Zebre, David Sisi: “Il rugby italiano è vicino a un punto di svolta”

Il seconda linea delle Zebre e della Nazionale fa un bilancio a poche settimane dal ritorno in campo dei ducali nella Rainbow Cup

David Sisi impegnato con le Zebre in un derby contro il Benetton. PH Ettore Griffoni

David Sisi impegnato con le Zebre in un derby contro il Benetton. PH Ettore Griffoni

Il seconda linea delle Zebre e della Nazionale italiana David Sisi ha concesso una lunga intervista al sito ufficiale del Pro14, nella quale ha parlato a 360 gradi di rugby, spaziando dall’avventura con la franchigia ducale a quella con gli azzurri. Sisi, che ormai è a Parma da cinque anni dopo aver giocato per London Irish e Bath, si è detto sicuro che il futuro della palla ovale azzurra sia roseo: “Quando i giovani che stiamo iniziando a vedere matureranno la giusta esperienza credo proprio che ci sarà una netta svolta a livello di risultati. Ci sono tanti ragazzi con grandi qualità, che faranno anche la fortuna delle due franchigie, la mia e il Benetton. Dico questo perché vedendoli in allenamento praticamente tutti i giorni mi accorgo di quanto duro stiano lavorando, anche prendendo in considerazione la mia esperienza in Premiership”.

Leggi anche: La prima edizione della Rainbow Cup…non ci sarà per com’era stata pensata

Con quello appena finito che è stato il quinto Sei Nazioni senza vittorie azzurre, la pressione aumenta su un gruppo che però ha più che raddoppiato i suoi under-23: erano sette alla Coppa del Mondo 2019, sono stati 15 nell’ultimo Championship da poco concluso. A tal proposito David Sisi ha aggiunto: “Quando guardi i giovani che ci sono ora come Fischetti o Zilocchi, oppure il percorso che ha fatto Minozzi, capisci come in Italia tanti giovani riescano a crescere molto in fretta. Mi fa molto piacere che tanti giocatori delle Zebre abbiano raggiunto uno standard internazionale, perché ora riescono a prendersi delle opportunità che prima non avevano”.

David Sisi, che con l’Italia ha raccolto 15 caps, è nato in Germania e cresciuto nel Regno Unito, ma ha forti legami con l’Italia grazie ai nonni e al padre. Cinque anni fa è iniziata la sua avventura con le Zebre, dove è passato di ruolo dalla terza alla seconda linea: “Parma e l’Italia sono i posti nei quali in carriera sono rimasto più a lungo. Fa strano pensarlo dopo essermi spostato tante volte da ragazzo, ma sono molto contento di essere dove sono. Ho ricambiato la fiducia della società, e posso dire di essermi re-innamorato del rugby da quando sono in Italia”.

Leggi anche: Il calendario dei primi tre turni di Zebre e Benetton Rugby

Dopo aver rinnovato il contratto fino al 2023, Sisi si candida quindi a essere uno dei leader dei multicolor nelle prossime stagioni. “Tutti sappiamo che qui il potenziale c’è. Nonostante i tanti giocatori coinvolti con la Nazionale la crescita è stata innegabile, dimostrando quanto sia solida questa realtà. Ora che ci siamo tutti, dobbiamo alzare ancora di più lo standard del lavoro in allenamento e del gioco”.

Ora per lui e per le Zebre ci sarà l’avventura in Rainbow Cup, seppur solo contro le squadre europee compreso il Benetton: “Il derby è sempre una sfida particolare, sembra un test match internazionale. Sono sempre state partite molto combattute e tirate fino all’ultimo, nessuno ci sta a mollare di un centimetro”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Dentro la preparazione delle Zebre Parma verso la prossima stagione

A fare il punto della situazione è il responsabile della preparazione fisico-atletica Francesco Della Ceca

item-thumbnail

Zebre, Luca Bigi: “Ce lo stiamo ripetendo come un mantra, mai più ultimi”

L'ex capitano dell'Italia identifica degli obiettivi chiari: valorizzare i giovani e aumentare la competitività in URC

item-thumbnail

URC: un rinforzo in prima linea per le Zebre 2024/25

La mischia della franchigia ducale si arrichisce di un giocatore proveniente dalla Serie A Elite

item-thumbnail

Zebre Parma: programmata un’amichevole estiva il 22 agosto

I ducali preparano la nuova stagione di URC con una seconda amichevole di livello

item-thumbnail

Zebre, parla Roselli: “Tra cambiamenti e precarietà non è stato facile, eppure sta nascendo un’eccellenza”

Il tecnico romano saluta la franchigia emiliana, con cui ha collaborato complessivamente per 6 stagioni

item-thumbnail

URC: le Zebre imbrigliano a lungo Glasgow, poi nel finale passano gli scozzesi

La franchigia ducale gioca una partita di spessore, ma non basta per ottenere la vittoria in trasferta