Treviso soffre e si fa scappare la vittoria all’ultimo respiro: con il Connacht è 23-23

Partita difficile al Monigo contro una squadra che non lascia nulla di intentato. E i biancoverdi subiscono il pareggio all’80’

COMMENTI DEI LETTORI
  1. franky 26 Aprile 2013, 23:15

    partita bruttina condita da tanti errori
    siamo a fine anno e si possono fare dei bilanci : squadra migliorata in tante aree del gioco si merita la posizione che ha e alcuni errori sono evitabili lavorando sulla crescita individuale e acquisendo esperienza
    mi rimangono ancora dei dubbi sull’efficienza offensiva della squadra quando deve giocare al largo e quando non deve solo andare dritta : giocate prevedibili pochi cambi d’angolo troppo monocordi; già quest’anno si sono visti miglioramenti ma mi sembrano mancare degli schemi delle giocate efficaci; è un problema che si può risolvere o con una nuova guida tecnica o con l’acquisto di giocatori di qualità, in particolare un MA forte darebbe una certa linea di gioco , dibe è bravo ma oltre ai limiti dalla piazzola mi sembra che più di così non possa dare è di un buon livello ma per fare il salto di qualità non è sufficiente
    per anni siamo rimasti legati alle improvvisazioni di williams e ora non vedo quel giocatore capace di tali scosse quindi serve un gioco che permetta a loamanu nitoglia campagnaro pratichetti ecc di esprimere la loro potenza la loro forza la loro capacità di attaccare la linea
    gli avanti mi sembrano già di alto livello bisogna continuare a lavorare per limare alcuni difetti

  2. berton gianni 27 Aprile 2013, 00:41

    Cercando di essere il più obbiettivo possibile ma, non si può non dire come siano regrediti parecchio, proprio come sottolinea anche Franky e, soprattutto, troppo fallosi.
    Giusto come si era negli anni scorsi.
    Toniolatti si gioca una meta già fatta con un assurdo offload e anche in seguito altri trevigiani commettono delle cappelle intollerabili a questi livelli.
    Ma su questo argomento, siamo alle solite.
    Alla fine, per fortuna che Parks ha sbagliato due punizioni…
    Cmq, altro che sogni di gloria : qui c’è ancora tanto da lavorare ; con umiltà e sudore.

    • Rabbidaniel 27 Aprile 2013, 01:00

      L’unico off-load decente lo ha fatto Le Grange a Barbieri. Trovo Le Grange un giocatore di straordinaria importanza per gli equilibri e di grande visione di gioco. In ogni caso che manchi un’apertura per il salto di livello è di tuttissima evidenza. Col rispetto dovuto a Di Bernardo, non siamo certo concorrenziali con gli altri 10 del torneo.

      • rugbyveneto 27 Aprile 2013, 12:10

        Scusate però non sono d’accordo con le critiche a Dibe. Sicuramente ha fatto degli errori però la squadra non ha giocato bene. Colpare il 10 e sempre la cosa più facile a fare. Quest’anno ha fatto dei partitone. Treviso e cresciuta e adesso se la gioca con tutte le squadre fuori e vince spesso in casa. L’anno scorso vi ricordate quante partite abbiamo perso a Monigo. Settimo posto assicurato. Sempre avanti

  3. Rabbidaniel 27 Aprile 2013, 00:55

    Bilanci dopo Llanelli.
    Oggi, non si può pareggiare una partita così. L’arbitro ha regalato un paio di calci a Connacht, ok, però che diamine, regolati, bada a non fare indiscipline evidenti. Ci ha dato anche la meta tecnica sacrosanta dopo 2 mischie. Suvvia, da lì si sono imbambolati! Poca testa, tanta frenesia. Un primo tempo regalato. Si poteva finire meglio in casa.
    Contento per Campagnaro che pare recuperato.

  4. tergestum 27 Aprile 2013, 01:00

    se non sono rincoglionito del tutto, le regole di ruck recitano: uomo a terra con palla+ sostegno+avversario legato.
    Se l’avvesario non c’è e il sostegno scivola come un angelo imbriago, mi sapete dire che cazzo di penality è questo?

    • Rabbidaniel 27 Aprile 2013, 01:02

      Quel calcio non c’era, ma non mi ci appiglierei. Ovvero, stasera proprio non sono riusciti a prendere una minima misura sull’arbitraggio e a difendere con disciplina e con pazienza, cosa che ha fatto Connacht molto bene. Mi dispiace ma stasera non si è perso per l’arbitro.

      • mauro 27 Aprile 2013, 08:08

        capisco l’ora e la delusione condivisa, ma abbiamo pareggiato. Però è vero, il gusto in bocca è quello di una partita persa.

  5. lupo 27 Aprile 2013, 01:09

    buona prova di tutti gli avanti, più che buona dei due centri (e se la grange è da un pò una bella garanzia aggiungerci un campagnaro così fa ben sperare)….ma quando arriviamo a parlare dei “leggeri”, mah.
    che dibe non sia un’inventore di giocate geniali si sa quindi non sarebbe neanche giusto aspettarsele (un MA uno zic più “creativo e che magari ogni tanto non crei una voragine in difesa servirebbe comunque), mi preoccupa l’involuzione di gori, giocatore che apprezzo e che ho sempre difeso ma che ultimamente mi pare troppo “agitato”. difensivamente meno devastanti del solito (ma avendo il possesso per l’80 % del tempo capita), invece che bella la gestione della linea avanzante degli irish…complimentoni

  6. tergestum 27 Aprile 2013, 01:09

    con i se e i ma non si dovrebbe parlare, comunque, la stessa partita a campi invertiti , da come la vedo, sarebbe stata a favore dei leoni.
    troppa voglia di far bene con conseguenti errori dal desiderio di salutare il pubblico nella maniera migliore

  7. lukek27 27 Aprile 2013, 01:20

    Mah, a vedere la partita ho sempre avuto l’impressione che avremmo avuto un finale del genere. Anche sul 23-16, mi aspettavo un finale con pareggio. Difesa decisamente troppo fallosa, troppe occasioni sciupate, ancora bene aver pareggiato…

    In tutto ciò, c’è comunque una nota positiva: Campagnaro, per quanto il MoM fosse esagerato, ha giocato bene. Certo, è solo una partita, ma l’impressione è che tra i giovani tanto attesi (lui, Ambrosini ed Esposito), sia quello più pronto per questo livello. Speriamo che continui così, giocare vicino a La Grange può fargli tanto bene!

    • Rabbidaniel 27 Aprile 2013, 01:26

      Condivido l’impressione su Campagnaro. Non so se sia stata la lontananza dal campo, ma ha dimostrato una voglia e soprattutto una concentrazione notevoli.

  8. Gianangelo 27 Aprile 2013, 07:46

    Mi son fatto 400 km e passa per vederla e sono un po’ deluso.
    Fra le cose consolanti c’è sicuramente il debutto di Campagnaro, ha attaccato la linea con buon successo.
    Continuo a non capire Smith, secondo me si fan partire i migliori e poi nel secondo tempo si fanno i cambi, non il contrario. Con Citta e De Marchi la loro mischia è crollata, con Pavanello si son viste rimesse e maul ben fatte.
    Risultato, partita da vincere, anche con bonus, pareggiata.
    Gori ha bisogno di rivedere i fondamentali, porta troppo la palla e la passa male.

  9. Gianangelo 27 Aprile 2013, 07:51

    Dimenticavo Maistri, io di tallonatori con quel fisico ne ho visti pochi, sembra un 8 Sudafricano, giocatore moderno nel vero senso della parola, secondo me ha solo bisogno di un paio d’anni di esperienza ma è davvero forte.

  10. mauro 27 Aprile 2013, 08:15

    alla fine dell’anno continuo a vedere gli stessi errori di frenesia, di voglia di fare (strafare?) di ferragosto, per cui a mio avviso è questione di direttore d’orchestra. Forse DiBe sarà il massimo che ci possiamo permettere, ma è assolutamente inadeguato alle nostre legittime ambizioni. Cammina troppo di taglio prima di dare la palla, lui, come altri, cerca incroci di fantasia (significativa la zuccata di ieri sera) e se quello che cerca è la sorpresa dovrei dire che molto spesso lo capisco io in tribuna cosa vuol fare o, meglio, cosa non sa che fare. Un altro esempio di quanto sto dicendo è stato verso la fine il droppo non dropo vabbè faccio avanti, inamissibile dentro i 22 avversari. Però siccome è un problema nazionale non vado oltre, per me è (era) meglio Burton.

  11. malpensante 27 Aprile 2013, 11:33

    Non sono d’accordo sulla mischia. Con tutto il rispetto per la buona tecnica, andavano asfaltati. E la partita horribilis di Gori (di seguito quella modesta di Dibe) comincia da palle mai sicure e pulite. In più di mischie ne hanno addirittura perse, e preso calci. Quando ha funzionato, meta e occasioni. Al largo il discorso è diverso, loro hanno fatto una grande partita e (ma non è una novità e in più ora hanno anche Parks) con una pedata ti rispediscono alla casella postale. Bene Campagnaro, non solo in attacco ma solidissimo in difesa. Delusione inevitabile, e la sensazione che manchi più la testa del resto. Poi, se vinci il tifoso ci passa sopra, ma Edimburgo andava asfaltato senza soffriree c’era più da lamentarsi che di un pareggio contro un buon Connacht.

  12. berton gianni 27 Aprile 2013, 11:39

    In questi tre anni una costante del Benetton è stata quella di perdere o pareggiare partite, già vinte, negli ultimi istanti di gioco. In senso inverso, sbaglierò ma, mi viene in mente solo una punizione da metà campo di Di Bernardo che ha regalato la vittoria.
    Senza star li a rigirare i giudizi su Smith e/o i giocatori, credo proprio che sia questo il vero punto su cui Treviso deve migliorare assolutamente.
    Secondo me, tutti gli errori che,a volte o spesso, i giocatori commettono ( offloads ridicoli, infantili in avanti, ripetuti errori nei passaggi ) hanno minore importanza/incidenza.
    Piu’ o meno queste “cappelle” le ho viste fare da tutte le squadre passate per il Monigo.
    Devono migliorare sulla tenuta mentale, sulla crescita nell’ autostima.
    E siccome, già da solo, l’innesto di uno come La Grange ha portato ad un evidente passo in avanti, resto dell’idea che Treviso debba puntare tutte le proprie energie economiche nell’acquisto di un grande numero 10.

  13. Stefo 27 Aprile 2013, 11:54

    Non una gran partita della Benetton ma come al solito noto che Treviso gioca contro una squadra che non sia una delle grandi parte lo snobbismo di molti tifosi…Connacht e’ una buona squadra piu’ o meno sul livello di Treviso, ha vinto solo una partita in meno dei trevigiani nella stagione ed ha una differenza punti fatta-subita migliore di Treviso…come spesso bastano un paio di vittorie per far pensare di essere arrivati o chissa’ cosa…non e’ cosi’. Treviso e’ una squadra di centro classifica per il Pro12 ancora oggi, la migliore delle inseguitrici del gruppo che si e’ giocato i PO ma non e’ una spanna sopra chi la segue.

    Sulla partita: non una bella Benetton come detto inizialmente, troppi errori e troppi falli, in attacco in particolare ho visto qualche errore di foga di troppo. Molte critiche su Di Bernanrdo che di sicuro non e’ un fenomeno ma mi sembra venga crititcato troppo per la singola prestazione certamente non straordinaria.

    In generale io penso che la stagione della Benetton sia pienamente in linea con il loro valore reale, lo dicevo ad inizio stagione che puntare ad un record del 50% fosse il loro obiettivo realistico, finiranno probabilmente un po’ sotto questo obiettivo ma con una migliore differenza punti fatti-subiti, un numero di mete segnata migliore del primo anno e per lo meno uguale a quello della scorsa stagione ma con meno mete subite rispetto agli anni passati, avendo dato in generale nell’arco della stagione questa idea di essere la migliore delle squadre fuori dalla lotta PO ed insomma alla terza stagione trovarsi ad essere dietro soloa a Glasgow-Leinster-Ulster-Scarlets-Ospreys-Munster come potenziale e come risultati mi sembra un gran traguardo pienamente meritato e che rispecchia pienamnete la situazione.

    • aristofane 27 Aprile 2013, 12:10

      Quello che ha lasciato molti tifosi delusi ieri è che la partita è stata buttata via per il solito calo di concentrazione finale… dopo aver segnato una penalty try grazie alla mischia non è possibile che ci si becchi 2 punizioni consecutive nelle due successive (e pensare che al 78′ eravamo nei loro 22)…hanno forse perso le gambe? Deludente è anche la prima meta subita, un’altra in prima fase da touche. Deludente è stata anche la difesa, di solito presente ieri sempre retrocedente… Insomma, una prestazione inferiore a quella di una settimana fa, in linea con altre durante la stagione (ad es in casa contro Glasgow, altra partita regalata). Molti mi sono sembrati davvero stanchi, ad es Minto, ma anche Zanni e Favaro, un po’ di riposo sarà pienamente meritato per la stagione che hanno fatto!

    • Rabbidaniel 27 Aprile 2013, 12:18

      Stefo hai ragione su Connacht. Personalmente non l’ho mai considerata una squadra materasso e ci mancherebbe anche. Il problema è che ieri la Benetton ha cominciato a capire come controbattere all’ottima fase difensiva di Connacht solo nel secondo tempo e alla fine si è anche disunita in mischia. È mancata lucidità e disciplina, per questo ritengo la prestazione negativa. Prendere due calci quasi di seguito e far risalire il campo a Parks a pochi minuti dalla fine è abbastanza criminale.

    • Stefo 27 Aprile 2013, 12:42

      @ aristofane e rabbi
      Treviso ieri non ha fatto una buona partita l’ho scritto anche io questo e su questo non ci sono dubbi ma ho letto che era una partita da vincere col bonus ecc…questo e’ dove penso si sbagli l’atteggiamento.
      Treviso ieri non ha giocato bene nessun dubbio al riguardo, stanchezza, voglia di chiudere in grande cercando la vittoria numero 10 hanno tolto precisione e disciplina probabilmente.

      • ginomonza 27 Aprile 2013, 13:21

        Stefo
        come al solito la gente si scorda che in campo c’è anche l’avversario …ma guarda un pò.
        Così se non si vince dipende dall’arbitro, oppure da Gori o DiBernardo etc.etc. e mai a causa dell’altra squadra.

  14. mauro 27 Aprile 2013, 11:57

    Paolo, non vale un granchè come osservazione, ma il tabellino è sbagliato: DiBe e Parks non hanno realizzato una punizione ma hanno trasformato rispettivamente al 73 e al 80

  15. rugbyveneto 27 Aprile 2013, 12:30

    Scusate però non sono d’accordo con le critiche a Dibe. Sicuramente ha fatto degli errori però la squadra non ha giocato bene. Colpare il 10 e sempre la cosa più facile a fare. Quest’anno ha fatto dei partitone. Treviso e cresciuta e adesso se la gioca con tutte le squadre fuori e vince spesso in casa. L’anno scorso vi ricordate quante partite abbiamo perso a Monigo. Settimo posto assicurato. Sempre avanti!

    • franky 27 Aprile 2013, 12:58

      ma non c’è dubbio che la colpa non sia solo di dibe ma. parlo per me e per quello che ho scritto, tralasciando la partita di ieri non lo vedo come il 10 titolare di una benetton che vuole migliorare le proprie prestazioni; a me piace anche come giocatori ma dicevo la stessa cosa di burton : più di così non può dare, sono entrambi buoni giocatori magari titolari per una squadra di medio-basso livello ma salendo di livello possono essere ottimi ricambi

  16. Machete 27 Aprile 2013, 14:15

    secondo me si sopravvaluta la squadra e si pecca di presunzione……pensare andando a vedere Treviso che questa debba asfaltare ogni avversario che incontra mi sembra inverosimile…..ricordiamoci il recente passato del Benetton e del nostro rugby….
    ci lamenta della vittoria contro Edimburgo……..senza pensare a Scozia Italia del 6 nazioni……si crede Treviso meglio di Glasgow con quest’ultima che in classifica ha 27 (ventisette!!!) punti in più
    ieri abbiamo pareggiato contro una buona squadra che all’andata ci ha battuto ci può stare….quindi un pò di realismo per favore….
    Treviso ha fatto un’ottima stagione….in casa si fa sentire….e molto spesso vince……fuori casa ha fatto buone prestazioni e ogni tanto vince….
    credo che la crescita sia regolare…..
    per quanto riguarda la partita di ieri ci sono stati degli errori e cmq con un pò di attenzione nel finale la partita la portavi a casa……alcuni giocatori hanno tirato il fiato….vedi zanni favaro e il ghira…ma tirano la carretta da agosto…..e alcuni magari non hanno un gran momento di forma….vedi Gori
    metti anche Smith un pò presuntuoso che non ha messo la prima linea titolare da subito………
    su Di Bernardo c’è poco da chiedergli in più ……quello è …..ha 32 anni e non si può pensare che cresca ancora….è un discreto 10 ma non pretendiamo che sia Contepomi Hook o simili perchè non lo sarà mai……
    cmq io ho visto 2 ottimi giovani Maistri e Campagnaro che hanno giocato bene…..quindi non la vedo così nera

  17. dado 27 Aprile 2013, 14:33

    ieri sera ero alla stadio, l’urlo della vittoria è rimasto in gola, delusione cocente.
    Ma non riconoscere i migliaramenti della squadra è ingeneroso, per alcuni giocatori la stanchezza ieri era evidente, troppe partite tra club e nazionale,sicuramente frenesia nel voler dare soddisfazione al proprio pubblico accorso numeroso per l’ultima partita ( ma questo va a merito dei giocatori che vogliono dare il massimo ).
    Sicuramente si è vista la differenza tra i MA delle due squadre, e non è una novità.
    Due anni fa nessuno però si immaginava un tale risultato di classifica come l’attuale.
    Arbitro, boh forse son tifoso ma mi sembra ci sia un’attenzione maggiore verso l’indisciplina delle squadre italiane, anche con le Zebre ho visto cose difficilmente giusitficabili. Sempre felice di andare a vedere paritte di questo livello ed anzi spero di poter continuare a farlo nei prossimi anni, quindi GRAZIE

    • rugbyveneto 27 Aprile 2013, 14:57

      Ma scusa per te Parks ha giocato meglio di Dibe ieri sera? Perché non guardi la partita un’altra volta. Parks ha sbagliato calci,la seconda meta di Treviso e colpa sua,calci direttamente in touche,etc
      Ripetto e sempre la cosa più facile…colpa della mediana…insomma

  18. franky 27 Aprile 2013, 14:47

    Maistri sta avendo un impatto niente male e in termini di minutaggio è messo molto meglio di altri giocatori al primo anno … complimenti a lui speriamo di aver trovato il vice ghira

  19. berton gianni 27 Aprile 2013, 15:32

    Alla faccia dei tanti forumisti critici nei confronti del Benetton, colpevole di non dar spazio ai giovani, oggi, tirando le somme, abbiamo : Gori, Maistri, Campagnaro ( Benvenuti e Iannone ) e financo il permit From Petrarca, già promossi fra i titolari. A cui aggiungere,in attesa di crescita definitiva, Ambrosini, Esposito, Fuser ( Morisi ).
    Visto che stiamo parlando del top team del nostro mondo ovale, direi proprio che si debbano far loro i complimenti ( oltre ovviamente ai ragazzi ).
    E cioè : quando un ragazzo e’ realmente “solido” per stare in campo, lo spazio glielo danno, eccome.
    Soprattutto perché, in primis, lui se l’e’ conquistato nel rispetto che ha guadagnato in spogliatoio.

  20. dado 27 Aprile 2013, 17:40

    ciao rugbyveneto, per quanto ho visto alla stadio la differenza è stata proprio nel gioco al piede come conquista territoriale, nel far avanzare tutta la squadra, può essere che dalla tv si sia visto altro, Parks dava sicurezza ai reparti anche nel semplice dialogo; comunque è vero che ieri DiBernardo non ha giocato male, dico che esiste una differenza di qualità tra i due e con altri 10, poi va da sè che soprattutto nel rugby non si vince da soli né si perde da soli.

  21. RigolettoMSC 27 Aprile 2013, 17:40

    Peccato, ci avevo fatto la bocca… Treviso un po’ troppo sciupone e poco lucido nei minuti finali, si poteva vincere ma sarà per un’altra volta.

    Una nota sul Sig. Paterson: evidentemente un arbitraggio normale è possibile, di certo non perfetto, ma gli errori ci stanno e comunque è stato coerente per tutta la partita. E poi era molto chiaro nel chiamare i momenti di gioco e a motivare le sue decisioni, a me è piaciuto, magari la voce sarebbe da migliorare un po’…. 🙂

  22. gigi 27 Aprile 2013, 23:58

    notizie su williams?pensavo fosse la sua ultima partita a treviso e ci fosse un meritato tributo,invece nemmeno in panca e nominato. forse gioca un altro anno?

Lascia un commento

item-thumbnail

Benetton: arriva un maxi-rinnovo per un tallonatore fino al 2027

I biancoverdi continuano a costruire per il futuro

item-thumbnail

Benetton, Gianmarco Lucchesi. “Il nostro obiettivo è ambire a un posto fra le prime otto”

Il tallonatore dei veneti ha parlato di Challenge Cup e del prossimo impegno in URC

item-thumbnail

Benetton, Rhyno Smith: “Bravi a riprenderci dopo la prima meta del Connacht”

L'estremo biancoverde ha dato il suo solito contributo in termini di punti, con una meta istintiva e fulminea

item-thumbnail

Benetton Rugby: le dichiarazioni di Albornoz e Bortolami dopo il match con il Connacht

L'apertura e l'allenatore fanno il punto dopo il successo ottenuto contro gli irlandesi

item-thumbnail

Benetton Rugby: il verdetto sulla squalifica inflitta a Giacomo Nicotera

Il tallonatore è stato espulso nell'ultima gara di Challenge Cup

item-thumbnail

Benetton Rugby: un mediano importante resterà a Treviso fino al 2027

Treviso costruisce la rosa del futuro prolungando il contratto a un classe 2002