Flaminio e Vigorelli palcoscenici celtici? Tempi e problemi

Breve viaggio nei due stadi che potrebbero ospitare le franchigie celtiche in tempi niente affatto brevi

Flaminio e Vigorelli, questi dovrebbero essere i nuovi palcoscenici del rugby celtico, almeno nelle ipotesi avanzate dal presidente federale Gavazzi. Ipotesi che però se mai dovessero diventare concrete – e non è affatto detto – lo sarebbero in tempi medio-lunghi. E qui non stiamo parlando dell’opera di convincimento sul Benetton Treviso a fare armi e bagagli per spostarsi a Roma, di questo parleremo a bocce ferme e mente fredda, ma delle pratiche burocratiche/politiche legate alle due strutture interessate.

 

Sia Flaminio che Vigorelli sono alle prese da anni con importanti lavori di ristrutturazione finora sempre rimasti sulla carta, bloccati da veti incrociati, carte bollate e mancanza di fondi. A Roma la FIR spera nella conferma di Alemanno alla tornata elettorale di maggio, non fosse altro per non dover ripartire da zero con i tavoli, gli incontri e un feeling che sarebbe da costruire da zero. Ma anche in caso di vittoria di Alemanno – anche in questo caso niente affatto scontata ad oggi – i problemi non mancano e mancheranno, a partire da una situazione di ricorsi e impugnature da parte dei tanti (troppi?) attori in scena che definire intricata è un eufemismo.
Il Vigorelli: da anni si parla di una sua ristrutturazione e riapertura. Finora a vuoto. L’assessore Chiara Bisconti, dalle pagine de La Gazzetta dello Sport, conferma i colloqui con Gavazzi ma mette subito in chiaro che prima del 2015 non si può fare nulla. Senza contare dei problemi relativi alla fase progettuale con la presenza/assenza della pista di ciclismo. Tempi lunghi, molto lunghi.
Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Andrea Rinaldo candidato alla presidenza di World Rugby

Le elezioni si svolgeranno a Novembre. Le parole del Professore: "Il rugby è uno sport unico nel suo genere e va preservato qualunque evoluzione impon...

18 Luglio 2024 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

FIR: approvato il bilancio consuntivo 2023 con un disavanzo di oltre 9 milioni di euro

A comunicarlo una nota emessa dalla Federazione Italiana Rugby dopo l'approvazione del Consiglio Federale e del CONI

15 Luglio 2024 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Elezioni presidenziali FIR 2024: ufficiale la data dell’assemblea elettiva

Tra due mesi è previsto il rinnovo del Consiglio Federale in carica dal 2021

12 Luglio 2024 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

La FIR ha siglato un accordo con la Regione Abruzzo

Accordo di collaborazione triennale, L'Aquila sede dei raduni estivi dell'Italia maschile fino al 2026

21 Giugno 2024 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Alessandro Lodi e Andrea Marcato negli staff tecnici della FIR

Dopo essersi sfidati come coach di Rovigo e Petrarca, ora i due tecnici collaboreranno all'interno della Federazione

10 Giugno 2024 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Andrea Duodo si candida alle elezioni federali

I movimenti Pronti al Cambiamento e Rugby2030 sosterranno la candidatura dell'ex Revisore dei Conti della FIR

6 Giugno 2024 Rugby Azzurro / Vita federale