Zebre, Bradley: “Tutti i ragazzi hanno giocato bene, con grande aggressività. Confermata la consistenza difensiva”

L’head coach dei ducali ha commentato la vittoria sui Dragons, nella conferenza post gara

Michael Bradley - Zebre Rugby

Michael Bradley – Zebre Rugby ph. Massimiliano Carnabuci

A margine del successo sui Dragons, nella serata di ieri, Michael Bradley, head coach delle Zebre, ha commentato il successo dei ducali in conferenza stampa.

“Ci presentavamo al kick-off dell’incontro con le stesse vittorie stagionali di Dragons e Warriors, con il desiderio di ottenerne una in più di loro la possibilità di superarle entrambe in classifica. Un’opportunità che abbiamo colto, riuscendo a portare grande pressione sui giovani avanti dei gallesi”, ha esordito Bradley, prima di entrare più nel dettaglio sui fatti dell’incontro.

“Siamo riusciti ad andare subito in meta con Giammarioli – dopo un buon inizio -, ma non ci siamo fermati: abbiamo continuato a lottare. La volontà era quella di comandare per tutta la partita nel punteggio, di stare davanti”.

“Tutti i giocatori hanno fatto bene in questa sfida, portando sul campo grande aggressività. Per un allenatore è difficile scegliere di premiare dei singoli, ma Enrico Lucchin, Potu Leavasa e Renato Giammarioli sono stati fantastici, così come è stato ottimo il contributo di Ian Nagle e Oliviero Fabiani”, ha proseguito, parlando dei singoli più brillanti, anche se la chiave del successo è da ritrovarsi nella combinazione ‘solidità difensiva confermata‘-‘attacco decisamente più efficace’.

“Mi piace tuttavia dare grande credito alla nostra difesa, aspetto del nostro gioco in cui abbiamo confermato una certa consistenza, forzando con competenza diversi turnover. In attacco, rispetto a sabato scorso (0 punti marcati a Swansea, ndr), in attacco abbiamo convertito un numero maggiore di occasioni, ma possiamo e dobbiamo migliorare, in vista di incontri con avversari di rilievo come Glasgow e Leinster. Ad esempio, ad inizio ripresa, abbiamo sbagliato un paio di scelte nella zona rossa. Complessivamente, però, c’è stato un gran miglioramento in attacco, così come in rimessa laterale (ed in maul), dove siamo stati ottimi”, ha concluso Bradley, focalizzandosi già sul futuro a brevissimo termine.

“Per noi è stato un giorno importante: ci eravamo prefissati due obiettivi come giocare bene e vincere. Li abbiamo centrati entrambi, ma ora dobbiamo già lavorare per incrementare il numero di successi stagionali, già nelle prossime uscite”.

Leggi anche: World Rugby Ranking: il Galles vola, l’Italia scende

La conferenza stampa integrale post Zebre-Dragons, con coach Michael Bradley e capitan Tommaso Boni

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui per restare aggiornato sul regolamento del rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre: arriva l’ex Leicester Tigers e Hurricanes Jacobus Van Wyk

Un gran colpo per la franchigia italiana, che si assicura le prestazioni di un trequarti da 24 mete nel Super Rugby

item-thumbnail

Due avanti e tre trequarti lasciano le Zebre risolvendo il loro contratto

Novità importanti in casa ducale con le uscite di quattro giocatori stranieri e un senatore

item-thumbnail

Zebre: dal mercato arrivano Joey Caputo e Franco Smith Jr

Gli emiliani aggiungono due trequarti alla loro rosa, in vista della prossima stagione

item-thumbnail

Zebre: rinnovo per Chris Cook

A Parma almeno per un altro anno

item-thumbnail

Zebre: per la mediana ecco l’inglese Tiff Eden da Bristol

Il 27enne britannico arriva dopo aver maturato esperienze tra Premiership e Challenge Cup nelle ultime stagioni

item-thumbnail

Zebre: colpo in mediana con l’arrivo del Pumas Gonzalo Garcia

Il 23enne passa dal Valorugby alla formazione ducale ed è pronto per il debutto nel prossimo URC. Prima però un'estate argentina