Benetton: in vista cambiamenti nella composizione del CDA

Per la prima volta un rappresentante della FIR siederà nel consesso amministrativo della franchigia

Benetton: in vista cambiamenti nella composizione del CDA

Cambiamenti in vista nel CDA del Benetton Rugby, in predicato di modificare la propria composizione a giorni.

Secondo quanto hanno riportato negli ultimi giorni Il Gazzettino La Tribuna di Treviso, per la prima volta un membro del consiglio rappresenterà la Federazione Italiana Rugby. Sarà Emanuele Stefanelli, già presidente del Comitato regionale Friuli Venezia-Giulia.

“Nell’ultimo accordo contrattuale tra Benetton e Federazione era stata aggiunta la possibilità di inserire nel CDA un componente che fosse in rappresentanza della FIR” ha spiegato lo stesso Stefanelli a Il Gazzettino.

“Dal punto di vista della proprietà la FIR non possiede nessuna parte – ha proseguito – Benetton Rugby è una società a responsabilità limitata che fa parte a sé, completamente sostenibile. La Federazione fornisce un contributo e, quindi, ora ha diritto di essere presente nella gestione.”

Leggi anche: Benetton Rugby, Rhyno Smith: “Non ho mai partecipato ai playoff in URC, è un’esperienza che voglio vivere”

Un contributo che diventa poi parte integrante di un budget di circa 12 milioni di euro, a cui si arriva grazie al sostegno dato dalla proprietà e dalle sponsorizzazioni, le quali contribuiscono grosso modo per due terzi alla somma complessiva.

Sarà la prima volta che un rappresentante della Federazione siederà nel consiglio, mettendo in qualche modo una fine a una storica autonomia del Benetton Rugby.

Nel prossimo CDA Amerino Zatta dovrebbe essere confermato come presidente, mentre oltre all’ingresso di Stefanelli sembra in predicato di entrare nel consiglio anche il manager Massimo Fava, rappresentante di Edizione, holding della famiglia, presente anche nelle amministrazioni delle altre due controllate sportive Benetton Asolo Golf Club e Verdesport.

La coincidenza fra i nuovi ingressi e le difficoltà economiche accusate dal gruppo Benetton nelle scorse settimane è però soltanto un caso: “È solo una casualità – ha detto ancora Emanuele Stefanelli – il rinnovo del CDA era già stato programmato da tempo. Come aveva già detto il presidente Amerino Zatta
qualche giorno fa, la vicenda Luciano Benetton non va a toccare il club sportivo.”

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Bortolami: “Benetton, stagione da 8. Il successo più bello è la crescita di Izekor, Spagnolo, Marin e gli altri”

Nella prima parte della lunga intervista rilasciata a OnRugby il tecnico traccia un bilancio della stagione: "I Bulls ci hanno fatto i complimenti. La...

item-thumbnail

Benetton, Pavanello: “Miglior torneo celtico di sempre. I Bulls? Ho più rimpianti per Gloucester”

Il direttore generale dei biancoverdi: "A Pretoria la squadra ha dato tutto. Il mercato? Un altro paio di arrivi e saremo a posto"

item-thumbnail

URC: Alessandro Izekor conquista un prestigioso premio individuale

Il flanker del Benetton Rugby e della Nazionale si è messo in luce accumulando percentuali difensive rilevanti

item-thumbnail

URC: il Benetton sfiora l’impresa. A Pretoria vincono i Bulls 30-23

Non basta un secondo tempo positivo per entrare in semifinale. Per Treviso in meta Ratave, Albornoz e Fekitoa

item-thumbnail

URC: la preview del quarto di finale tra Bulls e Benetton Rugby

Appuntamento a Pretoria alle ore 15.30 di sabato 8 giugno: in palio un posto in semifinale

item-thumbnail

Benetton Rugby: le scelte di formazione spiegate da Marco Bortolami

Il tecnico si sofferma sulla battaglia fra gli avanti motivando anche la scelta di Menoncello all'ala