URC: la preview di Scarlets-Benetton, una ghiotta occasione per i Leoni

Tanti assenti nei gallesi che chiamano a raccolta i loro grandi vecchi. Diverse novità in un Benetton che vuole riscattarsi dopo lo stop con gli Ospreys

URC: la formazione del Benetton Rugby che fa visita all'Ulster

URC: la preview di Scarlets-Benetton. Leoni d’assalto per fermarsi col sorriso (ph. Ettore Griffoni)

L’occasione per il Benetton è decisamente importante: i Leoni questa sera saranno a Llanelli per provare il blitz in casa degli Scarlets, andando a caccia di quella che sarebbe la seconda vittoria esterna dalla “ripresa” del Pro14 dopo il blocco forzato causa pandemia (quindi da agosto 2020). Vincere in trasferta non è mai semplice, per di più su un campo storicamente complicato per tutti come quello del Parc Y Scarlets, ma considerando il momento delle due squadre le possibilità sicuramente ci sono.

Leggi anche: Dove si vede la partita tra Scarlets e Benetton di URC e a che ora

Possibilità appunto, non certezze. Di certo c’è solo che la sconfitta con gli Ospreys ha rallentato il percorso di una squadra che, tolti alcuni spezzoni di gara, sembra sempre più in crescita come provato dal 19-0 di parziale dello scorso sabato che ha permesso di raddrizzare la gara dopo essere stati sotto 7-26. Con un XV da 9 cambi rispetto alla scorsa settimana, il Benetton vuole anche testare la sua profondità, ridando campo e spazio a giocatori importanti come Brex, Gallo e Faiva, ai quali si chiede subito di portare solidità alla squadra. Quella argentina però non sarà la colonia più folta in casa biancoverde, visto che saranno ben sei i giocatori nati e cresciuti in Sudafrica a cominciare la partita, inseriti tra l’altro in ruoli decisivi.

Leggi anche: Tanti rientri e novità nel Benetton che viaggia a Llanelli

Sarà estremamente interessante vedere l’elettricità di Smith in posizione di mediano d’apertura, un ruolo che deve essere di gestione oltre che di lampi. Assieme a lui comunque Duvenage garantisce esperienza, mentre per la combattività c’è una seconda linea Wegner-Herbst che sembra la coppia giusta nel posto giusto. Come dichiarato in settimana proprio da Rhyno Smith, ci vorrà tanta disciplina e concentrazione per rimanere con la testa nella partita. Sulla carta i Leoni hanno tutte le possibilità di farlo e a lungo, dovranno però trovare quella continuità mostrata (ad esempio) nella rimonta con gli Ospreys e soprattutto essere capaci di finalizzare il tanto lavoro che inevitabilmente verrà fatto, migliorando questo valore rispetto alla pur comunque buona prova di Belfast contro l’Ulster.

Leggi anche: Il dettaglio sulla formazione degli Scarlets

L’occasione come detto è propizia non solo perché gli Scarlets non sono partiti bene in URC, perdendo tre delle prime quattro partite e subendo 93 punti nel durissimo scontro con Munster e Leinster uno dietro l’altro, ma non potranno contare su 10 internazionali chiamati dal Galles di Pivac che tra una settimana ospiterà gli All Blacks. Padroni di casa quindi molto depotenziati rispetto al loro standard che quindi chiamano a rapporto i “grandi vecchi”: da Huges a Shingler, da Evans a Lee, i rossi gallesi si affidano ai loro veterani per tenere la barra dritta in questa sfida che i Leoni devono affrontare con la giusta fame.

Le formazioni di Scarlets-Benetton (diretta su Mediaset Infinity in streaming dalle 20.30 e differita dalle 23.30 su Canale 20):

Scarlets: 15 Ioan Nicholas, 14 Ryan Conbeer, 13 Steff Hughes, 12 Scott Williams (c), 11 Steff Evans, 10 Dan Jones, 9 Dane Blacker, 8 Blade Thomson, 7 Shaun Evans, 6 Aaron Shingler, 5 Jac Price, 4 Sam Lousi, 3 Samson Lee, 2 Marc Jones, 1 Rob Evans
A disposizione:
16 Daf Hughes, 17 Phil Price, 18 Javan Sebastian, 19 Lloyd Ashley, 20 Iestyn Rees, 21 Luke Davies, 22 Angus O’Brien, 23 Tom Rogers

Benetton: 15 Andries Coetzee, 14 Tommaso Menoncello, 13 Ignacio Brex, 12 Marco Zanon, 11 Monty Ioane, 10 Rhyno Smith, 9 Dewaldt Duvenage (c), 8 Abraham Steyn, 7 Sebastian Negri, 6 Giovanni Pettinelli, 5 Carl Wegner, 4 Irné Herbst, 3 Tiziano Pasquali, 2 Hame Faiva, 1 Thomas Gallo
A disposizione: 16 Giacomo Nicotera, 17 Cherif Traoré, 18 Ivan Nemer, 19 Federico Ruzza, 20 Lorenzo Cannone, 21 Callum Braley, 22 Leonardo Marin, 23 Luca Morisi

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Bortolami: “Benetton, stagione da 8. Il successo più bello è la crescita di Izekor, Spagnolo, Marin e gli altri”

Nella prima parte della lunga intervista rilasciata a OnRugby il tecnico traccia un bilancio della stagione: "I Bulls ci hanno fatto i complimenti. La...

item-thumbnail

Benetton, Pavanello: “Miglior torneo celtico di sempre. I Bulls? Ho più rimpianti per Gloucester”

Il direttore generale dei biancoverdi: "A Pretoria la squadra ha dato tutto. Il mercato? Un altro paio di arrivi e saremo a posto"

item-thumbnail

URC: Alessandro Izekor conquista un prestigioso premio individuale

Il flanker del Benetton Rugby e della Nazionale si è messo in luce accumulando percentuali difensive rilevanti

item-thumbnail

URC: il Benetton sfiora l’impresa. A Pretoria vincono i Bulls 30-23

Non basta un secondo tempo positivo per entrare in semifinale. Per Treviso in meta Ratave, Albornoz e Fekitoa

item-thumbnail

URC: la preview del quarto di finale tra Bulls e Benetton Rugby

Appuntamento a Pretoria alle ore 15.30 di sabato 8 giugno: in palio un posto in semifinale

item-thumbnail

Benetton Rugby: le scelte di formazione spiegate da Marco Bortolami

Il tecnico si sofferma sulla battaglia fra gli avanti motivando anche la scelta di Menoncello all'ala