Ufficiale: Finn Russell giocherà a Bath dopo la Rugby World Cup

Annunciato l’arrivo in Premiership del numero 10 della Scozia

Sei Nazioni: lo scozzese Finn Russel è stato squalificato tre settimane dopo il cartellino rosso ricevuto nella sfida con la Francia Ph. Sebastiano Pessina

Finn Russell – ph. Sebastiano Pessina

Il Bath, club della Premiership inglese, ha confermato nella giornata di martedì 20 dicembre di aver siglato un accordo con il mediano di apertura scozzese Finn Russell, attualmente militante nel Racing 92. Cambierà casacca al termine della stagione in corso, e sarà a disposizione della sua nuova squadra dopo la Rugby World Cup 2023.

La notizia è divenuta ufficiale dopo le insistenti speculazioni delle scorse settimane, rese ancora più impellenti negli ultimi giorni dalle voci che volevano il contratto già firmato, e per una cifra superiore al milione di sterline.

Ma perché si parla così tanto di un giocatore che in carriera ha vinto solamente un Pro12 otto anni fa? Perché Finn Russell è uno dei numeri 10 più forti del mondo, uno dei più capaci di manipolare le difese avversarie e uno dei giocatori più incisivi sui destini della squadra per la quale gioca. Basti pensare, a titolo di esempio, alla magnitudine dell’impresa che fu per i Glasgow Warriors riuscire a vincere la lega celtica nel 2015.

Leggi anche: Il piedino fatato di Jamie George

Secondo dati diffusi da Opta nessun altro giocatore di Top 14, Premiership o URC e antenati negli ultimi 5 anni (ovvero da quando Russell milita nel Racing 92) ha distribuito così tanti assist da meta e assist per un linebreak come lui.

Dopo il mondiale che disputerà, salvo imprevisti e clamorose sorprese, con la Scozia, sarà interessante scoprire come il 31enne Finn Russell si adatterà alla Premiership, un campionato nel quale non ha mai militato. A Parigi c’è stato un perfetto connubio tra le sue abilità di regista offensivo, capace di leggere con arguzia ogni situazione, e il tipo di rugby richiesto dal contesto: un rugby spesso poco strutturato, basato sull’interpretazione dei giocatori. La massima divisione inglese, invece, predilige un gioco schematico, dove le parti della squadra si muovono secondo un registro studiato a tavolino nella maggior parte delle situazioni.

Un altro punto di domanda sarà posto dal modo in cui Johan van Graan imposterà il suo Bath nel prossimo futuro. L’allenatore sudafricano, ex Munster, ha preso le redini del club in questa stagione, iniziando una rifondazione profonda di un contesto sportivamente fallito. Quest’anno la squadra è a 3 vittorie in 9 partite di campionato, con il secondo peggiore attacco della Premiership e il minor numero di mete segnate. Sulle spalle della stella scozzese cadrà il peso di ribaltare questi numeri e restituire il club alla posizione di alto profilo che gli è da sempre appartenuta.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Leggi anche la nostra guida alle regole del rugby, per studiare/ripassare o imparare il regolamento ovale e tutte le sue sfaccettature.

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Danny Cipriani: “Potrei non giocare più, ma intanto mi alleno con Jonny Wilkinson”

L'apertura inglese è senza squadra, al di là della parentesi Barbarians, ma non ha ancora mollato: "Posso ancora giocare ad alti livelli"

27 Gennaio 2023 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership: Mike Brown pronto a tornare con i Leicester Tigers

L'estremo si sta allenando con i campioni d'Inghilterra, non gioca dallo scorso marzo

25 Gennaio 2023 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Danny Care: “Conor O’Shea è stato come un secondo padre per me”

Il mediano di mischia degli Harlequins, insieme ad Ugo Monye, ha ricordato il particolare rapporto che li legava al loro ex tecnico

23 Gennaio 2023 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Inghilterra: la RFU fa chiarezza sui placcaggi bassi in mezzo alle critiche di club e giocatori

Le linee guida della RFU non piacciano ai giocatori dilettanti, ma anche ad illustri protagonisti della scena internazionale

21 Gennaio 2023 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Inghilterra: le nuove regole sui placcaggi dalla prossima stagione

Tutto il rugby giovanile e comunitario (dalla National One in giù) seguirà le nuove linee guida della RFU

20 Gennaio 2023 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Secondo un rapporto parlamentare le finanze della Premiership sono insostenibili

Il grido di allarme arriva direttamente dalle istituzioni politiche inglesi

17 Gennaio 2023 News