Sei Nazioni femminile: c’è chi lo vuole mantenere tra aprile e maggio

Si valuta se tenere la competizione delle ragazze spostata in calendario rispetto a quella maschile che come sempre si giocherà da febbraio

Sei Nazioni femminile: c'è chi lo vuole mantenere tra aprile e maggio Mandatory Credit ©INPHO/Ryan Byrne

Sei Nazioni femminile: c’è chi lo vuole mantenere tra aprile e maggio Mandatory Credit ©INPHO/Ryan Byrne

Lo scorso weekend si è conclusa l’edizione 2021 del Sei Nazioni femminile, rimandata rispetto al suo calendario originale e rivista nella formula a causa della situazione sanitaria mondiale. Questo spostamento in avanti, che ha “staccato” la competizione femminile da quella maschile, non è certo passato inosservato soprattutto dalla potente federazione inglese, la cui squadra ha tra l’altro appena vinto il terzo Championship consecutivo.

Guarda anche: Gli highlights delle tre finali giocate lo scorso sabato nel Sei Nazioni

L’amministratore delegato della RFU, Bill Sweeney, ha dichiarato: “Dovremo essere innovativi nel pensare come strutturare il torneo in futuro, e non crediamo che debba essere la copia di quello riservato agli uomini”. La posizione di Sweeney e della federazione inglese è chiara: “Vorremmo mantenere questa soluzione che copre aprile e maggio, che vede tra l’altro un clima migliore e allontana le partite da quelle del torneo maschile, lasciando una finestra dove potersi concentrare solo sulle gare delle ragazze. Si possono anche pensare a dei formati diversi per rendere più interessante la competizione”.

Una posizione, quella della spostamento del torneo Femminile nei mesi di aprile e maggio, che godrebbe anche del favore della FIR, come hanno confermato a OnRugby fonti vicine alla Federazione.

Da vedere dunque quale sarà il futuro del Sei Nazioni femminile, la cui finale tra Inghilterra e Francia è stata la prima gara del Championship a essere trasmessa su BBC Two: sono stati ben 600.000 gli spettatori che vi hanno assistito. Sweeney stesso ha svelato come la sua federazione continuerà a considerare la BBC come miglior partner, perché ritiene la trasmissione in chiaro delle partite un fattore importante per far crescere il rugby femminile.

Da segnalare infine che, se la prossima Coppa del Mondo si giocherà nel 2022 in Nuova Zelanda (dopo essere stata rinviata di un anno) per l’edizione 2025 l’Inghilterra sta pensando di candidarsi come nazione ospitante.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il Sei Nazioni Maschile, Femminile e Under 20 sarà trasmesso da Sky Sport

L'emittente trasmetterà tutte le partite del Championship oltre ai test match autunnali delle Autumn Nations Series

10 Giugno 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni Under 20 – edizione 2021 sarà trasmesso su Sky Sport

Ecco dove seguire gli azzurrini nel Championship Under 20 che comincerà il prossimo sabato 19 giugno e andrà avanti fino al 13 luglio

10 Giugno 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni torna su Sky

Accordo per la trasmissione in Italia del Torneo, che tornerà alla TV a pagamento dopo 8 anni

item-thumbnail

Sei Nazioni 2022: la Francia ha già fatto segnare un record

I tagliandi venduti oltralpe toccano un picco inatteso a otto mesi dall'inizio del torneo

item-thumbnail

Sei Nazioni in TV: nel Regno Unito resta in chiaro, novità in Italia?

Le emittenti BBC e ITV continueranno a trasmettere le partite del Championship oltremanica

22 Maggio 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il calendario del Sei Nazioni Under 20

Calcio d'inizio al Torneo il 19 giugno. Tutto il programma all'Arms Park di Cardiff

19 Maggio 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni