Rainbow Cup: la formazione del Benetton per la finale coi Bulls

Kieran Crowley ha scelto per l’ultima volta la formazione dei Leoni, attesi da una delle partite più importanti della loro storia

Rainbow Cup: la formazione del Benetton per la finale coi Bulls. PH Ettore Griffoni

Rainbow Cup: la formazione del Benetton per la finale coi Bulls. PH Ettore Griffoni

Per quello che sarà uno degli appuntamenti più importanti del Benetton, atteso dai Bulls in finale di Rainbow Cup, Kieran Crowley ha confermato nella sua totalità la squadra che nell’ultima uscita dello scorso 29 maggio ha superato Connacht per 20-12. Nessun cambio, nemmeno di posizione, rispetto ai 23 che hanno superato gli irlandesi. Per l’ultima volta quindi Kieran Crowley ha fatto la formazione dei suoi Leoni, quindi da domenica potrà occuparsi della sua nuova posizione di allenatore della Nazionale italiana.

Sarà da titolare l’ultima gara in Italia di Jayden Hawyard, confermato in posizione di estremo e voglioso di fare bene per chiudere al meglio il suo ciclo con i Leoni. Blindata anche la coppia di centri Zanon-Brex, reduce da una partita dominante contro Connacht e in grande condizione. Difficile pensare a un Benetton senza Ioane sull’ala sinistra, mentre dall’altra parte del campo ci sarà di nuovo Padovani. Mediana che vince poi non si tocca, dunque capitan Duvenage sarà ancora affiancato dal talento di Paolo Garbisi, atteso da una prova che verosimilmente lo vedrà sotto grande pressione.

Leggi anche: Benetton, la chiave per giocarsela nella finale di Rainbow Cup con i Bulls

Se si parla di reparti che stanno funzionando però va sicuramente messa anche la mischia dei Leoni, molto positiva in tutto il cammino in Rainbow Cup. Lamaro e Negri su livelli altissimi oltre alla potenza di Halafihi in terza, mentre la seconda è ormai affare del duo Ruzza-Cannone. In prima confermato Marco Riccioni, all’ultima gara col Benetton prima di passare ai Saracens, al fianco dei compagni Els e Gallo, giovani ma molto affamati.

Confermata anche la panchina nella sua totalità, con finishers d’esperienza come Herbst e Barbini pronti per la mischia, mentre Braley e Tavuyara daranno il loro apporto nella copertura dei trequarti.

Leggi anche, Rainbow Cup: la formazione dei Bulls per la finale contro il Benetton Rugby

Rainbow Cup: la formazione del Benetton Rugby per la finale contro i Bulls:

15 Jayden Hayward (125),
14 Edoardo Padovani (11),
13 Ignacio Brex (45),
12 Marco Zanon (40),
11 Monty Ioane (67),
10 Paolo Garbisi (11),
9 Dewaldt Duvenage (c) (55),
8 Toa Halafihi (37),
7 Michele Lamaro (20),
6 Sebastian Negri (49),
5 Federico Ruzza (70),
4 Niccolò Cannone (28),
3 Marco Riccioni (38),
2 Corniel Els (11),
1 Thomas Gallo (16).

A disposizione: 16 Gianmarco Lucchesi (14), 17 Ivan Nemer (15), 18 Filippo Alongi (17), 19 Irné Herbst (63), 20 Manuel Zuliani (17), 21 Marco Barbini (104), 22 Callum Braley (12), 23 Ratuva Tavuyara (44).

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Dove si vede Benetton Rugby contro Edimburgo in tv e streaming

I dettagli per seguire la partita dello United Rugby Championship dei Leoni a Edimburgo

item-thumbnail

URC: la formazione del Benetton per la trasferta di Edimburgo

Quattro cambi rispetto alla formazione che ha battuto i Glasgow Warriors la scorsa settimana

item-thumbnail

Benetton Rugby: arriva il rinnovo di un veterano biancoverde

L'avanti continuerà a fare parte del club per diverse stagioni

item-thumbnail

Benetton Rugby, Rhyno Smith: “A Treviso mi sento a casa. Ruolo? Apertura, estremo o ala”

Il sudafricano fa il punto della situazione in vista della partita contro Edimburgo parlando anche del suo inserimento in Italia

item-thumbnail

Benetton Rugby, le parole di Lamaro e Lucchesi dopo la vittoria su Glasgow

I due giocatori del Benetton commentano il successo ottenuto contro Glasgow

item-thumbnail

URC, Leonardo Marin di nuovo a tempo scaduto: Benetton batte Glasgow 19-18

Dopo il drop allo scadere con Edimburgo il numero 10 decide a tempo scaduto anche la gara contro l'altra formazione scozzese