Il segreto poco segreto dei Leicester Tigers: Kevin Sinfield

L’allenatore della difesa dell’unica squadra imbattuta in stagione ha 41 anni e viene dal rugby league, tanto per cambiare

Kevin Sinfield

Kevin Sinfield – ph. Leicester Tigers

Se dopo undici partite della stagione 2021/2022 i Leicester Tigers non hanno mai perso, buona parte del merito è del signor Kevin Sinfield, l’allenatore della difesa della squadra.

Se il suo nome non vi dice nulla, non vi stupite, ma il tecnico gode di grande fama al di là del canale della Manica, dove il rugby league riscuote un maggior numero di consensi e interesse rispetto all’Europa continentale.

Kevin Sinfield, oggi 41enne, è stato probabilmente il miglior calciatore della storia del rugby a XIII,  è il più grande marcatore di tutti i tempi nella storia del campionato inglese e uno dei soli due giocatori ad aver capitanato una squadra a tre titoli consecutivi di Super League, la prima divisione dello sport in Inghilterra.

Con il rugby union non aveva mai avuto molto a che fare fino a quest’anno, tranne per una stagione a fine carriera giocata nelle file del lo Yorkshire Carnegie nel 2015. Da quest’estate è il responsabile della difesa dei Leicester Tigers, la squadra capolista in Premiership.

Il suo effetto è tangibile: il club di Welford Road ha la miglior difesa della Premiership, con 150 punti e 16 mete subiti in 9 gare, e ha vinto anche le sue due gare di Champions Cup.

Leggi anche: Champions Cup: la spettacolare vittoria di Leicester su Connacht e gli altri highlights

“Ha portato con sé quintali di conoscenza ed esperienza dalla sua carriera nel league – ha detto di lui George Ford, che sta vivendo una grandissima stagione alla guida di una squadra che finalmente gli regala un pack forte dietro al quale distruggere le difese avversarie – Anche se si tratta di uno sport completamente diverso sotto molti aspetti, ciò che ha a che vedere con l’atteggiamento in difesa, lavorare l’uno per l’altro, la collisione è lo stesso.”

“Ci ha portato questo bagaglio e per noi è grandioso.”

Non si tratta del primo coach della difesa che dal rugby league arriva ad avere un impatto immediato nella controparte a XV: Shaun Edwards e Andy Farrell sono i due esempi più eclatanti di allenatori provenienti dall’altro codice che hanno costruito le proprie fortune come allenatori della fase difensiva, portando anche notevoli progressi tecnici.

Entrambi dotati di grande carisma, hanno però teso a rendere l’impressione di essere rudi, diretti, senza compromessi.

Il segreto di Sinfield, invece, non sembra essere solamente una profonda conoscenza di sistemi, gesti tecnici e peculiarità del suo ruolo, ma anche il suo innato carisma e la sua capacità di ispirare chi gli sta intorno.

Ne ha parlato a BBC Steve Borthwick, l’head coach che sta ricostruendo i Tigers con grande profitto e che non ha avuto paura ha portare a bordo l’ex capitano dell’Inghilterra a XIII nonostante l’inesperienza nel ruolo: “Il modo in cui interagisce con i giocatori, la sua gestione dei rapporti, è semplicemente superba.”

“Per noi non è cambiato molto a livello di sistema difensivo. Certo, Kevin ha portato dei miglioramenti, ma ciò che colpisce è che ha un effetto tangibile sui giocatori, vogliono giocare per lui.”

“È un tecnico che può lavorare con i calciatori, può lavorare con la prima linea, ma ha anche le abilità per mettersi al lavoro con i nostri registi in attacco, in modo che gli allenatori di attacco e difesa possano lavorare fianco a fianco.”

Leggi anche: Inghilterra: Ellis Genge lascia gli imbattuti Leicester Tigers ma resta in Premiership

“Lo vedo lavorare ogni giorno e vedo quanto aggiunge al gruppo, le centinaia di piccole interazioni… non te ne accorgi neanche finché non vedi il loro effetto sulle persone.”

Di recente, Sinfield ha fatto parlare di sé su tutti i media britannici per aver completato una corsa di 101 miglia (162 km) in 24 ore per raccogliere fondi a favore della ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica e sulle altre patologie del motoneurone.

Per questo è stato recentemente insignito del titolo di Member of the Order of the British Empire (OBE) dalla Regina, conquistando così applausi e approvazione anche al di fuori del circolo ristretto dei Leicester Tigers.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui per restare aggiornato sul regolamento del rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Danny Cipriani lascia Bath e vola in MLR, destinazione Dallas

Il 34enne giocherà nei Jackals, manca solo l'ufficialità per il trasferimento

10 Maggio 2022 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Alex Lozowski chiude la porta all’Italia: “Mi sento inglese”

Il mediano dei Saracens ha parlato della conversazione con Kieran Crowley e del suo rapporto con la Nazionale inglese

9 Maggio 2022 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership: la corsa playoff appare ormai una storia a due

Gloucester e Northampton Saints staccano le concorrenti. Pesa la vittoria per 64-0 dei biancorossi sul Bath

3 Maggio 2022 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Chris Ashton nella leggenda: due record in un giorno

L'ala inglese ha firmato due primati in una sola partita, entrando sempre di più nella storia del rugby inglese e internazionale

2 Maggio 2022 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership: volata playoff sempre più infuocata

Cinque squadre lottano per il quarto posto in classifica. Gli Harlequins battono i Tigers e si assicurano un buon margine

26 Aprile 2022 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Renato Giammarioli si trasferisce ai Worcester Warriors

La terza linea delle Zebre e della Nazionale giocherà in Premiership la prossima stagione

25 Aprile 2022 Emisfero Nord / Premiership