Ultras, hooligans e violenza: anche il rugby è un mondo a rischio

Dei (brutti) fenomeni che sembravano appartenere a mondi diversi dalla palla ovale, ma in Sudafrica…

ph. Marian Striltsiv/Action Images

A Roma ieri sera abbiamo visto le “normali” scene che circondano troppo spesso le partite di calcio. Cariche della polizia, accoltellamenti, lancio di bottiglie, pietre, fumogeni… Un orribile film che abbiamo visto troppe volte. Noi tifosi ovali ci sentiamo al sicuro nel nostro mondo fatto generalmente di rispetto e modi civili. Non che manchino gesti e persone stupide, il paradiso non è di questo mondo, ma possiamo ben dire di “frequentare” un ambiente che ha in sé gli anticorpi per respingere certi comportamenti.
Ma da qualche parte di Ovalia, in uno dei suoi punti nevralgici, nelle ultime settimane si sono vericati una serie di episodi drammatici che fanno salire il livello della preoccupazione: in Sudafrica.

 

Il 27 marzo scorso Brett Williams, 29enne ex soldato della Royal Marine, è morto dopo essere stato aggredito da cinque uomini all’esterno del Kings Park Stadium di Durban dopo la conclusione di Sharks-Southern Kings di Super Rugby.
Qualche giorno più tardi l’ex mediano di mischia degli springboks Robert du Preez, ora allenatore dei College Rovers – sempre di Durban – è stato aggredito da alcuni tifosi “rivali” dopo una partita di Community Cup.
La scorsa settimana altri incidenti si sono verificati sugli spalti del Newlands di Cape Town in occasione della partita tra Stormers e Crusaders, dove ad essere picchiata è stata anche una donna (guardare il video sotto).

 

In Sudafrica qualcuno parla apertamente di hooliganism, di una sorta di brutta deriva calcistica per il rugby. Probabilmente è esagerato, anzi di sicuro, ma se non si interviene il problema potrebbe in qualche modo affermarsi e radicalizzarsi. Certo il Sudafrica è terra di forti contrasti sociali e in alcune realtà anche di fenomeni di criminalità e microcriminalità diffusa, non è un caso che gli episodi sopra citati siano avvenuti in quel meraviglioso paese che non nelle più socialmente tranquille Australia e Nuova Zelanda. Ma nessun luogo può dirsi al riparo. Purtroppo.
La SARU si è subito messa in moto per stroncare questi fenomeni sul nascere. L’augurio è che quegli anticorpi di cui parlavamo in precedenza entrino presto in azione e si dimostrino abbastanza forti.

 

 

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=qXOGUW50NQ0

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Italia, Nanni Raineri: “Battaglia in conquista e migliorare l’avvio di gara contro la Scozia”

Il tecnico della nazionale femminile lancia le Azzurre verso la sfida di sabato

18 Aprile 2024 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Siya Kolisi è nella lista delle 100 persone più influenti del 2024 di Time

La nota rivista ha inserito il capitano del Sudafrica nel suo prestigioso elenco di personalità

18 Aprile 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Gli 8 candidati al premio di Miglior giocatore della Champions Cup

Quattro giocatori del Leinster fra i contendenti. Voto aperto al pubblico fino al 25 maggio, giorno della finale

18 Aprile 2024 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Rugby in diretta: il palinsesto TV e streaming del 20 e 21 aprile

Tornano i campionati per il rush finale della stagione regolare, mentre prosegue il Sei Nazioni femminile

18 Aprile 2024 Rugby in TV
item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Un grande ritorno e un possibile esordio nell’Italia che sfida la Scozia

Raineri recupera 3 giocatrici infortunate e ridisegna il reparto trequarti

18 Aprile 2024 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

URC, Bortolami verso i Dragons: “Ci saranno novità nella formazione. Opportunità a chi ha più energia”

Il tecnico biancoverde: "Tanti giocatori che non hanno avuto troppo minutaggio e opportunità fino adesso le avranno nelle prossime sette settimane, tu...