“Quindici” il libro di Andrea Nalio che racconta le storie dei campioni che hanno dipinto il rugby italiano negli anni ’90

Naas Botha, Wayne Shelford, Joel Stransky, Mark Ella, David Campese, Wayne Smith sono solo alcuni dei collosi che hanno calcato i campi in quel decennio

Quindici - Andrea Nalio

“Quindici” il libro di Andrea Nalio che racconta le storie dei campioni che hanno dipinto il rugby italiano negli anni ’90

Si intitola “Quindici” il nuovo libro di Andrea Nalio che racconta le storie degli straordinari campioni che negli anni Novanta hanno colorato il rugby italiano con tinte mai viste prima a queste latitudini.

Quando il rugby era ancora un sport dilettantistico giocato per passione, l’Italia ha vissuto un paradosso sportivo: i più grandi al mondo venivano a farlo proprio qui da noi. Certo, lo facevano tra una stagione e l’altra del rugby australe, in cui i campionati si disputavano a tempi invertiti rispetto all’Europa, ma lo facevano.

Così in quel periodo sui campi italiani si sono alternati straordinari giocatori. Rovigo ha conosciuto l’epopea dei sudafricani, capitanati da Naas Botha, forse il più intelligente mediano di apertura mai visto in un campo di rugby.

A Roma hanno accolto Wayne Shelford, il leggendario numero otto degli All Blacks campioni del mondo nel 1987, quello della battaglia di Nantes e del testicolo lasciato sul campo.

A San Donà hanno inseguito, corteggiato e amato Joel Stransky, il dieci che ha fatto piangere di gioia Nelson Mandela quando l’apartheid non c’era più e in Sudafrica bianchi e neri potevano sedersi vicini anche allo stadio.

A Colleferro, con la squadra che lottava nel sottobosco della Serie B, hanno conosciuto Jeff Miller, due volte campione del mondo con l’Australia, da giocatore e da allenatore.

A Milano per un po’ ha respirato rugby anche Silvio Berlusconi, e i rossoneri hanno fatto incetta di scudetti con “The Genius” Mark Ella e David Campese, che diedero il loro solidissimo contributo per consolidare le basi di una squadra che condurrà l’Italia al Sei Nazioni.

Casale, diventato negli anni l’ambasciata neozelandese, ha accolto un giovane Wayne Smith, al principio di una carriera di allenatore che diventerà leggendaria. Conosciuto come The Professor, Smith, unico allenatore della storia a vincere un campionato del Mondo di rugby sia con la squadra maschile che femminile è tutt’oggi considerato come uno dei migliori allenatori che il rugby abbia mai conosciuto.

Anche L’Aquila, Viadana, Catania, Calvisano hanno accolto negli anni campioni straordinari, da Botica a Umaga, da Beedt ad Andrew Mehrtens che si divertiva a giocare a briscola con gli anziani del paese.

Leggi anche: “Il leone e il corazziere” Marco Pastonesi racconta le storie di Carwyn James e Doro Quaglio

L’autore del libro “Quindici” è il rodigino Andrea Nalio cha, dopo aver giocato a rugby, è passato dal campo alla tribuna dove per oltre dieci anni ha scritto per “Il Resto del Carlino” di Rovigo, per ritornare poi nuovamente sul campo come educatore per Harlequins, Richmond, East London, Southwark Tigers e collaborando anche con l’associazione di Lawrence Dallaglio nel progetto dedicato agli adolescenti esclusi dalla scuola.

Quindici – Le storie dei campioni che hanno dipinto il rugby italiano

Titolo: “Quindici”
Autore: Andrea Nalio
Editore: Ultra Sport
ISBN: 8892782282
Pagine: 224 pagine
Prezzo copertina: 18,50 euro (acquistabile in libreria ma anche online a questo link)

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Zombie dei Cranberries, ma il ritornello dice: “Rassie!”

Come la canzone di protesta del gruppo rock irlandese è diventata una delle più ascoltate negli stadi della palla ovale, fino ad arrivare in Sudafrica...

18 Giugno 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: i Northampton Saints entrano nel podio, balzo in avanti dei Glasgow Warriors

Il Benetton resta stabile nella top 20 nonostante la sconfitta con i Bulls

12 Giugno 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Il materasso di Hooper e i “sogni d’oro” olimpici

Quando una piccola cosa può aiutare a raggiungere il massimo obiettivo sportivo: le Olimpiadi

5 Giugno 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: Benetton nelle prime 20 d’Europa

Bath e Tolone entrano nelle prime dieci posizioni grazie alle importanti vittorie domenicali

4 Giugno 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Nigel Owens: “Alcuni arbitri non saprebbero arbitrare senza la tecnologia. Il TMO usato così genera troppe polemiche”

Secondo l'ex arbitro gallese andare indietro di 50 metri per rivedere un'azione genera troppe incoerenze nelle decisioni, pregiudicando l'operato dei ...

3 Giugno 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Lettera a un figlio: “Tu oggi mi hai insegnato come si vive una sconfitta”

Il papà di un giocatore della Rugby Experience L'Aquila scrive un profondo messaggio dopo la sconfitta nella finale scudetto U18

29 Maggio 2024 Terzo tempo