Benetton, Menoncello: “Con Edimburgo match da dentro o fuori, conterà molto l’aspetto mentale”

Testa, disciplina e la spinta del pubblico del Monigo: questi i fattori chiave nella partita del 1° giugno

Benetton, Menoncello: “Con Edimburgo match da dentro o fuori, conterà molto l’aspetto mentale” – ph. Benetton Rugby

Sabato 1° giugno il Benetton Treviso conoscerà il suo destino per quanto riguarda questo finale di stagione dello URC. L’incontro all’ultima giornata della regular season con Edimburgo è infatti decisivo: potrebbe essere l’ultima partita della stagione, quanto quella in grado di schiudere ai Leoni le porte dei playoff.

Leggi anche: URC, dove vedere Benetton-Edimburgo e Glasgow-Zebre in diretta TV e streaming

Una consapevolezza questa di cui sono ben consci anche ai giocatori. In un’intervista a BENTV, il centro del Benetton Tommaso Menoncello per presentare il match con Edimburgo non a caso è partito proprio da questo punto.

Benetton, Menoncello: “Con Edimburgo match da dentro o fuori, fondamentale la disciplina”

“Sappiamo che è una partita da dentro o fuori – ha esordito il centro biancoverde – quindi l’aspetto mentale sarà fondamentale e lo stiamo curando molto in settimana. Ci stiamo soffermando a dovere e stiamo anche studiando l’avversario. Durante la stagione hanno avuto il loro percorso di crescita, quindi dovremo aspettarci una squadra altamente competitiva. Ma siamo anche consapevoli che giochiamo in casa e ciò può rappresentare un punto a nostro favore”.

“Come abbiamo sempre detto, giocare in casa è una delle nostre forze e Monigo è la nostra fortezza. I nostri tifosi sono l’uomo in più e ci danno la spinta quando siamo in campo; si sente la loro passione”.

Riguardo il fattore chiave che potrebbe decidere l’esito dell’incontro, Menoncello non ha dubbi: “Il fattore tattico fondamentale sarà la disciplina. Dovremo concedere meno punti facili possibili a loro per stare in partita e poi nel quarto finale di gara riuscire a prendere il vantaggio”.

Per quanto fatto vedere con il Benetton e con la Nazionale si può dire che questa sia stata l’annata della consacrazione per il classe 2002: “In questa stagione credo di essere migliorato molto nell’aspetto mentale e sullo studio specifico di ogni singola partita. In più anche negli aspetti tecnici, come nei passaggi e nei carries. Ma ho ancora tanto da imparare e questo sarà il mio focus per il prosieguo della mia carriera”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

URC Awards: il Benetton Rugby è il club più innovativo della stagione 2023/24

Il club biancoverde è stato premiato per gli ottimi risultati raggiunti fuori dal campo

item-thumbnail

Marco Bortolami racconta i rapporti con Quesada, il mercato del Benetton e la difficoltà di “tagliare” i giocatori

Il tecnico dei biancoverdi nella seconda parte dell'intervista rilasciata a OnRugby: "Lasciar andare via o tagliare dei ragazzi che stimi è dolorissim...

item-thumbnail

Bortolami: “Benetton, stagione da 8. Il successo più bello è la crescita di Izekor, Spagnolo, Marin e gli altri”

Nella prima parte della lunga intervista rilasciata a OnRugby il tecnico traccia un bilancio della stagione: "I Bulls ci hanno fatto i complimenti. La...

item-thumbnail

Benetton, Pavanello: “Miglior torneo celtico di sempre. I Bulls? Ho più rimpianti per Gloucester”

Il direttore generale dei biancoverdi: "A Pretoria la squadra ha dato tutto. Il mercato? Un altro paio di arrivi e saremo a posto"

item-thumbnail

URC: Alessandro Izekor conquista un prestigioso premio individuale

Il flanker del Benetton Rugby e della Nazionale si è messo in luce accumulando percentuali difensive rilevanti

item-thumbnail

URC: il Benetton sfiora l’impresa. A Pretoria vincono i Bulls 30-23

Non basta un secondo tempo positivo per entrare in semifinale. Per Treviso in meta Ratave, Albornoz e Fekitoa