Top10, rileggiamo il girone d’andata: Petrarca e Lyons le migliori

Rovigo vuole rimontare con i due recuperi che mancano, così come le Fiamme Oro. Occhio a Colorno, mentre per salvarsi la Lazio ha bisogno di un’impresa

Top10 presentazione

Top10, rileggiamo il girone d’andata: Petrarca e Lyons le migliori ph. FIR

Dopo la nona giornata dello scorso weekend si è chiuso il girone d’andata del Top10, anche se non del tutto. Sono diverse le partite da recuperare, quindi la classifica andrà in qualche modo rivista ma ci sono sicuramente parecchie indicazioni interessanti date dalle dieci formazioni del massimo campionato italiano. A partire dalla capolista Petrarca, imbattuta in tutte le nove gare giocate e spesso anche intrattabile per le avversarie: la squadra di Marcato ha preso il largo quasi da subito in classifica e ora comanda con un +10 sul Valorugby secondo (che potrebbe diventare +5 visto che agli emiliani ne manca una) ma soprattutto un eloquente +166 nella differenza punti. Sono dei patavini anche il miglior attacco (321 punti) e verosimilmente anche la miglior difesa (155 punti subiti contro i 150 di Rovigo che ha però due gare in meno).

Leggi anche: Classifica, risultati e calendario del Top10

Se il Valorugby di Manghi sta confermando le aspettative di inizio campionato disputando un torneo molto solido con 6 vittorie e 2 sconfitte (una a Padova di due punti, una contro il Calvisano per un solo punto), sotto i diavoli si apre il fronte delle squadre che hanno e stanno invece avendo qualche problema.

È il caso del Calvisano, falcidiato da una lunghissima serie di infortuni sin da settembre: sono 25 i punti dei gialloneri, frutto di uno score quasi in parità con 5 vittorie e 4 sconfitte, compresa l’ultima di Piacenza che sicuramente fa male alla classifica bresciana.

21 le lunghezze dei Campioni d’Italia di Rovigo, il cui girone d’andata del Top10 è stato però segnato da un calendario molto ballerino: tre le gare rinviate e solo una recuperata portano a sette il totale delle volte in cui i rossoblù sono scesi in campo. C’è la possibilità di salire in terza piazza appena dietro il Valorugby con due vittorie, ci sono il successo di Calvisano e le tiratissime sconfitte (1 e 2 punti di distanza) contro diavoli e Petrarca a dire che i bersaglieri se la giocheranno fino in fondo.

Leggi anche: Rovigo si muove sul mercato e si rinforza in prima linea

Pari ai bersaglieri ecco il Colorno di Casellato, ex proprio del Rovigo: gli emiliani avevano iniziato fortissimo la loro stagione, prima di rallentare nell’ultimo periodo. Un calo anche fisiologico per una formazione estremamente rinnovata rispetto allo scorso anno, sia nei giocatori che nel modo di scendere in campo, ma attenzione al fatto che probabilmente fino all’ultima giornata Colorno avrà modo di dire la sua per entrare nel lotto delle semifinaliste.

Chissà se lo stesso pensiero verrà anche dalle parti di Piacenza, dove i Lyons chiudono il trittico a quota 21 dopo un girone d’andata a dir poco straordinario. Partiti prima di tutto per salvarsi, gli emiliani sono decollati nelle ultime settimane e in casa hanno battuto Rovigo, Colorno e Calvisano. Dato per assodato il fatto che riusciranno a mantenere il loro posto nel Top10, i Lyons diventano pericolosi per tutti perché giocano sulle ali dell’entusiasmo. Attenzione poi al fatto che, stando a quando riportato dalla stampa locale piacentina, è in arrivo il pilone classe 1999 Francisco Minervino. Un’aggiunta importante per la truppa di Garcia che potrebbe così avere un’opzione in più in un reparto sempre sotto stress.

Leggi anche: Classifica, risultati e calendario della Serie A ovale

Dietro i Lyons, a cinque punti di distanza ma con due partite in meno, ci sono le Fiamme Oro. Sicuramente non la partenza sognata per la formazione capitolina, decisa a rialzarsi e attrezzata per farlo il prima possibile “aggiustando” i suoi conti con i recuperi. 14 invece i punti di Viadana, formazione giovane e in forte rinnovamento dopo la positiva stagione scorsa, mentre Mogliano deve prima di tutto pensare a guardarsi le spalle visto il penultimo posto. Anche alla squadra di Costanzo mancano due gare da recuperare, l’andamento del girone d’andata del Top10 non è stato facile visti i tanti rinvii, ma comunque i veneti sembrano attrezzati per mantenere la categoria.

Ci vorrà invece un’assoluta impresa per la Lazio a caccia del penultimo posto. I biancocelesti sono ancora alla ricerca della prima vittoria in stagione (tutte e 9 le partite giocate sinora) e hanno chiaramente bisogno di un cambio di marcia in difesa: sono ben 380 i punti subiti, decisamente troppi per pensare di potersi salvare.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Mercato, Colorno: arriva un 10 dalle Zebre

Il club biancorosso ingaggia Paolo Pescetto, apertura della franchigia federale negli ultimi 2 anni

6 Gennaio 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Petrarca, Marcato: “Fermi da quasi un mese, ma vogliamo onorare la Coppa Italia”

Il tecnico ha parlato alla vigilia del match di Coppa contro i Lyons Piacenza

6 Gennaio 2022 Campionati Italiani / Coppa Italia
item-thumbnail

Top 10 e Serie A: novità per le partite durante le finestre internazionali

L'ultima modifica del Consiglio Federale entrerà in vigore dalla stagione 2022-2023

4 Gennaio 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Lyons Piacenza: in arrivo un pilone dall’Argentina?

In vista del girone di ritorno

3 Gennaio 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Roberto Manghi: “Vogliamo scrivere pagine importanti di storia per lo sport reggiano”

Le parole del coach reggiano in vista della ripresa della stagione

2 Gennaio 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Lazio: un seconda linea argentino in arrivo dal mercato

Rinforzo tra gli avanti di coach De Angelis

1 Gennaio 2022 Campionati Italiani / TOP 10