Tramonto irlandese sul Benetton a Galway: il Connacht vince 18 a 3

Pesante ko dei veneti in Irlanda: due mete per i padroni di casa e solo un piazzato di Di Bernardo per Treviso

COMMENTI DEI LETTORI
  1. berton gianni 3 Novembre 2012, 20:11

    Seguita in…diretta ( sms ) tramite amici al seguito. Reiterato commento durante tutti gli 80′ : notte fonda. Assolutamente Non Pervenuti. Mancanza totale di personalita’ da parte soprattutto dei giovani. Amen. Tanto di cappello al…giovine Dan Parks…!

    • Stefo 3 Novembre 2012, 20:43

      Gianni non credo ci si potesse aspettare molto, a meno che non si pensasse che le seconde e terze scelte di Treviso valgano piu’ di molte prime scelte del Connacht.
      La Benetton e’ scesa in campo con una squadra che definire sperimentale e’ poco e contro aveva la squadra in CL che perde meno giocatori durante i periodi delle Nazionali e che quindi puo’ mettere in campo -anche facendo riposare 1-2 elementi e perdendone 1-2 in Nazionale- una squadra cha ha i meccanismi molto piu’ oliati.

      • berton gianni 3 Novembre 2012, 21:09

        Concordo in pieno e sottoscrivo. Quello che mi han continuato a scrivere gli amici e’ la mancanza di personalita’ dei giovani e dei giocatori meno usati finora. Sempre tenendo ben presenti sia il valore degli avversari, sia la pessima situazione meteorologica.

    • ivanot 3 Novembre 2012, 20:46

      prevedo un campionato più duro del solito..

  2. Rabbidaniel 3 Novembre 2012, 21:10

    Concordo con Stefo, anch’io non mi aspettavo un risultato positivo. Che cosa si può pretendere da giocatori con pochi (o 0) minuti nelle gambe contro una squadra rodata?
    Urge però a questo punto una riforma. Non si può svuotare una squadra con (sacrosante) convocazioni in nazionale e sperare che vada avanti come niente fosse.

    • malpensante 4 Novembre 2012, 15:01

      Mica per caso la Celtic è senza retrocessioni..Quando giocano le nazionali il problema è grosso e c’è per tutti, più o meno. Da noi quest’anno si vede di più per lo squilibrio tra TV e Zebre, l’anno scorso non era così. Chiaro che per TV siamo al caso limite ma, per esempio, anche a Llannelli mica son messi molto meglio.

  3. pappas71 3 Novembre 2012, 22:20

    In queste condizioni con l’Ulster sarà dura…

  4. Katmandu 3 Novembre 2012, 22:29

    Allora facciamo un pó d’ordine questa é la prova provata che a treviso gli manca ancora molto per essere al pari e giocarsi l’accesso ai play-off chiariamo se le riserve di tv non giocano é colpa di tv al momento perché se un giocatore non gioca può essere anche carter la prima partita vera dopo anche solo un mese di stop fa una fatica boia
    Troppi cambi forzati in una volta sola e le riserve di tv non valgono la prima squadra di connath e dato che secondo me la squadra più forte si vede da quanto é forte il suo anello più debole si vede che ne manca ancora molto come dice munari
    Ps comunque pensavo peggio

  5. franky 4 Novembre 2012, 11:05

    speravo in una vittoria ma si sapeva sarebbe stata dura, le nostre seconde/terze scelte non sono al livello della loro prima squadra in particolare quando si gioca in quel di galway, loro sono comunque una bella squadra con un MA che ha avuto fama anche a livello internazionale
    credo che sarebbe stato più difficile vincere questa partita che quella con gli ospreys all’esordio considerando condizione fisica psicologica e climatica
    speriamo che questi giocatori carburino per le prossime partite pregando che almeno vosawai o qualcun’altro resti a treviso

  6. franky 4 Novembre 2012, 11:11

    comunque anche noi adesso non abbattiamoci ma cerchiamo di analizzare realisticamente la situazione, qualcuno si era troppo esaltato all’inizio cosi come qualcuno si è troppo buttato giù ora; questo non vuol dire che va tutto bene anzi … però perdere con glasgow e connacht in trasferta non significa essere scarsi, significa non essere abbastanza forti ancora più che altro preoccupa un po’ il gioco, la concentrazione che sono calati nelle ultime due partite ma c’è tempo per riprendersi; in ottica classifica treviso può avanzare un po’ dopo la partita con l’ulster visto che affronterà le ultime due in classifica anche se non sarà semplice

  7. GiuB85 4 Novembre 2012, 12:17

    Questi di Connacht sono più o meno gli stessi che ne hanno fatti 36 alla “seconda” squadra di Munster….e solo così ho detto tutto. non pensavo minimamente di che ce la giocassimo alla pari in quel di galway. Ora devono tutti lavorare e crescere. La prossima è in casa contro Ulster…un bel banco di prova ma anche un momento in cui crescere e fare esperienza. L’unica cosa di cui hanno bisogno i giovani, fare esperienza anche con batoste, magari creando qualcosa di buono, e soprattutto giocare. Le Zebre ieri hanno resistito per 73 minuti contro gli scarlets, secondo me sono passi avanti. Ma in Italia troppo spesso abbiamo la mentalità pallonara del tutto e subito il Rugby è un’altra storia. Forza Leoni sempre e comunque!

  8. ginomonza 5 Novembre 2012, 21:03

    ma vorrei sapere perchè Parisse ha giocato in top 14 e Castro in premiership mentre a treviso hanno fatto fare figura barbina a connacht

Lascia un commento

item-thumbnail

Benetton, inizia la stagione 2022/2023

Dal 4 luglio i Leoni cominciano la preseason. Fra un mese la squadra al completo

item-thumbnail

Benetton: dai Wasps arriva il trequarti inglese Marcus Watson

Il campione olimpico a sette di Rio 2016 arriva in Italia dopo tante mete segnate in Premiership (dove ha conosciuto Andrea Masi)

item-thumbnail

Benetton: Mattia Bellini firma fino al 2023

L'ala resterà a Treviso un altro anno, dopo aver già giocato con i Leoni le ultima partite della stagione

item-thumbnail

Benetton: lunghi rinnovi per Thomas Gallo e Ivan Nemer

Le due prime linee internazionali confermatissimi a Monigo

item-thumbnail

Benetton, Zatta: tra centralità trevigiana e nuova tribuna

Il Presidente dei biancoverdi ha affrontato diversi temi sulle colonne de 'Il Gazzettino"

item-thumbnail

Benetton: le amichevoli precampionato di inizio settembre

Due sfide contro avversari di rilievo internazionale, per capire a che punto sarà la preparazione dei Leoni