Rugby Sevens: Irlanda, Francia e Russia alle Olimpiadi di Tokyo

A Monaco la squadra maschile francese grande delusa, exploit irlandese

Monaco Sevens Rugby qualificazioni Olimpiadi

Le nazionali Rugby Sevens di Francia, Russia e Irlanda festeggiano insieme la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo (ph. Giorgio Perottino – World Rugby)

Principato di Monaco – L’Europa si aggiudica tutti gli ultimi posti per il Rugby Sevens alle Olimpiadi di Tokyo. Nel torneo di ripescaggio, svoltosi questo weekend a Monaco, sono infatti l’Irlanda (nel maschile), la Francia e la Russia (nel femminile) a conquistare i pass ancora disponibili per i Giochi Olimpici di fine luglio 2021.

La competizione si è giocata allo stadio Louis II, davanti a circa duemila spettatori, accorsi in gran parte per sostenere Les Bleus. Nonostante le forti limitazioni di accesso nel Principato a causa della pandemia, comunque, non sono mancati i personaggi folcloristici sugli spalti, come nella migliore tradizione dei match internazionali a sette, a partire da un colorato gruppo di supporter del Madagascar, messicani con il sombrero e “galletti” francesi.

Il Covid-19 ha anche parzialmente modificato l’organizzazione stessa del torneo, con due Nazionali -l’Uganda maschile e la Giamaica femminile- costrette ad annullare all’ultimo la propria trasferta monegasca, rinunciando così in partenza al sogno olimpico.

Ranieri Laporte

Il principe Ranieri di Monaco e, alle sue spalle, Bernard Laporte, vice presidente di World Rugby (ph. Francesco Rasero – OnRugby.it)

Sevens maschile: sorpresa Irlanda nella sfida con la Francia

Il torneo Monaco Sevens 2021, in campo maschile, ha visto due Nazionali volare decisamente al di sopra di tutte le altre: Francia e Irlanda. I due team che, non a caso, si sono ritrovati di fronte in finale. I Bleus arrivavano forti di 150 punti segnati e 12 subiti nelle quattro gare disputate tra Pool e semifinale con Samoa; non meno impressionante il ruolino di marcia irlandese, con 154 punti a favore e 22 incassati, ma in cinque gare.

Fin dall’inizio, però, si vede che l’Irlanda punta al colpaccio, lottando su ogni pallone e chiudendo i varchi ai francesi, con una disposizione tattica praticamente perfetta. Ed è infatti Kennedy che apre le marcature, con Dardis infallibile nel convertire. La Francia, sospinta dal pubblico, reagisce, fino a trovare il pareggio grazie a Parez (conversione di Barraque) e portandosi in vantaggio con Riva: i Bleus chiudono in vantaggio la prima frazione 12-7.

Monaco Sevens Rugby qualificazioni Olimpiadi

La seconda meta della Francia nella finale persa contro l’Irlanda (ph. Francesco Rasero – OnRugby.it)

Nella ripresa, però, emerge la solidità irlandese: è Conroy a dare la svolta decisiva al match, mettendo a referto due mete, sempre seguite al piede da Dardis. La Francia vede Tokyo allontanarsi e crolla psicologicamente, dando spazio a McNulty per la quarta marcatura, anche questa convertita.

Nel finale, a tempo quasi scaduto, Bouhraoua prende l’ovale sulla sua linea dei cinque e attraversa tutto il campo tra gli applausi del Louis II per la terza, inutile, meta francese, che rende solamente meno pesante il passivo ma non impedisce all’Irlanda di qualificarsi per le Olimpiadi. Bleus increduli e in lacrime, mentre alle loro spalle iniziano i festeggiamenti degli uomini in maglia verde.

Monaco Sevens Rugby qualificazioni Olimpiadi

La delusione dei Bleus per la mancata qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo (ph. Francesco Rasero – OnRugby.it)

Gironi
Pool A: Irlanda 12, Samoa 10, Zimbabwe 8, Tonga 6, Messico 4
Pool B: Francia 9, Hong Kong 7, Cile 7, Giamaica 3, Uganda n.d.

Semifinali
Francia v Samoa 31-0
Irlanda v Hong Kong 28-5

Finale
Irlanda v Francia 28-19

Monaco Sevens Rugby qualificazioni Olimpiadi

L’Irlanda maschile di Rugby Sevens festeggia un’insperata qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo (ph. Francesco Rasero – OnRugby.it)

Francesi e russe dominano il torneo femminile

Il torneo di ripescaggio femminile -considerati i due posti in palio per Tokyo 2020- ha visto l’insolita organizzazione di due finali in parallelo, ciascuna delle quali valeva un accesso olimpico.

Alla prima si presentano due Nazionali dell’area ex sovietica, Russia e Kazakistan: le prime dopo aver dominato il proprio girone ed eliminato Samoa in semifinale; le asiatiche avevano invece travolto Papua Nuova Guinea ma sofferto nella sfida diretta con la Tunisia.

Da subito si vede la superiorità russa, in un primo tempo a senso unico, caratterizzato da una costante pressione di Tiron Mikhaltsova e compagne nei ventidue avversari, che frutta quattro mete e un parziale di 24-0. Ritmo più blando nella ripresa, con altre due mete della Russia: 38-0 il finale.

Russia Monaco Sevens

Per la Russia femminile è la prima qualificazione ai Giochi Olimpici: nel 2016 aveva perso la finale ripescaggio (ph. Giorgio Perottino – World Rugby)

La seconda finale mette invece di fronte Francia e Hong Kong, ripetendo un duello già andato in scena nella fase a gironi e, anche in quel caso, stravinto dalle (quasi) padrone di casa. Le Bleus, in particolare, arrivano con un ruolino di marcia impressionante: 203 punti segnati e zero subiti dopo quattro gare.

Anche in questo caso, gara fin da subito nei binari del pronostico: francesi sempre in attacco, sospinte dal tifo del Louis II, e marcature a raffica. Evidente il divario tra le due squadre, sia dal punto di vista tattico che fisico, ed eloquente il tabellino a fine match: 51-0 (27-0 all’intervallo). Sugli scudi, in particolare, Lina Guerin, autrice di tre mete, nate da imprendibili accelerazioni sulla fascia.

Francia Colombia Monaco Sevens

Una meta della Francia nella travolgente vittoria in semifinale contro la Colombia (ph. Giorgio Perottino – World Rugby)

Gironi
Pool A: Russia 9, Argentina 7, Samoa 5, Messico 3
Pool B: Kazakistan 6, Tunisia 4, Papua Nuova Guinea 2, Giamaica n.d.
Pool C: Francia 9, Hong Kong 7, Colombia 5, Madagascar 3

Semifinali
Argentina v Hong Kong 5-24
Kazakistan v Tunisia 29-21
Russia v Samoa 29-0
Francia v Colombia 52-0

Finali
Russia v Kazakistan 38-0
Francia v Hong Kong 51-0

Monaco Sevens Rugby

Tifoso francese allo stadio Louis II per il torneo di ripescaggio olimpico Monaco Sevens (ph. Francesco Rasero – OnRugby.it)

Rugby Sevens alle Olimpiadi di Tokyo, chi parteciperà

Il torneo di ripescaggio Monaco Sevens ha completato il quadro delle Nazionali ovali che si sfideranno per le medaglie olimpiche a fine luglio in Giappone, dove le gare di rugby alle Olimpiadi sono in programma dal 26 al 31 luglio al Tokyo Stadium.

I dodici team maschili saranno Giappone, Fiji, Stati Uniti, Nuova Zelanda, Sudafrica, Canada, Gran Bretagna, Corea, Australia, Kenya, Argentina e Irlanda

Nel femminile, invece, Francia e Russia andranno a competere con Giappone, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Canada, Australia, Gran Bretagna, Cina, Fiji, Kenya e Brasile.

Francesco Rasero

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

I personaggi più influenti nel rugby mondiale

Nella lista stilata dalla rivista Rugby World ci sono ben cinque francesi nelle prime dieci posizioni

6 Agosto 2022 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby: “Sulla questione concussion non siamo fermi, ma occorre fare chiarezza”

La Federazione Internazionale esce allo scoperto spiegando in che direzione sta lavorando

2 Agosto 2022 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Giochi del Commonwealth 2022: assegnate le medaglie d’oro nel Rugby Seven

I campioni olimpici delle Fiji devono accontentarsi dell'argento

1 Agosto 2022 Rugby Mondiale
item-thumbnail

L’ex nazionale irlandese Jackman: “25 concussion nella mia ultima stagione, sono stato stupido”

Bernard Jackman: "In campo cercavo di prendere tempo per ritrovare l'equilibrio e tornare a giocare, una follia"

1 Agosto 2022 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Scott Robertson: “Voglio vincere la Coppa del Mondo e voglio farlo con due nazioni diverse”

Il coach neozelandese non nasconde l'ambizione di allenare una nazionale, anzi due

29 Luglio 2022 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2023
item-thumbnail

Rugby World Cup 2023: rose di 33 convocati per squadra

Ogni nazionale potrà portare due giocatori in più rispetto alle edizioni precedenti e giocherà a distanza di almeno cinque giorni tra una gara e l'alt...

27 Luglio 2022 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2023