Australia: Dave Rennie potrebbe richiamare alcune “vecchie glorie”, per un totale di 165 caps

Per risolvere la crisi nel reparto trequarti, il tecnico potrebbe affidarsi all’usato sicuro

Australia: Dave Rennie potrebbe richiamare alcune "vecchie glorie", per un totale di 165 caps (ph. Sebastiano Pessina)

Australia: Dave Rennie potrebbe richiamare alcune “vecchie glorie”, per un totale di 165 caps (ph. Sebastiano Pessina)

La rovinosa sconfitta in Argentina per 48-17 ha lasciato parecchi strascichi, non solo dal punto di vista mentale ma anche fisico. L’Australia, infatti, era già arrivata alla seconda partita coi Pumas decimata dagli infortuni, e in vista della doppia sfida contro il Sudafrica sarà necessario correre ai ripari.

Per farlo, secondo quanto riportato da Fox Sport Australia, Dave Rennie starebbe pensando di richiamare alcuni veterani che hanno vestito più volte la maglia dei Wallabies in passato, per poi uscire dal giro negli ultimi anni.

Leggi anche: L’Argentina demolisce l’Australia 48-17, a segno Gallo e Albornoz

Si tratta di Kurtley Beale e Bernard Foley. Il centro del Racing (95 presenze per lui) pur non essendo titolare da un po’ ha giocato la sua ultima partita con i Wallabies nei test match di novembre dello scorso anno, contro la Scozia. Foley, invece, manca addirittura dalla Coppa del Mondo 2019, e potrebbe ritornare nel giro dopo ben 3 anni di assenza.

La situazione trequarti in casa Australia è infatti molto complicata: gli infortuni di Cooper e Kerevi hanno dato la mazzata finale a un reparto già a corto di uomini. Nella prima partita, una grande reazione d’orgoglio e l’ottima prestazione di Hodge, adattato all’apertura, avevano evitato il peggio.

Nella seconda partita contro i Pumas non c’è stato niente da fare, complice anche l’impopolare decisione (almeno per i media australiani) di tenere Lolesio fuori dai 23 e di puntare tutto su James O’Connor, che però a San Juan non ha brillato.

Leggi anche: Rugby Championship: una giornata da sagra degli errori, e il Sudafrica non ha un piano B

Come detto, Beale conta 95 presenze coi Wallabies, mentre Foley è arrivato a 70 durante il Mondiale giapponese, dopo il quale non è più entrato nel giro nella nazionale, complice anche il suo trasferimento in Giappone, ai Kubota Spears. Un patrimonio totale di 165 caps, sul quale Rennie potrebbe fare affidamento per provare a rimettere in piedi una situazione molto complicata.

L’Australia affronterà il Sudafrica il 27 agosto (7.30 italiane) all’Adelaide Oval, per poi replicare il 3 settembre ak Sydney Football Stadium alle 11.45 italiane.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il Sudafrica vince contro l’Argentina, ma il Rugby Championship è degli All Blacks

Agli Springboks non basta il successo per 38-21, al termine di una partita molto indisciplinata e con sei cartellini gialli complessivi

24 Settembre 2022 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Gli All Blacks mettono le mani sul Championship e demoliscono l’Australia

Cinque mete e un dominio quasi totale: Wallabies messi all'angolo e successo consecutivo numero 48 a Eden Park

24 Settembre 2022 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship: la formazione dell’Argentina per la sfida al Sudafrica

Cheika opera due cambi rispetto a una settimana fa: entrambi fra i trequarti

23 Settembre 2022 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Bledisloe Cup: la formazione degli All Blacks per la rivincita contro l’Australia

Non ce la fa Sam Cane, Whitelock sarà capitano. Beauden Barrett torna titolare, ma da estremo

22 Settembre 2022 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Bledisloe Cup: la formazione dell’Australia che fa visita agli All Blacks

Foley confermato titolare. La coppia Holloway-Neville occupa la seconda linea

22 Settembre 2022 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship, il Sudafrica sceglie Frans Steyn a numero 10

Il veterano due volte campione del mondo ha una sola presenza da mediano di apertura in nazionale, e risale a 14 anni fa

20 Settembre 2022 Emisfero Sud / Rugby Championship