Cosa potrebbe accadere a Sei Nazioni e Champions Cup con le nuove regole vaccinali del governo francese

Il governo transalpino detta la linea da seguire per poter giocare i prossimi incontri internazionali

Sei Nazioni e Champions Cup: le nuove regole vaccinali del governo francese (Ph. Sebastiano Pessina)

Un necessario adeguamento. Dal 15 gennaio prossimo infatti, come deciso dal governo Macron, tutti gli sportivi professionisti che vorranno svolgere la propria attività agonistica in Francia dovranno aver completato la doppia vaccinazione: cosa comporta questo?

In vista del Sei Nazioni e della Champions Cup, le formazioni che faranno visita alla nazionale o ai club transalpini dovranno chiaramente “rendere conformi” i propri roster alla situazione che entrerà in essere fra poco più di due settimane.

Leggi anche, Sei Nazioni 2022, il calendario: partite, luoghi, date ed orari del torneo

Cosa potrebbe accadere a Sei Nazioni e Champions Cup con le nuove regole vaccinali del governo francese

Entrando nel concreto. L’Italia sarà la prima nazionale a fare visita alla Francia nel Sei Nazioni, poi sarà la volta dell’Irlanda (seconda giornata del torneo) e infine dell’Inghilterra (quinta e ultima giornata del torneo).

Il Regno Unito, Galles e Scozia comprese, con squadre di club come gli Scarlets ad esempio, che il 16 gennaio dovrebbero essere ospiti del Bordeaux in Champions Cup, è visto oltralpe come una “zona di pericolo”.

Le federazioni e i ministeri dello sport hanno chiaramente avviato i dialoghi da giorni ma, se non dovessero essere concesse deroghe particolari, cosa al momento difficile da ipotizzare visto l’aumento della curva dei contagi, nazionali e club d’oltremanica sarebbero costretti in alcuni casi a rivedere i loro roster per le trasferte in Francia, anche perché al netto delle volontà dei protagonisti in campo, alcuni, come ad esempio il centro inglese Henry Slade, che non si è vaccinato perché ha una patologia diabetica e col rischio di avere reazioni indesiderate, potrebbero “non essere ritenuti idonei” alla trasferta.

Il provvedimento preso dal governo Macron prevede anche, almeno per le prossime tre settimane, che la capienza degli stadi di ogni disciplina sportiva sia di massimo 5.000 persone e che chiunque voglia accedere alle strutture debba dimostrare di essere in possesso del passaporto vaccinale.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sei Nazioni 2022: il calendario delle partite della Francia

Tre partite in casa e due in trasferta per gli uomini di Galthié

24 Gennaio 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni: numeri e record delle 22 edizioni dal 2000 a oggi

Vittorie nel Torneo, Grand Slam, giocatori con più presenze, mete e punti realizzati.

23 Gennaio 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei nazioni 2022: 9 cambi nel gruppo della Francia

Infortuni e positività cambiano i piani di Galthié

23 Gennaio 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Allarme in casa Inghilterra, Owen Farrell a rischio per il Sei Nazioni?

L'Inghilterra potrebbe fare i conti con una pesante assenza

23 Gennaio 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni: per Francia-Italia gli azzurri si troveranno un muro di tifosi transalpini

Si va verso uno Stade de France tutto esaurito dopo le parole del primo ministro transalpino sulle capienze negli stadi

21 Gennaio 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Scozia, Townsend: “Vincere il Sei Nazioni? Possiamo giocarcela”

L'head coach della nazionale del Cardo ha parlato degli obiettivi del prossimo torneo e spiegato alcune esclusioni eccellenti, come quella di Hastings

20 Gennaio 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni