Le lunghe mani del Castres su Alessandro Zanni?

Voci di un pesante interessamento del club campione di Francia per il giocatore del Benetton e della nazionale

COMMENTI DEI LETTORI
  1. gsp 12 Dicembre 2013, 14:17

    per moltissime ragioni e per quasi tutti, e’ una buona notizia se confermata. E’ uno di quei giocatori che matura e migliora col tempo. e se deve andare, adesso e’ il momento opportuno. in bocca al lupo.

  2. steve 12 Dicembre 2013, 14:17

    Dai “diciamolo”, i migliori se ne andranno all’estero e il Tv riprenderà la sua storia con i derby veneti…

  3. eze 12 Dicembre 2013, 14:22

    I migliori della Benetton secondo me hanno già precontratti con squadre estere.
    Nessuno in Italia ha garanzie da offrire e le persone serie lo sanno. A maggio si chiude un epoca.

    • ginomonza 12 Dicembre 2013, 14:28

      Saro’ pessimista e magari non capisco niente ma come + volte detto CL = tomba del nostrano rugby.

      • Mr Ian 12 Dicembre 2013, 15:00

        Mancata progettualità + scarsa professionalità = tomba del rugby

      • gsp 12 Dicembre 2013, 15:39

        eh gino, addirittura tomba del rugby nostrano? la situazione e’ molto migliore del pre celtic o no?

        • Stefo 12 Dicembre 2013, 15:54

          gsp dipende da cosa guardi, e’ il solito discorso sull’analisi della CL. Analizzare solo gli effetti sull’alto livello e’ un’analisi parziale, gli effetti della CL sono su tutto il movimento ed a mio avviso bisogna analizzare il tutto.

          • gsp 12 Dicembre 2013, 16:21

            pienamente daccordo stefo. pero’ penso sia positivo sulla nazionale e sull’alto livello.

            sul rugby domestico? ha abbassato il livello dell’eccellenza forse. pero’ per me un’eccellenza nel guado non aveva tanto senso (per me). pero’ ha promosso un flusso anche di ritorno di giocatori che hanno giocato a quel livello. e di giocatori che entrano in una sfera d’attenzione che si muovono anche da e verso l’eccellenza.

            sulla formazione? penso la CL non abbia avuto alcuna influenza purtroppo.

            Sottrae risorse alla formazione? forse, ma ci vuole prima un programma formativo prima di spendere, se no si spende a capocchia. pero’ c’e’ anche il problema che nel lungo termine purtroppo le risorse ci sono solo se sei competitivo a livello internazionale. ed anche quelli che pensano che un livello argentino (di un’altra galassia) che forma bene, poi si trovano che prima o poi anche l’argentina ha bisogno di un campionato competitivo e deve spendere per far parte di tornei professionistici e competitivi.

            insomma @gino chiedevo che cosa fosse peggiorato.

          • San Isidro 12 Dicembre 2013, 16:43

            @gsp oggi sono in sintonia con te e ti dò ragione…sugli argentini hai fatto bene a notare che è un mondo diverso dal nostro…si è vero anche loro necessitano di un torneo pro, ma dal 2016 pare si faccia sul serio con il Super Rugby (una o due franchigie), in proposito a Febbraio ci sarà un incontro tra Pichot e il SANZAR per definire il tutto…intanto il Pampas XV prosegue il suo lavoro di far maturare gli atleti domestici, si lascia la Vodacom Cup per andare in Australia a fare la Pacific Rugby Cup…

          • San Isidro 12 Dicembre 2013, 16:46

            in più l’UAR dal 2016 ha detto che prenderà in considerazione solo gli atleti del domestic per la nazionale, come fanno in Australia e Nuova Zelanda, questo vuol dire Super Rugby signori…

          • Stefo 13 Dicembre 2013, 10:15

            gsp il discorso e’ il solito che facciamo da anni senza dare vere riposte: era il movimento maturo ed in grado di sostenere la scelta celtica?No non lo era, possiamo girarci quanto vuoi non lo era e la CL sta distruggendo tutto quello che c’e’ sotto quel livello.
            Non c’era un sistema formativo e di sviluppo e non c’e’, non c’era un percorso di filiera provato, forte e stabile e non c’e’.
            L’esempio argentino che porti e’ esattamente l’opposto, e’ l’esempio delle celtiche pre-CL: formazione e sviluppo, filiera tutto presente e di ottimo livello, sistemi plafonati dall’assenza del professionismo. I celti si sono uniti nella CL, gli argentini per anni hanno vissuto e bene esportando in Europa i giocatori, il loro problema si pone oggi per via della RC, se come la UAR aveva inizialmente richiesto l’Argentina fosse stata aggregata al 6N quel problema non si sarebbe posto perche’ sarebbero potuti andare avanti con l’esportazione in Europa.
            L’esempio con l’Argentina e le altre celtiche e’ corretto farlo perche’ mosta come il problema fosse molto diverso a quello italiano, movimenti maturi e solidi che erano plafonati, l’Italia non aveva ed HA un movimento maturo e solido come struttura quindi l’essere plafonato era un problema secondario, ed il futuro non e’ molto roseo perch’ se per fare la CL togli fondi al resto non migliorerai mai il resto del movimento (a meno che dopo ormai quasi 15 anni si creada ancora nel trickle down effect che non si e’ MAI verificato).
            Le domande sono quindi: era il movimento maturo e pronto per sostenere ;la cL?La risposta e’ No.
            E’ oggi il movimento nel suo insieme migliorato e maturo e pronto per sostenere la CL?No
            E’ il movimento nel suo insieme migliorato in uesti 4 anni?No.
            Si sono capiti i problemi che la CL pone e quindi si puo’ guardare al futuro con speranza?No, ci si fa pipponi su Eccellenza a 6/8 come se il numero delle squadre potesse cambiare qualcosa, i soldi non ci sono e non ci saranno, il livello e’ e restera’ basso, flusso di ritorno?Dai gsp parliamo di 3 giocatori?Mirco, Romano e Staibano?Mirco caso molto particolare, Romano e Staibano da chiedersi se sia un flusso di ritorno od una bocciatura dell’alto livello…gsp su dai siamo seri non c’e’ alcun flusso di ritorno nell’Eccellenza, il livello e’ basso e non si puo’ parlare di professionismo, come e’ ovvio col modello celtico per la domestic league ma c’e’ chi si illude che si possa fare (so che tu non lo fai, parlo di chi la smena con formule su formule e non vuole accettare il dato di fatto che le altre 3 union celtiche dimostrano da piu’ di 10 anni). Riprendo, si puo’ guardare al futuro con speranza?No, hai un Presidente che invece che parlare della formazione e sviuluppo e filiera vaneggia di terza franchigia celtica (con che soldi prima che con che giocatori?Altri soldi tolti al movimento?).
            Poi si puo’ essere d’accordo che una scelta opposto di ristruttura il movimento partendo dalla base, dalla formazione e dallo sviluppo avrebbe comportato anni bui all’alto livello ma io non reputo che questo fosse un male per forza, certo e’ questione di vision, vision di lungo periodo o vision dell’oggi, io preferisco il lungo periodo.

        • ginomonza 12 Dicembre 2013, 17:14

          gsp scusa ma ero un pò indaffarato.
          Cosa è peggiorato mi chiedi: ho la vaga(?) impressione che non si sia in grado di produrre buoni giocatori.
          Ci entusiasmiamo per morisi campagnaro e poi? E se vediamo i risultati U20 è un pianto.
          Eccellenza non è competitiva,buoni giocatori stranieri non hanno interesse a venire da noi e così buoni tecnici.
          Non c’è nemmeno da potersi FINGERE un altro rugby.

          • gsp 12 Dicembre 2013, 18:02

            tranquillo gino, se e’ vero oggi che non si producono giocatori lo era vero anche prima, quindi non vedo il peggioramento.

            Quello che vedo io pero’ e’ che l’anno scorso avevi 4 MM a minutaggio pro molto molto alto. quest’anno si puo’ dire lo stesso per ali e tallonatori per esempio. per me e’ un miglioramento, poter dare ai giocatori la possibilita’ di giocare a quel livello. alla fine hai costruito un’infrastruttura, uno sbocco di sviluppo. poi certo il problema formazione rimane, ma hai solo un problema invece che due.

            Su morisi e campagnaro io non mi esprimo. sono piccoli ed hanno bisogno di giocare con molta calma. io li lascio totalmente in pace. preferisco non parlarne invece che dire che abbiano partite sufficienti quando non le hanno fatte.

      • Machete 12 Dicembre 2013, 15:40

        eccellenza=estinzione del rugby

    • giangian 12 Dicembre 2013, 14:37

      Non ho alcuna intenzione dottorale ma, per cortesia, “un’epoca”.
      Chiedo venia ma non ho resistito.

    • eze 12 Dicembre 2013, 16:38

      aggiungo:
      IRB World Rankings – 31 May 2010 – 11) ITALY 72.97
      IRB World Rankings – 09 December 2013 – 13) ITALY 73.13
      non si nota un miglioramento per la nazionale ma forse CL è servita per il mantenimento.
      Comunque
      SAMOA
      ARGENTINA
      FIJI
      TONGA
      han fatto meglio di noi con molte meno risorse e questo toglie ogni dubbio sull’incapacità della dirigenza FIR degli ultimi 10 anni.

      • gsp 12 Dicembre 2013, 17:07

        in questo caso puo’ essere anche giusta la conclusione, ma i numeri che posti non significano assolutamente nulla. davvero nulla. va bene la tesi precostituita, pero’…

        poi noto con piacere che per tenere gli aironi in Cl (che io ho spessissimo difeso) andavano fatte carte davvero false ed ignorare fatti evidenti come pianeti. adesso che non ci sono piu’, affondi la CL e tutto il cosmo.

  4. Machete 12 Dicembre 2013, 14:34

    Zanni in Francia potrebbe acquisire quel qualcosa in più per diventare un grandissimo…..questo potrebbe essere il momento di andare…..

  5. Sergio Martin 12 Dicembre 2013, 14:37

    Signori, nella logica del professionismo non ci trovo nulla di male che un club straniero offra una cifra cospicua (spero il più possibile) ad una franchigia italiana per uno dei suoi top player (perchè Zanni lo è). Certo, se si comprassero tutti i giocatori, allora in quel caso avrei timore di “smobilitazione”. Ma siccome così non è, Alessà, fatte dà un sacco de sòrdi dal Castres e fai onore al rugby italiano nei campi del Top 14!!

    • Hullalla 14 Dicembre 2013, 11:17

      Siccome Zanni (da quell che ho capito) e’ in scadenza di contratto, la cifra cspicua non andra’ a Treviso ma solo a Zanni.
      Sbaglio?

  6. Katmandu 12 Dicembre 2013, 14:37

    Zanni interessa ai campioni di francia? Non mi pare una notizia di quelle fenomenali, spiego meglio, è una delle terze migliori al mondo uno di quelli che potrebbe giocare in qualunque squadra al mondo indipendentemente dalla latitudine e longitudine per cui fa gola a tutti. Non so sò è un disarmo di TV ma penso che si sapeva che potrebbe andarsene comunque con o senza CL

  7. AleGialloNero 12 Dicembre 2013, 14:52

    In effetti, diciamocelo… Treviso è un palcoscenico che gli sta stretto.

  8. mimi 12 Dicembre 2013, 14:53

    Zanni merita tutta l’attenzione degli altri club,è un campione dentro e fuori del campo,gli auguro tanta fortuna

  9. San Isidro 12 Dicembre 2013, 14:55

    Vai Zanni vai…almeno lì ti riposi…

    • gsp 12 Dicembre 2013, 15:04

      paradossalmente…

      • San Isidro 12 Dicembre 2013, 15:09

        eh già…almeno i club del Top 14 hanno rose che possono permettersi il turnover…Treviso purtroppo, anche per gli obiettivi che doveva raggiungere, non se l’è potuto permettere di tenere Zanni fuori…

  10. carlo s 12 Dicembre 2013, 15:00

    ho l’impressione, ma solo l’impressione, che qui piano piano vogliono farci capire che la celtic per l’italiane finisce nel 2014… Basta dirlo…
    Poi che sia un bene che i nostri “pochissimi” campioni vadano all’estero ancora non lo capisco, però magari con il tempo anch’io ci arriverò…
    Buon rugby

    • gsp 12 Dicembre 2013, 15:06

      carlo, vedi i movimenti di mercato dei warriors negli ultimi anni e fatti un giudizio personale.

    • Machete 12 Dicembre 2013, 15:36

      il bene è che facendo così si aumenta il numero di atleti testati e abituati a certi livelli

      • carlo s 12 Dicembre 2013, 16:13

        quali livelli, quelli dell’eccellenza?

        • gsp 12 Dicembre 2013, 16:22

          guarda che il flusso e’ inverso. e puo’ essere solo un bene.

  11. tony 12 Dicembre 2013, 15:10

    Alessandro Zanni è forse l’unico giocatore del Treviso di altissimo livello internazionale, pertanto la sua perdita per Treviso ,se dovesse esserci ,sarebbe la più pesante… a Lui comunque un grande augurio qualunque sia la sua scelta , è un grande sotto tutti gli aspetti.

  12. kinky 12 Dicembre 2013, 15:20

    Ohhh ragazzi, un giocatore che (mertitevolmente tra l’altro) forse va via, e sottilineo forse, e partite subito con un catastrofismo che dire eccessivo è riduttivo!!!! Va via Zanni?!? Buon per lui, spazio a Mbandà o Steyn nel roster del Benetton dall’anno prossimo!!! Ma un giocatore che se ne va non è segno ne di smobilitazione ne di morte del rugby italiano!!! Diciamo che il mercato del Benetton dell’anno prossimo sarà molto interessante sia dal punto di vista delle uscite che delle entrate!!!

    • San Isidro 12 Dicembre 2013, 15:32

      dai che il prossimo anno si fanno I Dogi….

      • Machete 12 Dicembre 2013, 15:38

        si e la RR risorge dalle ceneri

        • San Isidro 12 Dicembre 2013, 15:41

          magariiiii….e a Roma il prossimo anno siamo 4…

          • Giovanni 12 Dicembre 2013, 16:14

            …e la Partenope, con un doppio carpiato, salta in Eccellenza! 😉

          • Katmandu 12 Dicembre 2013, 16:23

            ok allora al pedemontana gli danno direttamente l’HC senza nemmeno farli scendere in campo
            stavo per scrivere la W.W. Ellis cup ma mi pareva esagerato….

          • San Isidro 12 Dicembre 2013, 16:30

            dai kat il prossimo anno un Pedemontana-Ulster al Don Antonio Santin…

          • Katmandu 12 Dicembre 2013, 16:37

            si ma facciamo partire l’ulster con un +50 di handicap, sai per avere una partita equilibrata, almeno per i primi 20 minuti, dopo si prende il largo 😀

  13. Katmandu 12 Dicembre 2013, 15:26

    meanwhile in Wales
    http://rugby1823.blogosfere.it/2013/12/voci-dal-galles-la-wru-ha-il-piano-b-pontypridd-e-neath-in-pro-12.html
    ……”nuova coppa europea”…. segui anche tu le disavventure della….”nuova coppa europea”…..
    son matti sti gallesi

  14. gian 12 Dicembre 2013, 15:45

    parte zanni pare che chiuda la celtic per l’italia, con le partenze che ha il galles, allora, dall’anno prox, si torna al 5N perché i dragoni non ci sono più, ma daiiiii, un signor professionista fa gola ad una squadra estera di livello, normale, non cercateci dietro chissà cosa

    • carlo s 12 Dicembre 2013, 16:12

      Bhè, Gian mica si parla solo di Zanni…. sembrano possano partire un bel po’ di giocatori.

      • kinky 12 Dicembre 2013, 16:45

        Bene saranno rimpiazzati da altri che nel giro di tre anni saranno più forti e da qualche straniero che farà la differenza!! ok?!? ancora con sta storia….ohhh se partono due tre elementi non è una catastrofe, vuol dire ripartire di un passo più indietro per il Benetton l’anno prossimo D’altronde Munari ad inizio anno l’aveva detto: questo è l’anno che dobbiamo raccogliere (poi lasciate stare che fino ad oggi è stata una stagione maledetta) i frutti….e forse l’ha detto sapendo che probabilmente dall’anno prossimo bisognerà ricostruire e ripartire da più indietro.
        Però ricordiamoci che a giovarne sarà la nazionale!!!

        • ginomonza 12 Dicembre 2013, 17:21

          come Kinky lasciamo stare !!!
          non si può sbagliare previsione così.

          • kinky 12 Dicembre 2013, 18:51

            Ginomanza, intendevo dire “lasciamo stare” perchè l’oggetto del discorso era riguardante il ricambio di giocatori e non dei risultati della squadra!!

        • Hullalla 14 Dicembre 2013, 11:23

          Il probema e che per conquistare cetri sponsor devi vincere.
          Arrivare ultimo per anni e anni (pur schierando un bel po’ di giovani con tre-quattro superveterani) non porta ne sponsor ne pubblico.
          Ogni riferimento a cose e persone e’ puramente casuale, o quasi….

      • gian 12 Dicembre 2013, 17:30

        è il mondo dei pro o hai i soldi per tenerti i supercampioni o li tieni finché non te li comprano e rincominci con altri, non c’è altro dietro e o ti adatti o smetti

    • ginomonza 12 Dicembre 2013, 17:18

      il problema è che il Galles produce mentre noi consumiamo i giocatori

      • gian 12 Dicembre 2013, 17:32

        era un’iperbole per riportare i discorsi su un livello più consono alla discussione e non sul “ossignur siamo rovinati, da domani tocca mettere in campo zatta e munari!”

  15. San Isidro 12 Dicembre 2013, 15:48

    Dirò di più…qualcuno dei nostri nel Super Rugby ce lo vedo bene, tipo Parisse…

    • gian 12 Dicembre 2013, 19:01

      OT copio:
      COMUNICATO STAMPA
      Padova, 12 dicembre 2013
      ARRIVA A PADOVA ROMULO ACOSTA
      Da Tucuman al Petrarca
      Arriva stasera a Padova, e inizia domani l’attività con il Petrarca, l’italo- argentino Romulo Acosta, 21 anni compiuti il 1 settembre scorso, un metro e 82 per 112 chili, che gioca pilone sinistro, ma che si può adattare anche alla destra della prima linea. Miglior giocatore del suo club, Los Tarcos di Tucuman, nella stagione appena conclusa, Romulo ha giocato spesso anche nella selezione di Tucuman, che ha appena vinto il campionato argentino travolgendo in finale Rosario.
      “E’ un giocatore di passaporto italiano che arriva in prova fino alla fine di gennaio”, spiega il D.S. del Petrarca Corrado Covi, “e che se poi si inserirà bene nel gruppo rimarrà naturalmente fino alla fine della stagione. Avevamo bisogno di un uomo di prima linea, reparto dove siamo colpiti da molti infortuni. Tra gli altri Furia, che sarà operato nei prossimi giorni alla schiena dal dottor Massimo Balsano, con tempi di recupero tra i 4 e i 5 mesi, e Mercanti, fermo per un guaio al ginocchio almeno fino a fine gennaio. In via di recupero Staibano, mentre Leso e Novak, acciaccati, hanno giocato le ultime partite non in perfette condizioni”.
      conosci? che ne dici?

      • San Isidro 12 Dicembre 2013, 20:02

        gian, non lo conosco (non li posso conoscere tutti, anche perchè seguo molto pià l’URBA rispetto agli altri campionati, di cui però cerco di essere attento nelle fasi finali)…comunque sembra un buon prospetto sia perchè è stato selezionato con la provincia di Tucuman (e proprio quest’anno hanno vinto il titolo provinciale battendo in finale il Rosario…ho postato gli highlights sull’articolo di Hourcade di ieri, anche perchè con Las Naranjas si è laureato campione anche un certo Diego Vidal, che, dopo i due anni celtici a Treviso, è tornato in patria)…non necessariamente, ma comunque passare per le province (che sono selezioni dei migliori giocatori di club che afferiscono ad una determinata union, in Argentina ce ne sono ben 25 di unions) è già un primo step per farsi notare in ottica Pampas XV, Jaguars e/o Pumas…inoltre Acosta gioca con i Los Tarcos che sono un club forte e quest’anno hanno fatto la Copa de Oro del Noroeste…il Torneo del Noroeste, come quasi tutti i campionati argentini, è suddiviso in fasi, dopo la prima fase i migliori 8 fanno il Super 8 del NOE, successivamente i migliori 4 danno vita al quadrangolare della Copa de Oro (vinto quest’anno a pari merito dai Cardenales, il club di Vidal, e l’Huirapuca)…direi che le buone premesse ci sono tutte, buon per voi!

        • gian 12 Dicembre 2013, 20:04

          e vedi che basta chiederti!
          non lo conoscerai direttamente, ma solo con la conoscenza del rugby argentino mi hai dato una traccia 😉

  16. maz74 12 Dicembre 2013, 17:42

    E’ logico che alcuni giocatori, soprattutto di Treviso, andranno in Francia (Zanni, Ghiraldini, Minto, De Marchi, Rizzo, Favaro) perchè sono giocatori validi e hanno ulteriori margini di crescita.
    Non lo vedo come un problema se i migliori vanno a completare il proprio bagaglio tecnico in Francia o Inghilterra, sicuramente la nazionale avrà un vantaggio.
    Non vedo il problema se 2/3 giocatori di Treviso o Zebre vanno via, così si potrebbe creare lo spazio per nuovi giovani da crescere, che se non sbaglio era l’obbiettivo primario della CL, creare un movimento sempre maggiore di giocatori di alto livello a favore della nazionale

    • San Isidro 12 Dicembre 2013, 17:46

      sono d’accordo, anche se il primo anno di CL gli Aironi fecero di tutto per portare in Italia forti nostri giocatori che erano all’estero (giustamente)…comunque per Minto non azzarderei, prima dobbiamo rivederlo in campo a Treviso dopo il lungo stop, speriamo presto, rumors dicono da Gennaio, ma non ci giurerei…

      • tony 12 Dicembre 2013, 18:11

        Forse anche prima sembra che gli ultimi controlli diano una diagnosi di prossoma guarigione.

  17. San Isidro 12 Dicembre 2013, 17:56

    Comunque sottolineo che, quando sono nate le Zebre, già diversi nostri giocatori che erano agli Aironi sono andati all’estero e credo che quelli che ne hanno giovato di più sono stati Masi (che già era un atleta consolidato con 5 anni passati in Francia) e Furno…nì per D’Apice e Biagi, che comunque sono arrivati alle Zebre con un’esperienza in più…Del Fava non fa testo (visto che non è più in ottica nazionale)…negative direi le stagioni di Romano e Staibano, che dalla Premiership si sono accasati in Eccellenza (parlo del puro rendimento, poi comunque un’esperienza ovale all’estero è formativa)…

    • Hullalla 14 Dicembre 2013, 11:31

      DeFava in Inghilterra ha fatto e sta facendo benissimo.
      Non ci rendiamo conto che tenendo Masi e DelFava le Zebre avrebbero probabilemnte vinto qualche partita l’anno scorso: sarebbe stato oro colato. Perderle tutte ti fa fare una figura ben misera a livello internazionale e non ti permette di far la voce grossa in certe situazioni, come quella riguardante il Pro12 e la Heineken Cup (o quello che la sosttuira’, nel caso).
      Si sta’ ragionando come se I “posti” fossero garantiti per grazia ricevuta e non fosse invece necessario dimostrare di meritarseli anno dopo anno.
      Cosi’ nelle competizioni internazionali pr clubs non portiamo ne’ competitivita’, ne’ pubblico, ne’ sponsor. Come possiamo aspettarci che ci tengano in considerazione nelle loro decisioni?

      • San Isidro 14 Dicembre 2013, 17:08

        Hulla, ho solo sottolineato che già diversi giocatori nel passaggio dagli Aironi alle Zebre sono andati all’estero…guarda che avrebbe fatto piacere anche a me se qualcuno fosse rimasto con la nuova franchigia federale, soprattutto Masi (che all’inizio era dato per certo con le Zebre, Del Fava già aveva preso la via di Newcastle)…sicuramente quei due giocatori avrebbero fatto bene alle Zebre, però che adesso i federali le abbiano perse tutte perchè non c’erano loro mi sembra un pò eccessivo dirlo…su Del Fava sono sicuro che sta facendo benissimo in Inghilterra, ma ormai è fuori dal giro azzurro e già dal mondiale, bisognerebbe chiederlo a Brunel…

  18. tonibaruchel 12 Dicembre 2013, 18:14

    Cari ragazzi , da ambienti interni alla società Benetton arriva la notizia che c’è
    già un accordo tra la stessa e la Nike per la cessione dell’ intera società per portarla a Roma , accordo realizzato con la benedizione di Gavazzi .
    Molto spesso come si dice dalle nostre parti el beco se l’ultimo a saverlo , nel ns.
    caso (Zatta) , e sono convinto che Munari sarà il prossimo G. M. di questa nuova
    società .

    • gian 12 Dicembre 2013, 18:17

      bene, così smetteranno di dirci che siamo venetocentrici per quanto riguarda il rugby, poi ci irroreranno con le scie chimiche così ce ne dimenticheremo

    • San Isidro 12 Dicembre 2013, 18:34

      bella notizia! ma aspettiamo molto cauti…le voci sono solo voci appunti…attendiamo news ufficiali…

      • San Isidro 12 Dicembre 2013, 18:38

        sono contento che mi portino una franchigia a Roma, ma spero siano le Zebre che sono una squadra federale…non ho ben capito la questione Benetton, cioè come si fa a spostare il Treviso da Treviso? sarebbe assurdo, per non parlare poi del giustissimo dispiacere di tutti i tifosi, non ho capito…

        • Sergio Martin 12 Dicembre 2013, 18:46

          Mah, tecnicamente non è impossibile: Benetton cede l’attuale squadra e ne rileva un’altra della zona che militi in Eccellenza o in serie A, con relativo titolo sportivo e la sposta nell’attuale sede di Treviso, a beneficio dei tifosi locali.

          • San Isidro 12 Dicembre 2013, 18:53

            si Sergio, ma i tifosi locali vogliono vedere la Pro 12, non l’Eccellenza o la A…continuo a non capire, mi sembra tutto un pò surreale…

          • Sergio Martin 12 Dicembre 2013, 18:59

            …i Forconi del rugby…

          • San Isidro 12 Dicembre 2013, 19:01

            ahahah…in effetti di ‘sti tempi…e avrebbero ragione…

          • gian 12 Dicembre 2013, 19:10

            ancora più facile, treviso cede i diritti celtic e la rosa ad un’altra società e la fir avvalla, il benetton torna in eccellenza, come da accordi o, in alternativa, non rinnova la concessione e torna in eccellenza lasciando libero lo staff ed i giocatori (magari traghettando i contratti alla nuova realtà), treviso rimane a treviso e la nike, che sta uscendo dal rugby, fa la squadra dove preferisce

          • San Isidro 12 Dicembre 2013, 19:24

            @gian tutto ok, ma mi sembra veramente assurdo per un tifoso del Treviso…un conto è che si fa la franchigia veneta e ok, altro conto è tutto sto giro e rigiro di cose con addirittura la perdita della Pro 12 in Veneto…capisco il business e tutto quanto, ma così è un colpo basso per i trevigiani…vorrei proprio sapere cosa ne pensano quelli di Treviso che scrivono qui…

          • gian 12 Dicembre 2013, 19:56

            probabilmente che è una leggenda, poi magari è vero, ma credo che in veneto pensino tutti sia una voce e solo quella

          • Hullalla 14 Dicembre 2013, 11:33

            Mi sa che forse non servirebbe nemmeno comprare un’altra squadra di Eccellenza perche’ questa possibilita’ potrebbe essere gia’ presente negli accordi (segreti) tra FIR e “franchigie” per andare in Celtic.

        • 6nazioni 12 Dicembre 2013, 18:48

          @san tutto vero franchigie verso ROMA-MILANO. decisione del lider maximo….

          • San Isidro 12 Dicembre 2013, 18:51

            e a Treviso succede la rivoluzione armata però…

    • Sergio Martin 12 Dicembre 2013, 18:42

      Allora, se questa notizia è vera, per l’ambiente del rugby e gli appassionati (noi) non è una semplice notizia, ma una bomba!
      Comunque, rimaniamo calmi ed aspettiamo eventuali conferme.

      • San Isidro 12 Dicembre 2013, 18:47

        per noi romani si, ma non per quelli di Treviso, se ciò fosse vero non lo troverei giusto…possibile che allora la franchigia diventi privata con base a Roma, cambia il nome, ma il grosso della rosa resta e Treviso come club torna in Eccellenza, boh? finchè non ci sono ufficialità possiamo fare tutte le ipotesi possibili…

        • Sergio Martin 12 Dicembre 2013, 18:51

          In effetti, non sarebbe molto piacevole per gli amici di Treviso…
          Comunque, riguardando i vecchi post, la notiziona era già uscita l’estate scorsa:
          http://www.onrugby.it/2013/07/07/voci-da-treviso-nike-pronta-a-sostituire-benetton/

          • San Isidro 12 Dicembre 2013, 18:54

            la notiza me la ricordo benissimo, ma mi ricordo anche che era molto ma molto ufficiosa…

          • Sergio Martin 12 Dicembre 2013, 19:01

            Io invece non la ricordavo. Ora che l’ho rivista, sì; e ricordo anche che quando la lessi, non le diedi molto peso, proprio perchè molto ufficiosa.

    • il carogna 12 Dicembre 2013, 18:45

      ma nike non stava abbandonando il rugby ?

      • gian 12 Dicembre 2013, 19:04

        appunto!
        ma siccome in italia guadagna un botto con la palla ovale ha deciso di fare questo colpaccio di mercato (con l’occulta regia di sky che vuole spendere per avere il 6N per l’italia)

        • malpensante 12 Dicembre 2013, 21:14

          C’è una logica stringente: dove, se non nel paese più pantofolaio del mondo, può investire la più famosa produttrice di pigiami da rugby?

    • Rich 13 Dicembre 2013, 10:14

      Nike abbandona la sponsorizzazione tecnica di Tolone, squadra campione della HC, con giocatori come Wilkinson, Botha, Habana, etc, praticamente il Real Madrid del rugby…per acquistare (totalmente, non solo come sponsor tecnico) una squadra che in HC non si è mai qualificata, le cui partite in trasferta in CL non sono prodotte in tv metà delle volte, e portarla in un ambito territoriale le cui potenzialità numeriche sugli spalti sono tutte da verificare.
      Ma ‘ndè cagar.

  19. tonibaruchel 12 Dicembre 2013, 18:38

    Poi toccherà alle ZEBRE partire x MILANO .

  20. 6nazioni 12 Dicembre 2013, 18:50

    x zanni era ora che cambiassi aria sei il migliore in assoluto piu’ di parisse e castro,monetizza al massimo il trasferimento nel top14,e auguri grande
    friulano.

    • kinky 12 Dicembre 2013, 18:53

      Più di Parisse?!?!? inizio a dubitare della tua conocenza rugbystica!!!

      • 6nazioni 12 Dicembre 2013, 21:15

        ad oggi zanni e’ piu’ forte di parisse anche se con ruoli diversi
        secondo il mio modesto parere.
        @kinky e’ vera la notizia del pilone argentino preso dal petrarca

  21. Sergio Martin 12 Dicembre 2013, 19:12

    @San: Benetton, una volta acquistata la squadra di eccellenza o serie A, dopo pochi anni e qualora il board del Pro12 ce ne offrisse la possibilità, potrebbe sempre decidere di rientrarci con il Treviso…Basta avere le risorse finanziarie. Forse è questo il senso dell’intervista di Gavazzi, quando ha parlato di “terza franchigia”. Però mi rendo conto che sto scrivendo la sceneggiatura di un film…Aspettiamo e vediamo.

    • San Isidro 12 Dicembre 2013, 19:19

      Gavazzi quando parla di terza franchigia sono sicuro che si riferisce ad una da collocare nel centro-sud nel quadriennio 2018-2022 (se ancora saremo in celtic)…tuttavia era seria la sua intenzione di spostare le Zebre a Roma o Milano, anche se pure questa ipotesi rimane vana perchè a quanto pare le Zebre vogliono tenerle a Parma…
      su Treviso ok, ma non si può far mandar giù a un tifoso della marca la storia “se saremo ancora in celtic tra qualche anno potrete ricanditarvi intanto godetevi l’Eccellenza o la A”…

      • Sergio Martin 12 Dicembre 2013, 19:31

        Volevo dire: non è un mistero che Gavazzi voglia una franchigia in Lombardia e l’altra a Roma; ora c’è questa notizia, e lui ha parlato di tre franchigie. Ho solo fatto due più due.
        Sì, per il tifoso di Treviso sarebbe brutto, ma non penso che i trevigiani farebbero barricate; e poi, comunque, è pur sempre Benetton che ci mette i soldi. Questo non significa che moralmente sia gradevole, ma probabilmente – se vedremo questo film – ci sarà un motivo che Benetton chiarirà ai tifosi.

      • Katmandu 12 Dicembre 2013, 19:34

        Fioi treviso é treviso, vijaltri aveo el colosseo? I fori? A Treviso i ga i radici e il rugby, xe vo’é el rugby de alto liveo? Sposteve e zebre altrimenti se vo’é Treviso a Roma cioeve pure piassa dei siori, la sile, Gentilini e le mura!

        • Sergio Martin 12 Dicembre 2013, 20:22

          Hai ragione! 🙂

          • San Isidro 12 Dicembre 2013, 20:32

            infatti…e poi non scambierei mai il biondo Tevere con la Sile…

          • San Isidro 12 Dicembre 2013, 20:34

            infatti…e poi non scambierei mai il biondo Tevere con la Sile…

          • ginomonza 12 Dicembre 2013, 21:08

            san biondo? forse castano scuro 😉

          • 6nazioni 12 Dicembre 2013, 21:18

            @ginomonza mogano scuro altro che biondo…….

  22. malpensante 12 Dicembre 2013, 21:24

    Insomma, abbiamo speso 4 anni e una fortuna per tenere e riportare i migliori in Italia e adesso, mah sì, siam contenti che vadan via. Contrordine compagni, diceva Guareschi. Ma tirar le somme di un progetto, costi e benefici, risultati raggiunti e prospettive, mai?

    • gsp 13 Dicembre 2013, 00:45

      tu dai troppo peso alle parole degli ottuagenari. se metti la politica da parte ha perfettamente senso portare orquera e bortolami in italia per dare una struttura ad una squadra che non l’aveva, ed ha perfettamente senso che Zanni e Gori vadano all’estero se ci sono ricambi.

      prospettive? impossibile quandp dipende tutto da noi, figurati adesso.

      ma tu che bilancio fai?

      • gsp 13 Dicembre 2013, 00:46

        dimenticato di aggiungere ‘secondo me’.

      • malpensante 13 Dicembre 2013, 19:25

        Se parti in prima classe da Parma per andare a Roma, e dopo 4 anni ti ritrovi a Fidenza ha perfettamente senso? Io mica sono il presidente della FIR per fare bilanci, ma al suo posto li farei di certo e pure mi darei degli obiettivi chiari. Di sicuro non andrei avanti per inerzia, come stiamo facendo. A cominciare dal fatto che devi metter mano al domestic (comincia pure dalla C e fermati alla A1, se vuoi) e alle giovanili, Celtic o non Celtic.

  23. tonibaruchel 12 Dicembre 2013, 22:56

    Egr. Direttore , sono a chiederle ove ciò fosse tecnicamente possibile , di numerare i vari commenti in maniera tale che se per qualsiasi motivo ci si dovesse assentare dalla lettura , poi la si può riprendere senza doverla scorrere tutta nuovamente .
    Grazie per la disponibilità .

    • Redazione 13 Dicembre 2013, 00:57

      @tonibaruchel non è il primo che ce lo chiede, purtroppo al momento il sistema non prevede la possibilità di farlo, promettiamo però che nei prossimi giorni proviamo a informarci con i nostri tecnici per capire se sia possibile fare un’implementazione. Del resto chi poteva aspettarsi dei lettori così partecipi ?? 😉

  24. mimi 13 Dicembre 2013, 10:09

    certe volte è bello leggere questi post di fantarugby,mi divertono molto

Lascia un commento

item-thumbnail

Benetton Rugby: quattro rinnovi nello staff tecnico

Il club veneto ha confermato per le prossime due stagioni tutti gli assistenti di Kieran Crowley

24 Marzo 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: Amerino Zatta parla del momento complicato

Senza cinque partite casalinghe, e con la Champions a rischio, non è semplice far quadrare i conti a Treviso

23 Marzo 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

La rosa del Benetton Rugby ’20/’21 – in aggiornamento

Quali sono, ad oggi, i giocatori ufficialmente sotto contratto con i Leoni per la prossima stagione

21 Marzo 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: Simone Ferrari e Nicola Quaglio rinnovano

Altri due prolungamenti in casa trevigiana: i due piloni, anche Azzurri, resteranno a Monigo

17 Marzo 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Coronavirus: rinviate altre partite di Zebre e Benetton

Le trasferte a Cardiff dei ducali e a Limerick dei Leoni sono saltate. Verranno riprogrammate in data da destinarsi.

10 Marzo 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Luca Petrozzi: “Farò di tutto per meritarmi un posto a Treviso”

Dopo la bella prova di Newport, abbiamo sentito il mediano di mischia di San Donà, attualmente permit al Benetton Rugby

10 Marzo 2020 Pro 14 / Benetton Rugby