Toby Flood si ritira, ma non lascia il mondo rugby

Per il mediano d’apertura è pronto un incarico tecnico

Toby Flood si ritira, ma non lascia il mondo rugby

Toby Flood si ritira, ma non lascia il mondo rugby (Photo by ADRIAN DENNIS / AFP)

Il momento è arrivato: Toby Flood appende gli scarpini al chiodo. L’apertura inglese classe 1985, che vanta 60 caps a livello internazionale con la Rappresentativa della Rosa (di cui ha fatto parte anche nelle spedizioni iridate del 2007 e del 2011), ha deciso di smettere.

Toby Flood si ritira, ma non lascia il mondo rugby

L’ovale però resterà sempre parte della sua vita. Smessi i panni del giocatore infatti, il trequarti assumerà, all’interno dei Newcastle Falcons, club che per Flood significa praticamente casa, il ruolo di specialista dei calci e allenatore delle skills del team britannico; senza dimenticare la vita extracampo, con l’idea di completare il Master in Economia all’Università di Cambridge.

“Con lo staff tecnico – ha rivelato il mediano – avevamo già discusso di questa possibilità l’anno scorso, anche perché il mio corpo mi mandava segnali di fatica e il mio piano di studi si è dimostrato sempre più intenso: se penso a tutto quello che è stato, non posso che essere contento. Ho debuttato – dice in maniera autoironica – nel 2004 giocando contro i Wasps in una partita, andata in diretta tv, nella quale abbiamo perso 83-10 e se ci penso anche l’ultima mia presenza è stata una grande sconfitta, questa volta contro Exeter. Allora mi sono detto: Toby, che grande modo di uscire di scena, smettila!”.

“Ovviamente, sconfitte a parte, ci sono stati davvero tanti momenti in cui mi sono divertito e ho amato giocare a rugby. Non avrei mai pensato di avere una carriera così lunga”.

Leggi anche, Inghilterra: La rivoluzione della Premiership

Il futuro

“Entrare nel coaching staff? Abbiamo avuto delle consultazioni col club e rimanere comunque all’interno del gruppo devo dire che mi fa felice. Ora dovrò iniziare a guardare le cose da un diverso punto di vista, ma so che nella rosa a disposizione, soprattutto fra i giovani, ci sono tanti giocatori di ottimo livello che possono crescere. Ogni tanto giocherò, se il mio corpo me lo permetterà, rappresentando l’Università di Cambridge per cercare di tenere unite la mia passione per il gioco e quella per lo studio”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italiani all’estero: Capuozzo in meta, Riccioni esce per un controllo concussion

Notizie buone e meno buone dall'estero: il pilone destro dei Saracens è uscito per un HIA, mentre l'estremo di Grenoble è tornato in meta

17 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

L’ennesima rimonta degli Harlequins e le altre storie della quarta di Premiership

Tornano in campo i reduci dal tour dei British & Irish Lions, e l'effetto si sente

12 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Italiani all’estero: altro successo per i Saracens di Riccioni, Allan si fa male ed esce dopo 25′

Ancora protagonista il pilone dei Saracens, mentre Allan è costretto ad uscire dopo un colpo subito nel primo tempo. Bene Garbisi dalla piazzola ma Mo...

10 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership, il recap della terza giornata

Leicester batte i Saracens e continua la sua striscia positiva, mentre Exeter vince la sua prima partita

6 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership: com’è andata la seconda giornata

Harlequins e Leicester a punteggio pieno, Bristol ed Exeter ancora a secco

29 Settembre 2021 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Italiani all’estero: Mori in meta con Bordeaux, bene ancora Allan

L'ala-centro di Bordeaux a segno nel weekend di Top14, insieme a lui molto bene anche Tommy Allan

26 Settembre 2021 Emisfero Nord / Premiership