Italdonne più forte della Spagna, le ragazze vincono 29 a 12

L’Italia femminile fa suo il test-match di Roma in preparazione del Sei Nazioni: ottimo primo tempo chiuso sul 17 a 0

ph. Pino Fama

La prova alla fine è stata molto convincente con le azzurre abili ad imprimere alla partita un alto ritmo e un predominio in mischia. Reattività e conquista dalle fonti del gioco che hanno fatto ben presto la differenza nello score.
Per le azzurre il test era da considerarsi tappa di avvicinamento al Sei Nazioni di categoria e il tecnico Di Giandomenico era alla ricerca di miglioramenti rispetto alla gara contro l’USA di metà novembre.
Pronti e via e subito al meta dalla Veronese che schiacciava l’ovale dopo una bella azione di tutto il reparto dei tre quarti italiani. Al 7’ era la volta della mischia che di forza lavorava un pallone finalizzato poi dalla Trevisan che oltrepassava la meta per il 14-00 parziale (doppia trasformazione della Veronica Schiavon).

Il gioco rallentava e le spagnole mettevano pressione soprattutto con azioni veloci della cavalleria leggera, ma non concretizzavano praticamente nulla in termini di punti. Al 30’ la Schiavon italiana centrava i pali con un preciso piazzato (17-00) con il quale si chiudeva il primo tempo.

Nella ripresa le azzurre spingevano nuovamente  sull’acceleratore e al 54’ era sempre la Veronese a finalizzare un cambio di gioco con una veloce corsa in meta. Seguiva la Stefan al 67’ abile a rompere alcuni tentativi di placcaggi e segnare la meta del 29-00. Iniziavano i cambi ed entrava quasi tutta la panchina italiana ma il ritmo calava di negli ultimi minuti di gioco.

Se ne approfittava la Spagna che più vogliosa di segnare marcava punti prima con la terza linea Gasso e successivamente, in tempo di recupero, con la seconda linea Garcia Rocio. Finiva 29-12 per le azzurre.

Roma – Giulio Onesti
ITALIA – SPAGNA 29-12  (17-00)

Italia: Furlan; Stefan (76 Tondinelli); Sillari; Zangirolami; Veronese (64 Chindamo);  Schiavon Veronica; Barattin;  Severin (73 Campanella); Gaudino (cap); Este; Trevisan (73 Panzarotto); Molic; Gai (73 Ballerini); Zanon (65 Ferrari); Bettoni (73 Coulibaly).   All. Di Giandomenico.

Spagna: Pla, Martinez, Bravo, Garcia Patrizia (64 Esbri), Rial, Schiavon Irene (59 Roca), Cabane (41 Arnau), Aigneren, De La Llama, Gasso, Garcia Rocio, Bailan, Otxoa de Aspuru (59 Rico), Gonzalez, Sequedo (41 Casado).

Marcatori: 1 Mt Veronese tr Schiavon Ver.; 7 Mt Trevisan tr Schiavon Ver.; 30 cp Schiavon Ver.;  II° Tempo:  54 Mt Veronese;  67 Mt Stefan tr Schiavon ver.;  77 Mt Gasso tr Bravo;   80 Mt Garcia Rocio.

Arbitro: Clare DANIELS (Rfu).
Assistenti: Salvini e Guerzoni (Italia).
Note: Spettatori 300. Giornata soleggiata ma fredda.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Italseven Femminile: le convocate per la prima tappa del Women 7s Grand Prix Series

Inizia da qui il possibile percorso di qualificazione verso le Olimpiadi del 2020

13 giugno 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

L’Italia femminile giocherà due Test Match a novembre

Per il terzo anno consecutivo le azzurre saranno in campo anche a novembre. Sfide a Inghilterra e Giappone

10 giugno 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Il mondo di Valentina Ruzza, dove l’ovale è cultura

In vista della super sfida con Colorno, abbiamo parlato con l'avanti della stagione al Valsu (ed in azzurro) e delle sue passioni dentro e fuori dal c...

24 maggio 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Aura Muzzo e l’arte di sfruttare le occasioni

Abbiamo parlato con la trequarti azzurra della sua vita, dal rugby allo studio, passando attraverso tesine e tormentoni che la accompagnano

24 aprile 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia femminile: un torneo per qualificarsi alla Women’s Rugby World Cup

World Rugby ha annunciato una competizione apposita per accedere al mondiale di categoria, obiettivo delle Azzurre

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: tanta Italia nel XV ideale di Scrum Queens

C'è Giada Franco per il secondo anno consecutivo. Andrea Di Giandomenico scelto come miglior allenatore