Verso Scozia-Italia: l’emozione del Barone, la determinazione di Brunel

Lo Cicero festeggerà a Edimburgo i 100 caps azzurri, il ct mette tutti in guardia: “Sarà durissima”

ph. Sebastiano Pessina

Entrerà in campo per primo, da solo. Murrayfield potrà applaudire così Andrea Lo Cicero, che domani pomeriggio a Edimburgo festeggerà la presenza numero 100 con la maglia della Nazionale, traguardo che avrebbe raggiunto già da tempo e abbondantemente superato senza quella “pausa” di tanti mesi dovuta a uno screzio con l’allora ct Nick Mallett.
”Per adesso siamo arrivati ad essere titolari- dice il Barone – poi vediamo che succede sabato. Da parte mia ci sarà tanta emozione, perché gioco da una vita in nazionale ma ancora la sento come la prima volta. Per questo vorrei finire veramente in bellezza”.
Un torneo iniziato nel migliore dei modi per l’Italia con la netta vittoria sulla Francia, e che per il pilone dovrebbe essere l’ultimo: “In occasione dell’ultima partita di questo Sei Nazioni comunicherò sul mio sito personale ciò che sarà della mia carriera. Ma tornerò in Italia, anche se all’estero è vista come una barzelletta. Ma ora devo godermi queste partite: se sono arrivato a 100 voglio arrivare sino alla fine”.

 

Un Andrea Lo Cicero emozionato ma determinato. Determinato come Jacques Brunel, che sa che il Murrayfield può diventare una trappola: “Con la Francia abbiamo giocato veramente come vogliamo giocare, ma dobbiamo avere una continuità sullo stesso livello: la qualità della conquista non è stata perfetta, possiamo fare meglio. In più c’è stato un calo tra primo e secondo tempo che ha consentito ai bleus di tornare in partita. Dobbiamo crescere su questo aspetto, soprattutto se si gioca all’estero”.
E alle 15 e 30 ora italiana (diretta tv su SkySport1) il kick-off con la Scozia: ”Scometto che a Edimburgo quando hanno visto il calendario hanno detto: quest’anno per non avere il cucchiaio di legno dobbiamo battere l’Italia. E metteranno tutte le forze in quel senso. Sarà molto difficile per noi”.
Nel XV azzuro, un solo cambio rispetto alla vittoria sulla Francia, almeno negli uomini di partenza: giocherà Canale al posto dell’infortunato Sgarbi. ”Potevamo fare dei cambiamenti per dare freschezza al gruppo – dice brunel – ma pensiamo che non possiamo cambiare la squadra dopo questa partita. Sgarbi ha disputato una grande partita tanto in attacco che in difesa, ma lo sostituiremo con Canale, che pur avendo caratteristiche differenti, ha grande esperienza e svolgerà il suo lavoro senza problemi”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

La stampa estera: “L’Italia ha dato segnali promettenti, diamole il tempo di crescere”

Dylan Coetzee, giornalista di Planet Rugby, ha tracciato un dettagliato bilancio della stagione azzurra

4 Dicembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

“Kieran, ti piace come gioca l’Italia?”

L'inconsueta domanda del presidente della Federazione Italiana Rugby Marzio Innocenti al Commissario Tecnico

2 Dicembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Ange Capuozzo è nel XV ideale di Planet Rugby per le Autumn Nation Series 2022

Menzioni d'onore anche per Michele Lamaro e Ignacio Brex

29 Novembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Lorenzo Cannone: “Con l’Italia è stato un novembre positivo. Ora testa alle gare col Benetton”

L'avanti ripensa al mese internazionale appena concluso proiettandosi verso il futuro

item-thumbnail

Grazie Italrugby, e adesso al lavoro verso il Sei Nazioni 2023

Qualche riflessione su cosa ci lascia il novembre azzurro

21 Novembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

World Rugby Awards: Ange Capuozzo premiato “Rivelazione dell’anno”

L'estremo azzurro ha ricevuto il premio durante la cerimonia ufficiale di Montecarlo

20 Novembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale