Sei Nazioni 2023, Inghilterra: la formazione che attende la Francia a Twickenham

Marcus Smith ha l’opportunità di riprendersi la maglia numero 10, Ellis Genge sarà il capitano

Marcus Smith titolare nella formazione dell’Inghilterra contro la Francia – ph. Sebastiano Pessina

Steve Borthwick ha annunciato i 23 giocatori che fanno parte della formazione dell’Inghilterra che sfiderà la Francia a Twickenham nel match della quarta giornata del Sei Nazioni 2023.

Come atteso, lo staff tecnico guidato dal tecnico ex Leicester Tigers ha scelto di affidare la maglia numero 10 a Marcus Smith, preferito per l’occasione al capitano Owen Farrell. Quest’ultimo sarà in panchina.

Il capitano del XV della Rosa sarà il pilone sinistro Ellis Genge, confermato al suo posto insieme a tutto il resto della formazione che ha battuto il Galles due settimane fa.

L’unico altro cambio è in panchina, dove torna il seconda linea dei Northampton Saints David Ribbans.

Leggi anche: Sei Nazioni 2023: la formazione della Francia per la trasferta di Twickenham

Negli ultimi due anni l’Inghilterra ha vissuto in mezzo al dibattito sulla coesistenza di Marcus Smith e Owen Farrell, due grandi mediani di apertura, due giocatori molto diversi ma di caratura indiscutibilmente internazionale.

Eddie Jones ha per primo cercato di farli coesistere, per combinarne le caratteristiche. Un approccio molto criticato ma tuttavia ripreso da Steve Borthwick nella prima partita da head coach, la sconfitta contro la Scozia nel primo turno di questo Torneo.

Contro Italia e Galles, Borthwick è tornato ad un più classico schema con un solo playmaker, Farrell, e un centro di sfondamento come Ollie Lawrence al suo fianco, inserendo al contempo un giocatore con doti di distribuzione offensiva come Henry Slade. La cosa ha pagato apparentemente immediati dividendi, nonostante Farrell abbia litigato con i pali, risultando insolitamente impreciso come calciatore.

Ora, contro la Francia, in un match come sempre caldissimo e in una situazione di classifica che vede entrambe le squadre ancora appese alla speranza di vincere il Sei Nazioni, Borthwick sceglie di tornare a lanciare Smith, confinato a soli 30″ di gioco contro il Galles.

Leggi anche: Il Sudafrica vorrebbe Nigel Owens come consulente arbitrale degli Springboks

Agli Harlequins, Smith è solito giocare con un centro di sfondamento (Esterhuizen), e così, per la prima volta, avrà l’opportunità di ritrovare quel punto di riferimento in nazionale. È l’opportunità di dimostrare una volta per tutte di essere il legittimo, principale pretendente alla maglia bianca numero 10 con la rosa rossa sul petto.

Inghilterra, la formazione

15 Freddie Steward

14 Max Malins

13 Henry Slade

12 Ollie Lawrence

11 Anthony Watson

10 Marcus Smith

9 Jack van Poortvliet

8 Alex Dombrandt

7 Jack Willis

6 Lewis Ludlam

5 Ollie Chessum

4 Maro Itoje

3 Kyle Sinckler

2 Jamie George

1 Ellis Genge (C)

A disposizione

16 Jack Walker

17 Mako Vunipola

18 Dan Cole

19 David Ribbans

20 Ben Curry

21 Alex Mitchell

22 Owen Farrell

23 Henry Arundell

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra

item-thumbnail

Scozia: fiducia in Gregor Townsend, nonostante tutto

Il capo allenatore rimane al suo posto, ma la federazione ha fatto intendere di non essere troppo soddisfatta dell'ultimo Sei Nazioni

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: la classifica dopo il secondo turno, balzo dell’Italia

La vittoria in Irlanda rilancia le Azzurre, e non solo nel ranking

item-thumbnail

Sei Nazioni Femminile: la sanzione disciplinare a Sarah Beckett dell’Inghilterra

La giocatrice inglese si era resa protagonista di un intervento scorretto ai danni di Michela Sillari

item-thumbnail

Sei Nazioni: Lorenzo Pani candidato per la miglior meta del Torneo

Tra le quattro marcature in corsa per il titolo di più bella c'è quella dell'Azzurro contro il Galles