabilmente molto più da sanzionare quello del blocco.
        Effettivamente ora si vede molto meglio e la decisione è un po’ meno “scandalosa”. Insomma ci poteva stare, tutto sommato Ferraro era la guardia in ruck e viene tagliato fuori.

        • M. 4 Marzo 2014, 11:47

          L’irregolarità comunque c’è, inizio io a chiedere scusa a Dordolo, è giusto così.

        • Dagoberto 4 Marzo 2014, 11:51

          inoltre, tutti non posizionati dietro la linea di fuorigioco della ruck zebrata, poco male in caso di rientro ininfluente da un’azione precedente, ma in questo caso la sanzione ci sta tutta, ma i giornalisti gallesi c’è l’hanno youtube 😉

  36. mezeena10 4 Marzo 2014, 19:20

    ricostruzione parziale anche questa..
    ma è cosi difficile guardare il video della partita? non un frammento o piu frammenti di azione?
    e poi ha cosi tanta importanza ormai???
    mah!

    • Dagoberto 5 Marzo 2014, 13:28

      Non solo zero scuse ai giudici tanto bistrattati, ma neanche il buon senso di lasciare perdere quando l’evidenza delle cose allontana anche il pur minimo dubbio!? Cosa c’entra, poi, riguardare tutta la partita, il tema che ha scatenato tanti commenti riguarda la meta annullata e per analizzare l’azione incriminata il video postato basta e avanza ad evidenziare almeno tre irregolarità da parte dei gallesi (fuori gioco attivo, entrata laterale in ruck ed ostruzione con fallo professionale antigioco) e sottolineare il buon lavoro della terna arbitrale. Che le Zebre abbiano giocato bene solo per 1 tempo, peccato di poca capacità nel gioco tattico durante tutti gli 80′, gestione dei calci piazzati compreso, e non abbiano saputo gestire adeguatamente l’ultimo 1/4 di partita nessuno, mi sembra, l’abbia negato. Ciò, peraltro, pur nella sua negatività suggerisce ottimismo perchè sole le squadre di valore riescono a vincere anche quando non giocano benissimo e, chissà, forse le Zebre stanno raggiungendo quella maturità che, finora, era un po’ mancata.

      • mezeena10 5 Marzo 2014, 14:34

        yaaawwwnnn!!!

      • mezeena10 5 Marzo 2014, 14:35

        e ovviamente era inteso il video con l’ azione completa, non tutta la partita..
        fare il disegnino viene un po male, la prossima volta magari mi organizzo!
        yawn!

Lascia un commento

item-thumbnail

Zebre Rugby: Giulio Bisegni rinnova fino al 2022

Il trequarti della Nazionale prolunga il suo rapporto con la franchigia multicolor per altre due stagioni

26 Marzo 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

La rosa delle Zebre Rugby ’20/’21 – in aggiornamento

Quali sono, ad oggi, i giocatori ufficialmente sotto contratto con le Zebre Rugby per la prossima stagione

22 Marzo 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Condizione fisica: come le Zebre affrontano lo stop di allenamenti e campionato

Ne abbiamo parlato con il pilone Giosuè Zilocchi e il preparatore fisico Giovanni Biondi

17 Marzo 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre, Nagle e Kearney: il racconto del rientro in Irlanda nelle settimane del Coronavirus

Le due seconde linee hanno deciso di fare ritorno in patria durante questo periodo di attività ferme

12 Marzo 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Coronavirus: rinviate altre partite di Zebre e Benetton

Le trasferte a Cardiff dei ducali e a Limerick dei Leoni sono saltate. Verranno riprogrammate in data da destinarsi.

10 Marzo 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Edoardo Padovani: stagione finita per l’estremo delle Zebre e della Nazionale

L'intervento all'anca è perfettamente riuscito, tempi di recupero stimati in 4 mesi

6 Marzo 2020 Pro 14 / Zebre Rugby