Fisica quantistica e drop: a lezione dal professor Wilko

Un libro imperdibile che ha dell’incredibile: Wilkinson a dialogo con due luminari della fisica

ph. Bogdan Cristel/Action Images

“Il principio di indeterminazione di Heisenberg è una relazione della meccanica quantistica fra coppie di grandezze fisiche e i limiti della conoscenza o determinazione dei valori che queste assumono in un sistema. Il principio è stato enunciato nel 1927 dal fisico tedesco Werner Karl Heisenberg, in una delle sue forme odierne la relazione è una disuguaglianza del prodotto delle deviazioni standard \sigma_x della posizione x e \sigma_p della quantità di moto p = mv di una particella:

\sigma_x \sigma_p \geq \frac{h}{4 \pi}

dove h è la costante di Planck. In questi termini, il principio di indeterminazione di Heisenberg implica che ad una particella non è possibile assegnare, e quindi anche conoscere, nello stesso momento un definito valore della posizione e della velocità o quantità di moto”.

 

Bello, eh? Che roba è? E’ la definizione che wikipedia dà del “principio di indeterminazione di Heisenberg”. Chi vi scrive si ferma qui, che ha già i suoi bei problemi con il teorema di Pitagora, figuriamoci con la fisica quantistica. Perché di quello si tratta, fisica quantistica. Perché ve ne parliamo visto che vi trovate su un sito di rugby? Perché Jonny Wilkinson è un appassionato di questa roba. Sì, quel Jonny Wilkinson. Wilko nostro, insomma.
E a qualcuno in Francia è venuta l’idea di scrivere un libro sui questa improbabile liason. Che poi, leggendo Rugby Quantistico – Un dialogo tra sport e fisica – si capisce che tanto improbabile non lo è affatto. Non è un manuale o qualcosa di simile, ma un dialogo a tre. Bisogna immaginarsi i tre protagonisti seduti attorno a un tavolo che sorseggiano brandy e discutono. Dimenticavamo di dirvi chi sono i protagonisti/scrittori in questione: Etienne Klein e  Jean Ilionpoulos – luminiari internazionali di fisica quantistica, ovviamente – e Jonny Wilkinson.

 

Detta così sembra una roba barbosissima. Invece questo agilissimo volumetto edito da AddEditore (8 euro per 93 pagine. Traduzione e postfazione di Massimo Calandri) sa essere brillante e spigliato come certe mischie. Mischie che i due luminari non hanno quasi mai visto, dato la loro declamata e quasi totale ignoranza in materia rugbistica.
Un dialogo che ci mostra il lato più umano e profondo di uno dei più grandi campioni di sempre, di sicuro uno dei più amati e rispettati. Capace in questo libro di regalare momenti di filosofia. Quella vera, non quella parola di cui spesso si abusa:
“Ho fatto cose che erano senza dubbio molto belle, ma che non hanno funzionato. E ho dovuto cambiare la mia idea di perfezione: questa ricerca impossibile mi provocava troppi problemi, non riuscivo a stare in pace con me stesso. Il mondo è bello così.
Oggi penso sia possibile raggiungere sempre la perfezione con l’intenzione. Questa interpretazione cambia tutto: cerco di lasciarmi trasportare dalla voglia di fare del bene agli altri e di migliorarmi. Do tuto.
Che poi riesca oppure no, che il pallone cada qui o là per me non cambia molto. Non è la cosa importante”.

 

Per chi fosse interessato il libro è disponibile alla Libreria dello Sport e trovate la scheda a questo link.

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Zombie dei Cranberries, ma il ritornello dice: “Rassie!”

Come la canzone di protesta del gruppo rock irlandese è diventata una delle più ascoltate negli stadi della palla ovale, fino ad arrivare in Sudafrica...

18 Giugno 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: i Northampton Saints entrano nel podio, balzo in avanti dei Glasgow Warriors

Il Benetton resta stabile nella top 20 nonostante la sconfitta con i Bulls

12 Giugno 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Il materasso di Hooper e i “sogni d’oro” olimpici

Quando una piccola cosa può aiutare a raggiungere il massimo obiettivo sportivo: le Olimpiadi

5 Giugno 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: Benetton nelle prime 20 d’Europa

Bath e Tolone entrano nelle prime dieci posizioni grazie alle importanti vittorie domenicali

4 Giugno 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Nigel Owens: “Alcuni arbitri non saprebbero arbitrare senza la tecnologia. Il TMO usato così genera troppe polemiche”

Secondo l'ex arbitro gallese andare indietro di 50 metri per rivedere un'azione genera troppe incoerenze nelle decisioni, pregiudicando l'operato dei ...

3 Giugno 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Lettera a un figlio: “Tu oggi mi hai insegnato come si vive una sconfitta”

Il papà di un giocatore della Rugby Experience L'Aquila scrive un profondo messaggio dopo la sconfitta nella finale scudetto U18

29 Maggio 2024 Terzo tempo