Sei Nazioni 2023: la Francia recupera un elemento importante in vista dell’Italia

Galthié recupera il castigatore seriale degli azzurri, con 4 mete in 2 partite

Sei Nazioni 2023: la Francia recupera un elemento importante in vista dell'Italia - ph. Sebastiano Pessina

Sei Nazioni 2023: la Francia recupera un elemento importante in vista dell’Italia – ph. Sebastiano Pessina

Uno dei migliori giocatori dell’ultimo Sei Nazioni torna a disposizione della Francia in vista dell’esordio nel Torneo 2023 contro l’Italia, previsto il 5 febbraio all’Olimpico di Roma. Si tratta dell’ala Gabin Villiere, che proprio nel match dello scorso anno castigò gli azzurri con una tripletta, e che sempre contro l’Italia ha segnato – nel 2020 – la sua prima meta con la maglia della Francia.

Insomma, un giocatore importantissimo per il gioco che Galthié vuole sviluppare, e un elemento in più da tenere d’occhio per gli azzurri, per la sua velocità e la sua incredibile capacità di finalizzazione.

Leggi anche: Sei Nazioni 2023: dove si vede Italia-Francia in tv e streaming

Villiere è stato fuori per due mesi, dopo l’infortunio al perone del 26 novembre, ed è tornato in campo questo sabato nella sfida del suo Tolone contro Pau. Adesso ha una settimana per convincere Galthié a schierarlo già domenica prossima, al posto dell’ala di Lione Dumortier, che l’Equipe indica come favorito per una maglia da titolare contro l’Italia.

Francia: la lista completa dei convocati dopo l’arrivo di Villiere

Avanti: Gaëtan Barlot (Castres), Teddy Baubigny (Toulon), Julien Marchand (Toulouse), Uini Atonio (La Rochelle), Cyril Baille (Toulouse), Clément Castets (Stade Français), Sipili Falatea (Bordeaux-Bègles), Mohamed Haouas (Montpellier), Reda Wardi (La Rochelle), Bastien Chalureau (Montpellier), Thibaud Flament (Toulouse), Thomas Lavault (La Rochelle), Romain Taofifenua (Lyon), Paul Willemse (Montpellier), Grégory Alldritt (La Rochelle), Alexandre Bécognée (Montpellier), Paul Boudehent (La Rochelle), Yacouba Camara (Montpellier), Dylan Cretin (Lyon), François Cros (Toulouse), Anthony Jelonch (Toulouse), Sekou Macalou (Stade Français), Charles Ollivon (Toulon)

Mediani: Baptiste Couilloud (Lyon), Antoine Dupont (Toulouse), Antoine Hastoy (La Rochelle), Nolann Le Garrec (Racing), Matthieu Jalibert (Bordeaux-Bègles), Romain Ntamack (Toulouse)

Trequarti: Pierre-Louis Barassi (Toulouse), Louis Bielle-Biarrey (Bordeaux-Bègles), Julien Delbouis (Stade Français), Ethan Dumortier (Lyon), Gaël Fickou (Racing), Émilien Gailleton (Pau), Matthis Lebel (Toulouse), Yoram Moefana (Bordeaux-Bègles), Damian Penaud (Clermont), Gabin Villière (Toulon) Romain Buros (Bordeaux-Bègles), Melvyn Jaminet (Toulouse), Thomas Ramos (Toulouse)

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

L’inglese Henry Pollock eletto Miglior giocatore del Sei Nazioni U20

Il terza linea inglese è un giovane di grande prospettiva

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra

item-thumbnail

Scozia: fiducia in Gregor Townsend, nonostante tutto

Il capo allenatore rimane al suo posto, ma la federazione ha fatto intendere di non essere troppo soddisfatta dell'ultimo Sei Nazioni