URC: ufficializzati i 3 possibili stadi per la finalissima del 22 giugno

Due posti storici o un’alternativa esotica: lo decideranno le semifinali del weekend

URC: ufficializzati i 3 possibili stadi per la finalissima del 22 giugno

URC: ufficializzati i 3 possibili stadi per la finalissima del 22 giugno – ph. PETER MUHLY / AFP

Alla vigilia delle semifinali di United Rugby Championship, le 3 formazioni che potenzialmente potrebbero giocare la finale in casa hanno ufficializzato lo stadio in cui, eventualmente, verrà assegnato il trofeo. Il regolamento dell’URC, infatti, prevede che la finale non si giochi in campo neutro ma in casa della migliore classificata: la stagione regolare ha visto Munster finire davanti a Bulls, Leinster e Glasgow, proprio le 4 squadre giunte alla semifinale.

Essendo Glasgow l’ultima delle 4, non c’è possibilità che possa disputare la finale in Scozia anche superando Munster, mentre le altre 3 formazioni – in base a come andranno le semifinali – hanno comunicato quale sarà eventualmente lo stadio della finale.

Leggi anche: URC: le formazioni delle due semifinali Bulls-Leinster e Munster-Glasgow

La favorita, sulla carta, è Munster: gioca la sua semifinale in casa contro Glasgow ed è la vincitrice della stagione regolare, per cui se dovesse superare i Warriors automaticamente potrà giocare la finalissima a Thomond Park, davanti al suo pubblico che sicuramente colorerà di rosso l’intero impianto.

Nel caso invece Glasgow dovesse fare l’impresa, allora la finale si giocherà in casa della vincitrice tra Bulls e Leinster. In caso di vittoria dei Bulls bisognerà quindi volare in Sudafrica, al Loftus Versfeld di Tshwane, Pretoria, mentre in caso di successo di Leinster la finalissima si giocherà al Croke Park di Dublino, con una capienza massima di 82.300 spettatori.

I 3 possibili stadi della finalissima di URC

Munster Rugby – Thomond Park
Limerick, Irlanda, 25.600 spettatori
Aperto nel 1934 ristrutturato in 2007

Bulls – Loftus Versfeld Stadium
Tshwane, Sudafrica, 50.000 spettatori
Aperto nel 1923 ma ingrandito nel 1977, 1984, 1988 e poi rinnovato nel 2009 per la Coppa del Mondo di calcio

Leinster Rugby – Croke Park
Dublino, Ireland, 82.300 spettatori
Aperto nel 1884, ristrutturato nel 2004

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Benetton Rugby: nel 2023/24 un bilancio da 14 milioni, numeri da record destinati ad aumentare

Il bilancio consuntivo del club trevigiano evidenzia una crescita esponenziale sul piano organizzativo e finanziario

item-thumbnail

URC: un rinforzo in prima linea per le Zebre 2024/25

La mischia della franchigia ducale si arrichisce di un giocatore proveniente dalla Serie A Elite

item-thumbnail

Benetton Rugby: un giovane prospetto azzurro rinnova in biancoverde

Resta nutrita e di qualità la batteria dei centri a disposizione di coach Bortolami per la prossima stagione

item-thumbnail

Benetton Rugby, Riccardo Favretto: “Su di noi crescono le aspettative, ma abbiamo dimostrato di saperle reggere”

Il seconda/terza linea dei biancoverdi punta ad un 2024/25 da protagonista, per riprendersi anche la Nazionale

item-thumbnail

Benetton, Marco Bortolami: “La componente psicologica nel mio lavoro vale un buon 50%”

L'Head Coach dei Leoni ha spiegato il suo ruolo di tecnico e di comunicatore

item-thumbnail

Zebre Parma: programmata un’amichevole estiva il 22 agosto

I ducali preparano la nuova stagione di URC con una seconda amichevole di livello