Nasce World Rugby WXV: una nuova competizione dedicata al rugby femminile

Investimento, futuro e un nuovo calendario internazionale

World Rugby WXV

Nasce World Rugby WXV: una nuova competizione dedicata al rugby femminile (Ph. Sebastiano Pessina)

La rivoluzione inizia da qui. Con un comunicato apparso sul proprio sito ufficiale, World Rugby ha ufficializzato l’annuncio di una nuova competizione, denominata World Rugby WXV, che consentirà al rugby femminile di uniformare il suo calendario internazionale negli anni a venire, sino alla Rugby World Cup 2025.

Come funzionerà World Rugby WXV?
La competizione annuale, che si disputerà ogni dodici mesi nel periodo settembre-ottobre, tranne che negli anni riservati alla Coppa del Mondo Femminile, inizierà nel 2023 e vedrà al via 16 nazionali che saranno inserite in tre Divisioni di merito in base ai risultati ottenuti nei tornei continentali – come ad esempio il Sei Nazioni Femminile – o nei tornei intercontinentali.

WXV 1: da chi sarà formata?
A parteciparvi, in una sede unica prestabilita, saranno 6 formazioni che saranno divise in due pool-incrociate da tre: le tre migliori classificate del Sei Nazioni e le tre migliori classificate del torneo intercontinentale che comprenderà Australia, Canada, Nuova Zelanda e USA. Ogni squadra quindi giocherà due partite nel gironcino e una finale per il piazzamento conclusivo fra il primo e il sesto posto. Per il ciclo che va dal 2023 al 2025 non ci saranno nè promozioni nè retrocessioni dalla WXV 1.

WXV 2: da chi sarà formata?
Anche in questo caso, in una sede unica prestabilita, saranno 6 le compagini partecipanti e anche in questo caso saranno suddivise in in due pool-incrociate da tre. I team inseriti nella seconda divisione saranno: la quarta e la quinta del Sei Nazioni, la “perdente” del torneo intercontinentale nel quale saranno di scena Australia, Canada, Nuova Zelanda e USA e una squadra proveniente da ogni singolo continente di seguito indicato, ovvero Oceania, Asia e Africa.

In questo caso vi sarà la retrocessione della sesta classificata della WXV 2 in WXV 3

WXV 3: da chi sarà formata?
Saranno 4 le squadre impegnate nella terza serie del torneo. Si giocherà, in una sede unica prestabilita, col il format del Round Robin e non dei gruppi incrociati. A formare la Division saranno due squadre europee, una squadra dell’Asia e la vincente dello spareggio Sud America-Africa.

La vincente della WXV 3 sarà promossa in WXV 2, mentre un playoff fra la quarta classificata della WXV 3 e la prima esclusa dalla competizione, ma meglio piazzata nel ranking determinerà la composizione della WXV 3 nell’anno successivo.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia Femminile: le convocate per il raduno di inizio luglio

Sono 30 le giocatrici selezionate da coach Andrea Di Giandomenico

24 Giugno 2022 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia femminile: le 30 convocate per il primo raduno di preparazione al Mondiale

Le ragazze lavoreranno dal 16 al 19 giugno a Roma con Andrea di Giandomenico e il suo staff

item-thumbnail

Valeria Fedrighi campionessa di Francia! Tolosa batte Blagnac 16-10 allo scadere

La seconda linea azzurra festeggia il titolo francese dopo l'incredibile successo ottenuto a tempo scaduto

item-thumbnail

Sei Nazioni Femminile: Beatrice Rigoni e Maria Magatti nel XV ideale del torneo

Le azzurre fanno parte di una formazione di assoluta eccellenza. Premiata la loro bravura nel placcare

14 Maggio 2022 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Nazionale italiana femminile: ufficializzato un test match in Canada a luglio

Verso la Coppa del Mondo le azzurre sfideranno la terza potenza del ranking, ritrovando il Canada dopo 31 anni

item-thumbnail

Giada Franco: “Ho sofferto tanto a stare fuori. Torneo un po’ sottotono, ma al Mondiale sarà diverso”

La terza linea di Colorno, assente per infortunio: "C'è tanta concorrenza con tante giovani promettenti: D'Incà e Ostuni Minuzzi, ma anche Granzotto e...