Francia, i trenta per preparare la sfida al Galles del prossimo turno

Saint-André ha scelto chi verrà preso in considerazione per un match fondamentale

Il giorno dopo la convincente prova di parigi contro gli Azzurri, l’head coac della Francia Philippe Saint-André ha reso nota la lista di trenta giocatori che parteciperanno alla preparazione del match di venerdì 21 febbraio contro il Galles. Una sfida che potrebbe risultare decisiva per le ambizioni di vittoria dei galletti. La novità maggiore è il ritorno di Tales, al posto di Trinh-Duc.

Francia Domingo, Forestier, Kayser, Szarzewski, Mas, Slimani,Flanquart, Maestri, Papé, Vahaamahina, Bruni, Diarra, Lapandry, Le Roux,Nyanga, Chouly, Picamoles ; Doussain, Machenaud, Plisson, Tales, Basastareaud, Fickou, Fofana, Mermoz, Andreu,  Huget,
Medard, Bonneval, Dulin.

 

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

L’inglese Henry Pollock eletto Miglior giocatore del Sei Nazioni U20

Il terza linea inglese è un giovane di grande prospettiva

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra

item-thumbnail

Scozia: fiducia in Gregor Townsend, nonostante tutto

Il capo allenatore rimane al suo posto, ma la federazione ha fatto intendere di non essere troppo soddisfatta dell'ultimo Sei Nazioni