Italia, Brex: “Siamo meglio di così, una sola chance per dimostrarlo”

Il centro azzurro è sicuro: la nazionale non ha fatto vedere tutto il proprio valore finora, e mette nel mirino la Scozia come ultima spiaggia

Nacho Brex Italia Sei Nazioni 2021

Italia: Nacho Brex durante la partita contro il Galles – ph. Sebastiano Pessina

Ignacio Brex è sicuro: l’Italia del rugby può essere meglio di così.

Il centro del Benetton e della nazionale lo ha detto chiaro e tondo nel tradizionale incontro con la stampa di inizio settimana: “Ne ho parlato anche con altri giocatori: non siamo quelli che avete visto in campo, sono certo al 100% che possiamo essere meglio di così.”

“Noi ci prepariamo per vincere, sennò non avrebbe senso neanche presentarsi ad una partita. Ci confrontiamo con rivali molto più esperti di noi, ma non dev’essere un alibi. Adesso ci è rimasta una sola partita per poter dimostrare davvero chi siamo e mettere in atto tutto quello su cui abbiamo lavorato in un mese e mezzo qui in ritiro.”

La settimana è iniziata con alcuni allenamenti incentrati sulla difesa, che l’Italia deve riuscire a rinsaldare per poter avere una speranza in vista della trasferta in Scozia, mettendosi alle spalle una partita contro il Galles che però, secondo Brex, non va totalmente gettata: “Oltre al risultato negativo, abbiamo costruito anche qualcosa di positivo in attacco. È così da diverse partite, ma dobbiamo crescere nel risolvere meglio i multifase: ci sono tanti aspetti positivi che però finiscono per non portare punti sul tabellone.”

“Contro i gallesi non credo ci sia stata una differenza fisica o che abbiamo sofferto particolarmente in mezzo al campo, ma siamo andati sotto nel gioco generale, senza riuscire a bloccare il loro avanzamento. Se squadre così riescono ad entrare nel loro flusso di gioco senza avere un freno, sono inarrestabili.”

Diviso fra club e nazionale, quest’anno Brex è andato incontro a una sola vittoria nel corso della stagione, quella contro lo Stade Français in Challenge Cup.

Il collegamento fra le sconfitte delle franchigie e quelle in nazionale, però, influiscono soprattutto sul lato mentale: “Dobbiamo essere bravi a capire che la franchigia e la nazionale sono due ambienti separati. Certo che c’è un collegamento fra i due, ma dobbiamo riuscire a scindere soprattutto l’aspetto psicologico, per evitare che ciò che accade al club si ripecuota poi sull’ambiente nazionale.”

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sei Nazioni 2022, Italia: il calendario degli azzurri, con luoghi, date e orari

Due soli impegni casalinghi contro Inghilterra e Scozia

25 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2022: in vendita i biglietti per le partite casalinghe dell’Italia

Gli azzurri ospiteranno all'Olimpico Inghilterra e Scozia, rispettivamente alla seconda e alla quarta giornata del torneo

25 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia-Uruguay, un amaro ritorno alla vittoria

Una vittoria è una vittoria, ma è doveroso costruire qualcosa di più nel minor tempo possibile

21 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

L’Italia vince a Parma. Uruguay sconfitto 17-10

Al Lanfranchi decidono le mete dei debuttanti Pierre Bruno e Hame Faiva

20 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia-Uruguay, Crowley: “Teniamoci solo la vittoria. Serve lavorare molto sul breakdown”

L'head coach azzurro e il capitano Michele Lamaro sono intervenuti in conferenza stampa dopo la vittoria sui Teros

20 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia-Uruguay: gli azzurri devono tornare al successo

Vittoria che manca dal Mondiale 2019, e che rappresenta l'obiettivo contro i Teros

20 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale