Kieran Crowley: “buona reazione dopo la scorsa settimana, ma c’erano almeno tre o quattro mete che dovevamo segnare”

Le dichiarazioni del coach azzurro e del capitano Edoardo Padovani dopo il successo con la Romania

Kieran Crowley le dichiarazioni dopo Romania-Italia

Kieran Crowley le dichiarazioni dopo Romania-Italia – ph. S. Pessina

L’Italia, che doveva riscattare la prova opaca della scorsa settimana con il Portogallo, supera la Romania con un rotondo 45-13. Un distacco che avrebbe potuto essere anche più consistente se gli Azzurri, autori comunque e di una buona prova (condita da 7 mete), avessero finalizzato al meglio qualche buona occasione creata.

Leggi anche: Test Match Estivi 2022: l’Italia ruggisce, Romania battuta 45-13

Nella tradizionale conferenza post partita il CT azzurro Kieran Krowley ha esordito sottolineando che “l’aspetto che mi è piaciuto di più e stata la reazione rispetto alla prestazione della scorsa settimana. Siamo più prestanti dal punto di vista fisico che era ciò che ci attendevamo e avevamo chiesto alla squadra”.

Crowley ha poi sottolineato come “dopo il Portogallo eravamo rammaricati di alcune aree di gioco e avevamo chiesto ai ragazzi di fare dei passi avanti, che ci sono senz’altro stato, ma guardando alla partita con la Georgia, che senz’altro sarà la più complessa di questo tour, ci sono ancora delle zone e dei margini di miglioramento che dobbiamo raggiungere. Penso in particolare alla fase di finalizzazione perchè questa sera c’erano almeno tre quattro mete che dovevamo segnare e che non possiamo permetterci di non marcare in partite importanti come sara quella di settimana prossima”.

Leggi anche: Rugby in diretta: il palinsesto tv e streaming del 2 luglio

Questa invece l’analisi di Edoardo Padovani: “all’inizio della partita ci siamo fatti prendere un po’ dalle frenesia e abbiamo commesso qualche imprecisione nel tenere il pallone  – io compreso –  però i primi 20 minuti abbiamo retto bene il colpo di una partita che la Romania sentiva molto – come mi ha confermato ieri il loro capitano con cui ho avuto modo di parlare. Per loro era quasi una finale, avevano lo stadio pieno ed era quindi importante tenere botta nella prima parte per poi uscire con le nostre doti”.

Il capitano di giornata ha poi concluso dicendo che “questa sera si è visto il miglioramento della squadra, frutto del lavoro di questa settimana, ma chiaramente questo non si tratta di un punto d’arrivo, sappiamo che domenica con la Georgia ci aspetta una finale  e lavoreremo duro per prepararla al meglio”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia, quanti esordienti alla Rugby World Cup?

Nel corso dell'ultima stagione 18 giocatori hanno esordito in Azzurro. Le loro possibilità di avere un posto al mondiale

16 Agosto 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, i numeri della prima stagione di Kieran Crowley

Gli Azzurri hanno giocato 11 partite da quando si è insediato il CT

26 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: tutti i giocatori e le giocatrici che hanno esordito in Nazionale nella stagione 2021-22

Ben 25 atleti (18 nella Nazionale maschile, 7 nella femminile) hanno conquistato il primo cap azzurro durante l'ultima annata: ecco l'elenco

25 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: Padova, Firenze e Genova per i test match di novembre

A novembre Samoa, Australia e Sudafrica saranno ospiti degli Azzurri

20 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Test match Italia, novembre 2022: ecco quali dovrebbero essere date e sedi

Si delinea il calendario azzurro per i test match di novembre 2022 con Samoa, Sudafrica e Australia

16 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Marzio Innocenti fa il bilancio dopo i test estivi

Il presidente federale: "Guai a dire che è tutto sbagliato, le nostre squadre nazionali potranno darci grandi soddisfazioni"

13 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale