Il commovente e commosso saluto di Umberto Casellato alla città e alla squadra di Rovigo

L’allenatore Campione d’Italia in carica ha chiuso dopo tre anni il suo rapporto con i rossoblù, qui le sue parole a riguardo

Il saluto di Umberto Casellato alla città e alla squadra di Rovigo (Ph. Ettore Griffoni)

Il saluto di Umberto Casellato alla città e alla squadra di Rovigo (Ph. Ettore Griffoni)

Il rapporto tra Umberto Casellato e il Rovigo è formalmente finito, visto che il suo contratto è scaduto e c’è la firma per allenare Colorno nella prossima stagione. Nonostante qualche screzio con l’ambiente – ma non con i tifosi -, emerso nel post partita della finale Scudetto vinta a Padova, tre anni ricchi di emozioni però non si possono dimenticare, e allora il coach Campione d’Italia in carica ha voluto salutare tutto il popolo rodigino con una lettera nella quale sono esposti tutti i ringraziamenti per il supporto ricevuto.

Leggi anche: Le parole di Casellato da tecnico del Colorno per il Top10 2021/22

Il 17 giugno c’è stata una conferenza stampa dove Casellato ha salutato l’ambiente, alla presenza di giocatori e dirigenti del Rovigo, in un clima comunque disteso, in cui l’ex Benetton ha lasciato trapelare anche un pizzico di commozione. La sua avventura rossoblù si è dunque chiusa con una Coppa Italia e uno Scudetto in bacheca, entrambe vinte sconfiggendo il Petrarca all’ultimo atto, in tre stagioni da allenatore rodigino.

Questa la lettera di Umberto Casellato per il Rovigo e Rovigo:

CIAO ROVIGO…SONO STATI TRE ANNI FANTASTICI !!! GRAZIE, CON TUTTO IL CUORE CHE HO!!!

E’ arrivato il momento dei saluti, quelli finali.

Ho pensato molto a questo momento, alle parole giuste da dire (e per un istintivo è già tanto) per cercare di esprimere le emozioni di questi tre anni così particolari sia dal punto di vista professionale che personale: credo però che l’unica parola adatta, seppur banale e a tratti scontata, sia GRAZIE.

GRAZIE a tutti i “miei” Ragazzi, per essersi affidati e fidati di me, per aver creduto nel gruppo ancora prima che in sé stessi. Sono state dette, scritte e smentite tante cose ma ciò che in questi giorni ogni singolo ragazzo sta comunicando, anche attraverso i social, ha un denominatore comune: il sostegno reciproco nel superare le difficoltà.

Alcuni episodi e alcune parole hanno profondamente ferito me, lo staff e tutti i Ragazzi, abbiamo vissuto momenti particolarmente difficili ma anche questo ci ha permesso, lavorando in silenzio, di crescere come gruppo, di aumentare il nostro senso di appartenenza e di creare quel valore aggiunto che ci ha permesso di raggiungere il tanto sognato traguardo.

Un enorme GRAZIE va a tutti i tifosi e a tutte le tifose che hanno seriamente rappresentato il 16° uomo in campo: a chi in questi tre anni ha sempre occupato un posto in tribuna, al di là del meteo e dei km percorsi; a chi ci ha sempre incitato e applaudito, ancor più nelle sconfitte; a chi ci ha parlato con uno sguardo; a chi si è emozionato e ci ha emozionato.

Ma un grazie va anche a coloro ai quali non sono mai stato troppo simpatico o che sono comparsi solo nei momenti di difficoltà perché anche questo è stato motivo di crescita e di forza nel non mollare.

Ci sarebbero molti altri ringraziamenti da fare, ma mi sono dilungato già troppo, è ora di chiudere: le logiche professionali impongono sempre di voltare pagina e di rituffarsi in una nuova avventura con energia ed entusiasmo anche se ho una certezza: non smetterò mai di essere affettivamente legato a questi Ragazzi, a voi tifosi e tifose, a questa Maglia.

UMBERTO

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Serie A Elite: è ufficialmente (ri)nata la Lega Rugby

Dopo 15 anni dallo scioglimento della LIRE i Club del massimo campionato danno vita a un nuovo sodalizio

27 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: svelata la quaterna arbitrale che dirigerà la finale

Viadana-Petrarca, il match del 2 giugno che vale lo scudetto

27 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: eletto l’MVP della stagione 2023-2024

Il premio torna a essere vinto da un avanti

27 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: Polla Roux fa il punto su Sperandio e sul mercato di Rovigo

Le trattive sono tante e a breve saranno ufficializzati nuovi giocatori in entrata

27 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: Giovanni Pettinelli e altri giocatori di URC al centro del mercato

Il massimo campionato italiano si prepara ad accogliere altri atleti di spessore

27 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite, Victor Jimenez: “Sarà una bella emozione affrontare il Viadana”

L'assistant coach argentino dei veneti ha parlato del suo trascorso in gallonero e della finale del 2 giugno

26 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite