Italia U20, le parole dei protagonisti dopo il match con la Georgia

Sconfitta netta per gli Azzurrini nell’ultima gara del girone. Ora arriva la Spagna per evitare il playout

Italia U20, le parole dei protagonisti dopo il match con la Georgia – ph. Nic Bothma/World Rugby

Si ripete, un anno dopo, il medesimo canovaccio: dopo aver ottenuto una importante vittoria dai caratteri storici contro un avversario blasonato, l’Italia U20 cade davanti a una Georgia che li batte con merito.

Come lo scorso anno, gli Azzurrini finiscono nella parte inferiore del tabellone del World Rugby U20 Championship, con l’ambizione massima di arrivare al nono posto e l’urgenza di non finire a lottare per la salvezza.

Roberto Santamaria, capo allenatore della squadra italiana, ha visto così la gara contro i Junior Lelos: ““I ragazzi si sono battuti, ma è chiaro che l’indisciplina è stata eccessiva, tre cartellini gialli non sono compatibili con match di questo livello.”

Leggi anche: Mondiale under 20: ecco l’avversaria dell’Italia nelle semifinali playout. Risultati e classifiche della terza giornata

“Abbiamo difeso bene, specie nelle situazioni sui cinque metri, riprendendo la partita quando sembrava scivolarci via, poi però qualche errore sotto pressione ci ha spinto indietro, e da questo dobbiamo ripartire, dalla comprensione di quello che non ha funzionato in quei momenti.”

“Sapevamo che uno dei focus del match era proprio la disciplina, in particolare nella difesa del drive, e sicuramente questo obiettivo non è stato raggiunto. Prendiamo comunque tutto il positivo anche nella sconfitta, ad esempio la consapevolezza che il gruppo è di qualità nella sua interezza, come continuano a dimostrare i cambi durante le partite. Ora pensiamo alla prossima contro la Spagna, abbiamo giocato tre partite in dieci giorni e domenica saremo di nuovo in campo, con i ragazzi lavoreremo per mantenere alta la nostra energia positiva e farci trovare pronti.”

La Spagna, avversario battuto senza troppi patemi nell’unica partita di preparazione al mondiale giovanile, sarà dunque l’avversaria dell’Italia nella semifinale che deciderà se gli Azzurrini finiranno nella finale per il nono/decimo posto o quella per l’undicesimo/dodicesimo. Dall’altra parte ci saranno le Fiji e proprio la stessa Georgia, avversaria che si potrebbe quindi riproporre nel prossimo futuro.

Una avversaria che ieri, malgrado tutto, non ha lasciato molto scampo ai giovani italiani: “Dovevamo restare di più nei loro 22, il piano era quello ma non ci siamo riusciti per diversi motivi, e anche se non può certamente essere un alibi, devo dire che certe decisioni dell’arbitro proprio non le abbiamo capite – racconta il tallonatore Nicholas Gasperini – Ora ci aspettano due partite davvero importanti, dove ogni punto pesa doppio per evitare la retrocessione: dobbiamo essere fiduciosi in noi stessi, contro la Georgia nessuno si è tirato indietro, abbiamo lottato, placcato e difeso bene, ripartiamo da questo e andiamo avanti.”

Gli fa eco il capitano Jacopo Botturi: “Sono orgoglioso dei ragazzi, abbiamo lottato duramente, però oggettivamente con tre cartellini gialli e mezz’ora regalando un uomo di vantaggio all’avversario diventa difficile portare a casa le partite.”

“Davanti è stata dura, ma in mischia chiusa abbiamo fatto un bel lavoro e in generale li abbiamo affrontati senza tirarci mai indietro. Ora anche contro la Spagna dobbiamo portarci dietro lo stesso atteggiamento, lavorando per limitare la frenesia che in qualche occasione ci ha tolto la lucidità necessaria.”

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

L’Italia U20 perde un titolare per infortunio, un altro in dubbio per la sfida alla Spagna

La gara contro la Georgia al World Rugby U20 Championship ha lasciato in eredità qualche problema fisico

item-thumbnail

Cosa deve fare l’Italia under 20 per evitare i playout retrocessione al Mondiale? Vincere potrebbe non bastare

Tutti gli scenari possibili: fondamentale il match delle 14 tra Irlanda e Australia

item-thumbnail

Mondiale under 20: cambia l’arbitro di Georgia-Italia. E Botturi carica i ragazzi: “Pronti alla battaglia”

Il capitano azzurro introduce il match, che vedrà anche una sostituzione nella direzione di gara

item-thumbnail

Mondiali Under 20, Roberto Santamaria: “Abbiamo rischiato e abbiamo vinto. Ora pensiamo alla Georgia”

Le parole del tecnico degli Azzurrini e i pensieri di capitan Nicola Bozzo

item-thumbnail

Mondiale under 20: l’Italia si regala la prima, storica vittoria contro l’Australia sotto il diluvio

La nazionale giovanile non aveva mai battuto i Junior Wallabies. Dopo un grande primo tempo, una ripresa col fiato sospeso in condizioni proibitive: 1...

item-thumbnail

Mondiali Under 20, Roberto Santamaria: “Vogliamo crescere. Cerchiamo risposte importanti”

L'allenatore degli Azzurrini ha parlato in avvicinamento al match contro l'Australia. Con lui anche capitan Nicola Bozzo