Top 10: Rovigo batte Colorno e va in finale per un punto

I rossoblù ribaltano il risultato dell’andata vincendo 21 a 15

Rugby Rovigo Delta - Ph. Rugby Rovigo

Rovigo-Colorno: rossoblù che vincono 21 a 15 e vanno in finale per un solo punto.

Nel caldo pomeriggio di sabato 13 maggio, è andata in scena la semifinale di ritorno tra Rovigo e Colorno. Dopo la partita dell’andata, vinta dagli emiliani 19 a 14 in casa, la partita del Battaglini ha ribaltato le sorti dei Bersaglieri, permettendogli di staccare il biglietto per la finale del Lanfranchi. Decisiva è stata la differenza punti: dopo la sconfitta di 5 punti, Rovigo vince il ritorno con 6 lunghezze di vantaggio. Il ritorno del Plebiscito tra Petrarca e Valorugby deciderà definitivamente il quadro della finale scudetto, in programma il 28 maggio a Parma.

La cronaca del primo tempo di Rovigo-Colorno

Nella fase di avvio del match, come prevedibile che fosse, le due squadre si studiano, prendendo meno rischi possibili e usando molto il gioco al piede. Azione da sottolineare al quinto minuto, una maul di oltre trenta metri di Colorno, nata appena fuori dai propri 22, che porta ad un calcio piazzabile per gli emiliani. La scelta ricade invece sulla rimessa laterale, con le fasi seguenti nei 22 rodigini che però portano ad un nulla di fatto.

Una maul appena fuori dalla zona rossa di Colorno, genera un multifase di Rovigo che porta la squadra di casa ad ottenere un calcio sui 5 metri avversari. Capitan Ferrario opta per giocare una mischia, che si rivela dominante per i rossoblù: il numero 7 Cosi si ritrova la palla tra i piedi, e non deve fare altro che raccogliere e schiacciare l’ovale in meta; la meta è trasformata da Montemauri.

Sul calcio di rinvio, Sarto recupera la palla al volo, sceglie di contrattaccare alla mano e trova un break nella linea di difesa di Colorno. Chillon, in sostegno al suo compagno, riceve l’offload e corre fino ai 22 avversari, per poi servire all’esterno Ferrario, placcato sui 5 metri. Con la difesa di Colorno che fa di tutto per rientrare dal fuorigioco, nessuno si occupa del lato chiuso, lasciato sguarnito: Stavile, in posizione di mediano di mischia, se ne accorge e va a marcare, attaccando il lato senza difensori. Montemauri fallisce la trasformazione, punteggio sul 12 a 0.

Colorno si rende protagonista di qualche buona azione offensiva, ma qualche errore di troppo nei 22 dei Bersaglieri, soprattutto a livello di calci di punizione su proprio possesso, permettono alla squadra di casa di uscire dalla propria zona difensiva, lasciando gli ospiti bloccati nel tabellino.

I primi punti per gli emiliani arrivano dal piede di Ceballos, che dalla piazzola concretizza un calcio di punizione guadagnato dagli avanti in mischia ordinata, in 3 punti a favore dei suoi. A cinque minuti dall’intervallo, il risultato segna 12 a 3 per Rovigo.

Al 40esimo è invece il pacchetto di mischia rossoblù che guadagna un calcio di punizione, con Montemauri che sceglie la via dei pali, chiudendo la prima frazione sul 15 a 3.

La cronaca del secondo tempo di Rovigo-Colorno

Il secondo tempo comincia su ritmi sicuramente più alti del primo, con maggiore velocità nel gioco e dinamismo nei multifase. Rovigo spreca un’azione molto avanzante, nata da un contrattacco, con un velo a cinque metri dalla meta, che riporta Colorno lontano dalla propria linea di meta.

Il tabellino viene mosso da Colorno al minuto 50: una azione tutta dei trequarti in maglia bianca permette a Antl di trovare un mezzo buco, servendo all’interno, appena oltre la linea di difesa, il mediano subentrato Boscolo. A ridosso dei 22 di Rovigo, un bel passaggio all’ala Ceballos permette all’argentino di arrivare oltre la linea di meta di Rovigo, dopo aver superato di forza due avversari. Lo stesso Ceballos sbaglia la trasformazione della sua meta, mantenendo Colorno sotto di 7 punti.

Immediata però la risposta dei bersaglieri, che rispondono col piede di Montemauri dalla piazzola. La giovane apertura, che approderà la prossima stagione alle Zebre, riporta i suoi avanti di 10 lunghezze, sul 18 a 8. Ennesima penalità in favore dei padroni di casa, questa volta per un’infrazione nel breakdown. All’ingresso dell’ultimo quarto di partita, Montemauri, ancora dalla piazzola, aggiunge 3 punti: Rovigo 21, Colorno 8.

Un’ingenuità di Ferrario, che getta volontariamente l’ovale fuori dal campo dopo essere stato portato oltre la linea laterale, permette a Colorno di giocare un calcio di punizione in attacco. La maul ben organizata dopo la rimessa laterale, è conclusa nel migliore dei modi da Devoto, che si ritrova timoniere del raggruppamento. Cebellos aggiunge i 2 punti al piede, e al 65esimo, 21 a 15 per Rovigo.

Negli ultimi 10 minuti, i protagonisti sono la stanchezza, i turnover e il rallentamento delle ruck, con i ritmi del gioco che si abbassano notevolmente. L’ultimo attacco di Colorno, dopo una dozzina di fasi, si chiude con un calcio in attacco, visto l’affossamento dei sostegni nella ruck decisiva. Partita che finisce sul 21 a 15, e Rovigo che per un punto nella differenza totale va in finale.

Il tabellino di Rovigo-Colorno

Rovigo: 15 Facundo Diederich Ferrario (cap), 14 Matteo Moscardi, 13 Ratuva Tavuyara, 12 Abner Van Reenen, 11 Leonardo Sarto, 10 Giovanni Montemauri, 9 Alberto Chillon, 8 Lautaro Casado Sandri, 7 Bautista Stavile, 6 Duccio Cosi, 5 Paolo Steolo , 4 Cameron Lindsay, 3 Entienne Swanepoel, 2 Enrico Giulian, 1 Nicola Quaglio
A disposizione: 16 Edoardo Ferraro, 17 Emanuele Leccioli, 18 Nicola Pomaro, 19 Matteo Ferro, 20 Edoardo Lubian, 21 Lautaro Bazan Vélez, 22 Paolo Uncini, 23 Andrea Bacchetti

Marcatori Rovigo
Mete: Cosi (18′), Stavile (20′)
Trasformazioni: Montemauri (19′)
Punizioni: Montemauri (40′, 53′, 60′)

Colorno: 15 Jaco van Tonder, 14 Ignacio Ceballos, 13 Diego Antl, 12 Bruno Devoto, 11 Yann Chibalie, 10 Francesco Cozzi, 9 Nicolò Casilio, 8 Antoine Koffi (C), 7 Miloud Popescu, 6 Maxime Mbandà, 5 Francesco Ruffolo, 4 Federico Gutierrez, 3 Antonio Tangredi, 2 Francesco Ferrara, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Oliviero Fabiani, 17 Miguel Leiger, 18 Matias Galliano, 19 Marco Butturini, 20 Gianluca Broglia, 21 Kwagga Van Niekerk, 22 Jacopo Boscolo, 23 Davide Pasini

Marcatori Colorno
Mete: Ceballos (50′), Devoto (64′)
Trasformazioni: Ceballos (65′)
Punizioni: Ceballos (35′)

Man of the Match: Giovanni Montemauri (Rovigo)

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Serie A Elite: un pilone campione d’Italia per Mogliano

Dopo Ferraro e Pettinelli, un altro grande innesto fra gli avanti per i biancoblu

16 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite, Colorno: presentato il nuovo capoallenatore

Gli emiliani sono pronti a ripartire per la stagione 2024-2025

14 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Viadana, coach Pavan: “Ora è vietato fermarsi. Questa grande stagione dev’essere una base di partenza”

Il tecnico: "Prima eravamo una sorpresa, poi siamo diventati una realtà, adesso dobbiamo riconfermarci"

13 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: Giovanni Pettinelli è ufficialmente un giocatore del Mogliano

L'organico dei biancoblù si arricchisce di un innesto importante per la stagione 2024/25

12 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite, Viadana: altri quattro rinnovi per la stagione 2024/25

Prende corpo l'organico della squadra finalista del campionato 2023/24

12 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Rovigo, il ds Polla Roux: “Eravamo da scudetto, ma ci riproveremo”

Tanti rimpianti, soprattutto per gli infortuni che hanno compromesso le ultime partite, ma per i rossoblu il bilancio è comunque positivo

12 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite