Italia, Lorenzo Cannone: “Se lasci uno spazio all’Irlanda non recuperi più, ma possiamo giocarcela con tutti”

Il terza linea azzurro parla anche dello spirito che si vive in squadra: “Siamo una squadra molto giovane, in tanti siamo cresciuti assieme”

Italia, Lorenzo Cannone: “Con l’Irlanda non dobbiamo lasciare nulla al caso, altrimenti non recuperi più”

In avvicinamento alla sfida contro l’Irlanda di sabato 25 febbraio, il terza linea azzurro Lorenzo Cannone ha rilasciato alcune dichiarazioni ai media della Fir. Il match che dovrà affrontare il classe 2001, inserito in formazione come numero 8 titolare, sarà uno dei più tosti di questo Sei Nazioni, contro la squadra al primo posto del ranking mondiale.

“La battaglia contro l’Irlanda sarà molto fisica, loro sono completi in tutti i ruoli. Contro di loro serve lavorare sui piccoli dettagli, non lasciare nulla al caso perché loro, appena gli lasci uno spazio, se lo prendono subito e allora diventa difficile recuperare”.

“La partita contro la Francia è andata bene però anche lì abbiamo lasciato lì qualche punto che dovevamo cogliere e, su questi, abbiamo lavorato in settimana per andare ad affrontare l’Inghilterra al meglio delle nostre possibilità. Con l’Inghilterra ci sono sempre giornate sì e giornate no, in questo caso non è andata come volevamo. Rimaniamo comunque consapevoli che possiamo scontrarci con chiunque”.

Leggi anche: Sei Nazioni 2023: la formazione dell’Italia che affronterà l’Irlanda all’Olimpico

Italia, Lorenzo Cannone: “Siamo una squadra giovane, in tanti siamo cresciuti assieme”

Lorenzo Cannone è all’inizio della sua carriera con la maglia azzurra ma vive molto positivamente questa realtà, nuova ma neanche così tanto: “Mi ricordo bene il mio esordio a novembre contro Samoa ma la nostra metodologia di gioco rimane la stessa, e puntiamo a migliorarla in ogni dettaglio. Siamo una squadra giovane, più o meno tutti della stessa età e cresciuti assieme: questo fa molto spirito di gruppo, fondamentale in campo”.

“Sia il mio esordio al Sei Nazioni all’Olimpico, sia quello a Twickenham sono stati davvero impressionanti, con tutta quella gente che era lì a vederci. A Londra è stata un’emozione unica, ogni giocatore di rugby punta ad arrivare a giocare lì ed in questo torneo storico, è meraviglioso”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Gonzalo Quesada: “L’Italia è in ritardo in confronto alle altre, deve lavorare sodo per recuperare”

In un'intervista franca e onesta al Midi Olympique l'head coach azzurro ha toccato diversi temi di interesse

24 Febbraio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Ange Capuozzo: “Per me il tempo dei sentimenti è passato”

Il trequarti alla vigilia del match contro la Francia: "Per me è una partita come le altre: voglio e vogliamo fare qualcosa di grande"

23 Febbraio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, due anni dopo torna titolare Federico Mori

Il trequarti azzurro torna dal primo minuto per la prima volta dal Sei Nazioni 2022, mentre Riccardo Favretto raccoglierà il suo secondo cap a tre ann...

23 Febbraio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Gonzalo Quesada: “Conquista e touche saranno fondamentali. Gli italiani del Top 14? Una motivazione extra”

Le dichiarazioni del ct degli Azzurri in vista del match contro i Bleus

23 Febbraio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2024: la formazione dell’Italia che fa visita alla Francia

Gonzalo Quesada apporta diverse modifiche al suo XV in vista della sfida di Lille

23 Febbraio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Troncon ricorda Grenoble 1997: “Quel gruppo voleva cambiare le cose, e ci è riuscito”

Il mediano di mischia di quell'Italia ricorda un match memorabile: "Quella partita non la vincemmo quel giorno, ma nei 3 anni precedenti"

22 Febbraio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale