Galles, Josh Navidi: orgoglio, analisi e rammarico al termine della partita contro la Francia

Il terza linea dei Dragoni fotografa il momento della sua squadra e della ricostruzione firmata da Wayne Pivac

Galles Josh Navidi

Galles, Josh Navidi: orgoglio, analisi e rammarico al termine della partita contro la Francia (Ph. Sebastiano Pessina)

Una partita persa che potrebbe costare la vittoria del torneo, ma nel complesso una risalita inattesa che ha fatto vedere che il Galles di Wayne Pivac è vivo, anzi vivissimo e che nei prossimi anni potrà continuare a giocare il suo ruolo di potenza ovale.

Galles, Josh Navidi: orgoglio, analisi e rammarico al termine della partita contro la Francia

Dopo la chiusura del loro Sei Nazioni, in attesa di Francia-Scozia del prossimo 26 marzo, Josh Navidi ha parlato al sito ufficiale della Federazione Gallese fotografando la situazione: “Dobbiamo essere orgogliosi del nostro Sei Nazioni. Vedremo quello che succederà: è tutto quello che al momento possiamo fare. Sono contento di essere andato a segno nella partita di sabato scorso, ma l’avrei scambiato per la vittoria a fine partita. Per me è stata una delusione”.

Navidi ha poi proseguito: “Valuto in maniera molto positiva quella che abbiamo fatto in questo Sei Nazioni. Chiudere con un’altra vittoria sarebbe stato il massimo ma, attendendo venerdì, dobbiamo ricordarci che possiamo ancora vincere il trofeo”.

Un ritorno sul 2020 difficoltoso del Galles: “L’Autumn Nations Cup non è stata un granché, ma questo ci ha consentito di arrivare al Sei Nazioni capendo che cosa volevano da noi stessi, in termini di prestazioni e risultati. In noi è cresciuta l’autostima e la consapevolezza settimana dopo settimana anche vedendo che cosa stavano costruendo”.

Leggi anche, Sei Nazioni 2021: partita folle a Parigi. La Francia vince allo scadere sul Galles e torna in lizza per il titolo

Infine un’altra analisi sul finale convulso ed emozionante di Galles-Francia: “Credo che nel complesso la nostra performance sia stata buona e all’altezza della situazione, anche se la disciplina alla fine ci è costata la vittoria. Negli ultimi venti minuti eravamo sotto pressione e sotto sforzo: siamo arretrati difendo nella nostra metà campo, ma concedendo diversi falli. Li è girata la partita: una sfida dove alla fine i nostri avversari sono riusciti a prevalere”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Springboks, Kolisi raddoppia: “Nic Berry mi ha mancato di rispetto”

Dopo il clamoroso video di Rassie Erasmus, dal ritiro sudafricano si alzano ancora i toni sulla direzione arbitrale del primo test

item-thumbnail

Nuovo avversario autunnale per la Scozia, che giocherà 4 test match

I Dark Blues apriranno Murrayfield anche il 30 ottobre per ricevere la visita di Tonga, formazione che potrebbero ritrovare al mondiale

item-thumbnail

Ufficiale: gli All Blacks giocheranno cinque partite in autunno

Il 23 ottobre la Nuova Zelanda ha aggiunto al suo calendario un match contro gli Stati Uniti, poi ci sarà spazio anche per l'Italia

item-thumbnail

I Lions e il ritorno di fiamma degli Springboks: “Sappiamo che arriveranno forte”

Maro Itoje e Warren Gatland hanno parlato della preparazione al secondo test della serie

item-thumbnail

La formazione del Sudafrica per il secondo test con i Lions

Tre cambi nella formazione che affronterà i Lions nel secondo match della serie, due nuovi innesti anche in panchina

item-thumbnail

Lions: tre cambi nella formazione di Warren Gatland per gara 2

Le scelte dell'ex Galles, per una sfida che può già decidere la serie