Francesca Sberna – rugby – Nazionale femminile – Italia

Il profilo completo di Francesca Sberna terza linea della Nazionale femminile e del Gloucester Rugby

Francesca Sberna-Rugby-Nazionale Femminile

Francesca Sberna-Rugby-Nazionale Femminile

Il profilo completo di Francesca Sberna

Nome: Francesca

Cognome: Sberna

Data di nascita: 06/12/1992

Luogo di nascita: Brescia

Peso: 71 kg

Altezza: 1.68 m

Soprannomi: Fra

Ruolo: flanker

Debutto in Nazionale: Italia-Scozia 38-0 (Calvisano 04/11/2018)

Caps azzurri: 6

Honours: Nazionale italiana, Nazionale italiana seven

Club in carriera: Rugby Brescia, Calvisano, Rugby Colorno, Gloucester

Titoli: 1 scudetto (’17/’18, Rugby Colorno)

Punti di forza: portare il pallone, contro ruck

Allenamento preferito: conditioning games

Idolo: David Pocock

Momento ovale nel cuore: il fischio finale dell’arbitro quando ha vinto il campionato con il Colorno nel 2018

Le tre cose che la hanno attratta del rugby: fisicità, lealtà, sostegno

Esiste qualcosa che potrebbe farla smettere di giocare? la vecchiaia

Attività ed ambizioni professionali: avviare un’attività propria nel mondo equestre, aprendo un centro ippico dedicato alla doma e all’addestramento dei giovani cavalli da salto, ostacoli, dressage e completo

Passioni extra campo che le fanno avere le stesse sensazioni del rugby: l’equitazione, lo snowboard

La canzone che la descrive: La tua canzone dei Negrita

Marzullianamente: fatti una domanda (a tua scelta) a cui avresti sempre voluto rispondere. Poi, datti la risposta: Cosa ha portato, nella tua vita, il rugby? Sono sempre stata una ragazza insicura, riguardo al mio aspetto fisico in particolare. Come tante ho avuto difficoltà durante l’adolescenza, con episodi di bullismo a scuola. Ero sovrappeso e il periodo tra gli 11 e i 15 anni è stato il peggiore. Fino a che non ho provato questo sport. Da quella prima sera di allenamenti qualcosa dentro di me ha iniziato a cambiare, la squadra è stata la forza motrice del cambiamento, ho iniziato a sentirmi parte di qualcosa più grande di me, qualcosa in cui ero brava nonostante qualche kg di troppo. Il rugby ha cambiato il modo autodistruttivo che avevo di vedermi, mi ha dato importanza, coraggio e lo stimolo di cui avevo bisogno per cambiare. Mi ha dato la forza di impegnarmi negli allenamenti e nella dieta per diventare chi volevo essere davvero, senza inseguire nessun stereotipo femminile. Semplicemente cercando di essere la miglior versione di me stessa.

 

Torna all’indice delle biografie della Azzurre della Nazionale Italiana Rugby Femminile.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Alyssa D’Incà – rugby – Nazionale femminile – Italia

Il profilo completo di Alyssa D'Incà, centro/mediano di mischia della Nazionale femminile italiana di rugby e del Villorba

24 Gennaio 2021 Le Azzurre
item-thumbnail

Gaia Maris – rugby – Nazionale femminile – Italia

Il profilo completo di Gaia Maris, prima linea classe '01 della Nazionale Italiana femminile di rugby e del Valsugana Rugby Padova

24 Gennaio 2021 Le Azzurre
item-thumbnail

Giulia Cavina – rugby – Nazionale femminile – Italia

Il profilo completo di Giulia Cavina, seconda/terza linea della Nazionale femminile e del CUS Milano

24 Gennaio 2021 Le Azzurre
item-thumbnail

Beatrice Veronese – rugby – Nazionale femminile – Italia

Il profilo completo di Beatrice Veronese, terza linea della nazionale italiana femminile di rugby, e del Valsugana Rugby Padova

24 Gennaio 2021 Le Azzurre
item-thumbnail

Sofia Rolfi – rugby – Nazionale femminile – Italia

Il profilo di Sofia Rolfi, trequarti classe '00 della Nazionale Italiana Femminile e del Rugby Colorno

24 Gennaio 2021 Le Azzurre
item-thumbnail

Sara Seye – rugby – Nazionale femminile – Italia

Il profilo di Sara Seye, prima linea della Nazionale Italiana Femminile e del Rugby Calvisano

24 Gennaio 2021 Le Azzurre