Top 14, Morgan Parra rifiuta il rinnovo con Clermont

“Nella mia carriera sono stato sempre qui. Ho voglia di conoscere uno stile e una mentalità diversi”

Morgan Parra con la nazionale francese – ph. Sebastiano Pessina

A 33 anni, dopo 343 partite di club e 72 caps internazionali, Morgan Parra è consapevole di essere nella parte finale della propria carriera, ma è convinto di avere ancora molto da dare.

I suoi talenti, però, non saranno più un’esclusiva del Clermont, il club nel quale ha passato la maggior parte della propria carriera. Dopo aver debuttato ai massimi livelli con il Bourgoin, infatti, il mediano di mischia ha giocato 13 stagioni consecutive per i gialloblu: 281 gare in cui ha segnato più di 2000 punti, una vera e propria leggenda.

“Ho ricevuto un’offerta di rinnovo del contratto un mese fa. Mi sono impegnato a far avere una risposta entro fine novembre, inizio dicembre. Era importante, senza aver ancora firmato niente con nessun’altro, di avvertire il club in modo che potesse rivolgersi altrove. Il Clermont mi ha sempre rispettato e io volevo fare altrettanto. Quindi lunedì ho informato Jono Gibbes e il presidente Jean-Michel Guillon che non firmerò il nuovo contratto. Ho avuto l’impressione di voltare pagina: quando ero dentro l’ufficio del presidente, avevo già pesato bene tutti i pro e i contro.”

Leggi anche: Francia: si pensa a un maxi rinnovo per Galthiè, ma a una condizione

“La mia scelta – spiega Parra – è provare qualcosa di nuovo. Finora non ho conosciuto che Clermont e Bourgoin, per quanto fossi molto giovane allora.”

“Voglio scoprire uno stile e una mentalità differenti. E dove andrò, voglio apportare un contributo, avere un ruolo. Sono a fine carriera ma ho voglia di mettermi a disposizione al 100%. Nel club dove giocherò non andrò in prepensionamento.”

Le parole di Parra sembrano essere quelle di un giocatore pronto a chiudere la carriera all’estero, ma secondo Rugbyrama i club pronti ad accogliere il mediano di mischia, ancora capace di garantire una certa qualità su base regolare, sarebbe tutti francesi: ci sarebbe lo Stade Français, pronto ad offrirgli un posto da chioccia al giovane ex under 20 Arthur Coville; alla finestra anche il Tolone, dove la presenza dell’ex tecnico di Clermont Franck Azema, peraltro buon amico di Parra, potrebbe essere decisiva; e infine il Tolosa, ingolosito dalla possibilità di offrire al giocatore un ruolo di riserva di lusso di Antoine Dupont.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Top 14: il Bordeaux va in fuga, Perpignan vince la sfida salvezza a Biarritz

Dieci squadre su quattordici in campo nella quindicesima giornata. Ai box Tolosa, Montpellier, Tolone e La Rochelle

11 Gennaio 2022 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Tolone: “Eben Etzebeth? Per noi è un handicap”

Parole del presidente del club Bernard Lemaitre, a proposito dei giocatori internazionali alle dipendenze del club

8 Gennaio 2022 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14: nuovo stop per il Montpellier di Garbisi

Derby italiano a Brive

8 Gennaio 2022 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

La visione di Philippe Saint-André su Paolo Garbisi

Il tecnico del Montpellier ha spiegato cosa pensa dello stile, dell'identità e del futuro dell'azzurro

6 Gennaio 2022 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14: doppietta di Mori nella vittoria su Biarritz

Niente bonus offensivo, però, per la capolista. L'azzurro inserito nel XV della settimana dal Midi Olympique

3 Gennaio 2022 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Italiani all’estero: solo Mori tra i giocatori schierati oggi

Il trequarti azzurro partirà dalla panchina nel match del suo Bordeaux contro Biarritz

2 Gennaio 2022 Emisfero Nord / Top 14